Le Capitali – La Germania annuncia uno scambio d’armi con la Grecia per inviare carri armati all’Ucraina

"[La Grecia] invierà rifornimenti all'Ucraina e noi riforniremo loro [Atene] di veicoli corazzati tedeschi", ha dichiarato Scholz in una conferenza stampa. I dettagli finali dovranno ora essere definiti dai Ministri della difesa dei due Paesi in vista di una "rapida" attuazione dell'accordo, ha aggiunto il Cancelliere tedesco. [EPA-EFE/STEPHANIE LECOCQ]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo della rete di EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita. Vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Bulgaria, il partito del Primo Ministro Petkov verso l’ingresso in Renew Europe di Alessandro Follis.

Oggi, mercoledì 1° giugno alle 15:00, CesUE e EURACTIV Italia organizzano, in collaborazione con MAECI e la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, il webinar “Il futuro dell’Europa e l’integrazione delle politiche sanitarie”.

disponibile sui siti web e sui canali social di EURACTIV Italia e del CESUE

 


Le notizie di oggi dalle Capitali

BERLINO

La Germania annuncia un accordo di scambio di armi con la Grecia. Il Cancelliere tedesco Olaf Scholz ha annunciato un accordo di scambio con la Grecia per la fornitura di armi all’Ucraina. Una notizia che ha sorpreso anche i greci, dato che il Premier Kyriakos Mitsotakis non ha detto una parola sulla questione durante la conferenza stampa al termine del Consiglio  europeo. Per saperne di più.


ISTITUZIONI UE

BRUXELLES

Waszczykowski dopo il vertice Ue: Orbán è il capro espiatorio, il problema è la Germania. In un’intervista rilasciata a EURACTIV, Witold Waszczykowski, ex Ministro degli esteri polacco e eurodeputato di spicco, ha tracciato un bilancio tutt’altro che ottimistico del vertice straordinario dell’Ue sull’Ucraina, tenutosi il 30 e 31 maggio. Per saperne di più.

Il glifosato non provoca il cancro, afferma un comitato di esperti Ue. Un comitato di esperti dell’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA) ha dichiarato che non è “giustificato” arrivare alla conclusione che l’erbicida glifosato provoca il cancro. Una conclusione che ha suscitato ampie critiche da parte degli attivisti per la salute e l’ambiente. Per saperne di più.


REPORT DALLE CITTÀ EUROPEE

Città tedesche resilienti, nonostante le molteplici sfide poste dalla pandemia. Sebbene le città tedesche stiano lottando sempre più per mantenere le loro diversità in seguito alla pandemia Covid-19 e all’accelerazione della svolta digitale, si sono dimostrate più resistenti di quanto ci si aspettasse. Per saperne di più.


EUROPA OCCIDENTALE

PARIGI

Macron insiste per il dialogo con Putin. Il Presidente francese Emmanuel Macron ha ripetuto il suo appello a proseguire il dialogo con il Presidente russo Vladimir Putin, dopo l’adozione del sesto pacchetto di sanzioni dell’Ue contro la Russia. Per saperne di più.

///

VIENNA

I liberali di NEOS puntano il dito contro una costola dell’ÖVP per uso improprio di fondi Covid. Il partito liberale austriaco NEOS vuole fare causa all’associazione dei seniors dell’ÖVP dell’Alta Austria, costola del partito conservatore alla guida del Paese, per il presunto utilizzo improprio di quasi 2 milioni di euro di fondi Covid. Per saperne di più.

///

L’AIA

Negli ospedali olandesi pazienti Covid-19 in calo. Lunedì, gli ospedali hanno contato 354 pazienti Covid, il 21% in meno rispetto alla settimana precedente, quando erano state ricoverate 447 persone, secondo i dati del centro di coordinamento nazionale per la distribuzione dei pazienti (LCPS). Per saperne di più.


GRAN BRETAGNA E IRLANDA

LONDRA

Accordo sui migranti tra Regno Unito e Ruanda operativo a metà giugno. Il primo aereo di richiedenti asilo trasferiti dal Regno Unito al Ruanda, che in cambio sarà pagato da Londra secondo quanto previsto dal controverso accordo siglato dai due Paesi, dovrebbe partire il 15 giugno, come ha confermato il governo britannico martedì 31 maggio. Per saperne di più.

///

DUBLINO

L’Irlanda rischia di ritrovarsi in un’altra epoca con i prezzi energetici elevati. Il Taoiseach Micheál Martin ha avvertito che le nuove sanzioni dell’Unione Europea contro il petrolio e il gas russi potrebbero inaugurare “un’altra epoca” in termini di prezzi dei combustibili fossili. Per saperne di più.


PAESI NORDICI E BALTICI

HELSINKI

No comment del Ministro della difesa finlandese sulla revoca dell’embargo sulle armi alla Turchia. Il Ministro della Difesa finlandese Antti Kaikkonen, martedì, si è rifiutato di dire se il suo Paese sarebbe disposto a revocare l’embargo sulle armi alla Turchia. Per saperne di più.

///

STOCCOLMA

I leader di Svezia e Turchia discordi sui progressi dei colloqui NATO. La Premier Magdalena Andersson ha definito “buoni e costruttivi” i colloqui in corso tra Svezia, Finlandia e Turchia per l’adesione alla NATO. Il Presidente turco Recep Tayyip Erdogan, invece, sarebbe insoddisfatto di come si sono svolti finora. Per saperne di più.


SUD EUROPA

ROMA

L’Italia affronta l’inflazione più alta degli ultimi 36 anni. L’inflazione in Italia ha subito una nuova accelerazione a maggio, dopo il rallentamento di aprile, e ha raggiunto il livello più alto degli ultimi 36 anni, secondo le previsioni preliminari dell’Istituto nazionale di statistica (Istat), pubblicate martedì. Per saperne di più.

///

MADRID

Banca di Spagna preoccupata dal blocco dei legami commerciali con Mosca. L’ipotetico congelamento delle relazioni commerciali tra la Russia e l’Ue avrebbe un impatto enorme su settori come quello dei trasporti, dei metalli e della chimica, ma un impatto limitato sul settore dei servizi, ha scritto la Banca di Spagna in un rapporto pubblicato martedì. Per saperne di più.

///

LISBONA

Costa ribadisce l’importanza del Portogallo per la sicurezza energetica dell’Ue. Dopo che martedì aveva chiesto progressi nelle interconnessioni di energia elettrica e gas tra Portogallo e Spagna, il Premier portoghese António Costa ha sottolineato il riconoscimento da parte dei leader Ue del “potenziale della Penisola Iberica per la sicurezza energetica”. Per saperne di più.


VISEGRAD 

BUDAPEST

La Commissione “indagherà” sulle regole discriminatorie dell’Ungheria sui prezzi della benzina.  L’esecutivo europeo esaminerà la decisione del governo di Budapest di consentire solo alle auto con targa ungherese di acquistare benzina a prezzi vantaggiosi presso le stazioni di servizio del Paese, ha dichiarato una fonte della Commissione a EURACTIV. Per saperne di più.

///

VARSAVIA

Tusk si dimette, alla guida del PPE subentra Weber. L’ex Presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, che ha recentemente assunto la guida del più grande partito di opposizione polacco, si è ufficialmente dimesso da Presidente del Partito Popolare Europeo (PPE) e sarà sostituito da Manfred Weber, l’eurodeputato capogruppo del partito. Per saperne di più.

///

PRAGA

“Visegrad sopravviverà a Orbán”, afferma la Presidente del Parlamento ceco. “Il Premier ungherese Viktor Orbán sfrutta la cooperazione nel blocco Visegrad per travestire gli interessi di Budapest da posizioni comuni”, ha dichiarato a EURACTIV.cz la Presidente del Parlamento ceco, Markéta Pekarová Adamová. Per saperne di più.

///

BRATISLAVA

Eurodeputati slovacchi: l’accordo sull’embargo petrolifero rafforza la tesi contro il voto all’unanimità. I difficili negoziati sull’accordo petrolifero, che hanno portato ad accogliere le richieste del Premier ungherese Viktor Orbán, hanno indebolito la posizione complessiva dell’Ue nei confronti della Russia, pur avvantaggiando Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia. Questa situazione dimostra perché sia importante che l’Ue passi al voto a maggioranza qualificata su alcune questioni, hanno dichiarato alcuni eurodeputati slovacchi. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI

LUBIANA 

Il nuovo governo sloveno smantellerà il maxi accordo sulla difesa. Come annunciato dal nuovo Ministro della difesa Marjan Šarec, il nuovo governo rivedrà il più grande accordo sulla difesa nella storia della Slovenia, del valore di 343 milioni di euro, concluso dal precedente governo a poche settimane dal termine del mandato. Per saperne di più.

///

SOFIA

Il trattamento dei rifugiati ucraini da parte del governo bulgaro suscita indignazione. La brusca decisione del governo bulgaro di porre fine al programma di accoglienza per i rifugiati  ucraini sulla costa ha portato in molti a chiedere le dimissioni della vice Premier Kalina Konstantinova. Per saperne di più.

///

BUCAREST

L’eurodeputato Ciolos lascia l’USR e fonda un nuovo partito. Dacian Ciolos, che è stato Presidente del gruppo Renew Europe al Parlamento europeo dal 2019 al 2021, ha annunciato che lascerà il partito liberale e progressista rumeno USR (Unione Salvate la Romania), spiegando che all’origine della scelta c’è il cambiamento nei valori e nelle promesse della leadership del partito dopo la vittoria alle elezioni del Parlamento europeo del 2019. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

Le sanzioni contro la Russia non funzionano, afferma il Presidente croato. Le sanzioni dell’Ue contro la Russia non funzionano e il prezzo lo pagheranno i cittadini europei, ha dichiarato martedì il Presidente croato Zoran Milanović. Per saperne di più.

///

BELGRADO

Banchi dell’opposizione vuoti durante il giuramento di Vučić in Parlamento. Aleksandar Vučić ha prestato giuramento per il secondo mandato da Presidente della Serbia. All’evento in Parlamento non ha partecipato l’opposizione, dato che i seggi devono ancora essere riempiti con i nuovi legislatori. Per saperne di più.

///

SARAJEVO

La città di Prijedor festeggia il compleanno di Orbán. La città serbo-bosniaca di Prijedor, nel nord della Bosnia-Erzegovina, martedì, ha vietato la marcia dei “Nastri bianchi”, che ricorda l’inizio di una massiccia operazione di pulizia etnica avvenuta nel 1992. Diversamente, ha cercato di organizzare i festeggiamenti per il compleanno del Premier ungherese Viktor Orbán. Per saperne di più.

///

PRISTINA | BELGRADO

Vučić: il Kosovo non sarà mai indipendente. Aleksander Vučić, in occasione del giuramento per l’inizio del suo secondo mandato come Presidente della Serbia, ha giurato di rendere il Kosovo parte integrante del territorio Serbia. Per saperne di più.

///

TIRANA

La Corte di Strasburgo: Albania colpevole di segregazione dei Rom nelle scuole. La Corte europea dei diritti dell’uomo ha giudicato il governo albanese colpevole di aver segregato bambini rom ed egiziani in una scuola di Korca, nel sud del Paese. Per saperne di più.


AGENDA

  • Ue: Riunione del collegio della Commissione europea / La Presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen interviene al Congresso del Partito Popolare Europeo a Rotterdam / Il Commissario per l’allargamento, Olivér Várhelyi, incontra il Presidente egiziano Abdel Fattah El-Sisi, il Ministro degli esteri Sameh Shoukry e altri componenti del governo egiziano / L’Alto Rappresentante per gli affari esteri dell’Ue, Josep Borrell, partecipa al Consiglio di associazione Giordania-Ue e incontra il Re Abdullah II di Giordania / La Presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola, partecipa al Congresso del Partito Popolare Europeo (PPE) a Rotterdam.
  • Lussemburgo: Decisione del Tribunale dell’Ue sul ricorso di Yevgeny Prigozhin, magnate russo noto come “lo chef di Putin”, sanzionato dall’Unione Europea per il suo ruolo in Libia.
  • Germania: Il Cancelliere Olaf Scholz al Bundestag per la fase di dibattito sul bilancio / Scholz accoglie il Premier croato Andrej Plenkovic.
  • Svezia: La Premier Magdalena Andersson e il Segretario Generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres intervengono in una conferenza stampa.
  • Danimarca: Referendum sull’annullamento dell’opt-out della Danimarca dalla politica di difesa dell’Ue.
  • Grecia: Termina l’obbligo di indossare le mascherine anti-Covid al chiuso.
  • Russia: Il Ministro degli esteri russo, Sergei Lavrov, in visita in Arabia Saudita.
  • Slovenia: Il Parlamento vota per i Ministri proposti dal Premier Robert Golob.
  • Serbia: La vice Premier Zorana Mihajlović per due giorni in visita in Azerbaigian, dove firmerà un accordo di cooperazione nel settore dell’energia e parteciperà a un Forum sull’energia.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Vlad Makszimov, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor, Eleonora Vasques, Sofia Stuart Leeson]