Le Capitali – Kosovo, esperti e osservatori si oppongono all’accordo per affittare una prigione alla Danimarca

Secondo un esperto, inviare prigionieri in altri paesi è inaccettabile perché, secondo il diritto internazionale, i detenuti hanno il diritto di scontare la pena detentiva il più vicino possibile alle loro famiglie. [Shutterstock/rawf8]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui. Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Viaggi, l’Ue aggiorna le regole sul Green Pass: è valido per 9 mesi di Valentina Iorio.

Leggi anche Tassonomia green, nuovo rinvio: le regole su gas e nucleare arriveranno a gennaio 2022, di Daniele Lettig.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

COPENAGHEN | PRISTINA

Esperti e opinion leader hanno espresso ai giornalisti di Danske Radio la loro opposizione all’accordo danese-kosovaro in base al quale la Danimarca affitterà 300 celle di prigione, al costo di € 210 milioni nei prossimi dieci anni, per ospitare i suoi prigionieri stranieri che rischiano il rimpatrio una volta scontata la loro pena. Per saperne di più.


EUROPA OCCIDENTALE 

BERLINO

La polizia fa irruzione nella sede bavarese di AfD, sempre più radicalizzato. La crescente radicalizzazione dei No-Vax alimentata attraverso le chat del servizio di messaggistica crittografata Telegram ha portato a dei raid della polizia contro alcuni parlamentari, mentre gli scienziati avvertono che il movimento di estrema destra AfD sta diventando più violento. Per saperne di più.

///

VIENNA

Il ministro della salute austriaco: non saremo in grado di fermare Omicron. L’Austria non può fermare la variante Omicron, ma “possiamo guadagnare tempo per prepararci nel miglior modo possibile”, ha affermato il ministro della Salute Wolfgang Mückstein dopo l’incontro con il direttore dell’Oms Europa, secondo quanto riferito dall’emittente ORF. Per saperne di più.

L’Austria valuta il divieto di viaggio per il Regno Unito. L’Austria sta attualmente valutando se imporre requisiti di ingresso più severi per i viaggiatori provenienti da Regno Unito, Paesi Bassi, Danimarca e Norvegia a causa della diffusione di Omicron. Leggi di più.

///

PARIGI

Il governo francese spera che il pass vaccinale venga approvato entro metà gennaio. “Miriamo all’adozione definitiva del pass per il vaccino nella prima metà di gennaio”, ha annunciato martedì il portavoce del governo Gabriel Attal. Con il disegno di legge presentato al consiglio dei ministri il 27 dicembre, il parlamento dovrebbe “esaminare questo testo tra Natale e Capodanno”, ha aggiunto. Per saperne di più.


NORD EUROPA E PAESI BALTICI

HELSINKI

Il governo finlandese è diviso su cosa fare con i migranti privi di documenti. Le crepe stanno iniziando ad affiorare all’interno del governo di pentapartito della Finlandia su cosa fare con i 3.000 migranti privi di documenti le cui domande non sono state accettate. Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

DUBLINO

Il Primo ministro irlandese: i negoziati sulla Brexit sono ancora in corso nonostante le dimissioni di Frost. I colloqui tra l’UE e il Regno Unito sul protocollo per l’Irlanda del Nord rimangono sulla buona strada, nonostante la recente partenza del negoziatore britannico David Frost, ha affermato il Taoiseach Micheál Martin. Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE

ATENE

Tsipras strizza l’occhio ai progressisti, affermando che la destra è “l’unico rivale politico”. L’unico rivale politico per il principale partito di opposizione di sinistra Syriza è il partito di destra Nuova Democrazia (PPE), e non altre forze politiche progressiste, ha affermato il leader di Syriza e l’ex premier Alexis Tsipras. Per saperne di più.

///

LISBONA

Il Portogallo anticipa lo smart working obbligatorio. Il governo portoghese ha deciso di anticipare al 25 dicembre il periodo in cui il lavoro da remoto sarà obbligatorio, ha annunciato martedì il primo ministro António Costa. Leggi di più. 

///

ROMA

Draghi: il tasso di vaccinazione globale contro il COVID-19 deve raggiungere il 70% nella prima metà del 2022. “L’Italia sostiene l’ambizione di vaccinare il 70% della popolazione mondiale contro il COVID-19 entro la prima metà del 2022”, ha detto il premier Mario Draghi martedì all’incontro annuale degli ambasciatori italiani nel mondo. Leggi di più. 

///

MADRID

Le regioni spagnole chiedono misure urgenti per frenare l’ultima ondata di COVID-19. I capi di governo delle regioni spagnole si incontreranno mercoledì con il primo ministro Pedro Sánchez per esortarlo ad adottare misure nuove, chiare e unitarie per aiutarli a frenare l’espansione dell’ultima ondata di COVID-19. Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

PRAGA

La Repubblica Ceca diventa il primo paese dell’UE con i pirati al governo. I pirati cechi sono il primo partito del genere in Europa ad andare al governo. Sebbene i risultati elettorali siano stati inferiori alle aspettative, hanno assunto la guida di due ministeri chiave del nuovo esecutivo, gli Esteri e lo Sviluppo regionale. Per saperne di più.

///

BRATISLAVA

Bratislava spinge per l’accesso ai fondi europei. Bratislava ha recentemente intensificato la sua richiesta di più soldi dell’UE dai fondi strutturali e di investimento. Il denaro dovrebbe essere trasferito a Bratislava a spese delle regioni più povere della Slovacchia orientale, il che non piace alla Commissione europea e ad alcuni altri comuni slovacchi. Leggi di più. 

///

VARSAVIA

L’estrema destra polacca vuole il ritorno della pena di morte. Il partito della Confederazione di estrema destra lancia un appello per reintrodurre la pena di morte per alto tradimento. “È molto necessario, considerando il carattere e il ritmo dei conflitti contemporanei”, ha affermato Jakub Kulesza, il leader del gruppo parlamentare del partito, aggiungendo che le condanne a 10 anni di carcere per tale crimine sono “ridicole”. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI

TIRANA | BELGRADO | SKOPJE

Il primo ministro albanese invita Italia, Grecia e Ungheria a partecipare al progetto Open Balkan. Alla cerimonia della firma dell’iniziativa Open Balkan, il primo ministro Edi Rama ha affermato che Italia, Grecia e Ungheria dovrebbero aderire al progetto. Leggi di più. 

///

SOFIA

Il ministro della Difesa bulgaro si oppone alla presenza di truppe Nato nel Paese. Il ministro della Difesa bulgaro Stefan Yanev è contrario al dispiegamento delle truppe Nato in Bulgaria. L’alleanza sta discutendo varie opzioni per rispondere alle azioni della Russia, incluso il dispiegamento di più truppe in Bulgaria e Romania. Yanev afferma che una misura del genere aumenterebbe le tensioni. Per saperne di più.

Le istituzioni europee indagano sui “passaporti d’oro” bulgari. Il Consiglio d’Europa e la Commissione europea stanno analizzando i regimi che danno la cittadinanza bulgara in cambio di investimenti, ha appreso EURACTIV Bulgaria. Per saperne di più.

///

BUCAREST

La folla cerca di entrare nel parlamento rumeno per protestare contro il COVID pass. Un gruppo di manifestanti ha cercato di accedere all’interno del palazzo del parlamento durante una protesta organizzata dal partito ultranazionalista AUR contro l’introduzione dei pass per il COVID. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

Il turismo sul mare della Croazia è fiorente. Con circa 200 hotel, alloggi privati e diversi campi aperti per le vacanze di Natale, i gestori degli hotel sperano di poter lavorare fino alle 2 del mattino di Natale e Capodanno, secondo quanto riportato da Večerni listPer saperne di più.

///

LUBIANA

La Slovenia ottiene il sostegno degli Stati Uniti per la sua candidatura al Consiglio di sicurezza dell’ONU. Gli Stati Uniti hanno appoggiato la Slovenia nel suo sforzo di conquistare un seggio non permanente al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite nel 2024-2025, una candidatura che la contrappone alla Bielorussia. Leggi di più.

///

BELGRADO

Un epidemiologo serbo prevede un nuovo picco di COVID-19 nella seconda metà di gennaio. L’epidemiologo Predrag Kon ha stimato che un nuovo aumento delle infezioni da coronavirus attende la Serbia nella seconda metà di gennaio. Leggi di più.

///

BELGRADO | BUDAPEST

L’Ungheria rafforza le difese lungo il confine con la Serbia per fermare i migranti. L’Ungheria ha organizzato un’importante esercitazione militare lungo il confine con la Serbia e ha concordato con Ankara lo spiegamento di forze di polizia turche per reprimere ulteriori flussi di migranti dal Medio Oriente, ha scritto martedì il portale Balkan Security Network. Leggi di più.

///

SARAJEVO

Varhelyi e Dodik hanno “concordato” il trasferimento delle competenze in materia di sicurezza e difesa. Il commissario UE per l’Allargamento e il vicinato Olivér Várhelyi e il leader del SNSD Milorad Dodik “hanno concordato” la data della sessione speciale dell’Assemblea nazionale della Republika Srpska, nonché le dinamiche di “entrata in vigore” delle conclusioni relative al trasferimento di competenze in materia di sicurezza e difesa, imposte indirette e giustizia. Leggi di più.

La Russia contro l’Alto Rappresentante in Bosnia-Erzegovina. “La Russia crede che l’OHR (Ufficio dell’Alto Rappresentante) debba essere chiuso in modo che tutti i poteri siano conferiti alle istituzioni della Bosnia-Erzegovina”, ha affermato il ministro degli Esteri Turkovic dopo aver incontrato il suo omologo russo, Sergey Lavrov. Leggi di più.

///

PODGORICA | ZAGABRIA

I presidenti croato e montenegrino si incontrano. Il presidente croato Zoran Milanović ha incontrato il suo omologo montenegrino Milo Đukanović, in visita di lavoro in Croazia per il 30° anniversario dell’Unione nazionale dei montenegrini della Croazia. Hanno parlato delle relazioni tra i due stati, dell’adesione del Montenegro nell’UE e della situazione nell’Europa sudorientale, ha affermato l’ufficio di Milanović. In serata, i due presidenti hanno partecipato a una cerimonia di commemorazione dell’anniversario, che si terrà sotto i loro auspici. Đukanović è stato in Croazia a settembre in visita ufficiale.


AGENDA

  • UE: Riunione del collegio dei commissari UE per la presentazione della proposta sulla tassazione globale delle società e sulle decisioni sugli enti di comodo e sulle risorse proprie.
  • Germania: il cancelliere Olaf Scholz ospita la riunione del gabinetto.
  • Belgio: il premier Alexander De Croo incontra il comitato consultivo sul Covid-19.
  • Italia: conferenza stampa di fine anno del presidente del Consiglio Mario Draghi.
  • Spagna: Le regioni e il primo ministro Pedro Sánchez si riuniranno in riunione straordinaria per adottare nuove misure per frenare la diffusione della sesta ondata di COVID-19.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor]