Le Capitali – L’adesione della Finlandia alla Nato allontana l’ipotesi di un’aggressione russa, dicono i finlandesi

Secondo gli intervistati, dall'inizio della guerra in Ucraina la convinzione che la Russia possa attaccare la Finlandia quest'anno è triplicata, arrivando al 19%. Entro il 2027, il 30% dei 2.800 finlandesi che hanno partecipato al sondaggio ritiene che crescerà il rischio di aggressione russa. [Shutterstock/Rokas Tenys]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo della rete di EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita. Vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata a: Migranti, la Grecia nega i respingimenti nell’Egeo che coinvolgono Frontex, di Alessandro Follis.

Potete anche vedere il commento di Roberto Castaldi sul voto all’unanimità nell’Unione Europea. Trovate il video qui.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali

HELSINKI

La maggior parte dei finlandesi ritiene che il Paese non sia in grado di difendersi da solo. Anche se la Finlandia dispone di una notevole forza militare e di soldati di riserva, meno della metà della popolazione è convinta che il Paese sia in grado di difendersi da solo in caso di attacco militare su vasta scala. Lo rivela un nuovo sondaggio condotto dal think-tank Finnish Business and Policy Forum (EVA). Per saperne di più.


EUROPA OCCIDENTALE

BERLINO

Berlino si prepara all’esproprio di Gazprom. Dopo l’annuncio da parte della Russia di sanzioni contro 31 aziende europee, tra cui Gazprom Germania, il governo tedesco si sta orientando verso l’idea di espropriare la filiale tedesca di Gazprom e i relativi asset. Per saperne di più.

///

PARIGI

La Corte “assolve” Zemmour: “Non ha negato l’Olocausto”. La Corte d’Appello di Parigi, giovedì, ha confermato che l’opinionista di estrema destra Éric Zemmour non ha negato l’Olocausto, quando ha affermato che il leader francese Philippe Pétain ha “salvato” gli ebrei, nonostante questa notizia sia stata smentita da prove storiche ben documentate. Per saperne di più.

///

VIENNA

L’Austria investe 1 miliardo di euro nella riforma dell’assistenza. Il governo austriaco ha presentato oltre 20 misure per migliorare le condizioni di lavoro dei professionisti del settore dell’assistenza. Il piano è stato presentato giovedì (12 maggio) dal Ministro della Salute Johannes Rauch insieme ai leader del Partito Popolare Austriaco (ÖVP) e del Partito Verde (Grüne). Per saperne di più.


GRAN BRETAGNA E IRLANDA

DUBLINO

Irlanda, sale la tensione dopo la minaccia del Regno Unito di cancellare il Protocollo. I funzionari irlandesi continuano a fare pressione sul governo britannico, che avrebbe intenzione di cancellare unilateralmente buona parte del Protocollo dell’Irlanda del Nord. Per saperne di più.


PAESI NORDICI E BALTICI

STOCCOLMA

La Svezia semplifica le procedure amministrative per i rifugiati ucraini. Il governo svedese vuole rendere più facile per i rifugiati ucraini iniziare a lavorare in Svezia, snellendo le procedure amministrative. Lo ha annunciato giovedì il Ministro per l’integrazione e la migrazione Anders Ygeman, nel corso di una conferenza stampa. Per saperne di più.

///

VILNIUS

Copie criptate di banche dati statali conservate al di fuori della Lituania. Per la prima volta nella storia, copie criptate dei più importanti database statali vengono conservate non solo in Lituania, ma anche in uno dei centri dati di un altro Paese NATO. Per saperne di più.


SUD EUROPA

VALLETTA

Metsola: Spetta all’Ue convincere gli Stati contrari alla modifica deI Trattati. Spetta all’Unione Europea far cambiare idea ai 10 Stati Membri, tra cui Malta, che hanno firmato una lettera contro la modifica dei Trattati. Lo ha annunciato, in un’intervista a EURACTIV, la Presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola. Per saperne di più.

///

ROMA

La CGUE condanna l’Italia per aver violato le norme europee sull’inquinamento. Giovedì, la Corte di giustizia di Lussemburgo ha condannato l’Italia per non aver rispettato la direttiva Ue sulla qualità dell’aria, dato che diverse città hanno continuato a superare i livelli consentiti di biossido d’azoto nell’aria. Per saperne di più.

///

MADRID

Spagna e Marocco si accordano per riaprire le frontiere con Ceuta e Melilla. Due anni dopo la chiusura dovuta alla pandemia di Covid-19 e la crisi diplomatica tra i due Paesi, le frontiere tra il Marocco e le città autonome spagnole di Ceuta e Melilla saranno riaperte martedì, ha confermato giovedì il Ministro degli interni spagnolo Fernando Grande-Marlaska. Per saperne di più.

///

LISBONA | HELSINKI

Presidente portoghese: la Finlandia libera di decidere sull’adesione alla NATO. La Finlandia è libera di decidere, in quanto Stato sovrano, della propria sicurezza, ha dichiarato giovedì il Presidente Marcelo Rebelo de Sousa. Se entrerà nella NATO, l’adesione segnerà “un rafforzamento per l’Europa”, ha aggiunto. Per saperne di più.


VISEGRAD 

VARSAVIA

Blocco del gasdotto Yamal, la Polonia si dice pronta ad abbandonare il gas russo. Il governo polacco si dice pronto a disconnettere la Polonia dal gas russo, dato che dal 27 aprile, attraverso il gasdotto Yamal che attraversa il Paese, non arriva più gas russo. Per saperne di più.

///

PRAGA

I Fondi del Recovery Plan per risolvere il deficit digitale della Repubblica Ceca. I fondi di recupero dell’Ue potrebbero aiutare la Repubblica Ceca a mitigare i costi di connessione alla banda larga e la mancanza di personale qualificato in ambito digitale. Per saperne di più.

///

BUDAPEST | PRAGA

Praga offre ai rifugiati con passaporto ungherese un viaggio in treno per Budapest. Ai rifugiati con passaporto ungherese verrà messo a disposizione un viaggio gratuito in treno da Praga all’Ungheria. La decisione è stata presa dopo che il Ministero degli Interni ceco ha fatto sapere che alcuni Rom con doppia cittadinanza ungherese-ucraina entravano nel Paese dall’Ungheria per ottenere aiuti. A Budapest la richiesta di collaborazione. Per saperne di più.

///

BRATISLAVA

La Slovacchia scommette sull’energia geotermica per ridurre la dipendenza da Mosca. Gli sforzi per ridurre la dipendenza dall’energia russa stanno portando a un’accelerazione dei progetti geotermici in Slovacchia, che si stavano affermando già prima dell’invasione dell’Ucraina. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

La Bulgaria avvia un’indagine completa sul gasdotto Turkish Stream. La Bulgaria avvierà un’indagine approfondita sul progetto del gasdotto Turkish Stream, che attraversa la Bulgaria,  ha annunciato giovedì il Premier Kiril Petkov. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

I croati protestano per chiedere che il diritto all’aborto sia effettivamente garantito. Migliaia di croati hanno marciato in manifestazioni di protesta in nove città croate, giovedì, chiedendo che si interrompa il processo di smantellamento della salute pubblica e che non si ignori la salute delle donne. Per saperne di più.

///

LUBIANA 

Slovenia, il governo uscente firma un maxi accordo in materia di difesa. Il governo sloveno uscente di centro-destra ha siglato un accordo per l’acquisto di 45 veicoli blindati a otto ruote dall’Organizzazione per la cooperazione sugli armamenti (OCCAR), un’iniziativa che il nuovo governo liberale intende contestare. Per saperne di più.

///

BELGRADO 

La Banca Centrale serba ottimista sulle prospettive economiche. Giovedì la Banca Centrale serba ha aumentato il tasso d’interesse di riferimento, portandolo al 2%, mentre il Comitato esecutivo ha deciso di aumentare i tassi sui depositi e sulle linee di credito, portandoli rispettivamente all’1% e al 3%, dimostrando ottimismo sulla crescita economica. Per saperne di più.

///

TIRANA

L’Albania aumenta le importazioni da Ucraina e Russia. Le importazioni dell’Albania dall’Ucraina e dalla Russia sono aumentate, sia in termini di valore che di quantità, secondo i dati Instat relativi al mese di marzo. Per saperne di più.

///

TIRANA | SARAJEVO | BELGRADO

Il Parlamento albanese rifiuta di condannare il genocidio di Srebrenica. Una risoluzione dell’opposizione che condannava il genocidio di Srebrenica, commesso dalle truppe serbe nel 1995, è stata respinta giovedì dal Parlamento. Per saperne di più.


AGENDA

  • Ue: Il Commissario Didier Reynders incontra il Ministro della giustizia svedese / Il Commissario Johannes Hahn incontra il Presidente dell’Austria / La Vicepresidente della Commissione Vĕra Jourová interviene durante un’audizione pubblica al Parlamento lettone e incontra il Ministro degli affari esteri della Lettonia.
  • Germania: Meeting dei Ministri dell’agricoltura dei Paesi G7.
  • Grecia: Il Ministro degli esteri del Bahrein, Abdullatif bin Rashid Alzayani, visita Atene.
  • Slovenia: Apertura dei lavori nel Parlamento sloveno, dopo le elezioni del mese scorso.
  • Serbia, Kosovo: Inizia una nuova fase per i negoziati tra Pristina e Belgrado, volta a trovare una soluzione permanente alla questione delle targhe automobilistiche.
  • Serbia: Il Presidente Aleksandar Vučić presiede la sessione del Consiglio di sicurezza nazionale durante la quale si discuterà della richiesta di adesione del Kosovo al Consiglio d’Europa.
  • Giordania: Il Re Abdullah II in visita a Washington.
  • Tajikistan: Riunione dei Ministri degli affari esteri dei Paesi della Comunità degli Stati Indipendenti (Csi).
  • Mauritania: Conferenza stampa del relatore speciale delle Nazioni Unite, Tomoya Obokata, sulle forme contemporanee di schiavitù, al termine della sua missione di 10 giorni.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor, Sofia Stuart Leeson]