Le Capitali – Il virologo Van Ranst: “la vaccinazione obbligatoria è la cosa peggiore”

Le Capitali

Le Capitali 11 novembre 2020 [Shutterstock/Andreas Prott]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, presentiamo il prossimo evento di EURACTIV Italia:

  • Venerdì 13 novembre “Verso una difesa europea?”
    Saluto introduttivo di Carlo Corazza, direttore dell’Ufficio per l’Italia del Parlamento europeo
    Intervengono:
    – Nicoletta Pirozzi, Istituto Affari Internazionali
    – Fabio Massimo Castaldo, vice-presidente del Parlamento Europeo

    – Sandro Gozi, presidente Unione Europea dei Federalisti, parlamentare europeo
    – Roberta Pinotti, presidente della Commissione Difesa del Senato
    Modera Roberto Castaldi, direttore di EURACTIV Italia e CeSUE e presidente di MFE Toscana.
    Diretta streaming a partire dalle ore 17:00 sui canali social di EURACTIV Italia e del CesUE.

 

 

Leggete anche: Terrorismo in Europa: alzare muri o dare nuove competenze all’Ue? di Davide Negri e Silvia Romano, EURACTIV Italia.


ISTITUZIONI EUROPEE

Le istituzioni dell’UE si accordano sul bilancio a lungo termine. Il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto martedì un accordo definitivo sul prossimo bilancio settennale dell’UE, pari a 1,0743 trilioni di euro, dopo aver concordato un aumento di 16 miliardi di euro, destinati prevalentemente per la salute e l’istruzione, e l’introduzione una tabella di marcia per i nuovi contributi europei e per le iniziative in materia di biodiversità.

Presto un vertice UE-Biden? Il Presidente del Consiglio dell’UE, Charles Michel, inviterà il Presidente eletto degli Stati Uniti, Joe Biden, a partecipare a un vertice online con i leader dell’UE, anche prima dell’insediamento ufficiale del 20 gennaio, secondo quanto dichiarato ai giornalisti martedì da un alto funzionario dell’UE. Michel darà poi seguito ad un altro invito a partecipare ad un vertice formale a Bruxelles, ha aggiunto il funzionario.

(Alexandra Brzozowski, EURACTIV.com)


Le notizie di oggi dalle Capitali:

BRUXELLES

“La cosa peggiore che si possa fare è rendere obbligatorio il vaccino”, ha dichiarato il virologo Marc Van Ranst a VRT Niews. “Sarebbe come gettare benzina sul fuoco dei movimenti contro i vaccini, perché è quello su cui ci hanno messo in guardia per anni. Manderebbe un pessimo segnale”, ha aggiunto.

Secondo i dati dell’istituto belga di sanità pubblica Sciensano, il 50% delle persone intervistate si vaccinerebbe sicuramente, il 17% sicuramente no e il 33% è in dubbio.

“Il 17% che non sarà vaccinato non è un problema”, ha spiegato. “Ma si dovrà convincere l’altro 33%”. E dalle esperienze del passato abbiamo imparato che alla fine riusciremo a convincere quelle persone. Funzionerà”.

La questione se la vaccinazione per il COVID-19 debba essere obbligatoria o volontaria, al fine di raggiungere il più alto tasso di vaccinazione possibile, è stata al centro dell’attenzione ultimamente.

(Alexandra Brzozowski e Sarantis Michalopoulos, EURACTIV.com)

///

PARIGI

La Francia preme per una risposta europea alla minaccia del terrorismo. Diversi paesi UE, tra cui Francia, Germania e Austria, hanno promesso, in occasione di un mini-vertice svolto martedì, di rinnovare gli sforzi per combattere il terrorismo islamista, chiedendo la riforma dell’area Schengen e misure contro i foreign fighters.

(EURACTIV.com)

///

BERLINO

Il ministro della salute tedesco preme sull’UE per un accordo europeo sul vaccino. Il ministro della salute tedesco, Jens Spahn (CDU), dopo l’annuncio che il vaccino Pfizer-Biontech è efficace al 90%, sta aumentando le pressioni sull’UE per raggiungere un accordo unitario con le aziende farmaceutiche, affermando che un contratto europeo dovrebbe essere discusso “nei prossimi giorni”.

(EURACTIV.com)


PAESI NORDICI

HELSINKI

La Finlandia inizierà a testare i suoi allevamenti di animali da pelliccia. Le autorità sanitarie finlandesi inizieranno a testare un certo numero di allevamenti di animali da pelliccia in tutto il paese per la presenza del coronavirus, poiché non vuole ritrovarsi in una situazione simile a quella dei Paesi Bassi e della Danimarca, dove milioni di visoni hanno dovuto essere abbattuti dopo che una mutazione del coronavirus trovato negli animali ha contagiato alcune persone.

(EURACTIV.com)

///

STOCCOLMA

La Svezia blocca l’asta 5G dopo che un tribunale ha concesso un’agevolazione a Huawei. L’autorità svedese per la regolamentazione delle telecomunicazioni, PTS, ha congelato, lunedì (9 novembre), l’asta per le frequenze 5G dopo che un tribunale ha sospeso parte della sentenza che aveva escluso il produttore cinese Huawei dalla gara.

(EURACTIV.com)


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

La più grande compagnia turistica inglese, Tui Group, ha cancellato tutte le vacanze previste per novembre e dicembre in Lapponia, “a causa della continua incertezza che circonda i viaggi e dell’impatto senza precedenti della pandemia da COVID-19″, sconvolgendo i piani delle famiglie e dei bambini che avevano intenzione di fare visita alla casa di Babbo Natale, secondo quanto riportato da The Independent. Normalmente ogni anno centinaia di voli charter portano gli inglesi in Lapponia per vedere Babbo Natale, con una spesa media di 500 sterline a persona per un viaggio di un solo giorno.

(Daniel Eck | EURACTIV.com)

///

DUBLINO

L’Irlanda intende semplificare le procedure per chi arriva dalle zone rosse. L’Irlanda faciliterà gli arrivi dalle regioni “rosse” della Gran Bretagna e dell’UE dal 29 novembre riducendo il periodo di quarantena da 14 a 5 giorni, per coloro che risultino negativi al test per il coronavirus.

(EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

ROMA | MADRID

L’Italia avrà 40 milioni di dosi del vaccino della Pfizer, la Spagna solo 20. L’Italia riceverà 40 milioni di dosi del vaccino COVID-19 sviluppato da Pfizer-BioNTech, di cui l’UE ha preordinato 300 milioni di dosi.

Entro dicembre o al più tardi all’inizio del 2021, la Spagna riceverà 20 milioni di dosi con i quali intende immunizzare fino a 10 milioni di persone “gratuitamente”, ha dichiarato martedì il ministro della salute spagnolo, Salvador Illa, a EFE.

(EUROEFE (Madrid))

ROMA

La Procura di Cagliari ha avviato un’indagine sulla gestione regionale della pandemia. La Procura della Repubblica di Cagliari ha aperto un’indagine per la gestione della pandemia durante l’estate in Sardegna, quando bar, discoteche e luoghi di ritrovo hanno potuto riaprire i battenti per via del basso numero di infezioni. Tuttavia, poiché ciò ha generato molti nuovi contagi che si sono poi diffusi in tutto il Paese, la magistratura si chiede se la Regione Sardegna abbia permesso la riapertura dei locali notturni nonostante fosse consapevole dei possibili rischi.

(Alessandro Follis | EURACTIV.it)

///

ATENE

La Grecia spera in uno spostamento degli Stati Uniti verso Erdogan, non verso la Turchia. L’elezione di Joe Biden ha riacceso ad Atene la speranza che la nuova amministrazione statunitense non mostri la tolleranza di Donald Trump nei confronti del comportamento della Turchia nel Mediterraneo orientale e in tutta la regione.

Trump e il suo omologo turco, Recep Tayyip Erdoğan, avevano in passato stretti legami personali, che con Biden non sussistono.

(EURACTIV.com)


I 4 DI VISEGRAD

VARSAVIA

Lo Sciopero delle donne si svolgerà online per non scontrarsi con la Marcia dell’Indipendenza nazionale. Oggi la Polonia celebra la Giornata dell’Indipendenza e si prevede che gruppi di estrema destra come la Gioventù All-Polish (Młodzież Wszechpolska), il Campo Radicale Nazionale (Obóz Narodowo-Radykalny) e molti semplici teppisti, che già in passato avevano causato disordini, scendano in piazza. Per evitare scontri e possibili strumentalizzazioni, la controdimostrazione dello Sciopero delle Donne si svolgerà online.

