Le Capitali – Il presidente del parlamento ceco invita gli ungheresi a cacciare Orbán

“I cechi hanno già cacciato il loro Babiš. Spero sinceramente che anche gli ungheresi riescano a farlo", ha affermato il presidente del parlamento ceco. [HOSLET EPA-EFE/OLIVIER]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo della rete di EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita. Vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Dati personali, Europol dovrà cancellare quelli non legati ad attività criminali di Alessandro Follis, Luca Bertuzzi e Mathieu Pollet. 

Leggete anche David Sassoli: un grande europeo e un grande presidente del Parlamento europeo di Roberto Castaldi.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

PRAGA

A seguito delle osservazioni del presidente del parlamento, che spera che gli ungheresi caccino il primo ministro Viktor Orbán alle elezioni generali previste per il 3 aprile, si è accesa la polemica nella nuova coalizione di governo ceca. Per saperne di più.


EUROPA OCCIDENTALE 
BERLINO

Un ex ministro: Scholz dovrebbe chiedere il voto di fiducia sulla vaccinazione obbligatoria. Il cancelliere tedesco Olaf Scholz dovrebbe chiedere un voto di fiducia al Bundestag, ha detto martedì l’ex ministro conservatore dei trasporti Andreas Scheuer, tra le controversie riguardo all’introduzione della vaccinazione obbligatoria. Per saperne di più.

/// 

VIENNA

Un austriaco su dieci potrebbe perdere lo status di vaccinazione a febbraio. Più di 900.000 austriaci, ovvero circa il 10% della popolazione, rischiano di perdere il proprio status di vaccinazione se non riceveranno la seconda vaccinazione o il richiamo prima di febbraio. Questo perché, da febbraio, i certificati COVID saranno validi per sei mesi anziché per gli attuali nove. Per saperne di più.

/// 

L’AIA

Gli olandesi non hanno fiducia nella nuova coalizione, secondo un sondaggio. Nei Paesi Bassi c’è una generale mancanza di fiducia nella nuova coalizione olandese, anche tra gli elettori dei partiti attualmente al governo, secondo un sondaggio condotto dalla società di ricerca I&O Research. Per saperne di più.


NORD EUROPA E PAESI BALTICI

HELSINKI

I ricercatori sviluppano una “maschera biologica” contro le infezioni da COVID.Un gruppo di ricerca dell’Università di Helsinki sta sviluppando un inibitore spruzzato per via nasale che dovrebbe creare una maschera biologica e bloccare Omicron e altre varianti di COVID-19. Per saperne di più.

/// 

COPENAGHEN

Capo dell’intelligence militare danese incarcerato per spionaggio. Il capo dell’intelligence militare Lars Findsen è stato incarcerato per un mese per aver divulgato documenti riservati ai media danesi, hanno rivelato i media locali lunedì dopo un’udienza in tribunale a Copenaghen. Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Due terzi dei britannici chiedono le dimissioni di Johnson per lo scandalo delle feste durante il lockdown. Un sempre più assediato Boris Johnson sta affrontando crescenti richieste di dimissioni, a seguito delle accuse secondo cui lui e sua moglie avrebbero partecipato a un un party con dozzine di persone nel giardino della sua residenza di Downing Street durante il primo lockdown. Per saperne di più.

///

DUBLINO

Il Primo Ministro irlandese: i vaccini rimarranno volontari. Le vaccinazioni obbligatorie non saranno introdotte in Irlanda, ha affermato Taoiseach Micheál Martin dopo che martedì è stata diffusa la notizia che il National Public Health Emergency Team (NPHET) avrebbe preso in considerazione la possibilità. Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

L’aumento del prezzo del gas potrebbe portare le aziende italiane a trasferirsi in altri paesi. Se il governo non fornisce sussidi alle aziende, molte di loro sceglieranno di trasferirsi, ha affermato martedì Confindustria. L’associazione è preoccupata per i prezzi dell’energia alle stelle, che potrebbero portare le aziende a scegliere un’altra sede per le loro attività. Per saperne di più.

///

MADRID

La Spagna destinerà lo 0,7% del suo PIL agli aiuti allo sviluppo entro il 2030. La Spagna prevede di destinare lo 0,7% del suo prodotto nazionale lordo (PNL) all’aiuto pubblico allo sviluppo (APS) entro il 2030, hanno confermato martedì fonti ufficiali. Per saperne di più.

///

LISBONA

Nuove regole in materia di insolvenza e ristrutturazione aziendale entreranno in vigore ad aprile. Nuove regole sull’insolvenza e sulla ristrutturazione delle società in Portogallo entreranno in vigore a metà aprile, in base a una legge pubblicata martedì sulla Gazzetta dello Stato che riduce il periodo di insolvenza personale a tre anni dagli attuali cinque. Per saperne di più.

///

ATENE

La Grecia somministrerà la quarta dose di vaccino contro il COVID. Il Comitato nazionale per le vaccinazioni della Grecia ha dato il via libera a una quarta dose di vaccino contro il coronavirus per gli immunocompromessi e coloro che soffrono di gravi malattie croniche. Nel frattempo, l’EMA si oppone a una quarta dose per la totalità della popolazione. Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

Il governo polacco promette di abolire le tasse sul gas. Nel suo tanto atteso secondo “scudo anti-inflazione”, il governo ha annunciato il suo piano per tagliare l’imposta sul valore aggiunto sui carburanti e introdurre un’aliquota IVA zero su beni come prodotti alimentari di base, fertilizzanti e gas naturale. Per saperne di più.

///

BUDAPEST

Il governo ungherese rompe le promesse, e usa le e-mail per la propaganda politica. Mentre il paese entra nel periodo pre-elettorale, il governo ungherese ha utilizzato le e-mail condivise durante la campagna di vaccinazione per promuovere le sue politiche, nonostante le precedenti promesse di contattare i cittadini solo con informazioni relative alla campagna di vaccinazione, ha riferito TelexPer saperne di più.

///

BRATISLAVA

Il procuratore generale slovacco vola a Mosca per firmare un accordo con la controparte russa. Il procuratore generale Maroš Žilinka è salito a bordo di un aereo per Mosca martedì, per partecipare al 300° anniversario della Procura in Russia e firmare un accordo di cooperazione con il suo omologo russo Igor Krasnov, che rischia le sanzioni dell’UE a causa dell’incarcerazione del critico del Cremlino Alexei Navalny. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI

BALCANI OCCIDENTALI

Centinaia di milioni di fondi dell’UE sono stati “inefficaci” nel rafforzare lo stato di diritto nei Balcani. La Commissione europea ammette che occorre fare di più per le riforme dello stato di diritto nei Balcani occidentali, a seguito di una relazione della Corte dei conti europea che ha ritenuto i 700 milioni di euro stanziati dell’UE “inefficaci”. Per saperne di più.

 ///

ZAGABRIA

L’opposizione croata chiede le dimissioni del governatore della Banca centrale.Martedì i parlamentari Ivana Kekin e Urša Raukar del blocco di sinistra verde hanno chiesto le dimissioni del governatore della Banca nazionale croata (HNB) Boris Vujčić e dei membri del consiglio dell’HNB, a seguito delle rivelazioni secondo cui funzionari e personale dell’HNB avevano negoziato titoli di banche commerciali. Per saperne di più.

 ///

BUCAREST

Otto milioni di rumeni sono stati vaccinati. Il numero di rumeni che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino contro il COVID-19 ha raggiunto gli otto milioni martedì. Tuttavia, la Romania rimane il secondo paese meno vaccinato dell’UE, con poco più del 40% delle persone che ha ricevuto un vaccino contro il COVID-19. (Bogdan Neagu | EURACTIV.ro)

///

SOFIA

Tutta la leadership bulgara è stata messa in quarantena a causa del contatto con un positivo al COVID-19. Il presidente della Bulgaria, il primo ministro, alcuni ministri chiave e la maggior parte dei leader dei partiti politici parlamentari sono stati messi in quarantena martedì perché sono entrati in contatto con il presidente del parlamento Nikola Minchev, che è stato infettato dal COVID-19. Per saperne di più.

///

BELGRADO

Il patriarca serbo risulta positivo al Covid-19. Il patriarca serbo Porfirije è risultato positivo al test del COVID-19 e sarà curato a casa, ha detto martedì l’Ufficio informazioni della Chiesa ortodossa serba. Per saperne di più.

