Le Capitali – La Commissione chiede alla Bulgaria una “data esatta” per la chiusura delle centrali a carbone

Quasi 100 mila bulgari svolgono lavori legati all'industria del carbone. [Shutterstock/ARK NEYMAN]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo SOTEU 2021, Ursula Von der Leyen rivendica i successi dell’UE con lo sguardo rivolto al futuro di Roberto Castaldi, EURACTIV Italia.

Leggete anche Transizione digitale, l’Ue lancia un quadro per realizzare gli obiettivi entro il 2030 di Alessandro Follis e Luca Bertuzzi, EURACTIV Italia.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.

Le notizie di oggi dalle Capitali: 

SOFIA

La Commissione europea vuole che la Bulgaria dimostri di avere un piano chiaro per la chiusura delle sue centrali elettriche a carbone e garantisca che i finanziamenti europei per le regioni non vengano investiti solo alla capitale, Sofia. Sono queste le due condizioni poste da Bruxelles per l’esame del Piano di ripresa bulgaro e dell’Accordo di partenariato per il periodo 2021-2027. Per saperne di più.

///

ISTITUZIONI UE

#SOTEU: I temi chiave del discorso annuale di von der Leyen. Mercoledì la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha pronunciato il suo discorso annuale sullo stato dell’Unione al Parlamento europeo. Ecco un’analisi politica per politica dei settori chiave.

///

BERLINO

Laschet mette in guardia contro l'”esperimento ideologico” di un potenziale governo progressista. Mercoledì il candidato della CDU Armin Laschet ha avvertito delle conseguenze economiche di un governo SPD-Verdi-Linke, potenziale opzione di coalizione che ha guadagnato terreno nelle ultime settimane. Per saperne di più.

///

VIENNA

Nel discorso di von der Leyen è mancata una “grande narrativa europea”, afferma l’opposizione austriaca. Il discorso sullo stato dell’Unione della presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha suscitato reazioni contrastanti in Austria. Mentre il conservatore al governo ÖVP ha elogiato il discorso, l’opposizione ha criticato la mancanza di ambizione e di una “grande narrativa europea”. Per saperne di più.

///

PARIGI

La Francia è “altamente minacciata” dal terrorismo, afferma il ministero dell’Interno. Con il processo per l’attacco terroristico del 13 novembre a Parigi attualmente in corso, il ministro degli Interni Gérald Darmanin ha messo in guardia sull’alto livello di minaccia terroristica in Francia. Per saperne di più.

///

BRUXELLES

Il settore alberghiero chiede l’abolizione delle mascherine. In vista di una riunione del comitato consultivo di venerdì, il settore dell’ospitalità fiammingo ha invitato il governo belga a revocare l’obbligo di indossare mascherine nei ristoranti e nei bar. Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Johnson rimescola le carte. Dominic Raab e Gavin Williamson sono state le principali vittime del primo importante rimpasto della squadra ministeriale di alto livello di Boris Johnson, avvenuta mercoledì. Per saperne di più.

///

DUBLINO

L’esperto irlandese afferma che il ritorno alle restrizioni COVID-19 probabilmente non sarà necessario. Apparendo davanti a un comitato sanitario del governo, il dottor Tony Holohan ha affermato che sebbene non possa assolutamente escludere il ritorno delle restrizioni, “in termini generali, siamo ottimisti sulla traiettoria della malattia in questo momento”. Per saperne di più.


PAESI BALTICI

HELSINKI

I Verdi pronti a legalizzare la cannabis. La conferenza virtuale del partito dei Verdi avrebbe dovuto essere incentrata sul clima. Ma due voti possono fare la differenza. Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE
ROMA

L’Italia renderà obbligatorio il Green Pass per i lavoratori del settore pubblico e privato. “Il vaccino è l’unica arma che abbiamo attualmente contro il COVID e possiamo contenere l’infezione solo vaccinando una grande maggioranza della popolazione”, ha affermato la ministra per gli Affari regionali Mariastella Gelmini. Finora nessun altro Paese europeo ha reso obbligatorio il pass sanitario per tutti i lavoratori del settore pubblico e privato. Per saperne di più.

L’Italia pronta a litigare con la Croazia per la denominazione ‘Prošek’. Roma è pronta a sollevare le sue obiezioni alla richiesta della Croazia di ottenere la protezione dell’UE per il suo Prošek, un vino dolce da dessert prodotto in Dalmazia, il cui nome è simile a quello del famoso spumante italiano, il prosecco, ha detto il ministro delle Politiche Agricole. Per saperne di più.

///

MADRID

Le compagnie elettriche si scontrano con il governo spagnolo dopo le misure per ridurre la bolletta elettrica. Le più grandi compagnie elettriche spagnole, come Iberdrola ed Endesa, hanno messo in guardia contro qualsiasi intervento nel mercato dell’elettricità da parte dello Stato spagnolo, a seguito della decisione del governo socialista di attuare misure urgenti per abbattere le bollette energetiche, riferisce EFE, partner di EURACTIV.

///

LISBONA

I deputati portoghesi criticano il discorso sullo stato dell’Unione. Gli eurodeputati portoghesi sono stati nettamente divisi nell’apprezzamento del discorso sullo stato dell’Unione presentato mercoledì dalla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen al Parlamento europeo. Lo riferisce Lusa, partner di EURACTIV.


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

Il partito di governo polacco mette fine alla discussione sulla “Polexit”. In reazione a discussioni emerse nell’opinione pubblica nelle ultime settimane, il partito di governo della Polonia Giustizia e Libertà (PiS) ha aaffermato che “l’obiettivo del PiS è che la Polonia non lasci l’UE”. Per saperne di più.

///

BUDAPEST

La capitale è in rosso. Poiché il comune di Budapest ha esaurito tutti i titoli di Stato e il denaro che può utilizzare per le operazioni, ha dovuto accedere alla linea di credito di 71 milioni di euro (25 miliardi di HUF), ha detto a Népszava il vicesindaco di Budapest Ambrus Kiss, secondo quanto riportato da Telex.
Kiss ha detto che la carenza di liquidità durerà al massimo fino alla fine di settembre. (Vlagyiszlav Makszimov | EURACTIV.com con Telex)

///

BRATISLAVA

Papa Francesco condanna le discriminazioni e i pregiudizi nei confronti dei rom. Papa Francesco ha concluso mercoledì la sua visita ufficiale in Slovacchia celebrando la santa messa nella città di pellegrinaggio slovacca occidentale di Šaštín-Stráže davanti a circa 50.000 persone. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI
BELGRADO

Ex presidente serbo: Merkel sa che Vučić mina la democrazia. L’ex presidente della Serbia, Boris Tadić, ha dichiarato mercoledì che tutti i cittadini serbi che non subiscono l’influenza della propaganda di Stato e dei media privati ​​controllati dal Partito progressista serbo, sono consci del fatto che il presidente Aleksandar Vučić e il suo regime “mentono loro ogni giorno”. Per saperne di più.

///

BUCAREST

La Romania discute di imporre un limite ai prezzi dell’energia. Il governo rumeno discuterà un modo per limitare i prezzi del gas naturale dopo un aumento significativo quest’anno, ha detto mercoledì il primo ministro Florin Citu. Ad agosto, Citu ha affermato che l’introduzione di un tetto ai prezzi dell’energia era fuori discussione. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

Il presidente croato concorda con la posizione ungherese e polacca secondo cui l’UE non può essere sovrastatale. L’Unione europea è composta da stati nazionali e l’UE non può essere una federazione o un sovrastato, ha detto alla stampa il presidente croato Zoran Milanović. Per saperne di più.

///

SARAJEVO/BELGRADO

Il ministero degli esteri bosniaco sconsiglia ai cittadini di recarsi in Serbia. Il Ministero degli Affari Esteri della Bosnia ed Erzegovina ha rilasciato una dichiarazione in cui consiglia ai suoi cittadini di non recarsi in Serbia citando il presunto rischio di arresto con l’accusa di crimini di guerra. Per saperne di più.


Agenda:

  • Ue: la Commissione Ue svela la proposta per la nuova Autorità europea per la preparazione e la risposta alle emergenze sanitarie (HERA) e la Strategia Ue per la cooperazione nell’Indo-Pacifico.
  • Germania: la cancelliera Angela Merkel incontra il presidente lituano Gitanas Nauseda. Ex dipendenti VW vengono processati per il caso Dieselgate.
  • Francia: il presidente Macron tiene una cena di lavoro con la cancelliera tedesca Merkel e un pranzo separato con i membri dell’ufficio francese del Parlamento europeo.
  • Spagna: il primo ministro Pedro Sanchez ospita il presidente colombiano Duque.
  • Portogallo: esperti e politici si riuniscono nuovamente a Infarmed, a Lisbona, per seguire l’evoluzione della situazione epidemiologica da COVID-19 in Portogallo.
  • Bulgaria: il presidente Rumen Radev annuncerà cambiamenti nel governo ad interim, che governerà il Paese almeno fino alla fine di novembre.
  • Croazia: il presidente montenegrino Milo Đukanović visita la Croazia, incontra il presidente Zoran Milanović, il presidente del Parlamento Gordan Jandroković, il primo ministro Andrej Plenković e la comunità montenegrina.

***

[A cura di Alexandra Brzozowski, Sarantis Michalopoulos, Zoran Radosavljevic]