Le Capitali – Il ritiro degli USA dall’Afghanistan apre un nuovo fronte critico per l’immigrazione nell’UE

In un'intervista con EURACTIV.com, il ministro degli Esteri lituano Gabrielius Landsbergis ha affermato che ci sono già stati diversi afgani che hanno attraversato illegalmente il confine con la Lituania, il che significa che la rotta è già aperta. [Shutterstock/Amors photos]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo 
L’Ue ha autorizzato le piattaforme a controllare le chat private per contrastare gli abusi sui minori di Luca Bertuzzi e Daniele Lettig, EURACTIV Italia e EURACTIV.com. 

Leggete anche l’opinione La lezione di Mancini di Fabio Masini, EURACTIV Italia.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

 

BRUXELLES

La decisione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden di ritirare le truppe dall’Afghanistan, combinata con il crescente avanzamento dei talebani, ha causato forti grattacapi a Bruxelles, poiché l’Europa teme una nuova ondata migratoria dall’est, ha detto un diplomatico dell’UE a EURACTIV. “L’Afghanistan post-USA pone gravi sfide per quanto riguarda l’immigrazione, poiché ci aspettiamo un numero crescente di persone che tentano di fuggire dai talebani”, ha affermato il diplomatico.

(Alexandra Brzozowski e Sarantis Michalopoulos |  EURACTIV.com)

///

ISTITUZIONI UE

Piani di recupero: quando il gioco si fa duro. I piani di rilancio di 12 Stati membri dovrebbero essere approvati dai ministri delle Finanze dell’UE martedì. Per ora il clima è positivo, ma le cose dovrebbero cambiare quando verranno fatte le prime richieste di pagamento a seguito dei report di avanzamento.

(Sarantis Michalopoulos |  EURACTIV.com)
///

BERLINO

Le elezioni tedesche di settembre potrebbero plasmare il dibattito sull’aumento del bilancio dell’UE. I principali partiti politici tedeschi stanno mostrando chiare differenze quando si tratta di una serie di questioni politiche europee. Le elezioni di settembre si concentreranno, tra le altre cose, sulla dimensione del bilancio dell’UE, e il loro esito è destinato a orientare l’intero dibattito europeo sul tema.

(Nikolaus J. Kurmayer |  EURACTIV.de)

///

PARIGI

Macron pensa alla vaccinazione obbligatoria per tutti. Con i tassi di infezione da coronavirus in aumento in tutta la Francia, il presidente Emmanuel Macron ha chiesto un'”estate di mobilitazione”, annunciando la vaccinazione obbligatoria per gli operatori sanitari in un discorso televisivo alla nazione.

(Magdalena Pistorius |  EURACTIV.fr)

///

VIENNA

L’Austria conferma la digital tax nonostante la pressione degli Stati Uniti. Il ministro delle finanze Gernot Blümel ha escluso la sospensione della digital tax austriaca introdotta nel 2020, mentre la Commissione europea ha annunciato lunedì che sospenderà la sua proposta di una tassa sui giganti del settore digitale fino al raggiungimento di un accordo tra i paesi del G20.

(Oliver Noyan |  EURACTIV.de)


REGNO UNITO E IRLANDA

DUBLINO

L’Irlanda invitata a riconoscere i vaccini non approvati dall’EMA per gli espatriati. È stato lanciato un rinnovato appello all’Irlanda per aiutare i cittadini irlandesi che vivono all’estero e che vogliono tornare a casa ma hanno ricevuto un vaccino non accettato dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA), secondo quanto riportato dall’Irish Times.

(Paula Kenny |  EURACTIV.com)


PAESI NORDICI E BALTICI

VILNIUS

Lituania: entità ufficiali partecipano alla tratta di esseri umani in Bielorussia. Entità ufficiali, come compagnie aeree e agenzie turistiche, sono coinvolte nel traffico di esseri umani organizzato attraverso la Bielorussia e dovrebbero essere sottoposte a sanzioni, ha detto a EURACTIV il ministro degli esteri lituano, Gabrielius Landsbergis, in un’intervista esclusiva.

(Alexandra Brzozowski |  EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

Il governo italiano valuta l’introduzione di nuove misure contro il COVID-19. Con l’aumento dei casi di COVID-19 in Italia, con 1.391 nuovi casi e sette decessi registrati lunedì e 24 milioni di cittadini non ancora vaccinati, il governo sta riflettendo sull’introduzione di nuove misure come il rilascio del Green pass solo dopo la somministrazione della seconda dose di vaccino – e non già dopo la prima come avviene ora.

(Daniele Lettig | EURACTIV Italia)

///

ATENE

Una squadra di calcio turca non  stata fatta entrare in Grecia dopo aver rifiutato i test. Le autorità greche lunedì hanno rifiutato l’ingresso nel paese alla squadra di calcio turca del Galatasaray, dopo che i suoi membri si sono rifiutati di sottoporsi a un test rapido per il COVID-19.

(Sarantis Michalopoulos |  EURACTIV.com)

///

LISBONA

Il turismo portoghese dovrebbe tornare ai livelli pre-pandemia nel 2023. Il turismo in Portogallo dovrebbe raggiungere i livelli del 2019 entro il 2023, ha dichiarato il presidente dell’Ente per il turismo portoghese, Luís Araújo, in una presentazione a Ponta Delgada del progetto “Riattivare il turismo. Costruisci il futuro”.

(Inês Linhares Dias |  Lusa.pt)


GRUPPO DI VISEGRAD

PRAGA

La Repubblica Ceca boicotta la conferenza Onu contro il razzismo. La Repubblica Ceca non prenderà parte alla conferenza delle Nazioni Unite contro il razzismo di quest’anno che si terrà a settembre a New York.

(Aneta Zachová |  EURACTIV.cz)

///

VARSAVIA

La Corte costituzionale polacca si pronuncia sul primato del diritto dell’UE. La Corte costituzionale polacca – controllata dal partito Diritto e Giustizia (PiS) al potere – deciderà martedì, su richiesta del primo ministro Mateusz Morawiecki, se alcune disposizioni dei trattati dell’UE sono compatibili con la costituzione polacca e se la Corte dell’UE in Lussemburgo (CGUE) può costringere il Paese a sospendere parte delle sue riforme giudiziarie.

(Paulina Borowska |  EURACTIV.pl)

///

BUDAPEST

La Commissione estende l’esame del piano di risanamento ungherese. Il piano di risanamento ungherese e i 7,2 miliardi di euro di sovvenzioni richiesti a Bruxelles per la ricostruzione post-pandemia continuerà ad essere esaminati dai funzionari dell’UE, ha annunciato lunedì la Commissione europea, alla scadenza del termine per il suo via libera.

(Vlagyiszlav Makszimov |  EURACTIV.com with Telex)

///

BRATISLAVA | BRUXELLES

Slovacchi insoddisfatti dell’indagine belga sulla morte di un cittadino slovacco in custodia di polizia. Durante una visita al Consiglio degli affari esteri dell’UE a Bruxelles, il ministro degli Esteri slovacco Ivan Korčok ha chiesto un incontro con la sua controparte belga, Sophie Wilmès, per discutere dell’indagine sulla morte del cittadino slovacco, Jan Chovanec, in custodia della polizia belga nel febbraio 2018.

(Lucia Yar |  EURACTIV.sk)


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

Il vincitore delle elezioni vuole inviare astronauti bulgari nello spazio. Lo showman e leader del partito anti-sistema “C’è un popolo” Slavi Trifonov, emerso vincitore delle elezioni dello scorso fine settimana in Bulgaria, ha presentato le sue idee per l’invio nello spazio di tre astronauti, due bulgari e un macedone.

(Krassen Nikolov |  EURACTIV.bg)

///

BUCAREST

Il governo rumeno diviso sull’abolizione della sezione investigativa della magistratura. I partiti che formano la coalizione di centrodestra al governo della Romania sono in disaccordo sulla proposta di abolire la sezione che indaga sui reati all’interno del sistema giudiziario (SIIJ).

(Bogdan Neagu | EURACTIV.ro)

///

ZAGABRIA

La vaccinazione non sarà obbligatoria in Croazia. Il presidente del Parlamento croato, Gordan Jandroković, ha dichiarato lunedì alla radio croata che la vaccinazione contro il COVID-19 non sarà resa obbligatoria. Alla domanda su come subordinare il sostegno all’occupazione con la vaccinazione, Jandroković ha affermato di non comprendere la logica di coloro che hanno affermato che non si sarebbero vaccinati, ma che volevano comunque i soldi.
Il primo ministro Andrej Plenković in precedenza aveva adottato un tono simile, dicendo: “Non c’è alcuna possibilità teorica che la vaccinazione sia obbligatoria”.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

LUBIANA

Il manager di Uber è stato nominato in un ruolo di governo per lo sviluppo del digitale. Un manager del gigante tecnologico statunitense Uber è stato nominato per un nuovo posto di di governo, incaricato di supervisionare la trasformazione digitale del paese come capo dell’ufficio per la trasformazione digitale, un neonato dipartimento governativo.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

BELGRADO

La Serbia stringe un accordo con Cina ed Emirati Arabi Uniti sulla produzione del vaccino Sinopharm. Lunedì il primo ministro serbo Ana Brnabić ha firmato un memorandum d’intesa e cooperazione con i partner della Cina e degli Emirati Arabi Uniti sulla produzione del vaccino cinese Sinopharm in Serbia, e ancora una volta ha esortato i cittadini a ricevere le vaccinazioni.

In altre notizie, la vaccinazione in Serbia ha fallito, secondo lo pneumologo Dejan Žujovicless, che lunedì ha indicato che meno del 40% dei cittadini è ora completamente vaccinato e messo in guardia per il notevole picco di nuovi casi di COVID-19 previsto per agosto. Il basso tasso di vaccinazione significa che, senza contare i 700.000 guariti dal virus, circa il 50% della popolazione è rimasta esposta al COVID-19 senza alcuna protezione.

(EURACTIV.rs | betabriefing.com)


AGENDA: 

  • Germania: il ministro degli Esteri Heiko Maas si reca negli Stati Uniti per una riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.
  • Francia: Il ministro dell’Economia Bruno Le Maire, incontrerà gli amministratori delegati del colosso delle telecomunicazioni Orange, Ramon Fernandez, e della banca d’investimenti pubblici Bpifrance, Nicolas Dufourcq / Regolamentazione della concorrenza sul contrasto del diritto d’autore tra Google e gruppi di media.
  • Belgio: i ministri delle finanze dell’UE approvano il primo gruppo di piani di risanamento degli Stati membri.
  • Polonia: Martedì il primo ministro Mateusz Morawiecki tavrà un colloquio a Bruxelles con la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in merito al Green Deal europeo.
  • Romania: il presidente Klaus Iohannis ha lanciato un dibattito nazionale sul futuro dell’Europa, alla presenza del commissario ai trasporti Adina Valean.
  • Ucraina: visita del vicepresidente della Commissione europea Maros Sefcovic.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulous, Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Paula Kenny, Zoran Radosavljevic, Josie Le Blond]