Le Capitali – L’Austria propone di riformare Euratom, il trattato europeo sul nucleare

L'Austria, che ha abolito l'uso delle centrali nucleari nel 1978, è alla ricerca di alleati in tutta l'UE per riformare il trattato Euratom. [EPA-EFE / OLIVIER HOSLET]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Brexit, violenze e tensioni: i cento anni dell’Irlanda del Nord sempre più divisa di Andrea Bianchi, EURACTIV Italia.

Leggete anche l’opinione Il rischio Finlandia per il Piano per la ripresa di Liisa Limatainen, EURACTIV Italia.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

 

VIENNA

L’Austria propone la riforma del trattato Euratom. Il ministro austriaco per l’Azione per il clima Leonore Gewessler, esponente dei Verdi, ha presentato lunedì una proposta per riformare il trattato nucleare Euratom, affermando che la sua versione attuale è obsoleta e che dovrebbero essere adottate regole più severe per la sicurezza e lo smantellamento delle centrali nucleari e per lo stoccaggio finale dei rifiuti nucleari.

(Oliver Noyan |  EURACTIV.de)

///

ISTITUZIONI UE

La Commissione mira a introdurre i certificati di viaggio COVID-19 entro giugno.La maggior parte dei paesi dell’UE dovrebbe essere tecnicamente pronta per i certificati COVID-19 entro la prima settimana di giugno, prima del loro lancio ufficiale previsto entro la fine di quel mese, ha detto a EURACTIV un funzionario dell’UE.

(Giedre Peseckyte |  EURACTIV.com)

///

PRESIDENZA UE

Juncker: Se Costa non avrà successo al vertice sociale, nessuno potrà farcela. L’ex presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ritiene che il Portogallo potrà ottenere risultati concreti al vertice sociale di Porto, commentando che se il primo ministro António Costa non avrà successo, “nessuno l’avrà, perché [Costa] è uno dei migliori”.

(André Curvelo Campos | Lusa.pt)

Le organizzazioni per i diritti umani chiedono di fare pressione sull’India. Le organizzazioni per i diritti umani chiedono ai leader europei, che sabato si incontrano con il governo indiano, di metterlo in guardia sul deterioramento dei diritti fondamentali in India, compreso il diritto alla salute. “Incentrati sul rafforzamento delle relazioni commerciali con l’India, i paesi dell’UE sono stati riluttanti a esprimere pubblicamente preoccupazioni sui diritti umani in quel paese, ad eccezione di alcune posizioni occasionali sulla pena di morte”, ha affermato un gruppo di ONG in una dichiarazione. “Invece di riferimenti vuoti a presunti valori sui diritti umani e la democrazia” da adottare in dichiarazioni congiunte, gli Stati membri dell’UE dovrebbero mostrare la volontà di impegnarsi a sostenere questi valori e ritenere il governo indiano responsabile per le violazioni”, hanno detto le ONG.

(Lusa.pt)

///

BERLINO

Il governo tedesco discute la legge sulla protezione del clima. Dopo che la Corte costituzionale tedesca la scorsa settimana ha stabilito che il Climate Protection Act del paese non si spinge abbastanza lontano per proteggere le generazioni future ed è quindi incostituzionale, la cancelliera Angela Merkel è pronta a tenere colloqui di governo sulle possibili modifiche alla legge. I giudici costituzionali nella loro sentenza hanno dato al legislatore fino alla fine del prossimo anno per elaborare obiettivi di riduzione più chiari delle emissioni di gas serra per il periodo successivo al 2030.

(Alexandra Brzozowski |  EURACTIV.com)

///

PARIGI

Gli studenti francesi bloccano le scuole e chiedono l’annullamento degli esami finali. Mentre gli alunni delle scuole medie e superiori tornavano a scuola dopo l’allentamento delle restrizioni avviato lunedì, alcuni studenti hanno bloccato dozzine di scuole, chiedendo di non dover sostenere l’esame di fine scuola noto come baccalaureat, e di essere valutati in base al rendimento medio dell’anno scolastico. Dopo mesi di istruzione a domicilio e l’annullamento di molti corsi a causa della pandemia, il sindacato nazionale degli studenti delle scuole superiori afferma che gli studenti non sono pronti a sostenere gli esami finali.

(Magdalena Pistorius | EURACTIV.fr)

///

BRUXELLES

L’organismo belga per la parità mette in guardia contro la discriminazione nei confronti dei non vaccinati. Rifiutare l’accesso a beni o servizi a persone non vaccinate potrebbe essere considerato discriminatorio, ha affermato in un parere inviato alle varie autorità del paese il centro per le pari opportunità e l’opposizione al razzismo (Unia) del Belgio.

(Alexandra Brzozowski | EURACTIV.com)


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Accordo commerciale Regno Unito-India in arrivo. Il primo ministro britannico Boris Johnson e la sua controparte indiana Narendra Modi dovrebbero annunciare martedì in un meeting virtuale 1 miliardo di sterline di nuovi scambi e investimenti tra i due paesi. Johnson avrebbe dovuto recarsi in India per i colloqui, ma il recente aumento dei casi di COVID-19 nel paese lo ha costretto ad annullare i piani. Il patto commerciale e di investimento, che ridurrà le barriere non tariffarie su frutta e dispositivi medici, dovrebbe costituire la base per i colloqui su un più ampio accordo commerciale tra il Regno Unito e l’India da concludere nei prossimi mesi. È probabile che l’India chieda al Regno Unito di allentare la sua politica in materia di visti e migrazione per i cittadini indiani.

(Benjamin Fox | EURACTIV.com)

///

DUBLINO | BELFAST

Il ministro dell’Irlanda del Nord in visita a Dublino per colloqui cruciali. Il segretario britannico per l’Irlanda del Nord Brandon Lewis si recherà in visita a Dublino mercoledì per colloqui con il ministro degli Esteri irlandese Simon Coveney, tra le continue incertezze a Stormont e le turbolenze nel Democratic Unionist Party (DUP), rimasto di recente senza leader.

(Paula Kenny | EURACTIV.com)


PAESI NORDICI E BALTICI

STOCCOLMA

L’opposizione svedese assume una posizione rigorosa sull’immigrazione e si avvicina alla formazione della prossima coalizione. I partiti di opposizione svedesi hanno rilasciato domenica 2 aprile una dichiarazione congiunta in cui propongono una politica di immigrazione più rigorosa. Se approvata, la dichiarazione potrebbe invertire il trattamento tradizionalmente liberale dei migranti e aprire la strada a un governo di coalizione di destra.

(Pekka Vänttinen | EURACTIV.com)

///

COPENAGHEN

La Danimarca non utilizzerà più il vaccino Johnson & Johnson. Copenhagen ha deciso di eliminare il vaccino anti COVID-19 prodotto dal gigante statunitense Johnson & Johnson dal suo programma di vaccinazione, citando preoccupazioni per i gravi effetti collaterali riguardo i coaguli di sangue. “L’Autorità sanitaria danese ha concluso che i vantaggi dell’utilizzo del vaccino COVID-19 di Johnson & Johnson non superano il rischio di causare il possibile effetto avverso […] in coloro che ricevono il vaccino”, ha affermato l’autorità in una dichiarazione citata da AFP.

(EURACTIV.com with AFP)


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

Lo 0,1% più ricco d’Italia possiede quasi il 10% della ricchezza del paese. Lo 0,1% più ricco d’Italia, che corrisponde a 50.000 abitanti sui 60 milioni del paese, ha raddoppiato il proprio patrimonio rispetto alla ricchezza nazionale dal 1995 al 2016, passando da 7,6 milioni (5,5% della ricchezza complessiva) a 15,8 milioni (9,6%), secondo uno studio illustrato dal quotidiano la Repubblica. Secondo lo studio, il divario di ricchezza in Italia dal 1995 si è ampliato più che in altri paesi, con la metà dei cittadini più poveri che, come in Germania, possiedono solo il 3,5% della ricchezza, mentre il tasso in Francia e Spagna è del 7%.

In altre notizie, l’Italia sta valutando di estendere l’uso del vaccino Astrazeneca per le persone sotto i 60 anni, ha detto il commissario COVID-19 Francesco Figliuolo. “I vaccini dovrebbero essere usati tutti. Astrazeneca è consigliata per alcune classi, ma l’Agenzia europea per i medicinali dice che fa bene a tutti. Ci sono effetti collaterali ma sono infinitesimali”, ha detto Figliuolo, aggiungendo che gli atleti che gareggeranno alle Olimpiadi saranno vaccinati a brevissimo.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

MADRID

La Spagna sollecita la Commissione Europea a sbloccare l’accordo sul Mercosur.Il primo ministro socialista spagnolo Pedro Sánchez ha esortato la Commissione europea, in una lettera di venerdì al presidente Ursula von der Leyen, a fare tutto quanto in suo potere per andare avanti e sbloccare il patto del Mercosur, poiché ciò darebbe un “segnale politico” alla Cina sull’impegno economico dell’UE per l’America Latina, ha rivelato El País.

(EuroEFE)

///

LISBONA

La crisi del COVID-19 in Portogallo mette in luce la questione dei diritti dei lavoratori immigrati. La pandemia ha acceso i riflettori sulla regione dell’Alentejo, nel sud del Portogallo, a causa dell’elevato numero di casi COVID-19 tra gli immigrati che lavorano nel settore agricolo, molti dei quali vivono in spazi sovraffollati e cattive condizioni abitative.

(Sofia Branco e Sónia Miguel |  Lusa.pt)

///

ATENE

Senza mascherine nei bar se si è vaccinati. L’epidemiologo greco Nikos Sypsas ha definito “un’ottima idea” permettere alle persone vaccinate di entrare in aree interne come ristoranti, bar e club senza mascherina, dicendo che sarebbe una grande ricompensa ma anche un incentivo a promuovere le vaccinazioni.

(Sarantis Michalopoulos |  EURACTIV.com)


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

I presidenti dell’Europa orientale celebrano la costituzione del Commonwealth polacco-lituano. I presidenti di Lituania, Lettonia, Estonia, Ucraina e Polonia si sono incontrati lunedì a Varsavia per celebrare il 230° anniversario della costituzione adottata dal Commonwealth polacco-lituano.

(Joanna Jakubowska |  EURACTIV.pl)

///

PRAGA

La fiducia nell’UE è aumentata tra i cechi durante la pandemia. Secondo il recente sondaggio Eurobarometro, la fiducia dei cechi nell’UE è aumentata dal 39% nel 2020 al 48% attuale, e il paese ha abbandonato il suo tradizionale euroscetticismo durante la pandemia.

(Aneta Zachová |  EURACTIV.cz)

///

BRATISLAVA

600.000 slovacchi firmano una petizione per chiedere elezioni anticipate. Più di 600.000 firme per chiedere elezioni anticipate sono state consegnate lunedì alla presidente slovacca Zuzana Čaputová, sebbene molti costituzionalisti del paese considerino la mossa incostituzionale.

(Lucia Yar |  EURACTIV.sk)

///

BUDAPEST

Jourová: Commissione non ha potuto agire contro il gigante dei media ungherese alleato di Orbán. KESMA, un conglomerato alleato di Orbán che comprende quasi 500 gruppi media, era finanziariamente troppo piccolo per essere oggetto di un intervento della Commissione, poiché la legge sulla concorrenza è stata progettata per fusioni più grandi, ha detto lunedì a Euronews la vicepresidente della Commissione europea Věra Jourová.

(Vlagyiszlav Makszimov | EURACTIV.com con Telex)


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

Borissov avverte che senza il partito GERB, la Bulgaria entrerà in crisi. Se il governo bulgaro non sarà formato dal partito GERB, il paese barcollerà di crisi in crisi, ha detto lunedì il primo ministro uscente e leader del GERB Boyko Borissov.

(Krassen NikolovEURACTIV.com)

///

BUCAREST

Bucarest ospiterà spettacoli di prova per le persone vaccinate. Bucarest organizzerà diversi spettacoli di prova, tra cui spettacoli con il pubblico al completo al Teatro Nazionale dell’Opera e al Teatro Nazionale di Bucarest, per le persone vaccinate. L’obiettivo è studiare le opzioni per la riapertura delle attività con una grande partecipazione. Le autorità prevedono anche di ospitare alcuni spettacoli drive-in ed eventi all’aperto con un massimo di 300 partecipanti. Gli spettacoli all’aperto sono attualmente vietati a Bucarest. Poiché il tasso di infezione è diminuito nelle ultime settimane, i teatri e i ristoranti sono stati autorizzati a riaprire lunedì, ma possono funzionare solo al 30% della capacità.

(Bogdan Neagu | EURACTIV.ro)

///

ZAGABRIA

Sondaggio: un giovane croato su quattro è politicamente analfabeta. Un quarto dei giovani in Croazia è politicamente analfabeta, ha detto lunedì il professor Berto Šalaj della Facoltà di scienze politiche di Zagabria, presentando i risultati di un recente sondaggio, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Hina.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

LUBIANA

La Bielorussia occupa un posto di rilievo nell’agenda della presidenza slovena. La democratizzazione della Bielorussia sarà in cima all’agenda della presidenza slovena del Consiglio dell’UE nella seconda metà dell’anno, ha affermato il ministro degli esteri Anže Logar dopo aver ricevuto lunedì il leader dell’opposizione bielorussa Svetlana Tsikhanouskaya.

(Sebastijan R. Maček |  sta.si)

///

BELGRADO

Un’ONG denuncia: In Serbia è stata creata un’industria del populismo. Diversi fattori hanno creato un sistema di “industria del populismo” in Serbia, dove i media “sono i mezzi di promozione, propaganda e ritorsione al servizio del potere personale”, secondo l’ONG Bureau for Social Research (BIRODI).

(EURACTIV.rs)


AGENDA

  • Francia: martedì pomeriggio l’Assemblea nazionale voterà ufficialmente sul controverso progetto di legge sul clima e la resilienza.
  • Spagna: inizia il voto per le elezioni regionali di Madrid.
  • Slovacchia: il primo ministro Eduard Heger incontra a Vienna il cancelliere austriaco Sebastian Kurz per discutere della cooperazione bilaterale, dell’attuale situazione pandemica e del vertice UE di questo mese.
  • Repubblica ceca: il Parlamento eleggerà nuovi membri per l’organo di governo dell’emittente televisiva pubblica Czech Television, con una mossa che suscita preoccupazioni per l’indipendenza dell’emittente.
  • Polonia: il presidente estone Kersti Kaluljad visiterà il presidente Andrzej Duda per un incontro bilaterale martedì, mentre la camera bassa del parlamento discuterà del piano nazionale di ripresa, che è già stato ufficialmente presentato.
  • Croazia: il gruppo parlamentare del Partito socialdemocratico presenterà una mozione di sfiducia contro il ministro della Salute Vili Beroš.
  • Slovenia: il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu si recherà in visita ufficiale in Slovenia e incontrerà il suo omologo Anže Logar, il presidente Borut Pahor e il primo ministro Janez Janša.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Paula Kenny, Zoran Radosavljevic, Josie Le Blond]