Le Capitali – Il governo slovacco si scontra con i gruppi industriali sui prezzi dell’energia

Il picco dei prezzi dell'energia ha causato grattacapi in tutta Europa. [Shutterstock/vchal]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Il Digital Markets Act ha qualche nodo da sciogliere di Viola Stefanello, EURACTIV Italia. 

Leggete anche Vaccini contro il Covid e sanità: all’Italia altri 1,2 miliardi da React-Eu di Valentina Iorio, EURACTIV Italia.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.

Le notizie di oggi dalle Capitali:

BRATISLAVA

I gruppi industriali slovacchi hanno chiesto un risarcimento per gli alti prezzi dell’energia, in particolare dal fondo ambientale istituito dal ministero dell’ambiente per sostenere lo sviluppo sostenibile. Tuttavia, il ministero ha risposto affermando che il fondo “non è un bancomat”, racconta EURACTIV Slovacchia. Per saperne di più.

///

ISTITUZIONI UE

Il gruppo Renew al parlamento europeo litiga sul prossimo leader del gruppo. L’annuncio della deputata olandese dell’UE Sophie In’t Veld di volersi candidare alla presidenza di Renew Europe ha innescato reazioni nel gruppo politico centrista, poiché i francesi, la più grande delegazione all’interno del gruppo con 23 legislatori, sembrano avere altri piani. Per saperne di più.

I leader dell’UE intrappolati in una discussione sulla strategia di difesa europea. Martedì sera c’è stata una discussione in cui i leader del blocco si sono domandati se è il caso di migliorare la capacità di agire dell’UE in modo indipendente o se rafforzare la sua partnership con la NATO, ma senza un risultato chiaro. Per saperne di più.

///

BERLINO

Altre fughe di notizie sui colloqui di coalizione tra Verdi e conservatori. Citazioni dirette dai primi negoziati di martedì su un accordo di coalizione tra i conservatore di CDU/CSU e i Verdi sono trapelate alla testata Bild poche ore dall’inizio della riunione. I conservatori avrebbero già fatto trapelare dichiarazioni in seguito al loro incontro con i liberali dell’FDP domenica. Per saperne di più.

///

PARIGI

I cittadini francesi scontenti chiedono al governo di preservare il loro potere di spesa. Martedì, migliaia di cittadini sono scesi in piazza in tutto il Paese, chiedendo al governo di aumentare gli stipendi e controllare i prezzi mentre sempre più persone sentono la morsa della perdurante crisi sanitaria, dell’aumento dell’inflazione e dell’aumento dei prezzi dell’energia. Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Ritorna la disputa anglo-francese sui diritti di pesca nella Manica, con il governo francese che avverte che tutti gli accordi bilaterali con il Regno Unito potrebbero essere a rischio.

Il primo ministro francese Jean Castex ha accusato il Regno Unito di non aver rispettato gli impegni in materia di pesca previsti dall’accordo di commercio e cooperazione, entrato in vigore a gennaio. Al centro della polemica c’è la decisione del Regno Unito di concedere 12 licenze su 47 a pescherecci più piccoli per pescare nelle sue acque territoriali. “La Gran Bretagna non rispetta la parola data”, ha detto Castex ai parlamentari francesi.

Tuttavia, il ministro della Brexit David Frost ha insistito martedì 5 settembre che il governo di Westminster ha approvato il 98% delle richieste presentate dalle navi dell’UE per pescare nelle acque del Regno Unito. (Benjamin Fox | EURACTIV.com)

///

DUBLINO

L’Irlanda lancia un piano di spesa decennale imperniato sul clima. Il governo irlandese ha lanciato il suo Piano di sviluppo nazionale, che dettaglia 165 miliardi di euro di spesa da ora fino al 2030, aggiungendo obiettivi climatici ad ogni voce. Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE
ROMA

L’astensione trionfa alle elezioni comunali italiane. L’affluenza complessiva alle elezioni tenutesi domenica e lunedì è stata del 54,69%, in calo del 7,44% rispetto alle elezioni del 2016. Per saperne di più.

///

MADRID

Il governo di coalizione spagnolo approva una nuova legge sugli alloggi. Il governo di coalizione spagnolo ha annunciato martedì un accordo sul bilancio nazionale per il 2022 dopo complesse trattative per sbloccare la nuova legge sugli alloggi (Ley de Vivienda), il principale punto di attrito tra i due membri dell’esecutivo. Per saperne di più.

