Le Capitali – L’UE propone una soluzione di compromesso per superare il veto bulgaro contro la Macedonia del Nord

Il Commissario europeo per l'Allargamento Oliver Varhelyi. [EPA-EFE / Francisco Seco]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Spazio, l’Italia sarà alla guida di un consorzio Esa per una costellazione di satelliti lunari di Valentina Iorio, EURACTIV Italia.

Leggete anche l’opinione Corporate tax europea: perché stavolta potrebbe avere successo di Fabio Masini, EURACTIV Italia.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

 

BUCAREST | SOFIA | SKOPJE

I funzionari dell’UE arriveranno venerdì a Sofia con una soluzione di compromesso per superare il veto bulgaro contro l’avvio dei negoziati di adesione con la Macedonia del Nord, ha annunciato l’ex ministro degli esteri bulgaro Ekaterina Zaharieva, avvertendo che la loro proposta è contro l’interesse bulgaro.

(Georgi Gotev |  EURACTIV.bg e EURACTIV.com)

Nel frattempo, giovedì il presidente della Croazia Zoran Milanovic – dopo che Sofia aveva criticato le sue dichiarazioni sulla politica della Bulgaria nei confronti della Macedonia del Nord – ha affermato che Skopje ha soddisfatto tutte le condizioni democratiche per aprire i colloqui di adesione all’UE, ma viene costantemente “presa a calci”.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

ISTITUZIONI UE

Il parlamento dell’UE blocca la ratifica dell’accordo con la Cina fino a quando Pechino non revocherà le sanzioni. Giovedì il Parlamento europeo ha interrotto la ratifica di un nuovo patto di investimenti con la Cina fino a quando Pechino non revocherà le sanzioni ai politici dell’UE, approfondendo la distanza nelle relazioni sino-europee e negando alle società dell’UE un maggiore accesso alla Cina.

(Georgi Gotev |  EURACTIV.com with Reuters)

///

PRESIDENZA UE

La conclusione della riforma della PAC è una “priorità”, afferma il ministro dell’Agricoltura portoghese. Il ministro portoghese dell’Agricoltura Maria do Céu Antunes ha ribadito l’obiettivo di completare la riforma della politica agricola comune (PAC) durante la presidenza portoghese del Consiglio dell’UE, per “garantire un’agricoltura più verde e più resiliente”.

(Patrícia Dinis |  Lusa.pt)

///

BERLINO

Un caso bizzarro alimenta le preoccupazioni per l’estremismo di destra nell’esercito tedesco. Un soldato tedesco che avrebbe complottato per attaccare politici di spicco mentre si fingeva un rifugiato siriano sarà processato da questa settimana, in un caso bizzarro che però alimenta le preoccupazioni sull’estremismo di destra.

(EURACTIV.com with AFP)

///

PARIGI

Il 2021 è l’anno europeo delle ferrovie, e in Francia il treno notturno sembra tornare di moda. Il treno notturno Parigi-Nizza, più economico ed ecologico del volo sulla stessa tratta, ha riaperto giovedì con a bordo il primo ministro francese Jean Castex.

(Clara Bauer-Babef |  EURACTIV France)

///

VIENNA

Il ‘green pass’ pianificato dall’Austria solleva preoccupazioni in materia di protezione dei dati. Diversi attivisti, avvocati e gruppi della società civile in Austria hanno affermato che il cosiddetto ‘green pass’ che il governo prevede di lanciare dal 4 giugno per garantire ai titolari l’accesso alla maggior parte dei ristoranti, hotel e strutture culturali, viola i diritti in merito alla protezione dei dati.

(Oliver Noyan |  EURACTIV.de)


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA | BELFAST

Johnson ha bisogno di “affrontare” il protocollo sull’Irlanda del Nord, afferma il leader uscente del DUP. Il primo ministro britannico Boris Johnson “ha bisogno di affrontare” il protocollo sull’Irlanda del Nord, ha detto la leader uscente del DUP Arlene Foster dopo aver incontrato il primo ministro britannico Johnson per l’ultima volta prima che di lasciare il proprio posto a giugno. Lo ha riferito l’Irish Times.

