Le Capitali – Perché Orban pompa miliardi all’estero?

Il sostegno alle minoranze ungheresi è da tempo una priorità politica del governo Fidesz. [EPA-EFE/OLIVIER HOSLET]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Plastica, nell’Ue viene riciclato solo il 41% degli imballaggi di Valentina Iorio, EURACTIV.it.

Leggete anche Case, l’Ue deve spingere di più sui mutui verdi per raggiungere i suoi obiettivi climatici di Hannah Norton e Valentina Iorio, EURACTIV.it.

Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.

Le notizie di oggi dalle Capitali:

BRATISLAVA | BUDAPEST

Il governo ungherese invia milioni di euro ogni anno ai Paesi confinanti che hanno minoranze ungheresi. Secondo gli analisti, l’intenzione di Orbán è quella di comprare i voti degli ungheresi che vivono all’estero. Per saperne di più.
///

PARIGI

Un letto ospedaliero pubblico francese su cinque non è disponibile a causa della crisi della carenza di manodopera. Lo ha rivelato mercoledì il quotidiano Libération, riferendosi a un’inchiesta all’inizio di questo mese del presidente del consiglio scientifico, Jean-François Delfraissy. Il governo aveva precedentemente promesso di agire per affrontare questa crisi di carenza di manodopera. Per saperne di più.

///

BERLINO

La “coalizione semaforo” tedesca è già al lavoro. Anche se i partiti tedeschi stanno negoziando la coalizione “semaforo” composta dai socialdemocratici dell’SPD, dai Verdi e dai liberali dell’FDP, questi gruppi hanno già iniziato a lavorare insieme nel Bundestag. Per saperne di più.

///

VIENNA

L’Austria sostiene l’offerta dell’UE per riportare la produzione di chip in Europa. L’Austria sostiene il progetto di legge sui chip dell’UE che mira a riportare la produzione di semiconduttori in Europa, ha annunciato la ministra degli affari economici e digitali Margarete Schramböck, che ha anche delineato la sua visione di come dovrebbe essere la nuova strategia. Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA
LONDRA

Brexit colpirà l’economia più del Covid. La Brexit colpirà l’economia del Regno Unito più duramente della pandemia di coronavirus a lungo termine, ha dichiarato mercoledì il presidente dell’Ufficio per la responsabilità di bilancio.

Parlando dopo che il cancelliere Rishi Sunak ha presentato il bilancio del governo per il 2022, il presidente dell’OBR Richard Hughes ha affermato che l’uscita dall’UE ridurrà il PIL potenziale del Regno Unito di circa il 4% a lungo termine. Al contrario, la pandemia potrebbe ridurre il PIL “di un ulteriore 2%”, ha affermato.

Nuove stime suggeriscono che l’economia del Regno Unito tornerà al livello pre-pandemia entro la fine di quest’anno, più velocemente di quanto previsto in precedenza. (Benjamin Fox | EURACTIV.com)

///

DUBLINO

Il governo irlandese nega che le restrizioni torneranno nonostante la preoccupazione per l’aumento delle infezioni. È improbabile che le restrizioni pandemiche vengano reintrodotte nonostante le crescenti preoccupazioni sui tassi di infezione in Irlanda, hanno indicato i ministri del governo. Per saperne di più.


NORD EUROPA E PAESI BALTICI
STOCCOLMA | HELSINKI

Svezia e Finlandia uniscono le forze per potenziare le esportazioni industriali. Assistite dai ministeri del commercio e dell’industria, le aziende finlandesi e svedesi intraprendono un’ambiziosa missione congiunta per conquistare i mercati globali. Dietro la nuova strategia rivelata martedì a Stoccolma c’è la consapevolezza che le aziende nordiche sono spesso troppo piccole per avere successo in modo indipendente. Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

Il Senato italiano silura il disegno di legge contro la discriminazione. Dopo mesi di dibattiti, compromessi e disinformazione, una maggioranza di centrodestra al Senato italiano ha votato il blocco dell’iter parlamentare sul cosiddetto “Ddl Zan”, disegno di legge che amplierebbe le attuali leggi antidiscriminatorie a tutela delle donne, disabili e membri della comunità LGBTQ+. Per saperne di più.

///

MADRID

Anche il secondo stato di emergenza è incostituzionale, afferma la più alta corte spagnola. La Corte costituzionale spagnola ha dichiarato mercoledì (27 ottobre) che il secondo stato di emergenza decretato dal governo spagnolo per combattere la pandemia di COVID-19 è incostituzionale. Quattro dei dieci giudici della corte si sono opposti alla decisione. Per saperne di più.

///

LISBONA

Primo ministro portoghese pronto a tutti gli scenari dopo che il parlamento ha bocciato il budget statale per il 2022. Il governo ha la “coscienza pulita” dopo il voto di bilancio ed è pronto a continuare a governare o ad andare alle elezioni, a seconda della decisione del presidente della Repubblica, ha detto mercoledì sera il primo ministro António Costa. Per saperne di più.

///

ATENE

COVID-19: Mezza Grecia in zona rossa. Mercoledì (27 ottobre), i funzionari sanitari greci hanno segnalato 3.651 nuovi casi di coronavirus, una riduzione rispetto ai 4.165 del giorno prima e 63 decessi, un recente massimo. La metà del Paese è ormai al livello epidemiologico “rosso” mentre le vaccinazioni restano ferme al 59%. Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

La Corte UE multa la Polonia di 1 milione di euro al giorno per inadempienza. Mentre la polemica della Polonia sull’indipendenza giudiziaria continua a intensificarsi, la più alta corte dell’UE ha imposto una multa giornaliera di 1 milione di euro a Varsavia per non aver eseguito i suoi ordini.

