Le Capitali – La Germania cambia approccio sulle armi all’Ucraina

Per la fornitura di armi all'Ucraina, "si può fare di più, e siamo pronti a farlo", ha detto martedì (26 aprile) la Ministra della difesa tedesca Christine Lambrecht durante l'incontro internazionale con i Ministri della difesa alla base aerea di Ramstein in Germania. [RONALD WITTEK/EPA]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo della rete di EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita. Vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo in lingua originale: “La Russia taglia il gas alla Polonia, e minaccia di interrompere le forniture alla Bulgaria”, di Georgi Gotev.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali

BERLINO

La Germania permetterà l’invio di armi pesanti all’Ucraina. Netto cambio di approccio da parte della Germania. La coalizione di governo tedesca intensificherà i suoi sforzi per sostenere l’Ucraina con le armi e presto darà il via libera alla consegna di armi pesanti, come carri armati. Per saperne di più.

///

ISTITUZIONI UE

Un membro della BCE bolla la criptofinanza come un pericoloso “castello di carte”. In un discorso tenuto a New York, un membro del Comitato esecutivo della Banca centrale europea, Fabio Panetta, ha criticato la criptofinanza per la sua mancanza di trasparenza e i rischi che pone alla stabilità finanziaria, descrivendo i cripto-asset come “beni speculativi che possono causare gravi danni alla società” e chiedendo una regolamentazione più rapida e rigorosa. Per saperne di più.

Germania e Ungheria ammorbidiscono il no al bando del petrolio russo. I due principali oppositori al bando delle importazioni di petrolio russo, Germania e Ungheria, hanno ammorbidito la loro opposizione a un possibile embargo del petrolio russo. EURACTIV  ha esaminato le opzioni sul tavolo e lo stato della partita. Per saperne di più.

///

PARIGI

Una coabitazione complicata rischia di paralizzare la politica estera francese e quella Ue. Se alle elezioni parlamentari di giugno si formerà una maggioranza ostile al Presidente Emmanuel Macron, la politica estera della Francia rischia di perdere credibilità, indebolendo l’influenza del paese e dell’Europa sulla scena internazionale, avvertono gli analisti. Per saperne di più.

Macron alla ricerca del Primo Ministro francese con competenze sul “clima”. Il Presidente rieletto Emmanuel Macron, come promesso, nominerà presto il suo nuovo Primo Ministro incaricato della “pianificazione ecologica”, anche se, con le elezioni legislative alle porte, le carte potrebbero presto essere rimescolate. Per saperne di più.

///

L’AIA

Gentiloni discute di economia Ue e sanzioni con il Premier olandese. Martedì, il Commissario europeo per l’economia Paolo Gentiloni ha discusso con il Premier olandese Mark Rutte dell’impatto economico dell’invasione russa in Ucraina, delle sanzioni Ue e della modernizzazione delle regole fiscali europee. Ha poi fatto visita al porto di Rotterdam. Per saperne di più.


GRAN BRETAGNA E IRLANDA

LONDRA

La Brexit fa crollare l’import britannico dall’Ue del 25%. Nel 2021, le importazioni del Regno Unito dall’Ue sono diminuite del 25%, rispetto a quelle da altre aree, secondo quanto spiega una ricerca del LSE Centre for Economic Performance, pubblicata martedì. Per saperne di più.

///

DUBLINO 

Irlanda, un organo supervisionerà la risposta del governo all’arrivo di rifugiati ucraini. Dublino istituirà una nuova sottocommissione per vigilare la risposta del governo alla guerra in Ucraina, sulla falsariga di quanto fatto per gestire la pandemia di Covid-19. Per saperne di più.


PAESI NORDICI E BALTICI

HELSINKI

La Finlandia dovrebbe fare di più per prevenire l’antisemitismo. La Finlandia dovrebbe fare di più per affrontare i discorsi di odio che la piccola comunità ebraica subisce nel Paese, hanno riferito la Commissione europea e il suo organo di controllo contro l’antisemitismo. Per saperne di più.

///

STOCCOLMA

Dopo i disordini di Pasqua, l’estrema destra prepara nuovi comizi. Il politico danese-svedese di estrema destra Rasmus Paludan vuole tenere nuovi comizi elettorali a Uppsala e a Stoccolma, il 1° maggio, nonostante le violenze che i suoi discorsi hanno provocato nel fine settimana di Pasqua, ha riferito l’agenzia di stampa TT. Per saperne di più.


SUD EUROPA

ROMA

Il Movimento Cinque Stelle dice no a nuove armi all’Ucraina. Il Movimento Cinque Stelle (M5S), partito della coalizione di governo, è contrario all’invio di nuovo materiale militare all’Ucraina annunciato dal Ministro della Difesa Lorenzo Guerini. Il leader pentastellato Giuseppe Conte ha chiesto che il governo riferisca in Parlamento le sue intenzioni. Per saperne di più.

///

MADRID

Spagna e Portogallo, intesa con la Commissione Ue sul tetto al prezzo del gas.  I prezzi del gas nel mercato all’ingrosso dell’elettricità passeranno da 90 a 50 euro circa a maggio, a beneficio dei clienti spagnoli, grazie a un “accordo politico” raggiunto con la Commissione europea, annunciato martedì da Spagna e Portogallo. Per saperne di più.

Andalusia, il voto a giugno spiana la strada a un ingresso di VOX nel governo. L’Andalusia andrà a elezioni anticipate il 19 giugno, ha annunciato il Presidente della regione, Juanma Moreno, del partito di centro-destra PP. Moreno ha aperto le braccia a un possibile governo di coalizione con l’estrema destra Vox, se il suo partito non otterrà la maggioranza. Per saperne di più.

///

LISBONA

La Ministra della difesa portoghese dice che il Paese “continuerà ad aiutare l’Ucraina”. Il Ministero della difesa è “disposto a continuare a sostenere” l’Ucraina, ha riferito martedì la Ministra Helena Carreiras, aggiungendo che “il Portogallo continua a monitorare” le necessità di equipaggiamenti militari dell’Ucraina. Per saperne di più.


VISEGRAD 

VARSAVIA

Ryanair accusa la Polonia di avvantaggiare le compagnie aeree nazionali e porta il caso a Bruxelles. La compagnia aerea irlandese Ryanair ha presentato una denuncia alla Commissione Europea, accusando il governo polacco di avvantaggiare ingiustamente la compagnia aerea polacca LOT, dandole la priorità nei collegamenti operativi per alleviare gli effetti di una crisi temporanea dell’aviazione polacca. Per saperne di più.

///

BUDAPEST 

Magnate ungherese critica la politica del governo sui prezzi delle utilities. Il governo non dovrebbe perseguire la politica dei tagli ai prezzi delle utilities, una delle sue politiche di punta, ha detto Sándor Csányi, Ceo di OTP Bank, il più grande istituto di credito ungherese. Ha  poi aggiunto che si aspetta un perdurare del caro prezzi dell’energia. Per saperne di più.

///

PRAGA | BRATISLAVA 

Slovacchia e Repubblica Ceca, stop alle sovvenzioni al gas per il riscaldamento. Ridurre la dipendenza dal gas naturale russo richiede l’interruzione delle sovvenzioni al gas naturale per il riscaldamento, ha detto il segretario di Stato del Ministero dell’economia slovacco, Karol Galek. La Repubblica Ceca farà lo stesso. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI

ZAGABRIA | STOCCOLMA | HELSINKI

Il Presidente croato: il Parlamento “non ratifichi l’adesione NATO di nessuno”. Il Parlamento croato non dovrebbe votare a favore dell’ingresso di Finlandia e Svezia nella NATO, finché non si sarà fatto qualcosa per cambiare la legge elettorale in Bosnia Erzegovina, ha detto martedì il Presidente croato Zoran Milanović. Una dichiarazione che ha scatenato forti reazioni da parte del Premier Andrej Plenković. Il Ministero degli esteri di Zagabria ha confermato il suo appoggio alle aspirazioni NATO della Finlandia. Per saperne di più.

///

SOFIA | SKOPJE

Il Commissario Ue per l’allargamento chiede che Sofia apra a Skopje. La Bulgaria deve togliere il suo veto dall’integrazione della Macedonia del Nord nell’Ue entro giugno, riferisce il Commissario per l’allargamento dell’Ue Oliver Varhelyi, anche se i segnali provenienti da Sofia mostrano che l’ipotesi è alquanto improbabile. Per saperne di più.

///

BUCAREST

La Romania vuole diventare il centro di stabilità e sicurezza della regione. La Romania mira a diventare il principale centro di stabilità e sicurezza della regione e vuole essere fortemente coinvolta nella ricostruzione post-bellica dell’Ucraina, ha detto il Presidente della Camera romeno Marcel Ciolacu dopo una visita a Kiev. Per saperne di più.

///

LUBIANA 

Janša etichetta il vincitore delle elezioni Golob come filorusso. Robert Golob, che in Slovenia ha sconfitto il Premier Janez Janša alle elezioni generali di domenica, secondo il premier uscente è “filorusso”, ha twittato Janša. Per saperne di più.

///

BELGRADO

Offensiva diplomatica degli Usa per “conquistare” la Serbia. L’atteggiamento della Serbia verso la guerra in Ucraina, il dialogo Belgrado-Priština, l’integrazione del Paese nell’Unione europea e le relazioni bilaterali sono stati i temi oggetto di discussione durante l’incontro tra il Presidente serbo Aleksandar Vučić e l’agente diplomatica del Segretario di stato americano per gli affari europei Karen Donfried, martedì a Belgrado. Lo ha dichiarato l’ufficio di Vučić in un comunicato. Per saperne di più.

///

SARAJEVO 

L’ambasciata Usa contesta i tre principali partiti nazionali della Bosnia Erzegovina.  L’ambasciata degli Stati Uniti, martedì, ha criticato le azioni di tre partiti politici nella Camera dei Popoli del Parlamento della Bosnia Erzegovina, definendoli un “fallimento collettivo” nell’adempimento delle “loro responsabilità costituzionali”. Per saperne di più.

La neutralità non è un’opzione per la Bosnia, dopo l’invasione russa in Ucraina. Paesi come la Bosnia Erzegovina devono accelerare il loro percorso di adesione alla NATO, perché è l’unico modo per garantire la sicurezza, ha detto il tenente generale Senad Mašović, a capo delle forze armate della Bosnia ed Erzegovina, al quotidiano Nezavisne Novine, in un’intervista rilasciata martedì (26 aprile). Ha anche aggiunto che la neutralità militare è diventata insostenibile dopo l’aggressione della Russia all’Ucraina. Tuttavia, la componente serba del Paese si oppone fortemente all’adesione della Bosnia Erzegovina nella NATO.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

SKOPJE

La Macedonia del Nord ospiterà il vertice di Open Balkans. Il prossimo vertice di Open Balkans, la zona economica e politica tra Serbia, Albania e Macedonia del Nord, fondata a luglio 2021, si terrà nella prima metà di giugno a Ohrid, ha annunciato martedì il Premier della Macedonia del Nord Dimitar Kovačevski, dopo l’incontro online con il Presidente serbo Aleksandar Vučić e il Premier albanese Edi Rama. Per saperne di più.

///

PRISTINA | BELGRADO

Nuovi attacchi alla Polizia del Kosovo vicino al confine serbo. Un’auto della polizia di frontiera del Kosovo ha subito un’imboscata con armi da fuoco martedì mattina, vicino a Zubin Potok, sul confine con la Serbia. Si tratta dell’ultimo di una serie di attacchi avvenuti negli scorsi 10 giorni. Per saperne di più.

///

TIRANA

L’emigrazione giovanile manda in crisi il mercato del lavoro dell’Albania. L’alto tasso di emigrazione di giovani dall’Albania sta creando una situazione preoccupante in termini di mercato del lavoro locale, con carenze in settori chiave che saranno evidenti entro il 2030, riporta una nuova ricerca. Per saperne di più.


AGENDA

  • Ue: La Commissione europea presenta proposte per l’adattamento alle “prossime fasi” della pandemia Covid-19, per la protezione dei giornalisti e dei difensori dei diritti umani, sulla migrazione legale e la digitalizzazione delle procedure di Visto.
  • Italia: Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella interviene all’Assemblea del Consiglio d’Europa, a Strasburgo.
  • Spagna: Assemblea generale dell’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) decide sulla sospensione della Russia.
  • Repubblica Ceca: Il Presidente della Repubblica polacca, Andrzej Duda, in visita a Praga per incontrare il suo omologo ceco, Miloš Zeman, e il Premier ceco Petr Fiala.
  • Bulgaria: Il Premier Kiril Petkov dovrebbe guidare una delegazione bulgara a Kiev, prima che la coalizione di governo decida in merito agli aiuti militari all’Ucraina. Il partito socialista, uno dei quattro partiti della coalizione, si oppone fortemente e ha deciso di sfilarsi dalla delegazione.
  • Croazia: La Casa dei diritti umani di Zagabria pubblica il rapporto annuale “Diritti umani in Croazia: panoramica del 2021”.
  • Bosnia Erzegovina: Il membro croato della presidenza tripartita Dragan Čović ha convocato una nuova sessione urgente della Camera dei Popoli del Parlamento della Bosnia Erzegovina per modificare la legge elettorale, dopo che la sessione di martedì è stata annullata per mancato raggiungimento del quorum.
  • Onu: Il Consiglio di sicurezza dell’ONU organizza una riunione informale sui presunti crimini di guerra in Ucraina.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor, Sofia Stuart Leeson]