Le Capitali – La Finlandia ha impedito alla Cina di costruire una base nell’Artico

La città di Kemijärvi, nella Lapponia finlandese, ha rifiutato un'offerta cinese per acquistare o affittare l'aeroporto cittadino. [Shutterstock/ Risto Raunio]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Gender gap, l’Ue propone di sanzionare i datori di lavoro che discriminano le donne di Valentina Iorio, EURACTIV Italia.

Leggete anche Verso la Giornata internazionale della donna: gli eventi del Parlamento europeo in Italia di Federica Martiny, EURACTIV Italia.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

HELSINKI

La città di Kemijärvi nella Lapponia finlandese ha rifiutato un’offerta fatta nel gennaio 2018 dall’Istituto di ricerca polare finanziato dallo stato cinese per acquistare o affittare l’aeroporto della città, dopo aver informato le forze armate finlandesi. Ma la questione è stata resa pubblica solo ora.

Secondo i militari finlandesi, l’aeroporto è situato vicino al loro poligono di tiro, strategicamente importante, quindi l’espansione non sarebbe stata possibile. Inoltre, una tale proposta sarebbe irrealistica data la legislazione dell’Ue dall’ottobre 2020 che limita gli investimenti stranieri.

(Pekka Vänttinen | EURACTIV.com)

///

PRESIDENZA UE

Il pilastro sociale definirà il prossimo decennio della politica europea, dice un funzionario Ue. Il piano d’azione per un pilastro europeo dei diritti sociali segnerà il prossimo decennio delle politiche europee, ha detto il consigliere della Commissione europea per i diritti sociali José António Vieira da Silva.

Nel suo piano d’azione, la Commissione europea fissa degli obiettivi che gli stati membri dovrebbero raggiungere entro il 2030, vale a dire, avere almeno il 78% della popolazione dell’UE in occupazione e un minimo del 60% dei lavoratori con azioni di formazione ogni anno e sollevare almeno 15 milioni di persone dal rischio di povertà ed esclusione sociale.

(Beatriz Céu | Lusa.pt)

I colloqui sulla legge Ue sulla trasparenza fiscale delle imprese inizieranno “molto presto”. Il Parlamento europeo ha detto giovedì che si aspetta che i negoziati inizino “molto presto” con la presidenza portoghese dell’Ue su una nuova direttiva europea per far sì che le multinazionali pubblichino informazioni su dove fanno profitti e pagano le tasse.

(Ana Matos Neves | Lusa.pt)

///

ISTITUZIONI EUROPEE

Il progetto “Futuro dell’Europa” sarà lanciato a maggio dopo il via libera dei legislatori. I leader del Parlamento europeo hanno approvato giovedì (4 marzo) il progetto della tanto attesa Conferenza sul futuro dell’Europa, un giorno dopo il sostegno dei governi nazionali. La Conferenza, che mira a riformare l’Unione europea e a portarla “più vicina” ai suoi cittadini, inizierà i suoi lavori il 9 maggio, il Giorno dell’Europa.

(Benjamin Fox | EURACTIV.com)

///

PARIGI

La Francia prevede di vaccinare 20 milioni di persone entro metà maggio. Il primo ministro francese Jean Castex ha esaminato ieri sera la situazione sanitaria in Francia, affermando che solo la vaccinazione Covid potrebbe “far uscire (la Francia) dal tunnel”. Ha dichiarato che l’obiettivo è di vaccinare 20 milioni di persone entro metà maggio. Circa 1,7 milioni hanno ricevuto la prima vaccinazione finora.

(Mathieu Pollet | EURACTIV.fr)

///

BERLINO

L’autorità tedesca raccomanda il vaccino di AstraZeneca per gli anziani. L’autorità tedesca per i vaccini raccomanderà il vaccino contro il coronavirus di AstraZeneca per gli over 65, ha riferito il Frankfurter Allgemeine, notizia che promette un allentamento dei vincoli di fornitura che hanno rallentato il lancio del vaccino nel paese.

Il giornale ha riferito giovedì che la raccomandazione della Commissione permanente sui vaccini (Stiko) era già stata scritta, ma era ancora in fase di discussione interna prima di essere resa pubblica.

(Alexandra Brzozowski | EURACTIV.com)

///

VIENNA

L’ex ministro degli Esteri entra nel consiglio di amministrazione del gigante petrolifero russo. L’ex ministro degli Esteri austriaco Karin Kneissl è stata nominata nel consiglio di amministrazione della compagnia petrolifera statale russa Rosneft.

La sua nomina ha riacceso vecchie accuse sui suoi stretti legami con la Russia durante il suo periodo come ministro degli esteri. Nel 2018, Kneissl ha fatto notizia a livello internazionale invitando il presidente russo Vladimir Putin al suo matrimonio, mentre l’Ue stava discutendo le sanzioni contro la Russia per le sue azioni in Ucraina.

(Philipp Grüll | EURACTIV.de)

///

VIENNA | COPENAGHEN | TEL AVIV

Israele, Danimarca e Austria si accordano per lo sviluppo di un vaccino. I leader di Israele, Austria e Danimarca hanno annunciato giovedì a Gerusalemme un’alleanza per lo sviluppo e la produzione di vaccini contro i coronavirus di futura generazione, un accordo che ha già suscitato critiche in Europa.

(EURACTIV.com)


REGNO UNITO E IRLANDA

DUBLINO

L’Ue “non può fidarsi” del Regno Unito dopo l’ultima violazione del protocollo dell’Irlanda del Nord, dice il ministro degli esteri irlandese. L’Ue “non può fidarsi” del Regno Unito dopo la sua ultima violazione del protocollo dell’Irlanda del Nord, ha detto il ministro degli Esteri irlandese Simon Coveney a Rte Radio 1, in riferimento al fatto che il Regno Unito ha esteso il periodo di grazia per controlli più severi alla frontiera del Mare d’Irlanda fino a ottobre, invece di attuarli questo mese come concordato.

(Paula Kenny | EURACTIV.com)

///

LONDRA

L’Ue avvia un’azione legale sui controlli alle frontiere del Mare d’Irlanda. L’Ue inizierà presto un’azione legale contro il Regno Unito per la sua mossa di estendere unilateralmente i periodi di grazia sui controlli alle frontiere del Mare d’Irlanda all’inizio di questa settimana. Il vicepresidente della Commissione europea Maroš Šefčovič ha detto giovedì al Financial Times che si sta preparando una “procedura di infrazione”. La Commissione potrebbe iniziare un caso da portare alla Corte di giustizia europea o aprire una procedura di arbitrato contro il Regno Unito.

In un proprio segno di protesta, i leader dei gruppi politici del Parlamento europeo giovedì hanno rifiutato di fissare una data per la ratifica dell’accordo commerciale e di cooperazione tra il Regno Unito e l’Ue. L’accordo è stato ratificato provvisoriamente dall’Ue, permettendo l’entrata in vigore il 1° gennaio, ma richiede ancora l’approvazione formale da parte dei legislatori europei.

(Benjamin Fox | EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

MADRID

La Spagna distrugge le armi da fuoco del defunto gruppo terroristico Eta. Il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez ha presieduto giovedì alla distruzione “simbolica” di quasi 1.400 armi da fuoco sequestrate a organizzazioni terroristiche, la maggior parte del gruppo separatista basco Eta, ormai defunto.

(Fernando Heller | euroefe.es)

///

ROMA

L’Italia nega l’autorizzazione a spedire i vaccini di AstraZeneca in Australia. Dopo aver informato la Commissione europea e aver ricevuto il suo via libera, l’Italia ha bloccato una spedizione di 250.000 dosi del vaccino Covid-19 di AstraZeneca diretto in Australia. La storia completa.

In altre notizie, il leader del Partito Democratico (Pd) di centro-sinistra, Nicola Zingaretti, ha annunciato le sue dimissioni giovedì su Facebook, accusando il partito di discutere solo di posizioni e leadership, quando “la terza ondata di Covid-19 sta esplodendo” in Italia.

“C’è il problema dell’occupazione, e la necessità di ricostruire la speranza soprattutto per le nuove generazioni”, ha aggiunto. Zingaretti è stato a lungo criticato da altri membri del partito, in particolare per aver scelto di continuare un’alleanza politica con il Movimento Cinque Stelle.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

ATENE

Gli Stati Uniti pronti a vendere caccia e fregate F-35 alla Grecia. Atene intende discutere la vendita di caccia e fregate F-35 con Washington, ha confermato giovedì l’ambasciatore americano in Grecia Geoffrey Pyatt.

(Alexandros Fotiadis | EURACTIV.gr)

///

NICOSIA

Cipro lascerà entrare i britannici con il vaccino Covid dal 1 maggio. Cipro permetterà ai turisti britannici che sono stati vaccinati contro il Covid-19 di entrare nel paese senza restrizioni a partire dal 1° maggio, ha detto il ministro del turismo giovedì (4 marzo).

(EURACTIV.com)


GRUPPO DI VISEGRAD

BUDAPEST

L’autorità ungherese per i media avvia un procedimento per uno spot televisivo pro-Lgbtq. L’Autorità Nazionale dei Media e delle Infocomunicazioni (Nmhh) ha avviato un procedimento contro il gruppo mediatico Rtl Ungheria per aver trasmesso uno spot che mirava ad aumentare l’inclusione sociale delle famiglie arcobaleno, ha detto giovedì la società.

(Vlagyiszlav Makszimov | EURACTIV.com)

///

BRATISLAVA

Il premier slovacco si scusa per una battuta “inappropriata” su Ucraina e Russia. Il primo ministro Igor Matovič ha offeso l’Ucraina dopo la sua recente apparizione alla radio per discutere l’attuale crisi di governo in Slovacchia, dove ha fatto una battuta “inappropriata” sullo scambio di territorio ucraino con vaccini russi.

