Le Capitali – La Grecia riconosce il vaccino russo Sputnik V come “equivalente” a quelli europei

Durante una visita a Mosca, il ministro del turismo greco Haris Theocharis ha assicurato che il comitato nazionale di vaccinazione della Grecia includerà il vaccino russo tra quelli validi per i viaggi nel paese. [Shutterstock/ vovidzha]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

** NOTA: la rete di EURACTIV si sta espandendo ulteriormente, con l’aggiunta da oggi dell’agenzia di stampa slovena (STA) come nostro partner. Concentrandosi sui nostri valori comuni, EURACTIV continuerà a collaborare con i media liberi di tutta Europa.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Conferenza sul futuro dell’Europa: come funziona la piattaforma per i cittadini di Valentina Iorio, EURACTIV Italia.

Leggete anche l’opinione Vi ricordate i PIGS? Ultima chiamata per l’Italia di Fabio Masini, EURACTIV Italia.


Le notizie di oggi dalle Capitali: 

ATENE

La Grecia riconosce lo Sputnik V come “equivalente” ai vaccini europei. La Grecia riconoscerà il vaccino Sputnik V russo nel suo certificato di vaccinazione, rendendo più facile per i turisti russi viaggiare e trascorrere le vacanze estive nel paese. Durante una visita a Mosca, il ministro greco del Turismo Haris Theocharis ha assicurato ai russi che il comitato nazionale di vaccinazione greco includerà il vaccino russo come equivalente ai vaccini europei per consentire i viaggi.

(Alexandros Fotiadis e Sarantis Michalopoulos |  EURACTIV.com e EURACTIV.gr)


COMMISSIONE UE

Josep Borrell cancella un tweet sulla rinuncia ai brevetti sui vaccini. L’Alto rappresentante per la politica estera dell’UE, Josep Borrell, ha cancellato un post su Twitter sulla necessità di rinunciare ai diritti di proprietà intellettuale per i vaccini.

(Sarantis Michalopoulos |  EURACTIV.com)

///

PRESIDENZA UE

Il Consiglio dell’UE adotta le sue conclusioni sulla strategia di cooperazione indo-pacifica. Il Consiglio dell’Unione europea, attualmente presieduto dal Portogallo, ha adottato lunedì 19 aprile le sue conclusioni sulla strategia dell’UE per la cooperazione con la regione indo-pacifica, sostenendo la stabilità e un ambiente “aperto ed equo” per il commercio e gli investimenti.

(Ana Matos Neves |  Lusa.pt)


                                                     EUROPA OCCIDENTALE

BERLINO

La leadership della CDU sostiene Laschet come candidato cancelliere. Armin Laschet, il leader dei cristianodemocratici tedeschi (CDU), ha ottenuto lunedì sera il sostegno della dirigenza del partito alla sua a cancelliere alle elezioni di settembre.

(Alexandra Brzozowski |  EURACTIV.de)

///

PARIGI

In Francia durante la pandemia sono aumentati gli attacchi contro i giornalisti.Gli attacchi contro i giornalisti e gli arresti abusivi si sono moltiplicati in Francia durante la pandemia, secondo l’indice sulla libertà di stampa mondiale di Reporter senza frontiere (RSF) pubblicato lunedì 19 aprile. Nonostante ciò, la Francia ha mantenuto la sua posizione al 34° posto tra i 180 paesi esaminati.

(Mathieu Pollet |  EURACTIV.fr)

///

BRUXELLES

Il sistema di prenotazione dei vaccini di Bruxelles è online. Da lunedì, le persone che vivono nella regione di Bruxelles Capitale possono utilizzare il sistema di prenotazione Bru-VAX per registrarsi per un appuntamento per il vaccino, dopo la decisione di non utilizzare lo stesso sistema delle altre regioni belghe. Con il programma non sarà possibile saltare la fila, in quanto l’elenco di riserva è ordinato per fasce d’età.

(Alexandra Brzozowski, EURACTIV.com)


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

I ministri del Regno Unito promettono di bloccare la Super Lega europea. I ministri del Regno Unito hanno promesso di fare “tutto il necessario” per bloccare la prevista Super Lega europea fondata da 12 club, tra i quali sei squadre di calcio inglesi.

(Benjamin Fox |  EURACTIV.com)

///

DUBLINO

Il primo ministro irlandese mette in guardia su possibili “conseguenze molto gravi” se la Brexit fosse usata come scusa per le controversie. Il primo ministro irlandese Micheal Martin ha lanciato un monito contro il presentare ogni questione relativa a Brexit “come una lotta a somma zero, vittoria-sconfitta”.

(Paula Kenny |  EURACTIV.com)


PAESI NORDICI

TALLINN

L’intellighenzia estone firma una petizione contro l’influenza cinese. Circa 70 membri appartenenti all’élite accademica, culturale e dei media estone hanno scritto una lettera aperta avvertendo della “crescente e in espansione attività di influenza globale della Repubblica popolare cinese” nel paese.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

Il governo italiano prende posizione contro la Super League europea. Il presidente del Consiglio italiano Mario Draghi ha detto che il suo governo è contrario alla proposta di Super League europea che include tre dei più importanti club italiani, Juventus, Milan e Inter. “Il governo sta seguendo da vicino il dibattito sul progetto della Super Lega del calcio e sostiene con forza le posizioni delle autorità calcistiche italiane ed europee per preservare le competizioni nazionali, i valori meritocratici e la funzione sociale dello sport”, ha detto Draghi in una nota diffusa martedì.

In altre notizie, un’attivista del movimento contro la costruzione della nuova linea ferroviaria ad alta velocità (Tav) in Val Susa, al confine italo-francese, ha riportato un grave trauma cranico a seguito di alcuni scontri con la polizia avvenuti sabato sera. Secondo i manifestanti, che hanno portato come testimonianze dei video girati durante gli scontri, la donna è stata ferita da un lacrimogeno sparato all’altezza d’uomo dalla polizia.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

MADRID

I partiti lanciano la ‘Battaglia di Madrid’ prima delle elezioni regionali. I partiti politici in lotta per le elezioni del Parlamento regionale di Madrid hanno lanciato ufficialmente le loro campagne, due settimane prima di un’elezione anticipata che si terrà in piena epidemia e con una polarizzazione politica sempre più profonda.

(EuroEFE)


GRUPPO DI VISEGRAD

BUDAPEST

Orbàn aiuta Babis: l’Ungheria sosterrà le operazioni di Agrofert. Il governo ungherese darà milioni di euro di contributi statali ad Agrofert, un’azienda di lavorazione dei semi di girasole di proprietà del primo ministro ceco Andrej Babiš.

(Vlagyiszlav Makszimov |  EURACTIV.com with Telex)

///

VARSAVIA

La Polonia metterà le risorse del carbone sotto il controllo pubblico. Il Tesoro polacco acquisirà il carbone e le attività di generazione di lignite e le miniere di lignite dai gruppi energetici PGE, Tauron ed Enea, per integrare queste risorse in un’unica entità chiamata National Energy Security Agency (NABE). Alcuni esperti di clima ed energia hanno affermato che la mossa potrebbe ostacolare la strada della Polonia verso una decarbonizzazione efficace del suo settore energetico.

(Joanna Jakubowska |  EURACTIV.pl)

///

PRAGA

La Russia verrà esclusa dalla gara per una nuova centrale nucleare ceca dopo che sono stati rivelati i dettagli dell’esplosione. In seguito all’accertamento delle responsabilità russe per l’esplosione di un deposito di munizioni avvenuta nel 2014, la Repubblica Ceca escluderà la società statale russa Rosatom dal turno preliminare della gara d’appalto per la fornitura di una nuova unità per la centrale nucleare di Dukovany, ha detto lunedì il vice primo ministro Karel Havlíček. Ora solo Francia, Corea del Sud e Stati Uniti potranno partecipare alla procedura di valutazione della sicurezza dell’offerta.

(Aneta Zachová |  EURACTIV.cz)

///

BRATISLAVA

Il Consiglio di sicurezza slovacco è stato convocato dopo l’escalation della tensione tra Russia e Repubblica Ceca. “Siamo dalla parte della Repubblica Ceca e sosteniamo i passi compiuti”, ha detto il presidente slovacco Zuzana Čaputová in risposta alle rivelazioni sulla responsabilità dell’intelligence russa per l’esplosione del 2014, in seguito alle quali il primo ministro Eduard Heger ha annunciato che la Slovacchia avrebbe convocato per oggi il proprio Consiglio di sicurezza.

(Lucia Yar |  EURACTIV.sk)


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

Un trafficante d’armi bulgaro nega qualsiasi collegamento all’esplosione in Repubblica Ceca del 2014. Il trafficante e produttore di armi bulgaro Emilian Gebrev ha ufficialmente negato qualsiasi collegamento con le esplosioni mortali nei depositi militari nella Repubblica Ceca nel 2014, secondo una dichiarazione ufficiale rilasciata dalla sua società EMKO a suo nome.

(Krassen Nikolov |  EURACTIV.bg)

///

BUCAREST
Colloqui di coalizione senza risultati. I rappresentanti dei partiti PNL e USR PLUS si sono incontrati lunedì per cercare di appianare le divergenze nella coalizione di governo per la prima volta dal licenziamento dell’ex ministro della Salute, Vlad Voiculescuand, voluto da USR PLUS. Il più grande partner della coalizione di governo, PNL (che fa parte del gruppo del PPE), ha ribadito il suo sostegno al primo ministro Florin Citu, mentre USR PLUS (Renew) ha detto di non fidarsi di Citu per il futuro. Dopo cinque ore di colloqui, ci sono stati cambiamenti nelle rispettive posizioni: la discussione continuerà martedì pomeriggio.

(Bogdan Neagu |  EURACTIV.ro)

///

ZAGABRIA

Basta usare i Rom in campagna elettorale, supplica il loro rappresentante. Il vicepresidente del consiglio dei residenti di etnia rom nella città di Zagabria, Jasmin Bajrić, ha esortato i candidati a sindaco di Zagabria a non sfruttare la causa dei rom nelle loro campagne e ad astenersi dal diffondere stereotipi su questa comunità etnica.

In altre notizie, il primo ministro croato Andrej Plenković ha dichiarato lunedì che non sosterrebbe l’idea di istituire la Super Lega europea di calcio. Plenković ha spiegato che una lega così esclusiva avrebbe “ripercussioni negative per tutti quelli che restano al di fuori di essa”.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

LUBIANA

La Slovenia propone di aumentare il numero dei soldati di leva. Le probabilità di essere chiamati a prestare servizio militare potrebbero presto aumentare in Slovenia a causa di alcune proposte di legge che amplierebbero significativamente i motivi per invocare la coscrizione.

(Sebastijan R. Maček |  sta.si)

///

BELGRADO

Serbia e Regno Unito firmano un accordo di partenariato, commercio e cooperazione. Il ministro del Commercio serbo Tatjana Matić e l’ambasciatore britannico in Serbia, Sian MacLeod, hanno firmato un accordo per sostenere il partenariato bilaterale, il commercio e la cooperazione, secondo quanto riferito lunedì dal ministero del Commercio, del turismo e delle telecomunicazioni della Serbia.

(EURACTIV.rs)

///

TIRANA

Un morto e un ferito all’interno dell’ufficio della campagna elettorale dell’opposizione. Un uomo è stato colpito lunedì sera all’interno dell’ufficio per la campagna elettorale del Partito Democratico (DP) a Kavaje, a 25 chilometri da Tirana, secondo quanto riportato da exit.al.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Paula Kenny, Zoran Radosavljevic, Josie Le Blond]