Le Capitali – Parigi proverà a sciogliere il veto di Sofia sulla Macedonia del Nord, riferiscono i diplomatici

La Presidenza francese del Consiglio dell'Ue è ora pronta a includere i punti richiesti dalla Bulgaria nel quadro dei negoziati per l'adesione Ue della Macedonia del Nord, in modo che l'Ue diventi garante della loro attuazione, hanno dichiarato giovedì i diplomatici bulgari al media online Mediapool.bg [EPA-EFE/LUDOVIC MARIN]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo della rete di EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita. Vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’intervista con l’eurodeputata dei Verdi Eleonora Evi sulla CoFoE di Fabio Masini.

Martedì 21 giugno, Euractiv Italia organizza due webinar. Il primo, alle 15:00, “Next Generation EU – Il rilancio del mezzogiorno”. Potete seguirlo in streaming su Youtube a questo link.

Il secondo, “Il Futuro dell’Europa e la transizione digitale”, inizia alle 17:30. Potete seguirlo in streaming su Youtube cliccando su questo link.

disponibile sui siti web e sui canali social di EURACTIV Italia e del CESUE

 


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali

PARIGI | SOFIA

Parigi intensifica gli sforzi per sciogliere il veto di Sofia sulla Macedonia del Nord. Parigi è pronta a includere le richieste della Bulgaria nella tabella di marcia dei negoziati con la Macedonia del Nord, in modo da eliminare il veto di Sofia all’avvio dei colloqui. Lo hanno dichiarato giovedì alcuni diplomatici ai media locali. Ma non è ancora chiaro se la mossa sarà sufficiente a placare i dubbi dei parlamentari della Bulgaria. Per saperne di più.


EUROPA OCCIDENTALE

BERLINO

L’agenzia tedesca per l’energia vuole centellinare il gas raffreddando le case. Il Presidente della “Bundesnetzagentur”, autorità tedesca di regolamentazione per il settore dell’energia, si è detto favorevole ad abbassare la temperatura a cui i proprietari potranno riscaldare le case in inverno. Una proposta avanzata dall’associazione nazionale per l’edilizia abitativa, dopo che il gigante energetico russo Gazprom ha deciso di ridurre i flussi di gas verso la Germania. Per saperne di più.

///

BRUXELLES

Belgio, quadruplicate le donne nei cda delle aziende. Una legge del 2011 che impone alle aziende belghe di avere almeno un terzo di donne o uomini nei consigli di amministrazione sembra dare i suoi frutti, visto che la percentuale di donne che ricoprono questi ruoli è quadruplicata tra il 2008 e il 2020, come ha rilevato un recente studio. Per saperne di più.

///

PARIGI

Elezioni francesi: che cosa significa una maggioranza relativa per Macron. I francesi si preparano a votare, domenica (19 giugno), per il secondo turno delle elezioni legislative e potrebbero consegnare al Presidente Emmanuel Macron, recentemente rieletto, la vittoria. Ma questa volta senza maggioranza parlamentare e con una forte opposizione da parte della sinistra. Per saperne di più.


GRAN BRETAGNA E IRLANDA

LONDRA

La Banca d’Inghilterra aumenta i tassi di interesse per frenare l’inflazione. Giovedì, la Banca d’Inghilterra ha aumentato i tassi d’interesse all’1,25% per frenare l’impennata dell’inflazione, che ha raggiunto il 9% e probabilmente aumenterà ulteriormente nei prossimi mesi. Per saperne di più.

///

DUBLINO

Alle imprese irlandesi fondi per incentivare l’addio ai combustibili fossili. Dublino aiuterà le aziende irlandesi ad abbandonare i combustibili fossili per passare a fonti alternative più sostenibili. Il fondo avrà un valore di 55 milioni di euro. Per saperne di più.


PAESI NORDICI E BALTICI

HELSINKI

La Finlandia raccomanda il quinto richiamo Covid-19 per i pazienti vulnerabili. Seguendo l’esempio di Stoccolma, l’Istituto Nazionale Finlandese per la Salute e il Benessere (THL) ha invitato le persone con un sistema immunitario compromesso a sottoporsi al quinto vaccino Covid-19. Per saperne di più.

///

VILNIUS

Gli ucraini deportati illegalmente in Russia sono esuli, dice la Lituania. Giovedì, i parlamentari lituani hanno riconosciuto come esuli gli ucraini espulsi dalle loro case e deportati con la forza in Russia da Mosca. Per saperne di più.


