Le Capitali – La Polonia ha messo gli occhi sui vaccini Johnson&Johnson rifiutati dalla Danimarca

In Polonia, il vaccino J&J è ancora in uso e, poiché viene somministrato in una sola dose, la sua domanda è elevata. [Shutterstock/Golden Shrimp]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo L’Ue propone un nuovo regolamento contro le scalate estere di Valentina Iorio, EURACTIV Italia.

Leggete anche Mercato delle emissioni: il prezzo del carbonio in Ue supera i 50 euro a tonnellata di Alessandro Follis, EURACTIV Italia.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

 

VARSAVIA

Il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha fatto un’offerta alle autorità danesi per acquistare le dosi del vaccino anti COVID-19 Johnson & Johnson, che è stato escluso dal programma di vaccinazione danese a causa di rari casi di coaguli di sangue in alcune persone vaccinate, ha riferito Polsat News TV.

(Anna Wolska |  EURACTIV.pl)

///

PRESIDENZA UE

Una base atlantica della Cina susciterebbe “forti preoccupazioni”, afferma il ministro portoghese. Nessuna base militare cinese nell’Oceano Atlantico è necessaria, e qualsiasi ipotesi del genere sarebbe vista con “forte preoccupazione”, ha detto il ministro della Difesa portoghese, João Gomes Cravinho, aggiungendo che “non è una buona idea” trasformare questa regione in uno scenario di “conflitto geopolitico”.

(Ana Raquel Lopes |  Lusa.pt)

///

BERLINO

La Germania si impegna a diventare carbon neutral entro il 2045. La Germania ha annunciato i suoi piani per diventare carbon neutral entro il 2045, in un cambiamento epocale nella politica climatica dovuto alla recente sentenza della Corte costituzionale che richiede obiettivi di emissioni meglio definiti dopo il 2030.

(Nikolaus Kurmayer |  EURACTIV.de)

///

PARIGI

Giornalista francese rapito in Mali. In un breve video diffuso sui social media mercoledì, il giornalista francese Olivier Dubois afferma di essere stato rapito l’8 aprile dal GSIM, un’alleanza di movimenti jihadisti della regione del Sahel, presa di mira dai militari francesi nell’ambito dell’operazione Barkhane.

(Magdalena Pistorius | EURACTIV.fr)

///

VIENNA

Il ministro del Lavoro austriaco rifiuta l’introduzione di un salario minimo a livello UE. Pochi giorni prima del vertice sociale dell’UE a Porto, il ministro del lavoro austriaco Martin Köcher, del Partito popolare austriaco (ÖVP), ha respinto l’idea di un salario minimo a livello UE, sostenendo che l’Unione non ha competenze nel settore della politica del lavoro e che la questione è di esclusiva competenza degli Stati membri.

(Oliver Noyan |  EURACTIV.de)

///

LUSSEMBURGO

Il primo ministro annuncia un ulteriore allentamento delle restrizioni. Il primo ministro lussemburghese Xavier Bettel ha annunciato mercoledì un ulteriore allentamento delle restrizioni anti COVID-19 da applicare dal 16 maggio al 12 giugno, anche se le nuove regole necessitano ancora dell’approvazione della Camera dei Deputati, che le voterà la prossima settimana. Se saranno adottate, il Lussemburgo rinvierà l’attuale coprifuoco dalle 23 a mezzanotte, e consentirà l’apertura di bar e ristoranti all’aperto fino alle 22.

(Anne Damiani | EURACTIV.fr)


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Johnson utilizzerà il successo della vaccinazione nelle elezioni locali. È probabile che i conservatori di Boris Johnson raccoglieranno i frutti del programma di vaccinazione contro il COVID-19 nelle elezioni locali di giovedì.

(Benjamin Fox | EURACTIV.com)

///

DUBLINO

Una commissione per i media per analizzare gli abusi online nei confronti di donne politiche e giornaliste. Il parlamento irlandese ha proposto una legge che istituirebbe una nuova commissione per i media. L’organismo proposto vedrebbe il personale trasferito dalla Broadcasting Authority of Ireland (BAI) e istituirebbe un Commissario per la sicurezza online incaricato della regolamentazione delle piattaforme di social media, con particolare attenzione agli abusi online contro donne politiche e giornaliste.

