Le Capitali – L’UE potrebbe classificare in negativo la produzione degli armamenti, mentre aumentano le spese militari

SEB, una delle più grandi banche svedesi, dopo aver a lungo rifiutato di finanziare la produzione di armi, recentemente ha voltato pagina permettendo investimenti nel settore [shutterstock.com/es/image-photo]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo della rete di EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita. Vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo (in lingua originale) LEAK: EU to mandate 90% gas storage refill for next winter di Frédéric Simon.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali

PRAGA

L’industria degli armamenti in Europa sta vivendo un grande rilancio, non senza contraddizioni. Infatti, mentre gli Stati membri dell’UE stanno tutti aumentando i bilanci delle spese militari a causa della guerra in Ucraina, e alcune banche europee hanno già annunciato la loro volontà di investire loro stesse nel settore, l’UE, attraverso la sua piattaforma sulla finanza sostenibile, ha chiesto che la produzione di armi sia classificata come dannosa: una mossa criticata dall’industria degli armamenti. Per saperne di più

///

BERLINO

La Germania in prima fila contro la guerra in corso. Nel 2025 Berlino fornirà circa 5.000 soldati: una mossa che definisce la volontà della Germania di vedersi al centro della strategia indicata nello Strategic Compass [la Bussola Strategica] approvata lunedì 21 marzo e che sarà esposta nel documento apposito. Ad annunciarlo, ai margini del vertice tenutosi a Bruxelles, la ministra della difesa tedesca Christine Lambrecht. Per saperne di più

///

PARIGI

Bambini ucraini accolti in Francia per fornire loro cure adeguate. I bambini ucraini affetti da leucemia e cancro, prima in cura in una clinica polacca, sono arrivati in Francia lunedì 21 marzo per ricevere trattamenti adeguati. Per saperne di più

///

L’AIA | VARSAVIA |  VILNIUS

Il Primo ministro Mark Rutte, incontrerà le truppe olandesi in Lituania e i rifugiati ucraini in Polonia. In occasione del suo viaggio in Lituania e in Polonia per effettuare dei colloqui con le rispettive istituzioni, Rutte farà anche visita ai soldati olandesi e ai rifugiati ucraini.

A Vilnius, il Primo ministro incontrerà il Presidente lituano Gitanas Nausėda e la Prima ministra Ingrida Šimonytė. Rutte avrà anche la possibilità di incontrare le truppe olandesi di stanza in Lituania per conto della missione NATO.

Il Primo ministro continuerà poi il suo viaggio a Varsavia per incontrare il suo omologo polacco Mateusz Morawiecki e i rifugiati ucraini. Da quando la Russia ha invaso l’Ucraina, la Polonia ha accolto due milioni di rifugiati ucraini. (Sofia Stuart Leeson | EURACTIV.com)


GRAN BRETAGNA E IRLANDA

LONDRA

Nessun posto al tavolo del prossimo Consiglio europeo per Boris Johnson. La prospettiva che Boris Johnson partecipi al summit dei leader europei che si terrà questa settimana sembra farsi sempre meno certa. Per saperne di più

///

DUBLINO

L’Irlanda non reintrodurrà le restrizioni nonostante la nuova ondata di COVID-19. L’Irlanda non reintrodurrà le restrizioni contro la pandemia, nonostante il COVID-19 sia tornato alto nel Paese nelle stime dei contagi. Ad annunciarlo, il Vice premier Leo Varadkar. Per saperne di più


PAESI NORDICI E BALTICI

HELSINKI

Il numero dei finlandesi pronti a prendere le armi dopo la guerra in Ucraina è in aumento. Un nuovo sondaggio stima che Il numero di finlandesi pronti a combattere per difendere il loro Paese in caso di attacco è aumentato da quando la Russia ha invaso l’Ucraina. Per saperne di più

///

STOCCOLMA

La Svezia non ha bisogno di proteggersi dalle radiazioni. Non c’è motivo per la Svezia di introdurre misure speciali di protezione dalle radiazioni. Poiché la più grande delle centrali nucleari del Paese, situata a Zaporizhzhya, è sotto occupazione russa, la preoccupazione si è fatta sentire sinora, soprattutto memore il Paese di quanto accaduto già a Chernobyl nel 1986. Ma alcuni esperti funzionari svedesi hanno negato che questa possibilità, allo stato attuale delle cose, possa verificarsi. Per saperne di più