///

SARAJEVO

Plenkovic e Izetbegovic discutono di ricucire le relazioni bosniaco-croate. È imperativo ricucire le relazioni con i croati e la Croazia perché le attuali tensioni stanno danneggiando sia i popoli che i due paesi, ha affermato lunedì il leader del Partito di azione democratica (SDA) della BiH Bakir Izetbegović, incontrando il primo ministro croato Andrej Plenković a Dubrovnik. Per saperne di più.

///

SKOPJE

Elenco dei candidati al gabinetto della Macedonia del Nord presentato al parlamento. Il primo ministro designato, Dimitar Kovačevski, ha inviato al parlamento l’elenco dei candidati al gabinetto e il potenziale programma del governo. Il presidente Talaf Xhaferi ha programmato la sessione per la selezione del nuovo governo per il 15 gennaio. Per saperne di più.

Bučkovski non è più il negoziatore con la Bulgaria. Il governo ha destituito Vlado Bučkovski dalla carica di Rappresentante speciale del governo della Repubblica di Macedonia del Nord nei negoziati con la Repubblica di Bulgaria. Le ragioni del licenziamento non sono state rivelate, ma ufficiosamente la valutazione è che con il nuovo approccio i ministeri degli Esteri di entrambi i Paesi guideranno i negoziati attraverso cinque gruppi di lavoro, per cui non è necessario un rappresentante speciale. (Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

PODGORICA

La partenza di Dukanovic faciliterebbe notevolmente i rapporti tra i partiti. L’allontanamento di Milo Đukanović dal ruolo di capo del Partito Democratico dei Socialisti (DPS) non è una condizione preliminare per la formazione di un governo di minoranza, ma faciliterebbe notevolmente la comunicazione e le relazioni tra i partiti, ha detto il vice Primo Ministro e leader del Movimento Civico URA, Dritan Abazovic. Per saperne di più.

///

PRISTINA

Il Kosovo continua la repressione delle criptovalute. A seguito del divieto del Kosovo all’estrazione di criptovalute, le autorità stanno reprimendo coloro che hanno ancora l’attrezzatura in loro possesso, compresi i cittadini nel nord a maggioranza serba che non pagano l’elettricità. Per saperne di più.

///

TIRANA

Reporter senza frontiere critica la polizia albanese per aver preso di mira i giornalisti. La polizia albanese è stata criticata dall’organismo di controllo internazionale per la libertà dei media, Reporter senza frontiere, per aver preso di mira “deliberatamente” giornalisti chiaramente identificabili con cannoni ad acqua e gas lacrimogeni dopo i disordini di sabato.Per saperne di più.


AGENDA

  • UE: I ministri della Difesa dell’UE si incontrano nella cittadina balneare francese di Brest per un incontro informale, il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg è atteso per la cena.
  • Il Consiglio NATO-Russia si riunisce a Bruxelles / Il Comitato militare della NATO si riunisce.
  • Francia: udienza sull’estradizione di ex estremisti di estrema sinistra italiani, ricercati dall’Italia per reati commessi negli anni ’70 / Decisione della Corte d’Appello sulla richiesta della Spagna di consegnare il presunto ex leader dell’ETA “Txeroki” incarcerato.
  • Svezia: entrano in vigore le nuove restrizioni anti-Covid si sono inasprite, con l’ampliamento del pass per i vaccini.
  • Regno Unito: il primo ministro Boris Johnson risponde alle domande nella sessione settimanale in parlamento.
  • Irlanda: la rappresentante per il commercio degli Stati Uniti Katherine Tai discute le relazioni commerciali transatlantiche a Dublino.
  • Repubblica Ceca: i deputati hanno espresso il voto di fiducia al nuovo governo di centrodestra.
  • Ungheria: annunciate le elezioni parlamentari per il 3 aprile.
  • Bulgaria: annunciata una protesta contro la vaccinazione Covid e il pass sanitario a Sofia.
  • Romania: riunione del governo: verranno discussi, tra gli altri, i progressi nel raggiungimento degli obiettivi inclusi nel piano di ripresa e resilienza.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor]