Le Capitali – Ministro tedesco: Putin non dovrebbe fare shopping negli Champs-Élysées

Mentre Mosca assembla le truppe vicino al confine ucraino, le preoccupazioni su una possibile offensiva pianificata sul paese sono cresciute. [EPA-EFE/Bernd Wuestneck]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui. Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Conferenza sul Futuro dell’Europa: la mancanza di inclusione per persone con disabilità è preoccupante di Yannis Vardakastanis, tradotto da Alessandro Follis

Leggi anche L’emicrania è una malattia ancora sottovalutata in Europa sia da un punto di vista medico che sociale di Maria Teresa Ferretti.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

Buongiorno da Berlino.
La nuova ministra della difesa tedesca Christine Lambrecht ha dichiarato domenica al settimanale Bild am Sonntag che dovrebbero essere imposte sanzioni più severe al presidente russo Vladimir Putin per lo spiegamento di truppe al confine ucraino. Putin dovrebbe “essere investito personalmente delle conseguenze” delle sue azioni e non dovrebbe avere più il permesso di “fare shopping negli Champs-Élysées a Parigi”, ha aggiunto. Per saperne di più.


EUROPA OCCIDENTALE 

PARIGI

La Francia prevede di lanciare il ‘pass per i vaccini’ entro la fine di gennaio. Il governo francese spera di lanciare la sua versione del Green Pass entro la fine di gennaio, ha detto il portavoce del governo Gabriel Attal al canale all news Lci domenica.  Il nuovo pass, che mira ad aumentare i tassi di vaccinazione, sostituirà l’attuale pass sanitario, poiché i test Pcr o antigenici non saranno più sufficienti per entrare nei ristoranti o nei cinema. Per saperne di più.

///

VIENNA

L’Austria introduce il test Pcr come requisito d’ingresso per i vaccinati. Per combattere la diffusione della variante Omicron, l’Austria ha introdotto lunedì requisiti di ingresso più severi. I viaggiatori dovranno ora mostrare un test Pcr valido oltre al loro certificato Covid.  Per saperne di più.


NORD EUROPA

HELSINKI

L’Autorità finlandese per la sicurezza radioattiva e nucleare ha dato il via libera ai test di bassa potenza per il quinto reattore nucleare. Olkiluoto 3 (OL3) dovrebbe iniziare la produzione regolare di elettricità a giugno 2022 e sarà il più grande d’Europa. Per saperne di più.

///

COPENHAGEN

La Danimarca viene penalizzata per l’efficienza dei suoi test Covid-19. La Danimarca viene penalizzata su scala globale per l’efficienza dei propri tamponi, riferiscono gli esperti danesi, i quali affermano che il paese dovrebbe invece essere lodato per la sua capacità di individuare la variante Omicron.  Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Doccia fredda per Johnson dopo le dimissioni di David Frost. Il ministro degli Esteri Liz Truss assumerà la responsabilità di negoziare sul futuro del protocollo dell’Irlanda del Nord dopo le dimissioni shock del ministro della Brexit David Frost dello scorso sabato. Frost ha dichiarato di essere rimasto disilluso dalla direzione assunta dal governo di Boris Johnson, citando le decisioni di reintrodurre le restrizioni Covid e il fallimento della transizione verso un’economia a bassa tassazione e bassa regolamentazione. Per saperne di più.

///

DUBLINO

Il governo irlandese non ha piani per ulteriori restrizioni quest’anno. Il governo non ha intenzione di introdurre ulteriori restrizioni Covid-19 prima della fine dell’anno, ha detto un portavoce del Taoiseach Micheál Martin.  Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE

ATENE 

Nonostante la variante Omicron si diffonde velocemente, il governo greco ha modificato le restrizioni per chi entra in Grecia, a causa delle pressioni delle compagnie turistiche. L’obiettivo è che la gente non finisca nelle unità di terapia intensiva degli ospedali, ha detto il ministro della salute greco a EURACTIV Grecia. Per saperne di più. 

///

ROMA

Ursula von der Leyen elogia l’Italia per la rapida crescita, ma critica l’alta disoccupazione giovanile. “L’economia italiana sta crescendo più velocemente che in qualsiasi altro momento in questo secolo”, ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen all’apertura dell’anno accademico all’Università Cattolica di Milano, ma ha sottolineato che il problema dell’alta disoccupazione giovanile persiste. Per saperne di più.

///

LA VALLETTA

Il governo maltese lascia 223 migranti bloccati in mare. Le autorità maltesi si sono rifiutate di permettere lo sbarco di oltre 200 migranti tratti in salvo nella propria area di ricerca e salvataggio la scorsa settimana. Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

PRAGA

Nonostante gli elettori cechi abbiano abbandonato il governo di Andrej Babiš, la posizione della nuova amministrazione sulla politica climatica ed energetica cambierà poco, anche con la nuova coalizione a cinque, la Repubblica Ceca rimarrà sul fronte pro-nucleare. Per saperne di più.

///

BRATISLAVA

L’incentivo di 300 euro del governo slovacco per convincere gli anziani a farsi vaccinare è fallito. I 300 euro promessi dal governo a tutti gli over 60 anni che si fossero vaccinati non ha portato gli effetti desiderati finora, ha ammesso il ministro della salute Vladimír Lengvarský. Per saperne di più.

///

VARSAVIA

Migliaia di persone protestano contro la legge polacca sui media. Migliaia di persone hanno protestato domenica fuori dal palazzo del presidente polacco contro una nuova legge sui media che, secondo i critici, mira a mettere a tacere il principale canale di notizie indipendente del paese, TVN24.

La legge voluta dal partito di destra Diritto e Giustizia (PiS) è stata approvata dal parlamento in un voto a sorpresa venerdì. Se firmata dal presidente, impedirebbe alle aziende al di fuori dello Spazio Economico Europeo di detenere una quota di controllo in aziende mediatiche polacche, il che costringerebbe il gruppo statunitense Discovery a vendere la sua quota di maggioranza in TVN, una delle più grandi reti televisive private della Polonia. (EURACTIV.com).


NOTIZIE DAI BALCANI

SKOPJE 

Il presidente francese Emmanuel Macron dovrebbe impegnarsi per facilitare il dialogo Sofia-Skopje, e per portare avanti i negoziati, ha detto l’ambasciatore francese Cyrille Baumgartner in un’intervista al programma “360 gradi” di TV Alsat. Per saperne di più.

Sekerinska non sarà nel nuovo governo. L’ex leader del partito SDSM Radmila Šekerinska, la quale si è dimessa da vice leader del partito di Zoran Zaev all’inizio di quest’anno mantenendo la posizione di ministro della difesa, ha annunciato che non farà parte del prossimo governo. Per questo, ha dato la responsabilità al partito per “non aver imparato la lezione”, dopo che un candidato a lei vicino – Jovan Despotovski – si è comportato scorrettamente nella corsa per la leadership, persa contro il candidato scelto da Zaev, Dimitar Kovačevski.  Šekerinska è stata una forte avversaria di Zaev all’interno del partito. (Željko Trkanjec | EURACTIV.hr).

///

SOFIA

Il nuovo governo bulgaro preme per le dimissioni del procuratore capo. La nuova coalizione di governo sta facendo pressione sul procuratore capo Ivan Geshev affinché si dimetta, sostenendo che non riesce a combattere la corruzione di alto livello. Per saperne di più.

///

BUCHAREST

La Romania vuole ancora ottimizzare il piano nazionale di recupero. Il nuovo ministro per l’agricoltura rumeno Adrian Chesnoiu ha detto che cercherà di trovare un modo per includere alcuni progetti agricoli nel piano nazionale di recupero e resilienza (PNRR). Da quando sono entrati nel governo circa un mese fa, i rappresentanti del partito socialista PSD hanno ripetutamente parlato della necessità di cambiare il PNRR, anche se Bruxelles si è mostrata sfavorevole a tale iniziativa. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

La campagna referendaria croata contro i certificati COVID ha raccolto un numero firme significativo. I risultati della campagna referendaria del partito di estrema destra Bridge contro i certificati COVID-19 e per regolare il lavoro del team nazionale di gestione delle crisi COVID-19 dovrebbero essere noti mercoledì (22 dicembre), ma il partito ha annunciato di avere già abbastanza firme. Per saperne di più.

///

BELGRADO

I centri di accoglienza in Serbia ospitano 4.578 migranti, 322 dei quali sono bambini, suddivisi in 13 strutture, secondo quanto rivelato dal Commissariato serbo per i rifugiati e le migrazioni in un comunicato stampa. Per saperne di più.

///

BELGRADO | BALCANI OCCIDENTALI

RECOM: gli oligarchi politici dei Balcani occidentali glorificano i criminali di guerra. Le politiche di commemorazione sono state nelle mani degli oligarchi che le hanno usate per manipolare e glorificare i criminali di guerra condannati, ha detto Natasa Kandić, coordinatrice della Rete di riconciliazione RECOM, il 17 dicembre. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA | SARAJEVO

BiH: nessuna minaccia al presidente croato. La polizia e i servizi di sicurezza in Bosnia ed Erzegovina hanno dichiarato di non aver ricevuto alcuna informativa riguardo presunte minacce contro il presidente croato Zoran Milanović. Per saperne di più.

///

SARAJEVO

Il leader del partito bosniaco chiede aiuto alla NATO per dirimere le controversie con la Republika Srpska.  Il più grande partito bosniaco SDA ha chiesto lo schieramento di un maggiore contingente di pronto intervento della NATO e dell’EUFOR, a causa del piano della Republika Srpska di trasferire i poteri di difesa e sicurezza, giudiziario e di tassazione a livello statale.  Per saperne di più.

///

BUDAPEST | SARAJEVO

Ministro degli Esteri ungherese: porremo il veto alle sanzioni UE contro Dodik. Budapest porrà il veto a qualsiasi proposta di imporre sanzioni UE a Milorad Dodik, membro serbo della presidenza tripartita della Bosnia ed Erzegovina, ha scritto il ministro degli Esteri e del Commercio Péter Szijjártó sul suo profilo Facebook ufficiale. Per saperne di più.

///

PRISTINA

Il Kosovo approva il bilancio 2022 nonostante le frizioni in parlamento. Il parlamento del Kosovo ha approvato un bilancio di 2,75 miliardi di euro per il 2022 in una sessione straordinaria di venerdì, boicottata dall’opposizione. Per saperne di più.

///

TIRANA

Le lotte intestine nell’opposizione albanese continuano per il secondo fine settimana consecutivo. È stato un altro fine settimana di acceso dibattito per il Partito Democratico albanese: il presidente Lulzim Basha e il fondatore, ex presidente e primo ministro e persona non grata negli Stati Uniti, Sali Berisha, hanno entrambi tenuto votazioni per spodestare l’altro. Per saperne di più.

Proteste indette in vista della visita del presidente serbo a Tirana. L’ex-primo ministro, presidente e attuale persona non grata negli Stati Uniti Sali Berisha ha convocato delle manifestazioni in vista della visita del presidente serbo Alexander Vucic in Albania domani. La protesta è prevista per le 16 davanti all’ufficio del primo ministro ed è in risposta all’iniziativa Open Balkan.

Vucic sarà raggiunto dalla controparte macedone Zoran Zaev che firmerà una serie di accordi con il primo ministro albanese Edi Rama per facilitare il libero commercio e la circolazione tra i tre paesi. Berisha si è riferito a Vucic come “il giovane Slobodan” e “il Goebbels di Milishevic”. (Alice Taylor | Exit.al/it).


AGENDA

  • UE: I ministri dell’ambiente si incontrano a Bruxelles / Il commissario Virginijus Sinkevičius incontra la nuova ministra dell’ambiente tedesco Steffi Lemke, il nuovo ministro dell’ambiente bulgaro Borislav Sandov / La commissaria Margrethe Vestager incontra la ministra polacca del clima e dell’ambiente Anna Moskwa.
  • Belgio: Sciopero del personale di volo della Brussels Airlines per le condizioni lavorative.
  • Paesi Bassi: L’EMA decide sul vaccino Covid di Novavax / I procuratori del processo MH17 tirano le somme e iniziano a scrivere richieste di condanna.
  • Svizzera: Entrano in vigore le restrizioni per chi non è vaccinato contro il Covid-19.
  • Polonia: Il presidente Andrzej Duda incontrerà le sue controparti lituane e ucraine nell’ambito del Triangolo di Lublino a Huta, Ucraina.
  • Repubblica Ceca: Il nuovo ministro degli Esteri Jan Lipavský sarà a Bratislava per la sua prima visita internazionale ufficiale.
  • Bulgaria: Il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis arriva a Sofia per incontrare il nuovo primo ministro Kiril Petkov e il presidente Rumen Radev.
  • Romania: Il primo ministro Nicolae Ciuca visita Bruxelles e incontrerà il presidente del Consiglio europeo Charles Michel.
  • Croazia: La Banca nazionale (HNB) terrà una cerimonia in occasione del suo 30° anniversario con la partecipazione del presidente Zoran Milanović, del primo ministro Andrej Plenković, del vicepresidente del Parlamento Željko Reiner, del governatore della HNB Boris Vujčić e dell’ex governatore Marko Škreb.
  • Serbia: Il presidente Aleksandar Vučić sarà a Tirana per partecipare insieme ai primi ministri di Albania e Macedonia del Nord, Edi Rama e Zoran Zaev, a una conferenza sull’iniziativa di cooperazione regionale Open Balkans.
  • Ucraina: Il presidente Volodymyr Zelensky terrà un summit con gli omologhi di Polonia e Lituania, Andrzej Duda e Gitanas Nauseda.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor]