Le Capitali – L’inflazione minaccia progetti cofinanziati dall’Ue, ma la Commissione si volta dall’altra parte

L'aumento dei prezzi dei materiali da costruzione ha fatto lievitare i bilanci e ha comportato ritardi, mettendo a rischio i progetti cofinanziati dal programma di investimenti strutturali dell'Ue, in vigore da tempo. [Shutterstock/DesignRage]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo della rete di EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita. Vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Lavoro, l’Irlanda partecipa a un esperimento internazionale sulla settimana da 4 giorni di Alessandro Follis.

Potete anche leggere UE, le cinque priorità della prossima presidenza ceca di Luca Bertuzzi


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali

BRATISLAVA | PRAGA

L’inflazione minaccia progetti cofinanziati dall’Ue, ma la Commissione si volta dall’altra parte. L’aumento dei prezzi dei materiali da costruzione ha fatto lievitare i budget e i ritardi, mettendo a rischio i progetti cofinanziati dal programma di investimenti strutturali dell’Ue, in vigore da tempo. Eppure la Commissione si sottrae alla responsabilità, attribuendo invece il dovere di “analizzare ogni singolo caso e determinare la migliore linea d’azione” a coloro che gestiscono i progetti negli Stati membri. Per saperne di più.


ISTITUZIONI UE

BRUXELLES

Il Parlamento vota contro la riforma del sistema di scambio delle emissioni. I legislatori di destra e sinistra si sono scagliati reciproche accuse, mercoledì (8 giugno), quando il Parlamento europeo ha votato per respingere la proposta di riforma del sistema di scambio delle quote di emissioni (ETS). Per saperne di più.

Von der Leyen: solidarietà per risolvere la crisi alimentare. La Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha chiesto una dimostrazione di solidarietà globale per far fronte all’insicurezza alimentare causata dall’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, esortando gli Stati a mantenere aperti gli scambi commerciali e a impegnarsi a sostenere i Paesi più vulnerabili. Per saperne di più.


EUROPA OCCIDENTALE

BERLINO

Scontro Scholz-Linder sul phase-out nucleare. Il Cancelliere Olaf Sholz ha respinto la proposta avanzata dal Ministro delle Finanze Christian Linder (FDP) per prorogare l’addio ai reattori nucleari, inizialmente previsto entro la fine dell’anno. Per saperne di più.

///

PARIGI

Lione, settore della ristorazione ancora provato dallo shock Covid. Sebbene i turisti stranieri stiano ricominciando a visitare la Francia, non è previsto un ritorno alla normalità prima del 2023. I ristoratori delle città turistiche, come Lione, fanno affidamento su altre leve per limitare le perdite, come i turisti francesi e le vendite da asporto. Per saperne di più.

///

L’AIA

Il governo olandese conta sugli imprenditori per combattere la criminalità organizzata. Secondo quanto previsto dal nuovo piano proposto dal Ministro della giustizia e della sicurezza Dilan Yeşilgöz-Zegerius, gli imprenditori olandesi riceveranno fondi che aiuteranno a combattere la criminalità organizzata. Per saperne di più.

///

VIENNA

Austria, cresce il fronte per il disfacimento della “fallimentare riforma dell’esercito”. Le notizie confermate dai media, secondo cui il Segretario generale della Difesa austriaca Dieter Kandlhofer sarebbe pronto a dimettersi, hanno portato diverse richieste di smantellamento della “fallimentare” riforma dell’esercito da lui promossa. Per saperne di più.


GRAN BRETAGNA E IRLANDA

DUBLINO

Il Premier irlandese sul Protocollo: rottura unilaterale del Regno Unito segnerebbe un “minimo storico”. Un’azione unilaterale da parte del Regno Unito per eliminare parti del Protocollo sull’Irlanda del Nord segnerebbe un “minimo storico”, ha dichiarato il Taoiseach irlandese Micheál Martin davanti agli eurodeputati, nel discorso tenuto mercoledì al Parlamento europeo. Per saperne di più.


PAESI NORDICI E BALTICI

HELSINKI | DUBLINO

I Ministri degli esteri finlandese e irlandese concordi su NATO, Ucraina e Brexit. I Ministri degli esteri di Finlandia e Irlanda hanno condiviso martedì a Helsinki i rispettivi punti di vista su NATO, Ucraina e Brexit e hanno commentato le dichiarazioni del Presidente francese Emmanuel Macron sulla necessità di non umiliare la Russia. Per saperne di più.

///

STOCCOLMA

Svezia, i Parlamentari dell’opposizione attaccano il governo uscente. Durante l’ultima sessione del Riksdag, prima delle elezioni autunnali in Svezia, l’opposizione di destra ha accusato i socialdemocratici al governo di aver presieduto un “fiasco durato otto anni”. Per saperne di più.

///

VILNIUS

La Duma russa mette in discussione l’indipendenza della Lituania. Un disegno di legge presentato alla Duma russa chiede l’abrogazione del decreto del Consiglio di Stato dell’Urss “sul riconoscimento dell’indipendenza della Repubblica di Lituania”. Per saperne di più.


SUD EUROPA

LISBONA | MADRID

Attivisti furiosi per l’approvazione dello schema iberico sul tetto ai prezzi dell’elettricità. La Commissione europea, mercoledì, ha approvato lo schema spagnolo e portoghese da 8,4 miliardi di euro che mira a ridurre i prezzi dell’elettricità nel mercato iberico, abbassando i costi di produzione delle centrali a gas. Una politica che, secondo gli attivisti, rischia di creare un “caos climatico”. Per saperne di più.

///

ROMA

La corsa dell’Italia verso il gas rischia di contribuire a un “surriscaldamento irreversibile”. I nuovi impianti di importazione di Gnl previsti nell’Ue – in particolare in Germania, Italia, Grecia e Paesi Bassi – potrebbero fornire all’Unione Europea un quarto di gas in più rispetto al passato, con l’Italia che punta ad aumentare le importazioni e la produzione di gas e si allontana dagli obiettivi climatici, secondo quanto emerge da un rapporto del Climate Action Tracker (CAT). Per saperne di più.

///

MADRID

Spagna tra i Paesi Ue meno colpiti dalla guerra in Ucraina. La Spagna è tra i Paesi Ocse meno colpiti dalla guerra in Ucraina. La crescita del Pil prevista dall’organizzazione internazionale per il 2022 supera il 4%, ha dichiarato mercoledì la Ministra delle Finanze spagnolo Nadia Calviño. Per saperne di più.


VISEGRAD 

PRAGA

Agricoltori cechi contro la nuova politica dei sussidi alle piccole aziende agricole. Circa 2.000 agricoltori si sono riuniti mercoledì a Praga per protestare contro la nuova politica di sussidi del governo ceco, a favore dei piccoli agricoltori. Secondo i manifestanti,  la misura comprometterà la capacità della Repubblica Ceca di produrre alimenti. Per saperne di più.

///

VARSAVIA

La Polonia modernizzerà l’esercito con i proventi dalla vendita di armi all’Ucraina. La Polonia modernizzerà completamente il proprio esercito utilizzando il denaro ottenuto dalla vendita di attrezzature all’Ucraina, secondo quanto previsto da un accordo tra i due Paesi. Lo hanno annunciato i rappresentanti del governo. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

La questione della Macedonia del Nord scatena un terremoto politico in BulgariaLa Bulgaria rischia di andare a elezioni anticipate dopo che Slavi Trifonov, leader del partito populista “C’è un popolo così”, della coalizione di governo, ha annunciato di voler lasciare il governo, insieme ai suoi 4 Ministri, in seguito alle divergense sul bilancio dell’Ue e sui piani del Premier di togliere il veto dall’adesione della Macedonia del Nord nel blocco. Per saperne di più.

///

BUCAREST

Romania, la crescita nel primo trimestre è tra le più alte dell’Ue. Il Pil della Romania è aumentato del 5,2% nel primo trimestre del 2022 rispetto a quello precedente, facendo registrare uno dei più alti tassi di crescita del Pil trimestre su trimestre nell’Ue, secondo i dati forniti mercoledì dall’Istituto di statistica locale e da Eurostat. Per saperne di più.

L’eurodeputato Ștefănuță critico sulla proposta di bilancio Ue della Commissione. La proposta della Commissione europea per il bilancio dell’Ue del 2023 non include risposte chiare in merito alla guerra in Ucraina e alla crisi dei rifugiati, ha dichiarato il capo negoziatore del Parlamento europeo per il bilancio dell’Ue, Nicu Ștefănuță, dopo aver assistito alla presentazione del Commissario Ue per il bilancio e la programmazione finanziaria, Johannes Hahn. Per saperne di più.

///

SKOPJE

Il vertice Open Balkan si chiude con 4 accordi. L’ombra della guerra in Ucraina ha fatto da sfondo all’ultimo vertice Open Balkan, che si è concluso con la firma da parte dei leader di Macedonia del Nord, Albania e Serbia di una serie di accordi per approfondire la cooperazione nei settori dell’istruzione, del turismo e della cultura, nonostante le polemiche  che hanno raggiunto l’iniziativa. Per saperne di più.


AGENDA

  • Ue: Consiglio Giustizia, Affari interni e Competitività / Il Vicepresidente della Commissione Margaritis Schinas incontra alcuni Ministri ucraini / Dibattito del Parlamento europeo sulla Convenzione per la revisione dei trattati.
  • Germania: Il Cancelliere Olaf Scholz e il Segretario Generale della Nato, Jens Stoltenberg, tengono una conferenza stampa prima dei colloqui bilaterali.
  • Paesi Bassi: Conferenza stampa della Bce sulla politica monetaria nell’eurozona.
  • Lettonia: Entra in vigore il divieto di accesso a tutti i canali televisivi con sede in Russia.
  • Italia: ​​La Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen incontra il Sindaco di Roma Roberto Gualtieri e il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
  • Portogallo: Il Parlamento esamina diverse proposte di legge sulla depenalizzazione dell’eutanasia.
  • Romania: Il Premier Nicolae Ciuca incontra la delegazione del Fmi.
  • Serbia: La Ministra dell’Integrazione europea Jadranka Joksimović, il Capo delegazione dell’Ue Emanuele Giaufret e l’Ambasciatore dell’Ucraina, Volodymyr Tolkach, visitano un centro di informazione per i rifugiati ucraini a Belgrado.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Vlad Makszimov, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor, Sofia Stuart Leeson, Eleonora Vasques]