(Paula Kenny | EURACTIV.com)


PAESI NORDICI E BALTICI

HELSINKI | OSLO

I piani ferroviari per l’Oceano Artico saranno riformulati. Il Consiglio regionale della Lapponia ha deciso mercoledì di abbandonare i piani esistenti per una linea ferroviaria di 550 chilometri nell’Oceano Artico, dal costo di 2,9 miliardi di euro, che dovrebbe percorrere la tratta tra Rovaniemi in Finlandia e Kirkenes in Norvegia, ha riferito la società di radiodiffusione finlandese YLE. Con la pianificazione che deve iniziare quasi da zero, questo ritardo potrebbe persino significare la fine del gigantesco progetto, a causa dei dubbi sulla sua redditività.
Gli indigeni Sami hanno accolto con favore la scelta di abbandonare i piani per la linea ferroviaria, che ha ribaltato la precedente decisione dell’aprile 2019. Si temeva che la nuova linea ferroviaria potesse disturbare l’allevamento delle renne e rappresentasse una minaccia per la cultura Sami.
La Lapponia è il punto più settentrionale dell’UE, nel cuore dell’area di Barents. I 100.366 chilometri quadrati della Lapponia, quasi un terzo della Finlandia, contano circa 180.000 abitanti, di cui circa 10.000 Sami. Il Consiglio regionale della Lapponia, che ha rifiutato il progetto, rappresenta i 21 comuni della zona.

(Pekka Vänttinen | EURACTIV.com)

///

VILNIUS

Diritto di replica. In una storia del 26 marzo, riportata nelle Capitali, LRT aveva riferito che dopo un presunto incidente all’impianto nucleare bielorusso di Ostrovets, le stazioni di monitoraggio delle radiazioni in tutto il paese si erano oscurate, facendo scomparire i dati di monitoraggio delle radiazioni pubblicamente accessibili in Bielorussia per diverse ore, secondo quanto affermato da funzionari lituani. A seguito dell’articolo, la società russa Rosatom ha reagito con questa replica (i inglese).


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

Il premier italiano solleverà la questione della ricollocazione dei migranti al prossimo vertice Ue. Il premier italiano Mario Draghi, intervenendo giovedì in una conferenza stampa, ha affermato che “Il meccanismo di riallocazione dei migranti nelle discussioni europee è stato messo a tacere da tempo: lo riproporrò lunedì al Consiglio europeo”.

In altre notizie, il ministro dell’Economia italiano Daniele Franco ha affermato che il marchio della compagnia di Stato Alitalia “sarà mantenuto” dalla newco Ita, che, secondo la Commissione Ue, dovrebbe invece utilizzare un marchio diverso in segno di discontinuità con la precedente gestione. “Siamo vicini a un accordo con la Commissione per l’avvio della nuova compagnia aerea”, ha detto Franco, aggiungendo che “subito dopo sorgerà la questione dei possibili partner”: in lizza ci sono la tedesca Lufthansa, il gruppo franco-olandese Air France-KLM e gli statunitensi di Delta.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

MADRID

La Spagna stabilisce l’obiettivo di un’economia circolare a emissioni zero entro il 2050. La Spagna punterà a realizzare un’economia circolare e a emissioni zero entro il 2050 per ridurre al minimo il suo impatto ambientale, ha annunciato il primo ministro Pedro Sánchez

(EuroEFE)


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

Report: la Polonia rimane il paese più omofobo dell’UE. Per il secondo anno consecutivo, la Polonia risulta essere il paese dell’UE meno tollerante nei confronti delle persone LGBTI, classificandosi in una posizione inferiore rispetto all’anno precedente nel più recente Rainbow Europe Index, pubblicato questa settimana dal gruppo di difesa ILGA-Europe.

(Aleksandra Krzysztoszek |  EURACTIV.pl)

///

PRAGA

Il ministro degli Esteri ceco solidale con Israele. Il ministro degli Esteri ceco Jakub Kulhánek è arrivato giovedì a Tel Aviv, dove ha incontrato il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e ha espresso il suo forte sostegno a Israele poche ore prima che il paese concordasse un cessate il fuoco con il gruppo militante palestinese Hamas.

(Ondřej Plevák |  EURACTIV.cz)

///

BRATISLAVA

I vertici istituzionali della Slovacchia discutono di indagini sulla corruzione. Il primo ministro slovacco Eduard Heger ha tenuto un incontro segreto con dieci dei massimi rappresentanti statali della Slovacchia presso la sede dei servizi segreti slovacchi (SIS), per discutere la possibilità che le indagini sui principali casi di corruzione nel paese possano essere manipolate.

(Marián Koreň |  EURACTIV.sk)

///

BUDAPEST

L’Ungheria bloccherà l’accordo di sviluppo e commercio tra l’UE, l’Africa e il Pacifico. Budapest non può approvare un nuovo accordo commerciale e di sviluppo dell’Unione europea con i paesi dell’Africa, dei Caraibi e del Pacifico perché porterebbe più migranti in Europa, ha detto giovedì il ministro degli Esteri ungherese.

(EURACTIV with Reuters)


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

I servizi segreti bulgari sospettati di intercettare i politici dell’opposizione. I servizi di sicurezza bulgari hanno intercettato 32 politici all’opposizione prima delle elezioni parlamentari di aprile, ha denunciato giovedì il politico dell’opposizione Atanas Atanasov.

(Krassen NikolovEURACTIV.com)

///

BUCAREST

La campagna di vaccinazione della Romania perde vigore. La campagna di vaccinazione della Romania sembra aver perso vigore negli ultimi giorni con una tendenza al ribasso delle vaccinazioni giornaliere, che sono scese al di sotto di 88.000 giovedì dopo che sabato è stato raggiunto un record di quasi 120.000. Finora solo un quarto delle persone ammissibili per il vaccino, cioè poco meno di quattro milioni di persone, ha ricevuto finora almeno una dose.

(Bogdan Neagu |  EURACTIV.ro)

///

ZAGABRIA

La Croazia acquisterà aerei da combattimento Rafale dalla Francia. Il governo croato ha deciso di acquistare 12 caccia da combattimento francesi F3R Rafale usati, ha appreso in via non ufficiale da fonti qualificate Jutarnji list, partner di EURACTIV.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

BELGRADO

Esercitazione militare con la Russia in corso in Serbia. Il 20 maggio il ministero della Difesa serbo ha annunciato che è attualmente in corso un’esercitazione congiunta di addestramento di unità speciali delle forze armate serbe e delle forze armate russe, denominata Joint Response 2021.

(betabriefing e EURACTIV.rs)

///

SARAJEVO

L’iscrizione in cirillico ritorna alla stazione ferroviaria di Bistrik, simbolo di Sarajevo. Nell’ambito della ristrutturazione della stazione Bistrik di Sarajevo, iniziata lo scorso ottobre durante il mandato dell’ex sindaco Abdulah Skaka, l’iscrizione in cirillico di Bistrik è riapparsa alla stazione ferroviaria dopo che alcuni cittadini avevano notato che il nuovo cartello che indicava la stazione era scritto solo in latino. Skaka ha detto durante il suo mandato che la città intende ripristinare l’aspetto autentico dell’edificio, in modo che apra le sue porte ai visitatori e presenti il suo ricco valore culturale e storico.
Le lettere cirilliche, essendo associate all’aggressione serba, vengono evitate principalmente nelle parti della Bosnia-Erzegovina e della Croazia che sono state vittime della guerra. Ma, come nella città croata di Vukovar, questo problema può essere politicizzato a beneficio della destra radicale.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

TIRANA

L’ex presidente albanese cita in giudizio il segretario di Stato americano Antony Blinken. L’ex presidente albanese Sali Berisha è pronto a citare in giudizio l’attuale segretario degli Stati Uniti Antony Blinken per diffamazione, dopo che Blinken ha accusato l’ex presidente di aver compiuto atti di corruzione che hanno minato la democrazia in Albania.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)


AGENDA

  • Germania: la Commissaria europea per la salute Stella Kyriakides entra a far parte del comitato per la salute del Bundestag.
  • Francia: il ministro per l’Europa Clément Beaune visiterà i Paesi Bassi questo fine settimana.
  • Spagna: il leader catalano pro-indipendenza Pere Aragonès sarà ufficialmente nominato nuovo presidente del governo regionale.
  • Repubblica Ceca: il governo terrà una riunione straordinaria per discutere la situazione della pandemia.
  • Bulgaria: il ministro degli Esteri Svetlan Stoev riceverà il suo omologo portoghese Augusto Santos Silva e il Commissario europeo per l’Allargamento Olivér Várhelyi.
  • Italia: il Primo Ministro Mario Draghi e la Presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen presiederanno a Roma il Global Health Summit, organizzato congiuntamente dall’Italia (presidente di turno del G20) e dalla Commissione Ue.

***

[A cura di Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Paula Kenny, Josie Le Blond]