Le Capitali – La destra italiana diserta la protesta antifascista

L'ex premier Massimo D'Alema si è lamentato pubblicamente dell'assenza di sostegno da Forza Italia, della Lega Nord e di Fratelli d'Italia. [EPA-EFE/ANGELO CARCONI]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Germania: accordo tra Spd, Verdi e Liberali. Si va verso il governo “semaforo” di Valentina Iorio, EURACTIV Italia. 

Leggete anche Roaming, il Parlamento Ue propone di estendere lo stop ai costi extra per le chiamate di Valentina Iorio, EURACTIV Italia.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.

Le notizie di oggi dalle Capitali:

ROMA

Sabato 16 ottobre circa 100 mila persone si sono radunate a Roma in solidarietà con la Cgil, il più grande sindacato italiano, che il 9 ottobre era stato attaccata da militanti neofascisti. Le forze politiche di destra italiane non hanno partecipato. Per saperne di più.

///

PRESIDENZA UE

Delo: la presidenza slovena dell’Ue è politicamente morta. Il quotidiano Delo scrive che il primo ministro Janez Janša, con i suoi tweet rivolti alla delegazione del Parlamento europeo in missione d’inchiesta in Slovenia, ha danneggiato la reputazione della Slovenia e la credibilità della sua presidenza dell’UE. Per saperne di più.

///

VIENNA

Il centrodestra austriaco crolla nei sondaggi dopo le accuse di corruzione. Il Partito popolare austriaco (ÖVP) era in testa ai sondaggi da quando l’ex cancelliere Sebastian Kurz è subentrato nel 2016, ma il partito è attualmente in caduta libera a causa della caduta in disgrazia di Kurz per accuse di corruzione. Per saperne di più.

///

BERLINO

Laschet si mostra umile rispetto alla sconfitta alla convention del giovane partito conservatore. “Mi assumo la responsabilità di questo risultato”, ha detto Armin Laschet alla convention dell’organizzazione giovanile della CDU. Laschet deve preparare il suo partito all’opposizione, poiché una coalizione “semaforo” senza i conservatori sembra sempre più probabile. Per saperne di più.

///

PARIGI

Macron riconosce il massacro degli algerini del 1961 come “crimine imperdonabile”. “La Francia riconosce le sue responsabilità”, ha affermato sabato l’Eliseo in occasione della commemorazione di un massacro di algerini avvenuto a Parigi 60 anni fa sotto l’autorità dell’ex prefetto di polizia Maurice Papon. Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA
DUBLINO

L’aumento dei casi di COVID-19 getta nell’incertezza il piano di riapertura dell’Irlanda. Un recente picco di infezioni da COVID-19 ha messo in dubbio se le fasi finali della riapertura graduale dell’Irlanda potranno andare avanti come previsto. Per saperne di più.


NORD EUROPA E PAESI BALTICI
OSLO

Il partito di centro norvegese, ora al governo, ha forti sentimenti anti-UE. Il nuovo governo di minoranza del partito laburista e del partito di centro, insediatosi giovedì, ha opinioni diverse sull’UE. Mentre i laburisti sono favorevoli ad avere una forte cooperazione con i suoi “vicini europei”, la retorica del partito di centro farebbe arrossire anche i Brexiteers. Per saperne di più.

///

COPENAGHEN

Ministro degli esteri danese: È importante mantenere l’Artico libero da conflitti. Devono essere gli stati artici a guidare la resilienza nella regione, ha detto a EURACTIV il ministro degli esteri danese Jeppe Kofod. Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE

ATENE

Il ministero della Difesa francese conferma che le zone economiche esclusive non fanno parte dell’accordo Grecia-Francia. Un accordo militare firmato di recente tra Grecia e Francia prevede una clausola di mutua difesa che include i territori dei due Paesi, ma non le zone economiche esclusive, ha detto il ministero della Difesa francese a EURACTIV France.

///

MADRID

Il governo spagnolo propone di estendere di un anno i sussidi. Il governo ha proposto di estendere per un anno in più i regimi di cassa integrazione, sistema che ha contribuito in modo significativo a proteggere migliaia di posti di lavoro messi a rischio dalla pandemia. Per saperne di più.

///

Il presidente spagnolo: “La socialdemocrazia che alcuni consideravano liquidata gode di una salute di ferro”. Il 40° Congresso del PSOE che si è svolto nel fine settimana ha avuto risultati costruttivi. Soprannominato il congresso di ‘unità’, si è concluso con l’elezione di un nuovo esecutivo federale con il 95% del sostegno. Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

PRAGA

Il governo ceco uscente vuole rafforzare il fondo Three Seas Initiative. Il governo uscente del primo ministro ceco Andrej Babiš deciderà lunedì (18 ottobre) su un investimento strategico di 20 milioni di euro nell’Iniziativa dei tre mari (3SI). Per saperne di più.

///

BRATISLAVA

Il governatore della Banca nazionale slovacca incriminato per corruzione. Peter Kažimír, ex ministro delle finanze nel governo di Robert Fico e attualmente governatore della Banca nazionale, è stato ufficialmente accusato di corruzione. Secondo le accuse Kažimír avrebbe dato una busta con 50 mila euro all’allora capo dell’amministrazione finanziaria František Imrecze. Per saperne di più.

///

VARSAVIA

“Stop alla tortura al confine!”. I cittadini polacchi sono scesi in piazza domenica a Varsavia chiedendo al governo di porre fine alla “tortura” e alla “crudeltà” contro i rifugiati al confine con la Bielorussia. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI
PODGORICA

Pericoloso che la NATO condivida informazioni con il governo montenegrino. Gabriel Escobar, vice segretario di Stato americano in carica per i Balcani, ha confermato che all’ultimo vertice della NATO sono stati espressi timori che fosse pericoloso condividere informazioni con il nuovo governo di Podgorica, aggiungendo che le persone in Montenegro dovrebbero esserne consapevoli. Per saperne di più.

///

BUCAREST

L’Urs propone un nuovo governo, ma manca il sostegno politico. Dacian Ciolos presenterà ufficialmente lunedì (18 ottobre) il suo programma di governo e la lista dei ministri, ma è improbabile che il parlamento approvi il suo gabinetto. Per saperne di più.

///

SOFIA

La Bulgaria invia finalmente il suo piano di risanamento a Bruxelles. Il piano di rilancio bulgaro comprende 59 progetti di investimento e 46 riforme. È stato approvato giovedì dal governo provvisorio ed è stato ufficialmente inviato alla Commissione europea venerdì. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

La Croazia investirà 7,5 miliardi di euro in agricoltura nei prossimi 10 anni. L’agricoltura e l’industria energetica sono i due settori principali che consentono alla società e allo stato di funzionare normalmente. Pertanto, nel prossimo decennio, saranno investiti 7,5 miliardi di euro nel settore agricolo, ha affermato il primo ministro Andrej Plenković. Per saperne di più.

///

BELGRADO

Christopher Hill nominato nuovo ambasciatore degli Stati Uniti in Serbia. Il diplomatico statunitense Christopher Hill è stato nominato come prossimo ambasciatore degli Stati Uniti in Serbia, ha annunciato venerdì la Casa Bianca. Per saperne di più.

///

SARAJEVO

Dignitari cattolici e musulmani chiedono di disinnescare le tensioni. I più alti dignitari cattolici e musulmani di BoiH, l’arcivescovo di Sarajevo Vinko Puljić e il Gran Mufti Husein Kavazović, hanno chiesto di disinnescare la tensione nel paese. Per saperne di più.

///

SKOPJE

Le elezioni locali della Macedonia del Nord hanno messo alla prova la coalizione di governo. La Macedonia del Nord domenica (17 ottobre) ha tenuto le elezioni locali, che saranno un banco di prova per la coalizione di governo dei socialdemocratici (SMSD), guidata dal primo ministro Zoran Zaev e dal partito albanese DUI. Per saperne di più.

///

PRISTINA

Il Kosovo va alle urne alle elezioni locali. Il Kosovo ha tenuto domenica le elezioni locali in 36 comuni per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Alla corsa si sono iscritti circa 166 candidati a sindaco e 5.198 consiglieri. Per saperne di più.

///

Il presidente del Kosovo chiede alla Serbia di fare chiarezza sulle fosse comuni. Il presidente del Kosovo Vjosa Osmani ha chiesto alla Serbia di rivelare i luoghi delle fosse comuni contenenti i corpi delle persone uccise durante la guerra del 1998-1999. Ha presentato la richiesta al Consiglio di sicurezza nazionale delle Nazioni Unite venerdì dopo che è stato convocato un incontro per affrontare la recente escalation delle tensioni tra Serbia e Kosovo.

Osmani ha ricordato al Consiglio e ai rappresentanti della Serbia e della Missione Onu in Kosovo che ci sono ancora 1.600 persone disperse. “Esorto la Serbia ad aprire le fosse comuni. Vogliamo indietro i nostri cari. Li vogliamo a casa”, ha detto. (Bledar Qalliu | Exit.al)

///

TIRANA

L’audit dello stato albanese rivela carenze nella gestione della pandemia. L’Audit supremo dello Stato albanese (KLSH) ha rilevato che i ritardi nei test e nella ricerca dei contatti e la mancanza di risorse a livello nazionale hanno portato alla rapida diffusione di COVID-19 in tutto il paese. Per saperne di più.


AGENDA:

  • Ue: i ministri degli esteri Ue si incontrano a Lussemburgo per discutere Golfo, partenariato orientale e attualità / Sessione plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo / Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel parla con il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg.
    Germania: il primo ministro lussemburghese Xavier Bettel incontra la cancelliera tedesca uscente Angela Merkel e, virtualmente, il presidente cinese Xi Jinping.
  • Francia: il presidente Emmanuel Macron si recherà a Poitiers per gli “Etats Généraux de la Justice”
  • Paesi Bassi: i sospetti per l’omicidio del giornalista di cronaca nera Peter R. de Vries compaiono in tribunale.
  • Croazia: il presidente Zoran Milanović e il suo omologo sloveno Borut Pahor inaugurano i monumenti a Ljudevit Gaj e France Prešeren a Lubiana ea Zagabria.
  • Serbia: il presidente Aleksandar Vučić e il primo ministro ungherese Viktor Orban partecipano all’inizio dei lavori per la ricostruzione della ferrovia di confine Subotica-Horgoš-Ungheria.
***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor]