Le Capitali – Il governo slovacco rischia di cadere a causa dell’acquisto del vaccino russo

Il primo lotto di vaccini Sputnik V è arrivato in Slovacchia lunedì pomeriggio. La Slovacchia diventerà il secondo paese dell'UE a utilizzare il vaccino russo, che finora non è stato approvato dall'Agenzia europea per i medicinali (EMA). [EPA-EFE/CHRISTOPHE PETIT TESSON]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Patrizia Toia: “Con il Covid l’Europa ha riscoperto l’importanza di fare politica industriale” di Daniele Lettig, EURACTIV Italia.

Leggete anche Cosa sarà e come funzionerà la Conferenza sul Futuro dell’Europa di Federica Martiny, EURACTIV Italia.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

BRATISLAVA

La Slovacchia affronta una crisi politica dopo che due partiti minori della coalizione di governo stanno discutendo se l’esecutivo a seguito dell’acquisto di due milioni di dosi del vaccino russo, negoziato dal primo ministro Igor Matovič
(Lucia Yar | EURACTIV.sk)

///

PRESIDENZA UE

Gli stati dell’UE trovano un terreno comune nel primo dibattito sulla politica commerciale dell’UE. Il ministro degli Esteri portoghese Augusto Santos Silva ha affermato che la prima discussione tra gli Stati membri dell’UE sulla futura politica commerciale dell’Unione è stata “un eccellente punto di partenza”, anche se i duri dibattiti sul commercio e sulla politica climatica devono ancora essere affrontati.
(André Curvelo Campos |  Lusa.pt)

///

PARIGI

Il ministero francese spiega come integrare Doctolib nel sistema di prenotazione del vaccino COVID. Il ministero della Solidarietà e della Salute francese dovrà difendere l’8 marzo davanti al Consiglio di Stato la sua scelta di integrare il portale medico Doctolib, che utilizza i servizi di hosting di Amazon, nel sistema di prenotazione online per le vaccinazioni COVID-19.

L’Europa non è morta: tre cittadini dell’UE su quattro vogliono un’Europa più sovrana. La richiesta di maggiore sovranità europea all’interno dell’UE è forte nonostante le disparità tra gli Stati membri, secondo uno studio pubblicato martedì.
(Mathieu Pollet |  EURACTIV.fr)

///

BERLINO

Merz annuncia la candidatura al Bundestag. L’ex candidato alla presidenza della CDU, Friedrich Merz, ha confermato che si candiderà per un seggio al Bundestag nelle elezioni di settembre.
(Sarah Lawton |  EURACTIV.de)

///

BRUXELLES

AstraZeneca verrà somministrato ai belgi di età superiore ai 55 anni. Il vaccino AstraZeneca potrà ora essere somministrato a persone di età superiore ai 55 anni, invece che solo a quelle tra i 18 e i 55, secondo il parere del Consiglio superiore della sanità belga, che afferma che ora ci sono abbastanza studi scientifici che dimostrano il il vaccino funziona in tutte le fasce d’età.
(Alexandra Brzozowski |  EURACTIV.com)

///


GRAN BRETAGNA E IRLANDA

LONDRA

Il governo continuerà a pagare gli stipendi dei lavoratori licenziati per la pandemia. Il governo del Regno Unito continuerà a pagare gli stipendi delle persone che sono state licenziate a causa della pandemia fino alla fine di settembre: lo prevede una misura contenuta nel bilancio che sarà svelato mercoledì dal cancelliere Rishi Sunak.
(Benjamin Fox |  EURACTIV.com)

///

DUBLINO

La Commissione UE prevede di introdurre controlli permanenti alle frontiere dell’Irlanda del Nord entro la metà del 2021. La Commissione europea prevede che i controlli permanenti alle frontiere al confine dell’Irlanda del Nord saranno messi in atto entro la metà dell’anno, nonostante il ministro dell’Agricoltura irlandese Gordon Lyons abbia ordinato l’interruzione di qualsiasi ulteriore lavoro sulle strutture di controllo.

