Le Capitali – La Germania si rifiuta di sostenere la Francia nella lite con Usa e Australia sui sottomarini

La dura reazione della Francia è "comprensibile", ha dichiarato a EURACTIV il portavoce della politica estera dell'SPD Nils Schmid, ma ha sottolineato che "non abbiamo alcun interesse in un'ulteriore escalation e vogliamo continuare la stretta collaborazione con gli Stati Uniti e l'Australia". [Dennis van de Water/Shutterstock]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Gas, Iea: “La Russia può fare di più per rifornire l’Europa” di Alessandro Follis, EURACTIV Italia.

Leggete anche La Commissione Ue propone di allentare le regole per il settore assicurativo per favorire la ripresa di Valentina Iorio, EURACTIV Italia.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.

Le notizie di oggi dalle Capitali: 

BERLINO | PARIGI

La Germania ha rifiutato di sostenere la Francia nel suo battibecco diplomatico in corso con Stati Uniti, Regno Unito e Australia dopo che quest’ultima ha silurato un accordo multimiliardario sui sottomarini con la Francia a favore di un accordo con Washington e Londra. La Germania ha invece optato per un approccio più conciliante. Per saperne di più.

Leggi anche: La cancelliera tedesca Merkel resterà ancora un po’ dopo le elezioni

///

PARIGI

La mascherina non sarà più obbligatoria in tutte le scuole francesi. Dal 4 ottobre non sarà più obbligatorio indossare la mascherina nelle scuole nei dipartimenti in cui il tasso di incidenza è stato inferiore a 50 per 100.000 abitanti negli ultimi cinque giorni, ha annunciato un portavoce del governo. Le stesse regole si applicheranno agli stabilimenti aperti al pubblico come sale da concerto e discoteche, ha aggiunto. Per ora, questo allentamento si applicherà a 41 dei 101 dipartimenti in tutto il paese.

“Dobbiamo questa buona notizia principalmente ai notevoli progressi nella copertura vaccinale: la campagna di vaccinazione è una storia di successo francese e alla fine della scorsa settimana abbiamo superato il traguardo della vaccinazione di 50 milioni di francesi”, ha affermato il portavoce Gabriel Attal. Tuttavia, il pass sanitario sarà reso obbligatorio per i giovani di 12 anni dal 30 settembre e i test COVID-19 non saranno più gratuiti dal 15 ottobre.
(Clara Bauer-Babef | EURACTIV.fr)

///

VIENNA

Associazione energetica austriaca: aumento dei prezzi dell’energia “non è motivo di panico”. Il massiccio aumento dei prezzi dell’energia e dell’elettricità è solo temporaneo e “non c’è motivo di farsi prendere dal panico”, ha sottolineato l’Associazione austriaca per l’energia. Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

L’accordo commerciale USA-Regno Unito “non è una priorità per l’amministrazione statunitense”. Un accordo commerciale tra Stati Uniti e Regno Unito sembra essere stato messo in secondo piano. Il presidente statunitense Joe Biden ha sminuito le possibilità di un accordo dopo i colloqui con il primo ministro Boris Johnson di mercoledì. Per saperne di più.

///

DUBLINO

Il centro irlandese per la sicurezza informatica “ha troppe poche risorse e compiti eccessivi”. Il National Cyber ​​Security Center (NCSC) dell’Irlanda è “sotto-finanziato e con compiti eccessivi” rispetto alle sue controparti globali e manca di un “progetto organizzativo o della capacità di raggiungere tutti gli obiettivi” della strategia di sicurezza informatica irlandese, ha rilevato un nuovo rapporto NCSC. Per saperne di più.


PAESI BALTICI

HELSINKI

USA e Russia tengono i primi colloqui post-Afghanistan a Helsinki. Il generale degli Stati Uniti, Mark Milley, presidente dei capi di stato maggiore USA, e il generale russo Valery Gerasimov, capo dello stato maggiore russo, hanno tenuto un incontro di sei ore a Helsinki mercoledì, nel primo incontro faccia a faccia tra di loro dal 2019. Leggi di più.

