Le Capitali – Il primo ministro ceco accusa i funzionari della Commissione UE di essere una “mafia”

I revisori hanno scoperto che Babiš controlla ancora Agrofert, il che significa che la Repubblica Ceca dovrebbe rimborsare all'UE sussidi per un valore di oltre 10 milioni di euro. [EPA-EFE / MARTIN DIVISEK]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Spagna, il governo anticipa i fondi del Recovery per le regioni di Alessandro Follis, EURACTIV Italia.

Leggete anche l’opinione Una prospettiva europea per Alitalia di Fabio Masini, EURACTIV Italia.

** NOTA: Da oggi in fondo alla newsletter troverete la nuova sezione “Agenda”, con aggiornamenti sugli eventi previsti per oggi in Europa.


Le notizie di oggi dalle Capitali: 

PRAGA

Babiš definisce “mafia” i revisori della Commissione europea che hanno confermato il suo conflitto di interessi. Il rapporto finale dell’audit della Commissione europea sulle accuse di conflitto di interessi mosse contro il primo ministro ceco Andrej Babiš ha scatenato un’accesa reazione da parte dello stesso premier.

(Aneta Zachová |  EURACTIV.cz)


PRESIDENZA UE

I leader dell’UE invitati a impegnarsi per risolvere il problema dei senzatetto entro il 2030. In una lettera aperta pubblicata venerdì, più di cento personalità europee hanno esortato diversi leader europei, quando si incontreranno al Porto Social forum che inizierà il 7 maggio, a impegnarsi a risolvere il problema dei senzatetto nell’UE entro il 2030.

(Tiago Almeida |  Lusa.pt)


                                                     EUROPA OCCIDENTALE

BERLINO

La campagna elettorale tedesca si infiamma con attacchi e accuse. Il ministro delle Finanze tedesco e candidato cancelliere socialdemocratico Olaf Scholz ha attaccato la candidata dei Verdi Annalena Baerbock per mancanza di esperienza politica, sostenendo di essere in una posizione migliore per guidare la più grande economia europea.

(Alexandra Brzozowski |  EURACTIV.com)

///

PARIGI

Il ministro della giustizia francese presenterà un disegno di legge per colmare il “vuoto giuridico”. Il ministro della Giustizia francese Eric Dupond-Moretti ha detto che il suo governo presenterà un disegno di legge volto a colmare il “vuoto giuridico” lasciato dalla più alta corte giudiziaria francese quando ha stabilito che il presunto assassino della donna ebrea di 65 anni Sarah Halimi non era penalmente responsabile e quindi non poteva essere processato. Il presunto colpevole, che aveva consumato cannabis al momento dei fatti, si trova ora in un ospedale psichiatrico. Mentre la famiglia di Halimi sta cercando di portare il caso davanti ai tribunali di Israele, domenica più di 26.000 persone sono scese in piazza chiedendo giustizia per la vittima.

(Anne Damiani | EURACTIV.fr)

///

BRUXELLES

Il Belgio allenta le restrizioni. Da lunedì, in Belgio sono consentiti incontri all’aperto di un massimo di 10 persone, i negozi saranno nuovamente accessibili senza appuntamento, le professioni di contatto non mediche potranno riprendere le loro attività e il settore degli eventi e della cultura potrà organizzare eventi di prova.

(Alexandra Brzozowski, EURACTIV.com)

///

LUSSEMBURGO | ISTITUZIONI UE

Il Lussemburgo sceglie il candidato per la Procura europea. Le autorità giudiziarie del Granducato potranno presentare “un primo candidato alla carica di sostituto procuratore” dei due che si è impegnata a nominare: l’annuncio è arrivato venerdì, a poche ore dalla scadenza del termine per le domande. Il bando per il secondo posto è stato invece nuovamente prorogato fino al 14 maggio. Il paese è ancora alla ricerca di un magistrato lussemburghese che parli correntemente inglese e abbia una conoscenza di “criminalità transfrontaliera” e “assistenza giudiziaria reciproca”.

(Anne Damiani | EURACTIV.fr)

///

VIENNA

L’Austria riaprirà a metà maggio. Per la prima volta da quando è iniziato l’attuale regime di restrizioni, il governo ha dato una data concreta per l’apertura di gran parte del paese. Il 19 maggio, ristoranti e bar dovrebbero tornare in attività fino alle 22:00. Saranno consentiti eventi con un massimo di 1.500 persone all’interno e 3.000 all’aperto. Si aprirà il settore del turismo, ramo essenziale dell’economia austriaca. Gli studenti, invece, torneranno a scuola il 17 maggio. Le associazioni imprenditoriali hanno accolto con favore questi passaggi. La città di Vienna non ha ancora deciso se li implementerà tutti.

(Phillip Grüll, EURACTIV.com)


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Regno Unito e Australia vicine alla stipula di un nuovo accordo commerciale. I ministri del Commercio britannico e australiano affermano di essere vicini a stipulare un nuovo accordo commerciale.

(Benjamin Fox |  EURACTIV.com)

///

DUBLINO

Il primo ministro irlandese accusa lo Sinn Fein di “agitarsi” sulla questione del database dei suoi elettori. Il primo ministro irlandese Micheal Martin ha accusato lo Sinn Féin di voler “coprire le proprie tracce” e di “agitarsi”, dopo che la leader del partito Mary Lou McDonald ha ammesso di aver violato la legislazione sulla privacy in merito alla conservazione del database dei suoi elettori.

(Paula Kenny |  EURACTIV.com)


PAESI NORDICI

HELSINKI

La coalizione di governo finlandese sull’orlo del collasso. Il futuro del governo di centrosinistra guidato dalla prima ministra Sanna Marin (SDP) è in bilico, dopo che la sessione di revisione politica di medio termine della scorsa settimana e i negoziati sul bilancio 2022-2025 hanno portato la coalizione sull’orlo del crollo.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

L’Italia celebra la festa della Liberazione. “Per onorare la memoria di coloro che hanno lottato per la libertà, dobbiamo anche ricordare che noi italiani non eravamo tutti ‘brave persone'”, ha detto domenica il Primo Ministro italiano Mario Draghi, nel giorno in cui l’Italia ha celebrato il 76° anniversario della liberazione dal fascismo dall’occupazione nazista.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

MADRID

La Spagna invierà questa settimana la bozza del piano nazionale di ripresa a Bruxelles. Il governo spagnolo ha detto che prevede di inviare la bozza del suo piano nazionale di ripresa alla Commissione europea questa settimana, prima della scadenza ufficiale di venerdì.

(EuroEFE)

///

ATENE

Un altro giornalista greco minacciato di morte. L’editore del quotidiano Documento, Costas Vaxevanis, ha scritto sui suoi social network di aver ricevuto minacce di morte.

(Sarantis Michalopoulos |  EURACTIV.com)

///

NICOSIA

Un “terreno comune” continua a sfuggire, mentre le due fazioni di Cipro si dirigono a Ginevra. Quattro anni dopo il fallimento dei loro ultimi colloqui di pace, i leader rivali greco-ciprioti e turco-ciprioti si incontreranno a Ginevra la prossima settimana per esplorare l’inafferrabile “terreno comune” riguardo alla riunificazione dell’isola divisa del Mediterraneo.

(EURACTIV.com with AFP)


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

Il principale partito di opposizione illustra la sua idea di politica estera. Il più grande partito di opposizione Piattaforma civica (PO) ha presentato un programma di politica estera chiamato “Polonia sicura” in una conferenza tenuta a Varsavia dal leader di PO Borys Budka e dall’ex ministro degli Esteri e ora deputato al Parlamento europeo Radosław Sikorski.

(Mateusz Kucharczyk |  EURACTIV.pl)


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

Il partito di Borissov si rifiuta di formare un governo. Il partito GERB dell’ex primo ministro bulgaro, Boyko Borissov, ha rifiutato di formare un governo, il che significa che il presidente bulgaro Rumen Radev dovrà ora fare una proposta al partito arrivato secondo alle ultime elezioni, la formazione “There is a such a People” guidata dall’ex presentatore TV Slavi Trifonov.

(Krassen Nikolov |  EURACTIV.bg)

///

LUBIANA

Il governo sloveno sconfitto sulla proposta di fusione delle agenzie di regolazione. Il governo sloveno ha subito una grave sconfitta in Parlamento, poiché la molto contestata proposta di fusione di otto agenzie di regolazione in due mega-agenzie è stata respinta, sollevando nuovi dubbi sulla capacità dell’esecutivo di far approvare le sue proposte di legge.

(Sebastijan R. Maček |  STA)

///

ZAGABRIA

Il presidente croato ritiene il piano nazionale di ripresa “non sufficientemente trasparente”. “La recente presentazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza non è stata sufficientemente trasparente e questo è problematico”, ha detto sabato il presidente croato Zoran Milanović, aggiungendo che al pubblico mancano informazioni precise su come verranno spesi i fondi dell’UE.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

BELGRADO

Vučić incontra Lajčak a Bruxelles. Il presidente serbo Aleksandar Vučić ha iniziato domenica una visita di due giorni a Bruxelles con un incontro con Miroslav Lajčak, rappresentante speciale dell’Unione europea per il dialogo Belgrado-Priština.

(betabriefing e EURACTIV.rs)

///

BELGRADO | PRISTINA

Un’eurodeputata denuncia interferenze del primo ministro kosovaro sul voto in Albania. L’eurodeputata Viola von Cramon ha dichiarato domenica che il voto del Primo ministro del Kosovo Albin Kurti alle elezioni parlamentari albanesi è inaccettabile. “Da un lato, tutti in Kosovo si lamentano delle interferenze della Serbia o dello stesso presidente [Aleksandar Vučić], ma dall’altro il primo ministro del Kosovo vota anche in uno stato vicino. Non è accettabile. Almeno non per me”, ha twittato Von Cramon, relatore del Parlamento per il Kosovo. In precedenza, Kurti aveva twittato di aver esercitato il diritto di voto in Albania come suo diritto, in quanto gode della doppia cittadinanza, e aveva esortato i cittadini a votare. “Come primo ministro, aumenterò e intensificherò la cooperazione con chiunque vinca le elezioni”, ha twittato Kurti.

(betabriefing e EURACTIV.rs)

///

PODGORICA

Il Montenegro apre le frontiere ai turisti dell’Europa orientale. A seguito di un ulteriore calo del numero di nuovi casi di COVID-19, le autorità sanitarie montenegrine hanno deciso venerdì di allentare ulteriormente le misure pandemiche e di consentire ai turisti dell’Europa orientale di entrare nel paese senza alcuna restrizione. I cittadini di Russia, Bielorussia e Ucraina sono stati autorizzati a entrare in Montenegro a partire da sabato senza un test COVID-19 negativo o una prova di vaccinazione, e le stesse condizioni si applicheranno ai cittadini dei paesi della regione. I visitatori di altri paesi dovranno avere invece un test PCR negativo o la prova di aver ricevuto entrambe le dosi del vaccino COVID-19 almeno sette giorni prima di entrare in Montenegro. Dopo il crollo della stagione turistica dello scorso anno, il governo del Montenegro quest’anno prevede 600 milioni di euro di entrate turistiche, che rappresentano il 60% di quelle del 2019, la stagione turistica di maggior successo finora del paese.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

TIRANA

Secondo gli exit poll il Partito socialista albanese ha vinto le elezioni. Si prevede che il Partito socialista albanese (PS) abbia vinto le elezioni parlamentari del paese con il 46,9% dei voti, che si tradurrebbero in 71 seggi in parlamento. Il Partito Democratico (DP) di opposizione avrebbe invece ottenuto il 43,5% dei voti e 63 seggi, secondo gli exit poll pubblicati da Top Channel TV.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)


                                                                AGENDA

  • FRANCIA: il presidente francese Emmanuel Macron pranzerà con il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier.
  • ITALIA: il presidente del Consiglio Mario Draghi illustrerà alla Camera i contenuti del piano di ripresa resilienza italiano.
  • PORTOGALLO: La Presidenza portoghese del Consiglio dell’UE terrà un altro dibattito sulla PAC per raggiungere un accordo politico con il Parlamento il mese prossimo, quando secondo una fonte parlamentare è stato programmato un “super trilogo” per il 25-26 maggio.
  • POLONIA: il presidente polacco Andrzej Duda riceverà il vaccino anti COVID-19 di Moderna.
  • REPUBBLICA CECA: La Repubblica Ceca lancia il Fondo per la modernizzazione, un nuovo strumento dell’UE che è stato sviluppato per aiutare la decarbonizzazione dei 10 paesi a basso reddito dell’Unione.
  • BULGARIA: Il parlamento bulgaro continua a discutere la riforma elettorale per di aumentare le opportunità per i bulgari di votare dall’estero.
  • CROAZIA: Mentre il ministro croato del Mare, dei Trasporti e delle Infrastrutture, Oleg Butković, visiterà i lavori di ammodernamento e ricostruzione dei porti nella contea di Dubrovnik-Neretva, il ministro del Lavoro, delle pensioni, della famiglia e delle politiche sociali Josip Aladrović, insieme al ministro della Giustizia e dell’amministrazione Ivan Malenica presenterà un piano per migliorare il sistema di assistenza sociale del paese.
  • SLOVENIA: Il ministro degli Esteri svedese Ann Linde incontrerà il ministro degli Esteri Anže Logar e il presidente Borut Pahor a Lubiana: si prevede che discuterà della prossima presidenza del Consiglio dell’UE di cui è incaricata la Slovenia.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Paula Kenny, Zoran Radosavljevic, Josie Le Blond]