Le Capitali – L’Italia si avvicina al referendum per depenalizzare l’uso della cannabis

Il referendum modificherebbe una legge del 1990 che rende la vendita di erba punibile con la reclusione da due a sei mesi e il possesso di erba per uso personale punibile con la sospensione della patente di guida. [Shutterstock/Dmytro Tyshchenko]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Nasce Hera: cos’è e come interverrà l’autorità europea per le emergenze sanitarie di Valentina Iorio, EURACTIV Italia.

Leggete anche Alma: cosa sappiamo finora sul programma per i Neet annunciato da Ursula von der Leyen di Valentina Iorio, EURACTIV Italia.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.

Le notizie di oggi dalle Capitali: 

ROMA

Un referendum volto a depenalizzare la coltivazione e il consumo di cannabis in Italia è stato firmato da oltre 420 mila persone in soli quattro giorni. Al ritmo attuale, dovrebbe raggiungere le 500 mila firme necessarie per essere considerato valido molto prima della scadenza del 30 settembre. Per saperne di più.

///

SPECIAL REPORT

Mentre i nuovi trattamenti progrediscono, l’UE è impreparata ad affrontare il morbo di Alzheimer. I paesi dell’Unione europea sono ancora in ritardo nell’affrontare il morbo di Alzheimer, nonostante le richieste dell’Organizzazione mondiale della sanità per un’azione urgente poiché si prevede che i casi nella regione europea raddoppieranno. Leggi la storia completa.

///

PRESIDENZA UE

La Slovenia sostiene una forte politica di coesione, afferma il ministro. La politica di coesione ha un ruolo importante nell’affrontare la pandemia di COVID-19 e le sue conseguenze, e la presidenza slovena dell’UE intende mantenerla in forze, ha affermato il ministro per lo sviluppo e la politica di coesione dell’UE Zvonko Černač in una conferenza a Porto. Per saperne di più.

///

BERLINO

Macron saluta Merkel a cena, ma non proprio. Nella tappa conclusiva del suo tour di addio in giro per l’Europa, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha visitato Emmanuel Macron a Parigi. Per saperne di più.

///

PARIGI

La Francia sospende 3 mila medici non vaccinati. “Ieri, 3 mila dipendenti di strutture sanitarie o medico-sociali che non erano ancora stati vaccinati su un totale di 2,7 milioni di dipendenti sono stati sospesi”, ha detto giovedì alla radio RTL il ministro della Salute Oliver Véran. Per saperne di più.

///

BRUXELLES

I giovani adulti del Belgio affrontano la depressione post-pandemia. I giovani adulti (18-29 anni) sono ancora i più colpiti da sintomi legati all’ansia (27%) e alla depressione (24,5%), mentre gli anziani (65 anni e oltre) sono i meno colpiti (rispettivamente 7% e 6%). Lo ha dimostrato un sondaggio di Sciensano, l’istituto nazionale di sanità pubblica del Belgio. Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

DUBLINO

Il ministro degli esteri irlandese sopravvive al voto di sfiducia. Il ministro degli Esteri Simon Coveney è sopravvissuto a un voto di sfiducia contro di lui nel parlamento irlandese Per saperne di più.


PAESI BALTICI

HELSINKI

Il nuovo rapporto sulla difesa pone una nuova attenzione sul cyberspazio e sull’Artico. Secondo il nuovo Rapporto sulla difesa del governo, l’ambiente in cui si muove la difesa della Finlandia è “teso” e “difficile da prevedere”. Al mondo cibernetico e quello dell’informazione viene dato uno spazio pari ai tradizionali fronti marittimi, terrestri e aerei. L’attività delle superpotenze nell’Artico è vista come una sfida crescente per la Finlandia e l’Europa settentrionale nel suo insieme. All’ascesa della Cina e dei suoi mezzi di influenza è dedicato un capitolo a parte. Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE
ATENE

Un incidente di razzismo senza precedenti mette alla prova il Primo Ministro greco. Un legislatore del partito conservatore al governo Nuova Democrazia (PPE) ha causato disordini nella politica greca dopo aver ritwittato un articolo che rendeva pubblica una lista con i nomi di bambini minorenni “stranieri” in un asilo.

Lo scopo dell’articolo era mostrare che gli stranieri stanno prendendo il controllo delle scuole greche. Da un punto di vista legale, il caso si è intensificato giovedì, quando è intervenuto un pubblico ministero. Politicamente, il primo ministro Kyriakos Mitsotakis è ora messo alle strette e accusato di strizzare l’occhio all’elettorato di estrema destra a causa della riluttanza a licenziare il suo legislatore. Per saperne di più.

///

MADRID

I prezzi dell’energia in Spagna continuano a raggiungere livelli record nonostante l’intervento del governo. L’aumento apparentemente inarrestabile dei prezzi dell’energia in Spagna è continuato giovedì con un nuovo record di 188,18 euro per megawattora, un aumento del 22% questa settimana, nonostante gli sforzi del governo per ridurre i costi, scrive EFE, partner di EURACTIV. Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

BRATISLAVA

Cresce il numero di città che si definiscono “isole nella tempesta illiberale”. Altre venti città di tutto il mondo hanno aderito all’iniziativa Patto delle Città Libere lanciata nel 2019 dai sindaci di Bratislava, Budapest, Praga e Varsavia. Di fronte a governi illiberali conservatori, queste città hanno lanciato l’iniziativa per promuovere la democrazia e la trasparenza contro il populismo e il nazionalismo. Ma ora sembra che la loro voce stia venendo ascoltata anche fuori dall’Europa. Per saperne di più.

///

VARSAVIA

Sciopero del personale medico polacco. “Verrai impiccato”, il legislatore di estrema destra Grzegorz Braun (Confederazione) ha detto al ministro della salute Adam Niedzielski durante un dibattito sulla situazione nel settore sanitario giovedì al Sejm. Braun è stato espulso dall’aula e la questione è stata deferita all’ufficio del pubblico ministero, poiché le sue parole possono essere considerate minacce e dunque essere punibili. Per saperne di più.

Un’altra notizia: il Parlamento europeo ha adottato una risoluzione sulla Polonia, criticando le azioni del governo polacco contro i media privati, gli attacchi alllo stato di diritto e la discriminazione delle minoranze sessuali. Il Parlamento ha invitato le istituzioni dell’UE ad accettare il piano di risanamento a condizione del rispetto delle sentenze della Corte di giustizia dell’UE (CGUE).

(Piotr Maciej Kaczyński | EURACTIV.pl)

///

PRAGA

Ferrovie ceche: bassa qualità, alta densità. La Cechia è leader nell’UE per quanto riguarda la densità della rete ferroviaria. Con 9.277 chilometri di ferrovia nel paese, sarebbe difficile trovare uno Stato più connesso all’interno dell’UE. Dal punto di vista della qualità, tuttavia, ci sono gravi carenze, ha dichiarato a EURACTIV.cz Emanuel Šíp, presidente della sezione trasporti della Camera di commercio ceca. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI
SOFIA

“Non facciamo gli idioti d’Europa”, avverte l’ispettore sanitario capo della Bulgaria. “Se continueremo a comportarci come gli idioti d’Europa, infliggeremo un duro colpo alla nostra economia e al turismo”, ha affermato l’ispettore capo della sanità Angel Kunchev, che propone misure restrittive contro il COVID-19 nel Paese. Per saperne di più.

///

BUCAREST

Il presidente Iohannis vuole che Romgaz estragga il gas del Mar Nero. Il presidente rumeno Klaus Iohannis ha sostenuto la partnership tra OMV Petrom e il produttore statale di gas naturale Romgaz nel progetto offshore Neptun Deep. Il perimetro delle acque profonde del Mar Nero, attualmente di proprietà di OMV Petrom e del colosso statunitense ExxonMobil, ha riserve stimate di 42-84 miliardi di metri cubi di gas. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

La Croazia godrà del programma USA Visa Waiver entro la fine dell’anno. I cittadini croati potranno viaggiare negli Stati Uniti senza visto già dalla fine di quest’anno. Serena Hoy, assistente segretario per gli affari internazionali presso il Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti, ha dichiarato all’agenzia di stampa Hina che il segretario per la sicurezza interna Alejandro Mayorkas prenderà la decisione entro la fine di settembre. Per saperne di più.

Un’altra notizia: la ministra dell’Agricoltura croato Marija Vučković ha ripetuto giovedì che il Prosecco italiano e il Prošek croato non sono lo stesso vino,sottolineando che la Croazia ha tutto il diritto di vedere riconosciuto il suo nome tradizionale Prošek a livello europeo.

Vučković ha affermato che ci sono prove che dimostrano che il termine Prošek è stato usato in Croazia per secoli e che si tratta di un metodo di vinificazione speciale utilizzato in Dalmazia e nell’entroterra dalmato.

Ha notato che il Prosecco italiano è uno spumante con specifiche completamente diverse.

L’Italia sta cercando di impedire la richiesta della Croazia di ottenere la protezione dell’UE per il suo Prošek, sostenendo che l’uso del termine Prošek provochi danni al Prosecco italiano.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

LUBIANA

Il Primo Ministro sloveno esorta gli Stati membri a sostenere la Lituania nello scontro con la Cina. Il primo ministro sloveno Janez Janša ha invitato i colleghi leader dell’UE a sostenere la Lituania nella sua disputa con la Cina durante l’incontro che avverrà in Slovenia all’inizio di ottobre, affermando che il Paese ha affrontato “sfide deplorevoli e senza precedenti da parte della Cina”. La Cina ha condannato la dichiarazione. Per saperne di più.

///

SARAJEVO

Quasi il 37% dei cittadini in Bosnia ed Erzegovina non vuole vaccinarsi contro il COVID-19, temendo effetti collaterali indesiderati, ha mostrato un sondaggio online condotto in un momento di un numero relativamente alto di nuove infezioni e decessi correlati al coronavirus nel paese.

Il sondaggio ha mostrato che il 46% delle persone che si oppongono alla vaccinazione ha paura dei possibili effetti collaterali. Il sondaggio ha anche rilevato che circa il 51% della popolazione della Bosnia-Erzegovina è contrario all’introduzione della vaccinazione obbligatoria, il 30% sostiene l’idea e il 19% non ha un’opinione.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

PODGORICA

Đukanović: La Russia ci dice che avvicinarci a UE e NATO non è una buona scelta geopolitica. Il vuoto geopolitico nei Balcani viene sfruttato da Paesi come la Russia, ha affermato il presidente montenegrino Milo Đukanović durante una visita a Zagabria. Per saperne di più.


Agenda:

  • Francia: i parlamentari francesi incontrano a Parigi l’ex leader catalano autoesiliato Carles Puigdemont.
  • Belgio: Comitato consultivo per decidere sull’estensione dell’uso di Covid Safe Ticket.
  • Austria: prima udienza in tribunale contro il governo per infezioni da Covid-19 nella stazione sciistica di Ischgl.
  • Regno Unito: i liberaldemocratici tengono una conferenza annuale.
  • Grecia: Sette Stati membri dell’UE del Mediterraneo (EU-Med7) tengono il vertice dei leader ad Atene / Visita del presidente francese Emmanuel Macron.
  • Italia: i ministri dell’agricoltura del G20 si incontrano a Firenze.
  • Polonia: il primo ministro lituano Ingrida Simonyte visita Varsavia.
  • Ungheria: l’UDMR, il partito di etnia ungherese che è un partner minore nella coalizione di governo, tiene un congresso per eleggere la sua leadership.
  • Serbia: il presidente Aleksandar Vučić incontra il ministro dell’Industria della Bielorussia Petr Parhomchik.
  • Russia: elezioni parlamentari.

***

[A cura di Alexandra Brzozowski, Sarantis Michalopoulos, Zoran Radosavljevic]