///

COPENHAGEN

Sciolto il consiglio locale di estrema destra in Danimarca. I membri del consiglio locale di Hjørring, nello Jutland settentrionale, si sono dimessi dal loro partito (il Partito Popolare Danese-DPP), dopo la decisione di non candidare un loro componente di spicco al Parlamento. Per saperne di più

///

VILNIUS

La Lituania chiede ai ministri dell’UE di concordare le sanzioni contro la Russia. L’UE dovrebbe concordare insieme a tutti i Paesi le sanzioni da applicare alla Russia riguardanti i settori del petrolio e dell’energia. Una richiesta che arriva dal ministro degli Esteri lituano Gabrielius Landzbergis dopo che le controparti UE hanno discusso il quinto pacchetto di misure al Consiglio degli Affari esteri di lunedì. Per saperne di più.


SUD EUROPA

ROMA

Nella Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, in migliaia si sono riversati per le strade di Napoli. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Memoria è impegno. Onorare chi ha pagato con la vita il diritto alla dignità di essere uomini, opponendosi alla disumanità delle mafie, alla violenza, alla sopraffazione contro la propria famiglia e la comunità in cui si vive”. Per saperne di più

///

MADRID 

Macron sostiene la proposta spagnola di mantenere separati i prezzi di elettricità e gas. La particolare proposta contro il caro prezzi dell’energia, pronunciata nell’ambito del “vertice del Mediterraneo” di venerdì 18 marzo, in vista del vertice del Consiglio UE, e promossa dallo spagnolo Sánchez, vede il forte sostegno del Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron. Per saperne di più

Il Premier spagnolo deve chiarire la nuova posizione del Governo sul Sahara occidentale. I principali partiti politici spagnoli hanno invitato il Primo ministro Pedro Sánchez a fornire spiegazioni davanti al Parlamento. Il riferimento è alla svolta spagnola riguardante il conflitto del Sahara Occidentale, con Madrid che ha annunciato il proprio sostegno alla posizione di Rabat (ossia la proposta di considerare quell’area un territorio marocchino con autonomia speciale). Per saperne di più

///

LISBONA

Il presidente portoghese: “l’UE deve rafforzare le sue strategie nei settori cruciali”. L’UE dovrebbe rafforzare sempre più le sue capacità nel campo dell’energia, del commercio, della sicurezza alimentare e della concorrenza industriale e tecnologica, date le vulnerabilità a cui è esposta a causa della guerra in Ucraina. È il forte messaggio pronunciato dal presidente Marcelo Rebelo de Sousa. Per saperne di più


VISEGRAD

VARSAVIA

La Polonia potrebbe modificare la costituzione per confiscare i beni degli oligarchi russi. Il governo proporrà modifiche costituzionali per sequestrare i beni che gli oligarchi russi posseggono in Polonia, secondo quanto ha annunciato il portavoce del governo Piotr Müller dopo che il premier Mateusz Morawiecki ha incontrato i leader dell’opposizione lunedì 21 marzo. Per saperne di più

///

BUDAPEST 

Aumentano gli affitti a Budapest mentre i rifugiati ucraini cercano casa. Secondo quanto rivelato da Telex, i prezzi degli affitti ungheresi sono aumentati del 2% a livello nazionale rispetto a gennaio. In buona parte a causa dell’aumento della domanda dei rifugiati in fuga dall’Ucraina.

Su base annua, l’aumento è stimato al 16,1%, secondo quanto indicato dall’Ufficio centrale per le statistiche del Paese (KSH). Nel mese di marzo, la richiesta di alloggio da parte dei rifugiati in fuga dall’Ucraina ha fatto salire la domanda di alloggi, soprattutto nella capitale e nella contea di Szabolcs-Szatmár-Bereg, confinante il Paese martoriato dalla guerra.