///

STOCCOLMA

Si riscaldano le relazioni tra Svezia e Israele. Dopo una pausa di sette anni, i due Paesi si parlano di nuovo e riflettono insieme a un nuovo capitolo nelle loro relazioni in vista del Forum internazionale di Malmo sulla memoria dell’Olocausto e la lotta all’antisemitismo. Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE
ATENE

La Grecia tace sulla presenza di circa 20 mila bambini rifugiati senza istruzione. Il governo greco ha rifiutato di confermare un recente rapporto secondo cui a più di 20 mila bambini rifugiati viene negato il diritto all’istruzione nonostante il Paese abbia ricevuto importanti finanziamenti dall’UE. Da parte sua, la Commissione europea sembra ignorare l’esatta situazione sul campo. Per saperne di più.

///

ROMA

La Lega è divisa sul pass sanitario obbligatorio. Solo 69 dei 132 parlamentari leghisti hanno sostenuto un decreto che rende il Green pass obbligatorio per i lavoratori del settore pubblico e privato, anche se il partito fa parte della coalizione di governo che ha passato il decreto. Per saperne di più.

///

MADRID

L’eruzione del vulcano La Palma potrebbe durare fino a novembre, avvertono gli esperti. L’area interessata dalla colata lavica sull’isola spagnola di La Palma è aumentata del 50% dall’eruzione del vulcano tre giorni fa e gli esperti prevedono che continuerà in media per altri 55 giorni e potrebbe durare anche fino a 84. Leggi il la storia completa.

///

LISBONA

Il progetto scientifico degli studenti dell’Università di Coimbra per andare nello spazio. Un progetto scientifico intrapreso da un gruppo di studenti dell’Università portoghese di Coimbra è pronto per andare nello spazio sul pallone Bexus 31 che sarà lanciato dall’Agenzia spaziale europea (ESA), ha annunciato mercoledì l’università. Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

PRAGA

Orban appoggerà Babis prima delle elezioni ceche mentre i liberali dell’UE rimangono in silenzio. Il primo ministro ungherese Viktor Orbán si recherà in Cechia la prossima settimana per sostenere il suo omologo ceco Andrej Babiš in vista delle elezioni parlamentari ceche previste per l’8-9 ottobre. Ma i leader del gruppo liberale europeo Renew Europe, a cui appartiene il partito di Babiš, sono rimasti in silenzio. Per saperne di più.

///

VARSAVIA

Il partito PiS al governo in Polonia sta facendo passi indietro? Le controversie in corso tra il governo di Varsavia di Diritto e Giustizia (PiS) e le istituzioni a Bruxelles sono molteplici, ma martedì il partito al governo sembra aver fatto marcia indietro su alcune questioni. Per saperne di più.

///

BUDAPEST

Orbán: Bruxelles tradisce l’Ungheria e il popolo europeo. In visita al confine tra Cechia e Ungheria con l’omologo ceco Andrej Babiš, il primo ministro ungherese Viktor Orbán ha affermato che coloro che lasciano l’Afghanistan stanno cercando di entrare in Ungheria attraverso il confine meridionale e la pressione sul confine aumenterà, secondo quanto riportato da Telex tramite l’agenzia di stampa nazionale MTI. Per saperne di più.

///

BRATISLAVA

Ricercatori universitari slovacchi hanno consegnato “informazioni settimanali” a controverso think-tank cinese. Diversi insegnanti e ricercatori dell’Università di Economia di Bratislava hanno collaborato con il China-CEE Institute, un think-tank cinese che lavora nell’ambito dell’Accademia cinese delle scienze sociali, che secondo gli esperti il ​​governo cinese utilizza per i suoi obiettivi politici. I ricercatori dovevano fornire “informazioni settimanali” sulla situazione nel paese, secondo quanto riportato dal media slovacco SME. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI
SOFIA

Skopje promette di non chiamare i bulgari “occupanti fascisti”. “Non cambieremo i libri di storia, ma cambieremo il termine occupanti fascisti bulgari, ha annunciato il primo ministro della Macedonia del Nord Zoran Zaev mentre la Bulgaria continua a insistere che Skopje corregga i suoi libri di storia. Per saperne di più.

///

BUCAREST

La Romania si prepara a nuove restrizioni. Le infezioni da COVID-19 si stanno diffondendo rapidamente in Romania e le principali città si stanno già preparando a rafforzare le restrizioni, compresa la limitazione della partecipazione agli eventi, la reintroduzione del coprifuoco notturno e forse anche le misure di quarantena. Per saperne di più.

///

LUBIANA

Il parlamento sloveno vota contro la controversa legislazione sul comportamento indecente. Il parlamento sloveno ha bocciato di stretta misura gli emendamenti controversi che introdurrebbero multe per comportamenti indecenti se rilevati da un agente di polizia, con 43 voti a favore e 44 contrari. Per saperne di più.

///

BELGRADO

L’UE fornirà alla Serbia attrezzature per la gestione dei residui di pesticidi. L’Unione europea fornirà alla direzione dei laboratori nazionali di riferimento attrezzature analitiche all’avanguardia, come quella utilizzata per gestire i residui di pesticidi, ha affermato mercoledì il capo della delegazione dell’UE in Serbia, Emanuele Giaufret, secondo Media EU Info.

“Questa istituzione è il centro dei laboratori di sicurezza alimentare della Serbia, ma ha anche svolto un ruolo importante nelle prime fasi della pandemia di COVID-19, quando la maggior parte dei campioni umani sono stati testati lì sull’attrezzatura che è stata consegnata in precedenza, come donazione del UE”, ha detto Giaufret durante la visita alla Fiera dell’agricoltura di Novi Sad.

Dal 2000, l’UE ha donato 230 milioni di euro per l’agricoltura e la sicurezza alimentare in Serbia, e le principali direzioni di aiuto sono la protezione dell’ambiente, la salute umana, la sicurezza alimentare, il benessere degli animali e il mantenimento della qualità del suolo. (EURACTIV.rs | betabriefing.com)

///

SARAJEVO | ZAGABRIA

Il presidente croato afferma di essere anche presidente dei croati in Bosnia-Erzegovina. Il presidente croato Zoran Milanović ha suscitato nuove polemiche poiché ha affermato di essere anche il presidente dei cittadini croati della Bosnia-Erzegovina che hanno la cittadinanza croata. Per saperne di più.

///

PODGORICA

Sostenuta la proposta di avviare la procedura per il licenziamento del presidente Đukanović. Il Comitato costituzionale ha sostenuto la proposta di avviare una procedura per determinare se l’attuale presidente montenegrino Milo Đukanović abbia violato la Costituzione. Per saperne di più.

///

PRISTINA

Russia: in Kosovo continua la pulizia etnica. Il deterioramento della situazione nelle parti settentrionali della “provincia autonoma serba del Kosovo” è estremamente preoccupante, ha affermato il ministero degli Esteri russo in una dura dichiarazione che ha anche criticato l’UE. Per saperne di più.


AGENDA:

  • UE: la Commissione europea svelerà la proposta di un caricabatterie universale per telefoni / Il vicepresidente esecutivo del Green Deal Frans Timmermans visita Washington, DC per discutere del cambiamento climatico con i legislatori statunitensi.
  • Germania: i candidati alla carica di cancelliere di tutti i partiti tengono il dibattito televisivo finale.
  • Portogallo: il governo annuncerà un allentamento delle misure contro il COVID-19.
  • Ungheria: si svolge il Vertice demografico di Budapest.
  • Bulgaria: i deputati della commissione LIBE del Parlamento europeo si recheranno in Bulgaria il 23 e 24 settembre per valutare il rispetto dello stato di diritto nel paese.
  • Croazia: il Consiglio di amministrazione della Commissione europea per i viaggi (ETC), che comprende 33 organizzazioni nazionali europee del turismo e membri associati (agenzie, altri fornitori di servizi turistici, vettori, ecc.), terrà la sua 101a sessione. Nel frattempo, inizia il Summit ROBOMED di Global Medical Robotics di due giorni, che si svolge sia online che dal vivo.
  • Serbia: il presidente Aleksandar Vučić partecipa al quarto vertice demografico. Incontrerà anche il primo ministro ungherese Viktor Orban, il primo ministro sloveno Janez Janša e il primo ministro ceco Andrej Babiš.

***

[A cura di Alexandra Brzozowski, Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Zoran Radosavljevic]