Le Capitali – La Uefa blocca l’illuminazione arcobaleno allo stadio di Monaco

"Trovo vergognoso che la Uefa ci vieti di dare l'esempio di diversità, tolleranza, rispetto e solidarietà", ha affermato il sindaco di Monaco, Dieter Reiter. Ha anche criticato l'associazione calcistica tedesca (Dfb) per non aver rappresentato adeguatamente gli interessi tedeschi alla Uefa. [Shutterstock/LCV]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Politica agricola, la bocciatura della Corte dei conti Ue: “Inefficace nel combattere il cambiamento climatico” di Alessandro Follis, EURACTIV Italia.

Leggete anche Piattaforma europea per i senzatetto: l’obiettivo è sconfiggere il fenomeno entro il 2030 di Federica Martiny, EURACTIV Italia.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

 

BERLINO

Il sindaco di Monaco Dieter Reiter ha sostenuto la proposta di illuminare lo stadio della città con i colori dell’arcobaleno mercoledì sera durante la partita di EURO 2020 tra Germania e Ungheria, in segno di solidarietà con la comunità LGBTQI+ ungherese. L’organo di governo del calcio europeo, la Uefa, ha vietato la mossa, affermando che le manifestazioni politiche palesi sono contro le sue regole.

(Nikolaus J. Kurmayer | EURACTIV.de)

///

PARIGI

Il Consiglio di Stato francese sospende la riforma dell’indennità di disoccupazione. La corte suprema francese ha sospeso la riforma dei giorni di indennità di disoccupazione prima che le nuove regole entrassero in vigore il 1 luglio. Il più alto organo giudiziario francese ha affermato che le nuove regole renderebbero l’indennità di disoccupazione meno favorevole per i dipendenti che alternano periodi di lavoro e periodi di inattività.

(Magdalena Pistorius |  EURACTIV France)

///

VIENNA

Il ministro delle Finanze austriaco è coinvolto in uno scandalo a causa di alcuni documenti mancanti. Martedì il presidente austriaco Alexander Van der Bellen ha chiesto nuovamente alla Corte costituzionale di intervenire dopo che il ministro delle finanze Gernot Blümel non è riuscito a consegnare documenti cruciali alla commissione d’inchiesta istituita sulla scia dello scandalo “Ibiza-gate”, per indagare sulla corruzione politica nell’ex governo tra i cristianodemocratici e i populisti del FPÖ. Si tratta dell’ennesimo capitolo di uno scandalo che insegue da tempo il governo del cancelliere Sebastian Kurz.

(Oliver Noyan |  EURACTIV.de)


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Cinque anni dopo, la Brexit tormenta il Regno Unito, colpito dalla pandemia. A cinque anni dalla decisione shock della Gran Bretagna di uscire dall’Unione europea, le ferite aperte dalla Brexit devono ancora guarire e gli analisti affermano che i cambiamenti di vasta portata che saranno provocati dall’abbandono dell’UE sono solo all’inizio.

(EURACTIV.com with AFP)
///

DUBLINO

Il neoleader del DUP cerca un incontro con il Primo Ministro britannico. Il leader entrante del Partito Democratico Unionista dell’Irlanda del Nord (DUP) Jeffrey Donaldson ha detto che desidera avere un primo incontro con il Primo Ministro britannico Boris Johnson.

(Paula Kenny |  EURACTIV.com)


EUROPA DEL NORD E PAESI BALTICI

HELSINKI

Il ministro delle Finanze finlandese: il lavoro dell’inviato Ue continua nonostante le critiche etiopi. Un recente rapporto al Parlamento europeo del ministro degli Esteri finlandese Pekka Haavisto che ha descritto la situazione umanitaria nella regione etiope del Tigray come “fuori controllo” ha suscitato una forte condanna da parte dell’Etiopia.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)

///

STOCCOLMA

La polizia svedese indaga su test COVID-19 difettosi. Secondo i media svedesi, la polizia ha fatto irruzione in diversi locali di un ente sanitario privato nell’area metropolitana di Stoccolma a seguito di segnalazioni secondo cui fino a 100.000 svedesi potrebbero aver ricevuto un risultato del test COVID-19 errato.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

La presidente della Commissione Ue dà il via al piano di rilancio italiano. L’Italia ha ricevuto il via libera per il suo Piano di ripresa e resilienza, il che significa che il Paese otterrà presto la sua prima tranche di circa 25 miliardi di euro di stimoli per aiutarla a riprendersi dalle ricadute economiche della pandemia.

(Valentina Iorio | EURACTIV.it)

///

MADRID

Il governo spagnolo perdona i leader separatisti catalani incarcerati. Il governo di coalizione a guida socialista spagnolo ha finalizzato la controversa grazia per nove politici catalani incarcerati per il loro coinvolgimento nel referendum e nella dichiarazione di indipendenza del 2017.

(EuroEFE)


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

Ministro polacco interrogato sulla violazione dello stato di diritto. Il ministro degli Affari europei polacco Konrad Szymański è stato interrogato martedì dai ministri dell’UE sulla procedura per la violazione dell’articolo 7 del trattato UE avviata contro la Polonia nel 2017.

(Martyna Kompała |  EURACTIV.pl)

///

PRAGA

Il governo ceco sotto tiro per l'”insufficiente”bilancio per il semestre di presidenza Ue. Un gruppo di economisti, uomini d’affari, diplomatici ed esperti cechi ha chiesto al governo di estendere il budget per la presidenza di turno del Consiglio Ue che il Paese dovrebbe assumere nella seconda metà del 2022.

(Aneta Zachová |  EURACTIV.cz)

///

BRATISLAVA

La Slovacchia riceverà 900 milioni di euro in meno dal piano di ripresa. La Slovacchia riceverà dal piano di rilancio quasi 1 miliardo di euro in meno di quanto inizialmente previsto, ha affermato il ministro delle finanze ed ex premier Igor Matovič.

(Marián Koreň | EURACTIV.sk)


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA | SKOPJE | BELGRADO

La Bulgaria mantiene il veto sulla Macedonia del Nord. La Bulgaria ha affermato di sostenere le ambizioni europee della Macedonia del Nord, ma ha mantenuto il suo veto sull’avvio dei negoziati di adesione con Skopje, durante la riunione del Consiglio Affari generali di martedì a Lussemburgo.
Il rappresentante bulgaro all’incontro, il viceministro degli Esteri Rumen Alexandrov, ha annunciato che il suo Paese è “aperto a un dialogo costruttivo con la prossima presidenza slovena del Consiglio dell’UE per trovare soluzioni reciprocamente accettabili”.

(Georgi Gotev e Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.bgEURACTIV.hr e EURACTIV.rs)

///

BUCAREST

Il governo rumeno dovrà affrontare un voto di sfiducia. Il Partito socialdemocratico rumeno (PSD) dovrebbe presentare una mozione di sfiducia contro il governo di centrodestra mercoledì. Il leader del PSD Marcel Ciolacu ha affermato che il governo ha fallito in tutti i suoi piani, dalla stesura di un piano di ripresa praticabile alla campagna di vaccinazione.

(Bogdan Neagu | EURACTIV.ro)

///

LUBIANA

La Slovenia verso la totale digitalizzazione dei propri servizi pubblici. La Slovenia sta pianificando un’ampia digitalizzazione dei servizi pubblici nel tentativo di migliorare l’efficienza della pubblica amministrazione e lo sviluppo tecnologico, in linea con gli obiettivi dell’agenda digitale dell’UE.

(Sebastijan R. Maček |  sta.si)

///

BELGRADO | PRISTINA

Il ministro degli Esteri italiano: il Kosovo non deve temere il dialogo con la Serbia. Il Kosovo non dovrebbe avere paura del dialogo con la Serbia, poiché il processo potrà solo rafforzare il Kosovo a livello internazionale, ha affermato martedì il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio in visita nel paese, secondo quanto riportato da Albania Daily News.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr e EURACTIV.rs)

///

TIRANA

L’Albania lancia la prima gara per l’energia eolica. L’Albania ha lanciato lunedì la sua prima gara per la costruzione di impianti eolici on-shore su scala industriale, con una capacità totale di 100 MW, con l’obiettivo di diversificare la propria capacità di produzione idroelettrica.
L’Albania produce oltre il 99% della sua energia da energia idroelettrica, con il suo impianto principale situato nella parte settentrionale del fiume Dorini. Il paese è quindi vulnerabile ai cambiamenti stagionali e fa affidamento su importazioni di elettricità costose e ad alte emissioni.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)


AGENDA: 

  • Francia: mercoledì pomeriggio il presidente francese Emmanuel Macron incontrerà il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e il primo ministro del Kosovo Albin Kurti.
  • Belgio: il segretario generale Onu Guterres incontra la presidente della Commissione Ue von der Leyen e altri commissari.
  • Italia: mercoledì pomeriggio il premier Mario Draghi riferirà al Parlamento in vista del Consiglio europeo del 24 e 25 giugno.
  • Germania: il ministro dell’Economia Peter Altmaier si recherà negli Stati Uniti: sarà la prima visita di un ministro tedesco dall’insediamento del presidente degli Stati Uniti Joe Biden.
  • Grecia: il principale leader dell’opposizione Alexis Tsipras è in visita a Bruxelles per incontrare i politici del partito socialista dell’UE, della sinistra e dei Verdi.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Paula Kenny, Zoran Radosavljevic, Josie Le Blond]