L’effetto-guerra sui prezzi delle locazioni era stato già previsto da alcuni esperti che avevano inserito come elemento non irrilevante la solvibilità della maggior parte degli ucraini in arrivo, che “sul mercato immobiliare ungherese sono percepite come persone in cerca di affitto temporaneo”. A riferirlo un servizio dell’agenzia Telex con riferimento a Duna House, la nota società immobiliare ungherese. (Vlagyiszlav Makszimov | EURACTIV.com with Telex)

///

BRATISLAVA

La Banca europea per gli investimenti si attesta prima del settore in Slovacchia. La Banca europea per gli investimenti (BEI) ha collocato fondi per un totale di 469 milioni di euro in Slovacchia nel 2021, raddoppiando così i suoi investimenti nel Paese rispetto al 2020. Per saperne di più


NOTIZIE DAI BALCANI

LUBIANA

La Slovenia invia nuovamente i diplomatici in Ucraina. Il governo sloveno ha annunciato che avrebbe inviato nuovamente dei diplomatici a Kiev questa settimana per fornire supporto diplomatico all’Ucraina e convincere l’UE a fare lo stesso. Per saperne di più

///

SOFIA

L’EPPO indaga su vertici dei funzionari bulgari dopo l’arresto dell’ex Primo ministro Borissov (nel frattempo rilasciato dopo 24 ore passate in carcere). L’Ufficio del procuratore europeo (EPPO) ha confermato di aver ricevuto diversi rapporti dalla Bulgaria riguardanti gravi accuse di frode attraverso i fondi UE e documentazione concernente la corruzione sistematica. L’inchiesta coinvolgerebbe diversi alti funzionari bulgari. Per saperne di più

///

BUCAREST

Smantellata la cosiddetta “Sezione Speciale” per i reati commessi da autorità giudiziarie. La decisione della Romania di smantellare la sezione per le indagini sui reati eventualmente commessi dalla magistratura non permette un’indagine efficace sui reati – in particolare sulla corruzione. Lo ribadisce l’organo consultivo del Consiglio d’Europa sulle questioni costituzionali. Per saperne di più

///

ZAGABRIA

La banca nazionale croata (HNB) chiede alle banche commerciali del Paese di fornire un accesso-base alle aperture dei conti per i rifugiati ucraini. La Banca nazionale croata (HNB) si aspetta che forniscano ai rifugiati ucraini, legalmente residenti in Croazia, l’accesso a un conto base oltre a dieci transazioni nazionali e transfrontaliere gratuite. Lo ha chiarito in una nota a loro indirizzata. Per saperne di più

///

BELGRADO 

I serbi accolgono i rifugiati ucraini. In Serbia ci sono circa 3.200 rifugiati ucraini, la maggior parte dei quali vive con parenti, amici o presso soci commerciali, oppure ha trovato un proprio alloggio. Lo ha fatto sapere lunedì 21 marzo Vladimir Cucić, Commissario serbo per i rifugiati e le migrazioni. Per saperne di più

///

SARAJEVO 

L’ambasciatrice Kathleen Kavalec esorta la Bosnia-Erzegovina (BiH): “le elezioni devono tenersi nei giusti tempi”. “Spetta ai leader della Bosnia-Erzegovina raggiungere un compromesso”, ha affermato poi l’ambasciatrice (Responsabile della missione OSCE in BiH) quando le è stato chiesto, durante un’intervista, di commentare i colloqui sulla riforma elettorale andati nuovamente in fumo la scorsa settimana. Per saperne di più

///

TIRANA

Denunciati al tribunale per il crimine organizzato il Primo ministro albanese e i funzionari di governo. L’opposizione albanese ha denunciato il Primo ministro Edi Rama e altre 49 persone al tribunale che nel Paese è specializzato in corruzione e crimine organizzato. Per saperne di più


AGENDA

  • UE: riunione del Consiglio per gli Affari generali a Bruxelles / la Corte di giustizia europea si pronuncia sul caso dei giudici sottoposti a procedure disciplinari in Polonia / la Commissaria europea per gli Affari interni, Ylva Johansson, incontra il ministro degli Esteri della Moldavia, Nicu Popescu / la Commissaria europea per la Concorrenza, Margrethe Vestager, in audizione presso la Commissione per il Commercio internazionale del Parlamento europeo
  • Germania: il cancelliere tedesco Scholz incontrerà a Berlino la Presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola e parteciperà all’inaugurazione della nuova Gigafactory di Tesla nel Brandeburgo.
  • Austria: al via la prima riunione degli Stati aderenti al Trattato per la messa al bando delle armi nucleari [TPNW].
  • Italia: il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky sarà collegato in video conferenza con il Parlamento per rivolgersi al Paese.
  • Romania: il Presidente polacco Andrzej Duda in visita a Bucarest per un colloquio con l’omologo rumeno Klaus Iohannis.
  • Moldavia: è prevista una conferenza stampa del direttore dell’OMS-Europa, Hans Henri Kluge.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor, Sofia Stuart Leeson]