Il 14 luglio, la Corte di giustizia europea (CGUE) ha ordinato alla Polonia di sospendere alcuni poteri della camera disciplinare per i giudici del Paese. Tali poteri includevano la capacità di perseguire i giudici che applicano il diritto dell’UE in materia di indipendenza della magistratura, il potere di revocare l’immunità giudiziaria e di sospendere retroattivamente tutte le decisioni già prese. Per saperne di più.

///

PRAGA

La Cechia rifiuta ‘la via italiana’, dice no al pass COVID obbligatorio per i lavoratori. I rappresentanti del governo ceco, dei datori di lavoro e dei sindacati si sono rifiutati di imporre restrizioni ai lavoratori non vaccinati, concordando mercoledì sull’impossibilità di applicare efficacemente tale misura. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI
LUBIANA

Il premier sloveno Jansa ha condannato al risarcimento dei danni per calunnia. Un tribunale di Velenje ha condannato il primo ministro Janez Janša a pagare 10.000 euro di danni e a chiedere scusa ai socialdemocratici (SD) dell’opposizione per aver affermato che il partito opera da una “villa ebraica rubata”. Per saperne di più.

///

SOFIA

La Bulgaria getta le sue ultime riserve nella lotta contro il COVID-19. Il ministero della salute sospende il ricovero programmato dei pazienti negli ospedali, per aprire posti letto aggiuntivi per curare i pazienti con COVID-19. Le unità di terapia intensiva, in cui sono attualmente in cura oltre 600 pazienti, aumenteranno la loro capacità a 750. Leggi di più.

///

BUCAREST

La campagna di vaccinazione della Romania prende vigore. L’interesse per la vaccinazione contro il COVID-19 è aumentato in modo significativo nell’ultima settimana, tra le discussioni sull’obbligo di rendere obbligatori i pass verdi per alcune attività e gli ospedali sovraffollati. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

Il presidente croato cambia tono sull’euro. La Croazia avrebbe più vantaggi che svantaggi dall’adozione dell’euro, ha affermato il presidente Zoran Milanović dopo aver incontrato il suo omologo maltese, George Vella. Per saperne di più.

///

BELGRADO

Pass Covid 24 ore su 24: favorevole il virologo serbo, il premier dice no. Il virologo serbo Dr. Milanko Šekler ha dichiarato mercoledì (27 ottobre) che solo un uso 24 ore su 24 del pass COVID-19 “avrebbe senso”. Ma il primo ministro serbo Ana Brnabić ha dichiarato che tali pass non sono necessari per il momento. Per saperne di più.

///

SKOPJE

CdE: Macedonia del Nord mostra impegno, ma scarsa chiarezza sul decentramento. L’impegno politico per il decentramento è osservato in Macedonia del Nord, ma è necessaria maggiore chiarezza nella legge e nella pratica per migliorare ulteriormente la riforma del decentramento nel paese, secondo una raccomandazione adottata dal Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa. Per saperne di più.

///

PRISTINA | BELGRADO

L’UE chiede la risoluzione del litigio sulla boxe tra Kosovo e Serbia. La Commissione europea ha chiesto la depoliticizzazione dello sport dopo che la Serbia ha impedito alla squadra del Kosovo di partecipare al Campionato mondiale di boxe 2021 che si terrà a Belgrado. Per saperne di più.

///

TIRANA

Il partito di governo albanese si rifiuta di partecipare all’inchiesta su presunti problemi elettorali. Il partito socialista al governo ha boicottato per la terza volta, mercoledì (27 ottobre), un incontro con una commissione istituita per indagare su possibili abusi della pubblica amministrazione centrale e locale in vista delle elezioni generali di aprile. Per saperne di più.


AGENDA:

  • UE: riunione del Consiglio di associazione UE-Moldova a Bruxelles / Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg incontra il ministro degli Esteri del Montenegro Đorđe Radulović presso la sede della NATO.
  • Francia: il primo ministro Jean Castex parteciperà a una sessione interministeriale su ricerca, cultura e istruzione in Europa e incontrerà il commissario europeo per il mercato interno Thierry Breton.
  • Austria: il ministro dell’Integrazione ospita un forum governativo sulla prevenzione dell’estremismo.
  • Belgio: la Corte ascolta la richiesta che i rider di Deliveroo siano riconosciuti come dipendenti.
  • Spagna: il ministro della Transizione ecologica, Teresa Ribera, si reca in Algeria per garantire la fornitura di gas per il Paese in inverno.
  • Grecia: la cancelliera tedesca Angela Merkel è in visita in Grecia, dove incontrerà il premier greco Kyriakos Mitsotakis.
  • Croazia: il governo dovrebbe prendere in considerazione una bozza di revisione del bilancio 2021 e una bozza di bilancio per il 2022.
  • Serbia: 13a sessione del Comitato parlamentare di stabilizzazione e associazione Serbia-UE, per discutere lo stato attuale dei negoziati di adesione e le relazioni tra l’UE e la Serbia. Intanto il ministro degli Esteri cinese Wang Yi continua la sua visita in Serbia.
***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor]