Le Capitali – La Bulgaria diventa snodo regionale per le forniture di gas

La Bulgaria ha ricevuto l'appoggio dalla Commissione europea a seguito della sua decisione di rifiutarsi di pagare il gas russo in rubli. [Shutterstock/Circlephoto]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo della rete di EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita. Vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, vi invitiamo ad aderire alla European Initiative 2022 e a sottoscrivere l’appello “È l’ora degli Stati Uniti d’Europa” promosso da Roberto Castaldi, Yves Bertoncini, Anna Diamantopoulou, Ulrike Guerot e Daniel Innerarity.

L’appello ed il modulo per la sottoscrizione, disponibili in diverse lingue, potete trovarli sul sito di CesUe.

Dal network Euractiv, potete leggere l’editoriale di Zeljko Trkanjec, La cautela è indispensabile quando si combatte una guerra economica.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali

SOFIA

La Bulgaria diventa lo snodo regionale per le forniture di gas. In Bulgaria sarà istituito un centro di coordinamento regionale per gestire l’uso di tutte le infrastrutture del gas e dell’elettricità, ma anche per calibrare gli acquisti aggiuntivi di gas per i Balcani e l’Italia. Lo ha annunciato Asen Vassilev, vice Primo Ministro e Ministro delle Finanze, a Bruxelles dopo aver incontrato giovedì (28 aprile) la Pesidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e il Vicepresidente Frans Timmermans. Per saperne di più.


ISTITUZIONI UE

BRUXELLES

Timmermans: “disonesto e irresponsabile” parlare di rischio crisi alimentare nell’Ue. Diffondere paure sul rischio di crisi alimentari in Europa è “irresponsabile e disonesto”, secondo il Vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans. Creare timori di questo tipo è un “pretesto” per far deragliare le ambizioni dell’Ue in materia di agricoltura sostenibile, secondo Timmermans. Per saperne di più.


EUROPA OCCIDENTALE

PARIGI

Hollande: alleanza di sinistra sarebbe letale per il partito socialista. Un’alleanza tra i partiti di sinistra francesi, in vista delle elezioni legislative di giugno, potrebbe portare alla scomparsa del Partito socialista, ha avvertito l’ex leader socialista, nonché ex Presidente francese François Hollande. Per saperne di più.

///

BERLINO

Scholz: la Germania è pronta, se la Russia taglierà il gas. La Germania è pronta, nell’eventualità in cui la Russia dovesse decidere “improvvisamente” di tagliare le forniture di gas, ha detto il Cancelliere Olaf Scholz. Per saperne di più.

///

VIENNA

I Länder austriaci chiedono lo stop al divieto di indossare il velo all’asilo. I Länder austriaci chiedono la revoca del divieto di indossare il velo negli asili, nonostante il governo federale, attualmente guidato dal partito conservatore (ÖVP), punti a mantenere tale veto.  Per saperne di più.

///

L’AIA

La guerra in Ucraina gonfia l’estrema destra olandese. La narrazione russa della guerra in Ucraina sta alimentando idee radicali nei gruppi estremisti, secondo Erik Akerboom, Direttore del Servizio Generale di Intelligence e Sicurezza (AIVD), riferisce l’emittente NOS. Per saperne di più.


GRAN BRETAGNA E IRLANDA

DUBLINO

Brexit e stallo del protocollo NI ostacolano il processo di pace in Irlanda del Nord.  Le questioni riguardanti la Brexit e il protocollo dell’Irlanda del Nord hanno “ostacolato” il processo di pace in Irlanda del Nord, ha detto il Taoiseach irlandese Micheál Martin a una commissione parlamentare, giovedì. Per saperne di più.


PAESI NORDICI E BALTICI

COPENAGHEN

La Danimarca invierà carri armati, mine anticarro e proiettili di mortaio all’Ucraina. La Danimarca sta programmando l’invio di carri armati M113, mine anticarro e proiettili di mortaio all’Ucraina, ha riferito giovedì DR News. Per saperne di più.

///

HELSINKI

Quasi la metà dei finlandesi pronti a spegnere i motori. Un recente sondaggio riporta che quasi la metà dei finlandesi sarebbe pronta a ridurre i propri viaggi e il pendolarismo, nel caso in cui il prezzo del carburante continuasse a salire. Per saperne di più.

///

STOCCOLMA

Svezia, il Partito della sinistra chiede un referendum sulla NATO. La leader del Partito della sinistra, Nooshi Dadgostar, in un’intervista a Radio Eko, ha sollecitato un referendum sulla possibile candidatura del Paese alla NATO. Per saperne di più.


SUD EUROPA

MADRID

Il partito indipendentista basco “salva” il pacchetto anti-crisi in Parlamento. ll Parlamento, giovedì, ha approvato il nuovo pacchetto anti-crisi del governo, che mira ad alleviare l’impatto negativo della guerra in Ucraina sull’economia. La maggioranza, ristretta, ha incluso i voti del partito indipendentista basco. Per saperne di più.

La Spagna incoraggia l’unità della NATO di fronte all’invasione russa dell’Ucraina. L’unità degli alleati NATO è il miglior modo per vincere la guerra iniziata dal Presidente russo Vladimir Putin contro l’Ucraina, ha ribadito giovedì la Ministra della difesa Margarita Robles. Per saperne di più.

///

ROMA

L’Italia estende l’obbligo di indossare la mascherina al chiuso, tranne al lavoro. In Italia, l’uso della mascherina rimarrà obbligatorio fino al 15 giugno nelle scuole, sui mezzi di trasporto e durante eventi al chiuso, mentre sarà solo “fortemente raccomandata” in tutti i luoghi di lavoro a partire dal 1° maggio. Per saperne di più.

///

ATENE

Atene tende la mano alla Finlandia per l’adesione alla NATO. Se la Finlandia chiederà di entrare nella NATO, la Grecia rispetterà la sua decisione. Lo ha detto il Primo Ministro greco Kyriakos Mitsotakis giovedì, durante un incontro con la Premier finlandese Sanna Marin ad Atene. Per saperne di più.

///

LISBONA

Il Premier portoghese ricorda all’opposizione cos’è la “vera austerità”. António Costa, Premier del Portogallo, giovedì ha puntato il dito contro l’opposizione, accusandola di voler danneggiare la credibilità economica e finanziaria del Paese. Per saperne di più.


VISEGRAD 

BUDAPEST 

L’Ungheria pronta a pagare Gazprom in rubli. L’Ungheria non pensa che Gazprom taglierà il gas al Paese e non ha un piano per sostituirlo “da un giorno all’altro”, ha riferito giovedì il governo, aggiungendo che, se necessario, pagherà in rubli. Per saperne di più.

///

VARSAVIA

Il divieto russo lascia i comuni polacchi senza gas. La società Novatek Green Energy, controllata dalla Russia, ha tagliato le forniture di gas a diversi comuni polacchi a causa delle sanzioni imposte agli oligarchi e alle imprese russe. Per saperne di più.

///

PRAGA

La legge europea sui semiconduttori in cima alle priorità della Presidenza Ue ceca. Con l’assunzione della Presidenza di turno del Consiglio Ue a luglio, la Repubblica Ceca ha confermato di volersi concentrare sulla crisi dei rifugiati, sull’indipendenza energetica e sulla Legge europea sui semiconduttori. Per saperne di più.

///

BRATISLAVA

Gli Ucraini comprano in Slovacchia fuoristrada da usare in zone di guerra. Gli ucraini hanno iniziato a comprare all’ingrosso fuoristrada di seconda mano per usarli nelle zone dove le infrastrutture sono state distrutte. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI

BELGRADO

Il transito di materiale militare dalla Serbia all’Ucraina non dovrebbe danneggiare le relazioni con Mosca. Il fatto che la Serbia permetta ad attrezzature militari non da combattimento destinate all’Ucraina di attraversare il suo territorio non è giuridicamente sbagliato, ha detto giovedì l’Analista militare serbo Aleksandar Radić. In virtù di ciò, non si aspetta che ne derivi alcun danno alle relazioni con la Russia. Per saperne di più.

Stellantis produrrà auto elettriche in Serbia. I vertici della compagnia Stellantis e il governo serbo hanno firmato giovedì, a Belgrado, un contratto per avviare la produzione di auto elettriche nella fabbrica di automobili Fiat Chrysler Automobiles, a Kragujevac. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA | BUDAPEST

Ungheria e Croazia d’esempio per le politiche sulle minoranze. Péter Szijjártó, Ministro degli esteri ungherese, giovedì ha detto che Ungheria e Croazia, per il modo in cui hanno portato avanti le loro politiche a tutela delle minoranze etniche, potrebbero essere d’esempio per tutta l’Ue. Per saperne di più.

///

SARAJEVO | ZAGABRIA

Migranti, la Bosnia Erzegovina sgombera il campo di Velika Kladuša. La polizia, dopo aver sgomberato un campo vicino al confine croato a Velika Kladuša, ha trasferito i migranti  in un centro di accoglienza a Lipa, vicino a Bihaćrife, riferiscono i media locali. Per saperne di più.

Le autorità della Bosnia bloccano la costruzione di nuovi mini impianti idroelettrici. Le autorità hanno deciso di sospendere il rilascio di licenze per la costruzione di piccole centrali idroelettriche, in seguito a diverse campagne lanciate da gruppi ambientalisti nazionali e internazionali. Per saperne di più.

///

SKOPJE

L’aggressione russa ribadisce l’importanza dell’allargamento dell’Ue, sostiene il Presidente del Parlamento macedone. Dopo aver visitato le rovine della città di Irpin e dell’aeroporto Hostomel, in Ucraina, il Presidente del Parlamento macedone, Talat Xhaferi, ha detto che si impegnerà affinché il Paese fornisca tutto il sostegno possibile a Kiev, al fianco dell’UE e della comunità internazionale. Per saperne di più.

///

PODGORICA 

L’Assemblea del Montenegro ha eletto una nuova speaker. L’Assemblea montenegrina ha scelto Danijela Đurović come nuova speaker. Dopo la sua elezione, è iniziato il dibattito sulla formazione del 43° governo del Montenegro. Per saperne di più.

///

TIRANA

Zelensky parlerà al Parlamento albanese. Il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky parlerà al Parlamento albanese mercoledì. Si è già rivolto a molti legislatori europei. Per saperne di più.


AGENDA

  • Ue: L’Alto Rappresentante per gli affari esteri dell’Ue, Josep Borrell, in viaggio in America Latina, in Cile e a Panama / La Presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola incontra il Garante europeo della protezione dei dati, Wojciech Wiewiórowski
  • Germania: Plenaria del Bundestag a Berlino.
  • Austria: Il Commissario europeo per la programmazione finanziaria e il bilancio, Johannes Hahn, incontra il Ministro degli esteri austriaco Alexander Schallenberg.
  • Francia: Sessione plenaria finale della Conferenza sul futuro dell’Europa a Strasburgo.
  • Lettonia: I Ministri degli esteri di Lituania, Estonia, Lettonia e Polonia si incontrano a Riga per discutere di cooperazione e Ucraina.
  • Gran Bretagna: Sentenza del processo contro la star del tennis Boris Becker, dopo il verdetto di colpevolezza per quattro accuse per bancarotta.
  • Bulgaria: Il Primo Ministro Kiril Petkov in visita in Romania.
  • Croazia: Ministro dello Sviluppo Regionale e dei Fondi Ue tiene una conferenza sulla conversione industriale delle regioni croate a Osijek.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Benjamin Fox, Alice Taylor, Sofia Stuart Leeson]