(EURACTIV.com)

///

PRAGA

I servizi segreti cinesi e russi sono tra i più attivi all’interno della Repubblica Ceca. “La Russia mira alla destabilizzazione e alla disgregazione dei suoi avversari, mentre la Cina mira a creare una comunità globale sinocentrica, in cui tutte le nazioni approvino e tutelino la legittimità degli interessi cinesi”, ha scritto il Servizio informazioni sulla sicurezza nazionale ceca nel suo rapporto annuale.

(EURACTIV.com)

///

BUDAPEST

Il governo ungherese presenta una nuova proposta di modifica costituzionale. Il Ministro della Giustizia ungherese, Judit Varga, ha presentato una proposta di modifica costituzionale. Se venisse approvata, sarebbe la nona modifica da quando il partito Fidesz è salito al potere nel 2012.

(EURACTIV.com)

///

BRATISLAVA

Il premier vuole prolungare lo stato di emergenza. Il primo ministro slovacco, Igor Matovič, vuole prorogare di 90 giorni lo stato di emergenza per poter mantenere il coprifuoco notturno. Molti esperti si chiedono se ciò sia in linea con la costituzione, mentre il partner della coalizione, il Partito Libertà e Solidarietà (SaS) si dichiara disponibile a trattare per un prolungamento più breve, al massimo 30 giorni.

(Zuzana Gabrižová | EURACTIV.sk)


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

La Bulgaria prevede un forte aumento dei crediti inesigibili. Nei prossimi mesi è previsto un forte aumento delle sofferenze bancarie a causa della fine della moratoria sul rimborso dei prestiti per coloro che sono stati maggiormente colpiti dalla crisi economica legata alla pandemia.

(EURACTIV.com)

///

ZAGABRIA

Il governo croato vuole ridurre il numero dei funzionari locali. Una serie di disegni di legge per ridurre il numero dei funzionari delle amministrazioni locali e regionali è stata sottoposta a consultazione pubblica, ha annunciato il ministro della Giustizia e della Pubblica Amministrazione, Ivan Malenica.

(EURACTIV.com)

///

LUBIANA 

La situazione sanitaria sta creando forti tensioni politiche. Mentre il ministro della Sanità sloveno, Tomaž Gantar, ha confermato di aver proposto al governo l’adozione di misure epidemiologiche più severe di quelle attualmente in vigore, altri ministri si oppongono.

(EURACTIV.com)

///

BUCAREST

Battaglia sul mercato dei prodotti alimentari. Il settore alimentare è l’ultimo campo di battaglia dei politici rumeni, impegnati nella campagna elettorale per le prossime elezioni generali. Il governo ha deciso di chiudere i mercati che si tengono in spazi chiusi, quale misura per limitare la diffusione del coronavirus, mentre il Parlamento ha deciso di opporsi al provvedimento.

(EURACTIV.com)

///

BELGRADO 

Il portavoce del parlamento serbo propone di riequilibrare il bilancio. I deputati serbi avranno a disposizione 10 ore, invece delle solite 5, per discutere una proposta di “riequilibrio del bilancio” durante la sessione parlamentare che inizierà martedì, ha annunciato Ivica Dačić.

(EURACTIV.com)

///

BELGRADO | SKOPJE | TIRANA

I paesi balcanici hanno firmato una dichiarazione comune. I leader di Albania, Bosnia-Erzegovina, Kosovo, Montenegro, Macedonia settentrionale e Serbia hanno sottoscritto un progetto per un mercato economico regionale comune durante il vertice online di Sofia di martedì, tenutosi nell’ambito del Processo di Berlino per i Balcani occidentali.

(EURACTIV.com)

///

PODGORICA 

Il COVID-19 è un’arma biologica, secondo un deputato montenegrino. Il COVID-19 è un’arma biologica creata artificialmente, ha affermato il leader del Movimento per il Cambiamento (che fa parte fa parte dell’Unione Democratica Internazionale (IDU), un’alleanza internazionale di centro-destra, destra e conservatori), Nebojsa Medojević, aggiungendo che il virus è stato progettato per influenzare le recenti elezioni presidenziali americane, al termine delle quali, Medojević, si è congratulato con Donald Trump.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

***

[Edited by Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Zoran Radosavljevic]