SUD EUROPA

LISBONA

Il Portogallo offre all’Ucraina addestramento militare ma non più armi. Il Portogallo è pronto ad addestrare i soldati ucraini, ma l’invio di altro materiale militare non è sul tavolo, ha dichiarato la Ministra della Difesa, Helena Carreiras, durante la riunione della NATO a Bruxelles. Per saperne di più.

///

ROMA

Per Draghi le ragioni date dalla Russia per giustificare i tagli al gas sono “bugie”. Le affermazioni della Russia secondo cui i tagli alle forniture di gas sarebbero dovuti alla manutenzione sono “bugie” e le ragioni della carenza sono invece politiche, ha dichiarato giovedì a Kiev il Presidente del Consiglio Mario Draghi, dopo che il gigante energetico russo Gazprom ha annunciato un altro taglio alle forniture giornaliere di Roma. Per saperne di più. 

///

MADRID

Spagna verso l’ok alla quarta dose di vaccino anti-Covid in autunno. Il governo approverà  la somministrazione di una quarta dose di richiamo del vaccino Covid-19 in autunno, dando priorità ai gruppi più vulnerabili, ha confermato giovedì la Ministra della salute spagnola, Carolina Darias. Per saperne di più.


VISEGRAD 

BRATISLAVA

Il Ministero slovacco crea confusione sulla conformità dei progetti Ue alle sanzioni russe. Un avviso di violazione delle sanzioni da parte del Ministero dello Sviluppo regionale, a seguito dei controlli su diversi progetti finanziati dall’Ue che coinvolgono il gigante austriaco delle costruzioni Strabag, ha creato confusione tra i comuni slovacchi. Per saperne di più.

///

VARSAVIA

Il Presidente polacco caccia un Ministro in seguito allo “scandalo delle poste”. Su richiesta del Premier Mateusz MorawieckiIl, il Presidente Andrzej Duda ha rimosso dall’incarico Michał Cieślak, Ministro senza portafoglio, a seguito di un comportamento scorretto all’interno di un ufficio postale. Per saperne di più.

///

PRAGA

Parlamento europeo, i vertici a Praga in vista della presidenza del Consiglio Ue. La Repubblica Ceca e il Parlamento europeo devono collaborare in questi tempi difficili causati dalla guerra, hanno concordato i principali eurodeputati dell’Ue e i leader del Paese durante un incontro a Praga, in vista del semestre di presidenza ceca del Consiglio dell’Ue. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI

BELGRADO

La Turchia sostiene il percorso della Serbia verso l’Ue. La Turchia sostiene il processo di integrazione europea della Serbia, ha dichiarato giovedì a Belgrado il Ministro degli esteri turco, Mevlut Cavusoglu, aggiungendo che la Serbia è un attore importante per mantenere la stabilità nella regione. Per saperne di più.

///

BUCAREST

La Romania acquisterà jet militari dalla Norvegia. Il governo rumeno ha adottato un progetto di legge per l’acquisto di 32 caccia F-16 dalla Norvegia. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

I Ministri dell’Eurozona approvano l’adozione dell’euro da parte della Croazia nel 2023. I Ministri delle finanze dell’Eurozona, riuniti nell’Eurogruppo, hanno dato giovedì il via libera all’adesione della Croazia all’euro, dichiarandosi d’accordo con la valutazione positiva della Commissione europea e della Banca centrale europea sul rispetto dei criteri di convergenza da parte di Zagabria. Per saperne di più.

///

PRISTINA

La Serbia si rifiuta di riconoscere il Kosovo, nonostante gli appelli dell’Ue. La Serbia non intende riconoscere il Kosovo, ha confermato questa settimana il Presidente Aleksandar Vučić ai media serbi, dopo i ripetuti appelli dell’Ue per il riconoscimento reciproco. Per saperne di più.


AGENDA

  • ​​Ue: La Commissione europea si pronuncia sulla candidatura dell’Ucraina all’adesione nell’Ue / Riunione del Collegio dei Commissari, partecipa la Presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen / Conferenza internazionale annuale del Parlamento europeo sui diritti umani.
  • Romania: Re Filippo, re del Belgio, visita le truppe della base aerea Mihail Kogalniceanu.
  • Russia: Il Presidente Vladimir Putin partecipa alla sessione plenaria del Forum economico internazionale di San Pietroburgo.
  • Stati Uniti: 50 anni dallo scoppio dello scandalo Watergate.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Vlad Makszimov, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor, Eleonora Vasques, Sofia Stuart Leeson]