(Paula Kenny | EURACTIV.com)


PAESI NORDICI E BALTICI

OSLO

La Norvegia nega le critiche della Russia sulle crescenti tensioni nella regione euro-artica. La firma dell’Accordo di cooperazione per la difesa supplementare (SDCA) tra Norvegia e Stati Uniti, il 16 aprile scorso, ha suscitato dure critiche da parte del ministero degli Esteri russo, che ha accusato Oslo di “aggravare le tensioni nella regione euro-artica e distruggere le relazioni russo-norvegesi”.

(Pekka Vänttinen | EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

Operazione internazionale contro un clan di ‘Ndrangheta. Un gruppo di 33 presunti membri della potente organizzazione criminale calabrese della ‘Ndrangheta è stato arrestato mercoledì in un’operazione congiunta condotta dalla polizia italiana, tedesca, spagnola e rumena. Gli arrestati sono accusati di associazione mafiosa, traffico internazionale di droga, riciclaggio di denaro sporco, registrazione fittizia di beni, estorsione e altri reati. Il gruppo era attivo nei settori della ristorazione, immobiliare e delle costruzioni tra la provincia di Torino, la regione tedesca del Baden-Württemberg, la Spagna e la Romania.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

MADRID

Il piano di ripresa verde della Spagna è tra i migliori dell’UE, dicono gli esperti. Il contributo del piano di ripresa, trasformazione e resilienza della Spagna alla transizione verde è tra i migliori dell’UE, secondo un rapporto di esperti internazionali di clima che sottolinea la mancanza, a livello europeo, di ambizione per la decarbonizzazione dell’economia.

(EuroEFE)

///

ATENE

Un reporter greco dopo le minacce di morte: siamo presi di mira dai legami affari-politica. Il giornalista greco Kostas Vaxevanis ha recentemente avuto la sensazione che qualcuno stesse cercando di farlo uccidere. Giorni dopo, un altro noto giornalista investigativo è stato assassinato in un’esecuzione in stile mafioso ad Atene. EURACTIV ha parlato con Vaxevanis per scoprire quanto la libertà di stampa sia in difficoltà in Grecia.

(Luca Bertuzzi |  EURACTIV.com)


GRUPPO DI VISEGRAD

PRAGA

Il ministro degli Interni intenta una causa civile contro l’articolo che lo accusa di collusione con la Russia. Il vice primo ministro e ministro degli Interni ceco Jan Hamáček ha dichiarato mercoledì di aver presentato una denuncia civile per un articolo in cui si afferma che ha collaborato con la Russia.

(Ondřej Plevák |  EURACTIV.cz)

///

BRATISLAVA

Il vicepresidente del parlamento slovacco si dimette dopo aver violato il coprifuoco. Il vicepresidente del parlamento slovacco, Juraj Šeliga (Za ľudí) si è dimesso dal suo incarico mercoledì dopo aver tenuto una riunione a tarda notte in un club del centro di Bratislava.

(Marián Koreň |  EURACTIV.sk)

///

BUDAPEST

L’opposizione ungherese sporge denuncia alla polizia dopo che un deputato positivo al coronavirus ha partecipato a una votazione in Parlamento. I partiti di opposizione ungheresi Párbeszéd (Dialogue) e Momentum hanno dichiarato che presenteranno una denuncia alla polizia contro il parlamentare del partito Fidesz, Zsolt Becsó, che la scorsa settimana ha partecipato a una sessione parlamentare mentre era infettato dal coronavirus.

(Vlagyiszlav Makszimov | EURACTIV.com)


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

La Bulgaria terrà elezioni anticipate l’11 luglio. Il presidente bulgaro Rumen Radev ha indetto elezioni parlamentari anticipate per l’11 luglio, dopo che i partiti non sono riusciti a formare la maggioranza richiesta per governare in seguito alle elezioni che si sono tenute solo un mese fa. Radev ha anche detto che nominerà un governo provvisorio che resterà in carica per almeno due mesi.

(Krassen NikolovEURACTIV.com)

///

ZAGABRIA

Una sentenza della Corte di Zagabria apre la strada all’adozione da parte dei partner LGBTIQ. Il tribunale amministrativo di Zagabria ha preso una decisione storica sul caso dell coppia omosessuale “Kožić e Šegota”. La sentenza apre la strada all’adozione di tutti i partner per tutta la vita, ha dichiarato mercoledì Daniel Martinović, a capo dell’associazione croata Rainbow Families.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

BUCAREST

Il programma di convergenza della Romania approvato alla riunione di gabinetto. Il primo ministro rumeno Florin Cîțu ha annunciato che il programma di convergenza per il periodo 2021-2024 è stato approvato dal governo mercoledì.

(Bogdan Neagu |  EURACTIV.ro)

///

BELGRADO

Il presidente serbo Vucic offre 25 euro ai cittadini vaccinati. Il presidente serbo Aleksandar Vučić ha annunciato mercoledì che le persone di età superiore ai 16 anni riceveranno 3000 dinari (25 €) se si vaccineranno contro il COVID-19. Ciò avviene dopo che il presidente ha annunciato lo stanziamento per quest’anno di 60 euro per tutti i cittadini adulti e di altri 50 euro per i pensionati che si vaccineranno, misure fortemente criticate dal consiglio fiscale del paese.

(EURACTIV.rs)

///

SARAJEVO

La Turchia ha rassicurato sul fatto che la Slovenia non ha scritto un documento non ufficiale sui confini balcanici. Mercoledì il ministro degli Esteri turco Mevlüt Çavuşoğlu si è detto rassicurato, dopo la sua visita a Lubiana, che la Slovenia non sia stata l’autore del fantomatico “non-paper” che suggeriva un cambiamento dei confini nei Balcani occidentali secondo linee etniche.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

PODGORICA

L’1,5% della popolazione montenegrina vaccinata in un giorno. Martedì circa 10.000 persone – l’1,5% della popolazione – sono state vaccinate contro il COVID-19 nel primo giorno di vaccinazione di massa in Montenegro, ha detto mercoledì il ministero della Salute del paese.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)


AGENDA

  • Francia: giovedì il presidente Emmanuel Macron pranzerà con il presidente del Senato Gérard Larcher e il presidente dell’Assemblea nazionale Richard Ferrand.
  • Spagna: le regioni decideranno su nuove limitazioni alla mobilità da introdurre a dopo domenica, quando lo stato di allarme decretato dal governo dovrebbe terminare.
  • Grecia: i principali sindacati hanno organizzato un massiccio sciopero ad Atene contro un nuovo disegno di legge portato avanti dal governo conservatore, che prevede l’abolizione della giornata lavorativa di otto ore, dei contratti collettivi e degli straordinari non pagati.
  • Polonia: il presidente Andrzej Duda nominerà il suo nuovo organo consultivo, il Consiglio per gli affari sociali, che avrà il compito di cercare soluzioni che rendano la vita più facile alle persone più vulnerabili nella società. Il presidente nominerà altri due consigli a maggio, uno che si occuperà della famiglia e l’altro dei governi locali.
  • Repubblica Ceca: giovedì i ministri degli esteri ceco e austriaco discuteranno delle relazioni bilaterali e delle attuali questioni europee e internazionali, dopodiché terranno una conferenza stampa.
  • Bulgaria: giovedì i bulgari celebrano il giorno di San Giorgio come festa pubblica in onore del proprio esercito.
  • Croazia: il ministro delle finanze Zdravko Marić terrà una conferenza stampa sul piano di ripresa e resilienza del Paese con dettagli di competenza del suo dipartimento, mentre il ministro degli esteri ed europeo Gordan Grlić Radman si recherà in visita in Kosovo.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Paula Kenny, Zoran Radosavljevic, Josie Le Blond]