(Barbara Zmušková | EURACTIV.sk)


NOTIZIE DAI BALCANI

ZAGABRIA

Il debito pubblico della Croazia sale del 12,1% in un anno. Il debito pubblico della Croazia ammontava a 327,8 miliardi di kune (43,7 miliardi di euro) nel novembre 2020, aumentando di 35,3 miliardi di kune, o del 12,1%, dalla fine del 2019, mentre il rapporto debito/Pil del paese è aumentato del 15,3% all’88,6%, secondo i dati della Banca Nazionale Croata (Hnb).

L’aumento è il risultato della risposta alla crisi causata dalla pandemia Covid-19, che ha ridotto un gran numero di attività economiche e le entrate di bilancio mentre lo stato è intervenuto per sostenere l’economia, hanno detto gli analisti della banca Rba. Gli analisti si aspettano anche che il rapporto debito/Pil nel 2021 scenda sotto l’85%, sempre che le previsioni di ripresa economica per il 2021 siano confermate.

In altre notizie, l’organizzazione per i diritti delle donne B.a.B.e. ha lanciato il suo progetto “SURF and SOUND” per combattere la violenza online contro le donne. “Una giovane donna su cinque tra i 18 e i 29 anni subisce molestie sessuali online e una grande maggioranza di loro subisce violenza sessuale e fisica da un partner intimo”, ha detto B.a.B.e. in un comunicato stampa.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

LUBIANA

La Slovenia riapre le scuole dopo aver affrontato la pressione pubblica. Gli studenti della scuola secondaria in Slovenia torneranno nelle loro aule lunedì dopo non aver frequentato le lezioni di persona per mesi, mentre gli insegnanti e i maestri d’asilo saranno vaccinati contro il virus “in massa”, ha detto il governo giovedì dopo una forte pressione pubblica, e gli avvertimenti degli effetti negativi sui giovani che non vanno a scuola.

Gli studenti della scuola secondaria frequenteranno le lezioni di persona ogni due settimane, mentre i bambini della scuola primaria frequenteranno le lezioni ogni giorno lavorativo, con i ragazzi delle scuole medie che indosseranno una mascherina a scuola. Fino ad ora, solo i maturandi della scuola secondaria frequentavano le lezioni sul posto per prepararsi agli esami di stato. Allo stesso tempo, la vaccinazione di massa degli insegnanti negli asili e nelle scuole prenderà il via lunedì, a partire da quelli di 50 anni e oltre, ha detto il governo.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

BELGRADO

La discriminazione nel 2020 in Serbia “pronunciata e onnipresente”. La discriminazione nel 2020 in Serbia è stata “pronunciata e onnipresente”, ha dichiarato il redattore del rapporto “I diritti umani in Serbia 2020” Dušan Pokuševski, aggiungendo che non è stata messa in atto una nuova strategia sistematica per prevenire e proteggere dalla discriminazione.

(EURACTIV.rs)

///

PODGORICA

Gli stati della Nato investono 230 milioni di euro. Il Montenegro ha visto un afflusso di 663 milioni di euro in investimenti diretti esteri e un deflusso di 195,5 milioni di euro l’anno scorso, nonostante la pandemia di coronavirus. Mentre gli stati della Nato hanno investito di più in Montenegro con 230 milioni di euro, la Russia si è classificata al primo posto come paese singolo con 99 milioni di euro di investimenti, seguita dalla Cina con 71 milioni di euro e dalla Svizzera con 63 milioni di euro.

In altre notizie, la prima mucca pagata con bitcoin è stata venduta tramite la piattaforma digitale Seljak.me. “La prima mucca acquistata con bitcoin, che abbiamo simbolicamente chiamato Bitcoin, è stata pagata per un importo di circa 0,03 bitcoin, che è circa l’equivalente di 1.350 euro”, ha detto il fondatore di Seljak.me Marko Maras. La nuova proprietaria della mucca, Andjela Bojić, ha detto che “come giovane che è attivamente coinvolta nell’agricoltura attraverso la produzione familiare e il lavoro attuale, credo che il futuro dell’agricoltura stia in una sana combinazione di agricoltura e tecnologia”. Lei spera che questo incoraggerà i giovani e gli agricoltori ad usare le moderne tecnologie in agricoltura.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

PRISTINA

Vetëvendosje avrà 58 dei 120 seggi in parlamento. Vetëvendosje, partito guidato da Albin Kurti, ha ottenuto il 49,95% dei voti nelle elezioni parlamentari del Kosovo tenutesi il 14 febbraio, la quota più grande nella storia elettorale del Kosovo, ha annunciato la Commissione elettorale centrale.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

***

[A cura di Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Paula Kenny, Benjamin Fox]