Le Capitali – L’Ue ammette che l’impatto di un possibile taglio a 2/3 del gas russo “non è stato valutato”

"Rispetto a una brusca interruzione delle importazioni di gas russo, una riduzione graduale di 2/3 sarebbe molto più agevole, in quanto le imprese e i consumatori avrebbero il tempo di prepararsi e i governi potrebbero garantire le infrastrutture critiche per le importazioni alternative", ha dichiarato un portavoce della Commissione a EURACTIV. [Shutterstock/Drum Dream]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo della rete di EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita. Vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Elezioni in Colombia: la sinistra vince il primo turno delle presidenziali della Redazione di Euractiv Italia.

Domani, mercoledì 1° giugno alle 15:00, invece, CesUE e EURACTIV Italia organizzano, in collaborazione con MAECI e la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, il webinar “Il futuro dell’Europa e l’integrazione delle politiche sanitarie”.

disponibile sui siti web e sui canali social di EURACTIV Italia e del CESUE

 


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali

BRUXELLES | BERLINO | ROMA

L’Ue ammette che l’impatto di un taglio di 2/3 del gas russo “non è stato valutato”. La Commissione europea non ha condotto una valutazione dell’impatto economico di una possibile spinta verso la riduzione di due terzi delle importazioni di gas russo entro la fine dell’anno, secondo quanto ha appreso EURACTIV. Per saperne di più.


ISTITUZIONI UE

BRUXELLES

Leader Ue, accordo raggiunto per embargo parziale al petrolio russo. Dopo settimane di lunghe trattative, per lo più bloccate dall’Ungheria, lunedì i leader degli Stati membri hanno raggiunto un compromesso politico per vietare le importazioni di petrolio russo via mare entro la fine dell’anno, senza però arrivare a un embargo totale. Per saperne di più.

All’orizzonte nessun passo indietro sulle sanzioni per sbloccare le esportazioni di grano. I leader dell’Ue prenderanno in considerazione tutti i modi possibili per aggirare il blocco delle esportazioni alimentari imposto dalla Russia ai porti ucraini, compresa una missione navale per scortare le navi da carico. Ma non cederanno alle richieste della Russia di revocare le sanzioni, hanno dichiarato fonti a EURACTIV. Per saperne di più.

Il punto di vista di Cornelius Adebahr. Navi della marina militare come scorta alle petroliere civili? Secondo l’analista Cornelius Adebahr, il fatto che la Russia blocchi le esportazioni di grano dell’Ucraina nel Mar Nero e che l’Iran sequestri le petroliere greche che trasferiscono petrolio nel Golfo Persico può rafforzare le argomentazioni a favore della scorta di navi militari alle petroliere civili. Per saperne di più.


EUROPA OCCIDENTALE

VIENNA

Il monito del Cancelliere austriaco: per aiutare l’Ucraina non si allarghi il debito Ue. È importante garantire che un fondo di solidarietà per l’Ucraina non porti ad estendere ulteriormente il debito comune dell’Ue, ha dichiarato il Cancelliere Karl Nehammer al Parlamento europeo. Per saperne di più.

///

BERLINO

Scholz sotto tiro per il presunto paragone tra attivisti per il clima e nazisti. Il Cancelliere tedesco Olaf Scholz sta affrontando numerose critiche dopo il presunto paragone tra gli attivisti per il clima e i nazisti. Confronto che avrebbe fatto durante un discorso domenica (29 maggio), ma che il suo ufficio nega. Per saperne di più.

///

PARIGI

Giornalista francese ucciso in Ucraina mentre era in corso una visita ministeriale. Lunedì, il giornalista Frédéric Leclerc-Imhoff è morto mentre si trovava su un convoglio umanitario per l’evacuazione dall’Ucraina, nei pressi di Severodonetsk. Lo ha ufficializzato la nuova Ministra francese per l’Europa e gli Affari esteri, Catherine Colonna, che proprio lo stesso giorno si trovava in visita in Ucraina. Per saperne di più.

///

L’AIA

Gazprom taglierà le forniture di gas ai Paesi Bassi. La società russa Gazprom ha dichiarato che da martedì taglierà le forniture ai Paesi Bassi, dopo che la società olandese GasTerra, per paura di violare le sanzioni dell’Ue, si è rifiutata di piegarsi alla richiesta del Cremlino di pagare in rubli. Per saperne di più.


GRAN BRETAGNA E IRLANDA

BELFAST

Stallo politico in Irlanda del Nord: ancora nessuno speaker eletto dal Parlamento. Lunedì, l’Assemblea dell’Irlanda del Nord non è riuscita a eleggere un nuovo speaker. Il Partito Unionista Democratico ha ribadito che non ha intenzione di votare fino a quando non saranno sciolte le sue preoccupazioni sul Protocollo dell’Irlanda del Nord. Per saperne di più.


PAESI NORDICI E BALTICI

HELSINKI

L’industria finlandese si oppone ai piani dell’Ue sui pannelli solari. I piani della Commissione europea per favorire e imporre l’installazione di pannelli solari sulle proprietà commerciali e sugli edifici pubblici ricordano un’economia pianificata vecchio stile, affermano i settori dell’industria e del commercio finlandesi. Per saperne di più.

///

OSLO

La Norvegia smetterà di chiamare la Bielorussia “Russia Bianca”. Il Ministero degli esteri, in un comunicato stampa pubblicato domenica, ha annunciato che la Norvegia, d’ora in avanti, utilizzerà la parola Bielorussia al posto di “Hviterussland”, che in norvegese significa “Russia bianca”, in segno di solidarietà alle forze democratiche del Paese, che vedono Minsk come un’entità nettamente distinta da Mosca. Per saperne di più.


SUD EUROPA

ATENE

Le voci sulla “guerra ibrida” della Turchia generano polemiche ad Atene. Citando una fonte di alto livello del Ministero della Difesa, i media greci hanno riferito che si prospetta un’estate “infuocata”, in quanto il Paese potrebbe essere colpito da minacce ibride, inclusi incendi boschivi mirati alla destabilizzazione interna. Per saperne di più.

///

MADRID

La Spagna aumenterà la spesa militare in risposta alla minaccia russa. La Spagna aumenterà la spesa militare per garantire la stabilità e la sicurezza del Paese, in risposta alla minaccia russa, ha dichiarato lunedì il Premier Pedro Sanchez. Per saperne di più.

///

LISBONA

La pandemia diminuisce l’aspettativa di vita in Portogallo. L’aspettativa di vita alla nascita in Portogallo è scesa a 80,72 anni a causa della pandemia da Covid-19, secondo l’Istituto statistico portoghese (INE), che ha pubblicato lunedì i dati per il triennio 2019-2021. Per saperne di più.


VISEGRAD 

PRAGA

La Repubblica Ceca negozia forniture di Gnl con l’Oman. Il Ministero dell’industria e del commercio ha negoziato con la compagnia del gas dell’Oman potenziali importazioni di Gnl nel Paese, oltre che la possibilità che la Repubblica Ceca investa in giacimenti e gasdotti locali per garantire le forniture energetiche. Per saperne di più.

///

VARSAVIA

La Polonia non tasserà gli extra-profitti delle compagnie energetiche statali. Le compagnie energetiche statali polacche hanno l’obbligo di proteggere la sicurezza energetica del Paese, quindi non è necessario gravarle con un’imposta aggiuntiva sugli extra-profitti, ha dichiarato la Ministra del clima Anna Moskwa, come riportato dall’Agenzia di stampa polacca. Per saperne di più.

///

BUDAPEST

Mercato nero di targhe ungheresi per ottenere benzina a basso costo. Secondo un dirigente del colosso energetico ungherese MOL, su alcuni siti web slovacchi starebbero circolando targhe ungheresi rubate e messe in vendita in seguito all’annuncio del governo di Budapest che solo le auto ungheresi potranno beneficiare del basso prezzo di carburante. Per saperne di più.

///

BRATISLAVA

Deputato slovacco chiede di vietare le bandiere arcobaleno sugli edifici dello Stato. Le bandiere arcobaleno dovrebbero essere bandite dagli edifici di proprietà dello Stato, secondo la proposta di György Gyimesi, del partito di governo (OĽaNO), nonché ex membro del partito di estrema destra Partito Popolare Slovacchia Nostra. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

La Bulgaria abbandona i rifugiati ucraini a se stessi. Dopo che Sofia ha chiarito di non potersi permettere di ospitare i profughi negli hotel sulla costa da martedì (31 maggio), a causa dell’inizio della stagione turistica estiva, molti ucraini hanno deciso di non accettare lo spostamento nell’entroterra. Da qui la decisione delle autorità di sopprimere il programma governativo che offriva alloggi ai rifugiati ucraini, come annunciato lunedì dalla vice Premier Kalina Konstantinova. Per saperne di più.

///

BUCAREST

Presidente rumeno: il Consiglio non discuterà a breve la riforma del trattato Ue. Non ci saranno discussioni sull’avvio delle procedure di modifica dei trattati dell’Ue durante l’attuale vertice del Consiglio europeo o il prossimo, ha dichiarato il Presidente Klaus Iohannis prima di incontrare i leader dell’Ue a Bruxelles, lunedì e martedì. Per saperne di più.

///

LUBIANA 

La Slovenia guarda di nuovo ai Paesi “centrali” dell’Ue. Dopo che il precedente governo conservatore aveva portato il Paese a gravitare attorno al Gruppo di Visegrad, la neo-eletta Ministra degli Esteri della Slovenia, Tanja Fajon, ha annunciato una nuova linea, dicendo che Lubiana tornerà a far parte del cuore pulsante dell’Ue. Per saperne di più.

///

BELGRADO

Vučić annuncia che la clinica pediatrica finanziata dall’Ue sarà operativa entro il 2025. La costruzione della clinica pediatrica dell’Università Tirsova 2, per la quale l’Ue ha stanziato 35,7 milioni di euro – una delle più grandi donazioni europee per progetti al di fuori dei settori dei trasporti e dell’energia – sarà ultimata entro il 2025, ha dichiarato lunedì il Presidente serbo Aleksandar Vučić, che ha visitato il cantiere del progetto insieme al Commissario europeo per l’allargamento Olivér Várhelyi. Per saperne di più.

///

TIRANA

L’Albania raccomanda il vaccino antivaiolo a chi è entrato in contatto con il vaiolo delle scimmie. Le persone che sono state a stretto contatto con casi confermati di vaiolo delle scimmie dovrebbero essere autorizzate a usare il vaccino contro il vaiolo, ha dichiarato lunedì il Comitato tecnico degli esperti dell’Albania. Per saperne di più.


AGENDA

  • Ue: Riunione straordinaria del Consiglio europeo, con partecipazione della Presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen / La Vicepresidente della Commissione, Věra Jourová, interviene in videoconferenza al World Justice Forum 2022 / Il congresso del Partito Popolare Europeo (PPE) inizia a Rotterdam. Intervengono la Presidente della Commissione Von der Leyen e il Commissario europeo per la programmazione finanziaria e il bilancio Johannes Hahn.
  • Belgio: I sindacati annunciano lo sciopero dei treni e dei servizi pubblici.
  • Paesi Bassi: Conferenza stampa del Procuratore capo della Corte penale internazionale, Karim Khan, insieme a Eurojust e alla squadra investigativa comune incaricata di lavorare sui crimini internazionali in Ucraina.
  • Spagna: Riapertura delle frontiere di Ceuta e Melilla con il Marocco per i lavoratori transfrontalieri.
  • Russia: Visita del Ministro degli Esteri Sergei Lavrov in Bahrein.
  • Mondo: Giornata mondiale senza tabacco.

***

[A cura di Michalopoulos, Vlad Makszimov, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor, Eleonora Vasques, Sofia Stuart Leeson]