///

LISBONA

Gli over 65 del Portogallo riceveranno presto una terza dose di vaccino COVID-19.La terza dose inizierà a essere somministrata alle persone di età superiore ai 65 anni dall’11 ottobre, ha annunciato l’Assistente Segretario di Stato e Salute, António Lacerda Sales. “Inizieremo dai gruppi più vulnerabili, ovvero i residenti delle strutture residenziali per anziani e le persone sopra di 80 anni, per poi procedere in maniera decrescente fino al gruppo pari o superiore a 65 anni, come è stato fatto in la prima fase della vaccinazione”, ha detto. Il Portogallo sta già somministrando una dose aggiuntiva ai pazienti immunodepressi. (Célia Paulo | Lusa.pt)

///

ATENE

I greci vaccinati avranno più “privilegi” mentre il bilancio delle vittime di COVID-19 aumenta costantemente. Il ministro della Sanità Thanos Plevris dovrebbe annunciare nuovi benefici per le persone vaccinate, ha confermato il portavoce del governo Giannis Oikonomou. Secondo le informazioni trapelate lunedì sera, potrebbero non essere più vincolati dalle restrizioni esistenti. Il Paese è sul punto di superare 15mila decessi correlati al COVID-19 dall’inizio della pandemia. Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

PRAGA

Caso Turow: i leader regionali vogliono soluzioni. La disputa ceco-polacca sulla miniera di carbone Turów è a un punto morto. “Ora non vediamo alcun senso in ulteriori negoziati con la Cechia sulla miniera di Turów perché non hanno alcun effetto positivo”, ha affermato il viceministro degli Esteri polacco Marcin Przydacz. Per saperne di più.

///

BUDAPEST

Dobrev abbatte le speranze di presentare una candidatura d’opposizione congiunta.
di un’offerta per le primarie congiunte.
Uno dei candidati a primo ministro dell’opposizione ha respinto l’idea di una candidatura congiunta, non lasciando al leader dei Verdi Gergely Karácsony e al conservatore indipendente Péter Márki-Zay, che hanno unito le forze lunedì, altra scelta che ritirarsi, riporta Telex. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI
SOFIA

Offensiva diplomatica a Brdo per togliere il veto bulgaro su Skopje. I leader europei hanno organizzato mercoledì a Brdo due incontri tra il presidente bulgaro Rumen Radev e il primo ministro della Macedonia del Nord Zoran Zaev, ha annunciato la presidenza bulgara. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

La Croazia sostiene la proposta di tassare le multinazionali. La Croazia sostiene l’attuale proposta di tassare le società multinazionali per ottenere una maggiore equità fiscale, ha affermato il ministro delle finanze Zdravko Marić. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA | BELGRADO

“I libri di testo serbi che negano l’esistenza della lingua croata sono scandalosi”. La leadership politica dei croati in Serbia ha condannato la negazione della lingua croata nei libri di grammatica per gli alunni di terza media. Per saperne di più.

///

LUBIANA

Il tribunale annulla la decisione del governo di non nominare i procuratori delegati dell’UE. Il tribunale amministrativo si è schierato con i due pubblici ministeri scelti per rappresentare la Slovenia presso la Procura europea, annullando una decisione del governo di annullare la procedura di selezione. Per saperne di più.

///

TIRANA

La Svezia sostiene ll’adesione dell’Albania all’UE. Ann Linde, ministra degli esteri svedese e presidente in carica dell’OSCE, ha espresso il suo sostegno all’adesione dell’Albania all’UE durante la sua visita a Tirana martedì. Per saperne di più.


AGENDA:

  • Ue/Slovenia: La presidenza slovena dell’Ue ospita il vertice Ue-Balcani occidentali.
  • Germania: il ministro della salute Spahn tiene una conferenza stampa su COVID-19 e vaccino antinfluenzale.
  • Lussemburgo: riunione dei ministri dell’ambiente dell’Ue.
  • Regno Unito: il primo ministro Boris Johnson tiene un discorso alla conferenza del partito conservatore a Manchester.
  • Svezia: proclamato premio Nobel per la chimica.
  • Polonia: la leader dell’opposizione bielorussa Svetalana Tikhanovskaya visita Varsavia.
  • Cechia: il Parlamento europeo discuterà i Pandora Papers, compreso il caso del primo ministro ceco Andrej Babiš.
  • Croazia-Spagna: il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez effettuerà una visita ufficiale in Croazia come primo premier spagnolo a visitare il Paese dall’indipendenza croata.

***

[A cura di Alexandra Brzozowski, Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Zoran Radosavljevic]