Le Capitali – L’Austria punta sull’Asia centrale per limitare il flusso di rifugiati dall’Afghanistan

Il ministro degli interni austriaco Karl Nehammer ha criticato la commissaria europea Ylva Johansson, che non ha partecipato alla conferenza per mancanza di tempo, per non essersi concentrata abbastanza sulla stabilizzazione della regione che circonda l'Afghanistan. [Unione europea/Consiglio europeo]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Accesso al credito, il Garante europeo chiede nuovi limiti all’utilizzo dei dati dei consumatori di Valentina Iorio, EURACTIV Italia.

Leggete anche l’opinione Difesa europea e governo federale di Roberto Castaldi, EURACTIV Italia.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali: 

VIENNA

Il ministero degli Interni e degli Esteri austriaco ha ospitato lunedì una conferenza sulla sicurezza con gli stati dell’Asia centrale Uzbekistan, Tagikistan e Turkmenistan insieme ai ministri dell’Immigrazione di Grecia e Danimarca, nonché al segretario agli Interni tedesco per discutere la nuova strategia per l’Afghanistan, chiedendo ai paesi suoi vicini di gestire i flussi migratori e prevenire una potenziale crisi migratoria.

(Oliver Noyan |  EURACTIV.de)

///

BERLINO

Il candidato conservatore Laschet, in caduta nei sondaggi, presenta il futuro governo. Di fronte a un crollo nei sondaggi, il cancelliere tedesco Armin Laschet (CDU) ha deciso di sollevare il velo sul suo futuro governo.

(Oliver Noyan |  EURACTIV.de)

///

PARIGI

Fine del “whatever it takes” per l’economia francese. La Francia abolirà le misure di sostegno alle imprese il 30 settembre e introdurrà da ottobre un nuovo regime di compensazione per i settori ancora colpiti dalle restrizioni sanitarie, che copre il 70-90% dei costi fissi non coperti dalle entrate, ha annunciato lunedì il ministro dell’Economia Bruno Le Maire .

(Mathieu Pollet |  EURACTIV.fr)

///

BRUXELLES

Il settore turistico di Bruxelles in pericolo dopo un’estate “disastrosa”. L’industria del turismo di Bruxelles ha subito una delle peggiori estati mai registrate, poiché la crisi sanitaria in corso, unita al clima terribile, ha portato i turisti stranieri a evitare la capitale. Di conseguenza, i rappresentanti del settore hanno chiesto al governo federale di estendere le misure di disoccupazione temporanea.

(Nick Amies |  EURACTIV.com with The Bulletin)


PAESI NORDICI E BALTICI

HELSINKI

La Finlandia ha deciso di vietare le terapie volte a convertire le persone gay e transgender. Un’iniziativa dei cittadini per vietare la terapia di conversione dell’orientamento sessuale e dell’identificazione di genere sta per essere presa in considerazione dal parlamento dopo aver raccolto le 50.000 firme necessarie in solo un mese.

In altre notizie, il segretario stampa del leader dell’opposizione russa Alexey Navalny, Kira Yarmysh, ha lasciato il paese, apparentemente in fuga in Finlandia, secondo l’agenzia di stampa russa Interfax, che cita due fonti anonime.
A metà agosto, una sentenza del tribunale di Mosca le ha vietato di partecipare a eventi di massa e di lasciare la regione della capitale. All’inizio di agosto, anche l’avvocato di Navalny, Lyubov Sobol, ha lasciato la Russia. Lunedì sera non erano state rilasciate dichiarazioni da parte delle autorità finlandesi.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)

///

VILNIUS

Un sondaggio mostra che un terzo dei lituani sostiene la recinzione al confine per fermare l’immigrazione irregolare. Un terzo dei lituani considera la costruzione di un muro lungo il confine bielorusso come il modo più efficace per affrontare l’immigrazione irregolare, suggerisce un sondaggio di Nordstat.

(LRT.lt)

///

TALLINN

L’Estonia ha bisogno di un secondo scrutinio per eleggere un presidente. Alar Karis, l’unico candidato nominato alle elezioni presidenziali estoni, non è riuscito a ottenere i voti in parlamento necessari per diventare presidente della Repubblica.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

Il COVID-19 ha ulteriormente aggravato il crollo del tasso di natalità in Italia. La pandemia ha aggravato il calo dei tassi di natalità nei paesi ricchi, con l’Italia che ha visto il calo più netto. Nel 2020 le nascite sono state 16.000 in meno e il paese ha visto il tasso di natalità diminuire del 9,1%, secondo uno studio dell’Università Bocconi di Milano pubblicato sulla rivista PNAS.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

LISBONA

La più alta corte del Portogallo dichiara incostituzionale l’accesso alle e-mail senza ordine del giudice. Lunedì la Corte costituzionale portoghese ha dichiarato all’unanimità l’incostituzionalità delle norme della legge sulla criminalità informatica che prevedevano l’accesso alle e-mail senza un ordine del giudice, a seguito di una richiesta di revisione del presidente Marcelo Rebelo de Sousa.

(João Godinho |  Lusa.pt)

///

MADRID

Disastro ambientale: tonnellate di pesci morti si riversano sulle coste spagnole del Mar Menor. Migliaia di pesci morti sono finiti sulle rive del Mar Menor in Spagna, in un disastro ambientale che ha scioccato residenti e turisti che visitano la zona.

(EFE)


GRUPPO DI VISEGRAD

PRAGA

I sussidi dell’UE potrebbero smettere di fluire verso la Repubblica Ceca. La Commissione europea ha avvertito che potrebbe interrompere l’invio di sussidi alla Repubblica ceca se il paese non migliora il controllo dei conflitti di interessi e la fornitura di sussidi per le imprese da fondi fiduciari, secondo quanto riferito dalla stazione radio ceca iROZHLAS.

(Ondřej Plevák |  EURACTIV.cz)

///

VARSAVIA

La Polonia blocca la dichiarazione dell’Ue riguardo la situazione al confine tra Polonia e Bielorussia. Una coalizione di Stati membri, guidata dalla Polonia, ha bloccato una dichiarazione sulla situazione al confine tra Polonia e Bielorussia a Usnarz Dolny.

(Piotr Maciej Kaczynski |  EURACTIV.pl)

///

BUDAPEST

Le denunce all’autorità dei media ungheresi salgono alle stelle sulla scia della legge anti-LGBTQI. Dall’adozione della controversa legge che vieta la rappresentazione di contenuti LGBTQI ai minori, il numero di reclami dei cittadini ricevuti dal regolatore nazionale dei media è aumentato di quasi sette volte, ha riferito Telex tramite Magyar Hang.

(Vlagyiszlav Makszimov |  EURACTIV.com with Telex)

///

BRATISLAVA

La Slovacchia accoglie con favore il secondo volo di evacuazione dall’Afghanistan nonostante l’opposizione. Il governo slovacco ha evacuato 28 persone con legami diretti con il Paese nonostante gli avvertimenti del presidente del Consiglio nazionale e leader del secondo partito di governo, Boris Kollár, che insisteva sul fatto che il suo partito non avrebbe consentito l’arrivo di altri afgani in Slovacchia.

(Lucia Yar |  EURACTIV.sk)


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

Le autorità bulgare entrano in conflitto per le restrizioni COVID-19. Le autorità sanitarie bulgare stanno proponendo un serio inasprimento delle restrizioni all’inizio della quarta ondata di pandemia, ma stanno affrontando l’opposizione del governo provvisorio e del partito con il più grande gruppo parlamentare – C’è un tale popolo (ITN).

(Krassen Nikolov |  EURACTIV.bg)

///

ZAGABRIA | BELGRADO | PRISTINA

La Croazia non fermerà la ricerca delle persone scomparse. La Croazia non fermerà la ricerca degli scomparsi, ha affermato il primo ministro Andrej Plenković in occasione della Giornata internazionale degli scomparsi e della Giornata della memoria per le persone scomparse nella guerra interna, aggiungendo che insisterà sulla cooperazione con la Serbia.

(Zeljko Trkanjec |  betabriefingEURACTIV.hr and EURACTIV.rs)

///

LUBIANA

La Slovenia continua gli sforzi per evacuare gli ultimi due soccorritori afgani. Il ministero della Difesa sta continuando gli sforzi per evacuare un afghano che lavorava per le forze armate slovene, insieme alla sua famiglia. L’uomo è uno dei due cittadini afgani che la Slovenia ha deciso di evacuare e a cui offrire asilo – l’altro, un interprete, insieme alla sua famiglia, è già stato evacuato ed è ora in Slovenia.
Il portavoce dell’esercito Marjan Sirk ha detto che la famiglia di otto membri dell’uomo era già a Kabul. “Ci sono stati diversi tentativi di portarli all’aeroporto, ma abbiamo fallito”, ha detto. “Siamo in contatto con quasi tutti i paesi vicini e quasi tutti i paesi partner con cui abbiamo collaborato”, ha affermato Sirk. Alla famiglia sono state offerte diverse opzioni, la decisione finale spetterà a loro.

(Sebastijan R. Maček | STA)

///

SARAJEVO

La Turchia sarà presente in Bosnia-Erzegovina solo se bosgnacchi, serbi e croati saranno d’accordo. La Turchia sarà presente in Bosnia ed Erzegovina, ma solo se bosgnacchi, serbi e croati si uniranno e diranno di volerla come mediatore, ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan ai giornalisti locali al suo ritorno dalla visita della scorsa settimana in Bosnia-Erzegovina e in Montenegro.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

PRISTINA

I leader del Kosovo accolgono i primi rifugiati afgani. Un totale di 111 persone sono arrivate da Kabul domenica sera, le prime di circa 2.000 in totale, che rimarranno temporaneamente ospitate nel Paese per un massimo di un anno, ha annunciato il ministro degli Interni del Kosovo Xhelal Svecla.
“Quando si tratta di questioni umanitarie, e quando si tratta di partner e alleati come gli Stati Uniti e la NATO, la domanda non è perché, ma come. Quindi, tutte le questioni di cui stiamo discutendo sono di natura tecnica e logistica”, ha affermato il primo ministro Albin Kurti. Lunedì gli Stati Uniti hanno consegnato 55 cinque veicoli blindati di sicurezza come parte di una donazione americana all’esercito del Kosovo.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)


Agenda:

  • UE: riunione d’emergenza dei ministri degli interni Ue sull’Afghanistan.
  • Germania: la Cancelliera Angela Merkel incontra l’omologo austriaco Sebastian Kurz e ospita il Presidente del Consiglio europeo Charles Michel.
  • Francia: il primo ministro Jean Castex incontra l’omologo olandese Mark Rutte.
  • Italia: L’Istituto nazionale di statistica (Istat) presenterà i dati economici trimestrali per il secondo trimestre del 2021.
  • Spagna: Il governo cerca soluzioni dopo un nuovo record del prezzo dell’elettricità, che ha spinto il tasso di inflazione al 3,3% ad agosto.
  • Portogallo: l’Istituto nazionale di statistica (INE) pubblica i conti trimestrali nazionali del secondo trimestre.
  • Polonia: la Corte costituzionale polacca si pronuncia sulla validità e il primato del diritto dell’UE in Polonia.
  • Bulgaria: proseguono le consultazioni sulla formazione di un governo con il terzo mandato conferito al Partito socialista bulgaro.
  • Croazia: il ministro dell’Economia e dello Sviluppo Sostenibile Tomislav Ćorić presenterà in conferenza stampa i risultati del bando pubblico “Rafforzare la competitività delle imprese investendo nella transizione digitale e verde”.
  • Serbia: il ministro degli Esteri turco Mevlet Cavusoglu incontra il suo omologo serbo Nebojša Stefanović, il primo ministro Ana Brnabić e il presidente Aleksandar Vučić a Belgrado. Nel frattempo, il ministro degli Esteri danese Jeppe Kofod si recherà in visita in Serbia per incontrare i leader serbi.
  • Macedonia del Nord: il ministro degli Esteri greco Nikos Dendias visiterà la Macedonia del Nord per verificare l’attuazione del Trattato di Prespa.

***

[A cura di Alexandra Brzozowski, Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Zoran Radosavljevic, Josie Le Blond]