In altre notizie, le infezioni da COVID-19 tra il personale ospedaliero sono diminuite di circa il 95%, ha detto martedì il ministro della Sanità irlandese Stephen Donnelly. Il ministro ha in gran parte attribuito questo calo alle vaccinazioni e al calo dei livelli di trasmissione nella comunità. Donnelly ha inoltre affermato che entro la fine della settimana saranno state somministrate 500.000 vaccinazioni e che la stragrande maggioranza degli ultraottantacinquenni riceveranno il vaccino.
(Paula Kenny |  EURACTIV.com)

///


PAESI NORDICI E BALTICI

STOCCOLMA

Gli obiettivi climatici potrebbero lasciare le forze armate svedesi senza carburante. I piani ambiziosi della Svezia per smettere di usare i combustibili fossili potrebbero mettere in pericolo e limitare la capacità dei militari di svolgere i propri compiti: i biocarburanti infatti potrebbero non riuscire ad alimentare la maggior parte dei veicoli, e potrebbero anche essere inadatti ai freddi dintorni della Scandinavia, ha avvertito l’esercito del paese.
(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)

///

VILNIUS

La cooperazione “17 +1” con la Cina divide l’Europa, afferma il ministro degli esteri lituano. Il programma di cooperazione tra Pechino e l’Europa orientale ha portato alla Lituania “quasi nessun vantaggio”, ha detto a LRT.lt il ministro degli Esteri lituano, Gabrielius Landsbergis, dopo che il parlamento lituano ha deciso a febbraio di lasciare il vertice “17 + 1” della Cina e dei paesi dell’Europa orientale, aggiungendo che “non è utile per l’Europa e la sta dividendo, perché alcuni paesi hanno un’opinione diversa sulla Cina rispetto ad altri”.
(Benas Gerdžiūnas |  LRT.lt/en)

///


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

La Lega Nord plaude alla Danimarca e all’Austria che si rivolgono a Israele per i vaccini. I deputati europei della Lega Nord hanno sostenuto in una nota l’iniziativa di Austria e Danimarca per formare un’alleanza con Israele per produrre vaccini di seconda generazione contro le varianti COVID-19, allontanandosi così dalla strategia comune europea.

In altre notizie, il commissario europeo agli Affari economici, Paolo Gentiloni, ha detto martedì 2 marzo, riguardo al piano nazionale di ripresa dell’Italia, che “non possiamo dire di essere in ritardo ma certo non è una passeggiata completare” il lavoro. “La scadenza – ha spiegato Gentiloni – è il 30 aprile. Certamente abbiamo avuto alcune settimane di pausa. Adesso il lavoro fra gli uffici del governo e quelli della Commissione europea procede a buon ritmo”. Gentiloni, infine, ha detto di essere “ottimista” sulla possibilità che i piani nazionali di ripresa possano godere dell’esborso anticipato del 13% “prima della pausa estiva”.
(Daniele Lettig |  EURACTIV.it)

///

MADRID

La Spagna registra oltre 4 milioni di disoccupati per la prima volta dal 2016. A febbraio la Spagna ha raggiunto il tasso di disoccupazione più alto dall’aprile 2016, che secondo le fonti è dovuto al “pesante impatto” della pandemia.
(Fernando Heller |  euroefe.es)

///

ATENE

Test negativo o certificato di vaccinazione per viaggiare in Grecia. Le persone che desiderano viaggiare in Grecia dovranno presentare un test COVID-19 negativo o un certificato di vaccinazione, ha detto il ministro del turismo greco Charis Theocharis.
(Sarantis Michalopoulos |  EURACTIV.com)

Il 19% dei britannici con un patrimonio superiore a 1 milione di sterline preferisce investire nel mercato immobiliare greco a causa della sua convenienza e qualità della vita rispetto alla Gran Bretagna, ha scritto CEO World Magazine.
(Alexandros Fotiadis |  EURACTIV.gr)

///


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

Corte dell’UE: la nomina dei giudici della Corte suprema polacca potrebbe violare il diritto dell’UE. La Corte di giustizia dell’UE di Lussemburgo ha stabilito martedì che le modifiche al modo in cui sono nominati i giudici della Corte suprema polacca potrebbero essere in violazione del diritto dell’UE.
(Aleksandra Krzysztoszek |  EURACTIV.pl)

///

PRAGA

I cechi sono affascinati dalle teorie del complotto sul COVID-19. Circa il 40% degli utenti di Internet cechi crede nelle teorie del complotto sulla pandemia COVID-19, ha rivelato un sondaggio condotto dall’agenzia STEM.
(Aneta Zachová |  EURACTIV.cz)

///


NOTIZIE DAI BALCANI

BELGRADO | SARAJEVO

Vučić: L’UE ci ha lasciati soli, i paesi balcanici dovrebbero aiutarsi a vicenda. La situazione relativa all’acquisto di vaccini COVID-19 ha dimostrato che i paesi balcanici sono stati abbandonati dall’UE e che i popoli balcanici dovrebbero cooperare e aiutarsi a vicenda, ha affermato il presidente serbo Aleksandar Vučić.
(EURACTIV.rs)

///

LUBIANA

Molti sloveni hanno avuto problemi di salute mentale durante la seconda ondata di pandemia. Secondo uno studio pubblicato dal National Institute of Public Health (NIJZ), un numero maggiore di sloveni ha avuto problemi di salute mentale durante la seconda ondata di coronavirus, rispetto alla prima ondata o a prima della pandemia.
(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

SOFIA

Il presidente bulgaro accende le tensioni a Skopje. La decisione del presidente bulgaro Rumen Radev di convocare i direttori dei servizi di sicurezza per discutere misure a tutela dei diritti dei bulgari nella Macedonia del Nord ha scatenato tensioni a Skopje.
(Krassen Nikolov |  EURACTIV.bg)

///

BUCAREST

La Romania ha finalmente un budget. Martedì il parlamento rumeno ha adottato la sua legge di bilancio senza approvare alcun emendamento. Sebbene il disegno di legge debba ancora essere convertito in legge dal presidente Klaus Iohannis, questo passaggio è considerato una formalità, poiché il bilancio è stato adottato esattamente nella forma proposta dal governo.
(Bogdan Neagu |  EURACTIV.ro)

///

ZAGABRIA

La Croazia conferma l’interesse per lo Sputnik V. La Croazia ha confermato il suo interesse all’acquisto del vaccino contro il coronavirus Sputnik V di fabbricazione russa in linea con la legislazione dell’UE e croata, ha confermato l’ambasciata russa a Zagabria martedì sera sui suoi account Facebook e Twitter.
(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

BELGRADO

Il primo ministro serbo discute dell’adesione all’UE con il commissario Varhelyi. Le riforme della Serbia nel campo dello Stato di diritto rimangono una priorità assoluta per l’Unione europea nel processo di adesione della Serbia all’UE, ha detto martedì il commissario europeo all’Allargamento Olivér Varhelyi al primo ministro serbo Ana Brnabić, in una video discussione sulla metodologia dell’UE per l’adesione. La Serbia ha compiuto notevoli progressi soprattutto nell’area dello Stato di diritto, delle libertà dei media, della protezione dei giornalisti e per quanto riguarda l’economia, ha affermato Brnabić. Secondo il primo ministro, i colloqui di adesione dovrebbero essere armonizzati con gli sforzi di riforma della Serbia. La Serbia ha accettato la nuova metodologia, nella convinzione che le consentirà di condurre i negoziati con i funzionari europei in modo più concreto e favorevole, ha aggiunto Brnabić.
(EURACTIV.rs | betabriefing.com)

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Paula Kenny, Benjamin Fox]