Le Capitali – I vaccinati contro il COVID dovrebbero mangiare più pomodori (non è uno scherzo)

Il pomodoro è un rimedio naturale contro la coagulazione del sangue [Shutterstock/Zhuravlev Andrey]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Da La casa di carta a Lupin, i successi Netflix made in Europe (perché l’Ue impone di investire su spettacoli locali) di Federica Martiny, EURACTIV Italia.

Leggete anche l’opinione Come accrescere l’impatto sull’economia italiana del Recovery plan di Fabio Masini, EURACTIV Italia.


Le notizie di oggi dalle Capitali: 

SOFIA

Le persone che hanno ricevuto il loro vaccino anti-COVID-19 dovrebbero mangiare pomodori e bere più succo di pomodoro, in quanto è un rimedio naturale contro la coagulazione del sangue, ha detto mercoledì il direttore del Centro nazionale bulgaro per le malattie infettive e parassitarie, il professor Todor Kantardzhiev.

(Krassen Nikolov |  EURACTIV.bg)

///

BERLINO

Un funzionario tedesco chiede il rinvio del Nord Stream 2. Mercoledì il coordinatore transatlantico tedesco Peter Beyer ha chiesto una moratoria per la costruzione del gasdotto Nord Stream 2, nel tentativo di riparare le relazioni con gli Stati Uniti.

(Alexandra Brzozowski |  EURACTIV.com)

///

PARIGI

La Francia entra nel terzo lockdown. Le ultime misure restrittive, già in vigore dal 10 marzo in 19 dipartimenti francesi, saranno estese sabato all’intero paese per un periodo di quattro settimane.

(Magdalena Pistorius | EURACTIV.fr)

///

BRUXELLES

Appello contro l’ordinanza del tribunale che revoca le misure COVID-19. Il ministro dell’Interno belga Annelies Verlinden ha annunciato un appello contro la sentenza di mercoledì di un tribunale di Bruxelles, secondo cui il governo deve revocare “tutte le misure sul coronavirus” entro 30 giorni. Per il momento le misure attuali rimarranno in vigore, ha scritto il ministro in un comunicato stampa del suo gabinetto. Le attuali misure sul coronavirus si basano sulla legge sulla sicurezza civile del 2007, adottata dopo l’esplosione di un gasdotto a Ghislengien al fine di fornire risposte rapide alle situazioni di crisi. Ma i giudici hanno respinto questa base giuridica, dicendo che non poteva essere utilizzata per imporre misure anti-COVID-19, che sono troppo restrittive delle libertà individuali, soprattutto se applicate per un lungo periodo.

Leggi anche: L’ascesa dei partiti nazionalisti minaccia di bloccare i progressi contro la discriminazione razziale in Belgio.

(Alexandra Brzozowski |  EURACTIV.com)

///

LUSSEMBURGO

Il Lussemburgo sta per riautorizzare i pranzi all’aperto. L’annuncio ufficiale sulla riapertura delle terrazze dei caffè e dei ristoranti nel Granducato è atteso per giovedì, quando la Camera dei deputati voterà una nuova legge anti-COVID-19. L’annuncio è stato dato la scorsa settimana dal primo ministro Xavier Bettel, che lo ha definito “un piccolo passo simbolico, una boccata d’aria fresca”. Le terrazze saranno aperte solo dalle 6:00 alle 18:00 e potranno ospitare solo due persone per tavolo, ad eccezione delle persone della stessa famiglia.

(Anne Damiani | EURACTIV.fr)

///

VIENNA

L’esercito costruirà dodici basi in grado di operare autonomamente. L’esercito austriaco ha presentato la sua strategia per i prossimi dodici mesi, che vede al centro la creazione di dodici nuove basi operative in grado di operare indipendentemente da qualsiasi infrastruttura civile. Non solo forniranno supporto ai soldati, ma anche a qualsiasi altro servizio di emergenza come la polizia o i le forze di soccorso.

(Phillip Grüll, EURACTIV.de)


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Polemiche sul rapporto del governo secondo cui il Regno Unito non è “istituzionalmente razzista”. Un rapporto del governo, commissionato la scorsa estate sulla scia delle proteste di Black Lives Matter, è stato accolto con reazioni contrastanti dopo aver concluso che il Regno Unito “non ha più” un problema con il razzismo istituzionale.

(Benjamin Fox |  EURACTIV.com)

///

DUBLINO

I cittadini irlandesi avranno a disposizione il portale per la vaccinazione anti-COVID-19 in 2-3 settimane. Il primo ministro irlandese Micheal Martin ha dichiarato mercoledì al parlamento irlandese che un sito Web che consente ai cittadini irlandesi di registrarsi per il vaccino anti-COVID-19 sarà disponibile tra due o tre settimane.

(Paula Kenny |  EURACTIV.com)


PAESI NORDICI E BALTICI

STOCCOLMA

È sempre più probabile che il prossimo governo svedese sarà guidato dalla destra. La popolarità dei piccoli partiti, compresi i liberali che ora stanno votando al 3,3%, potrebbe indicare che dopo le elezioni parlamentari del settembre 2022, l’attuale governo di minoranza dei socialdemocratici e dei verdi potrebbe essere sostituito da un governo con una maggioranza di centro-destra.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

L’Italia espelle due funzionari russi dopo aver colto in flagrante uno scambio di documenti riservati. Mercoledì 31 marzo l’Italia ha espulso due ufficiali russi, dopo che un capitano della marina italiana è stato colto in flagrante mentre vendeva documenti segreti a un ufficiale militare russo.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

MADRID

La banca centrale spagnola sollecita l’estensione dei regimi di licenziamento temporaneo. La Banca centrale spagnola ha raccomandato l’estensione dei regimi di licenziamento temporaneo (ERTE) per i dipendenti dei settori economici più colpiti dalla pandemia, in particolare il turismo.

(Fernando Heller |  euroefe.es)


GRUPPO DI VISEGRAD

BUDAPEST

I media indipendenti chiedono l’accesso agli ospedali ungheresi. Il governo deve consentire ai giornalisti di accedere ai reparti COVID-19 negli ospedali e ai punti di vaccinazione, nonché consentire agli operatori sanitari di esprimere liberamente le proprie opinioni sulle condizioni negli ospedali al pubblico, ha chiesto un gruppo di 28 media indipendenti.

(Vlagyiszlav Makszimov |  EURACTIV.com)

///

VARSAVIA

L’UE porta la Polonia in tribunale per la legge che indebolisce i giudici. La Commissione europea ha affermato che citerà in giudizio la Polonia davanti alla Corte di giustizia europea per una riforma che, a suo avviso, mina l’indipendenza giudiziaria del paese. La Polonia ha respinto la mossa, dicendo che non ha “alcuna giustificazione giuridica o fattuale”.

(EURACTIV with AFP)

///

PRAGA

La presidenza ceca dell’UE opererà con un budget limitato. La Repubblica ceca assumerà la presidenza di turno del Consiglio dell’UE nella seconda metà del 2022, ma il primo ministro ceco Andrej Babiš ha chiarito che la presidenza dell’UE non sarà una priorità e il suo bilancio sarà molto limitato.

(Ondřej Plevák |  EURACTIV.cz)


NOTIZIE DAI BALCANI

BUCAREST

La Romania ha vaccinato oltre 2 milioni di persone entro la fine di marzo. Più di 2 milioni di persone hanno ricevuto almeno la prima dose di vaccino contro il coronavirus entro la fine di marzo, ha detto il primo ministro rumeno Florin Citu.

(Bogdan Neagu | EURACTIV.com)

///

ZAGABRIA

La Croazia lavora su “criteri chiari” per l’ingresso nel paese. La Croazia sta preparando criteri chiari per entrare nel paese durante la pandemia, in conformità con le raccomandazioni della Commissione europea per i viaggi transfrontalieri, ha affermato il ministro del turismo e dello sport Nikolina Brnjac.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

LUBIANA 

Il consiglio di sorveglianza dell’agenzia STA sollecita il governo a sbloccare i finanziamenti in ritardo. Il consiglio di sorveglianza dell’Agenzia di stampa slovena (STA) ha invitato il governo a saldare immediatamente tutte le sue passività in sospeso nei confronti dell’agenzia, e ad adempiere ai suoi obblighi legali per finanziare STA come servizio pubblico. Non c’è stata ancora una risposta da parte del governo.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

BELGRADO

Il commercio serbo ha perso 6 miliardi di dollari a causa del cambiamento climatico. Dal 2000, il commercio serbo ha subito perdite per 6 miliardi di dollari a causa di condizioni meteorologiche estreme, secondo il rappresentante del Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) in Serbia, Francine Pickup. A meno che non vengano implementati passaggi e attività per prevenire condizioni meteorologiche estreme, entro la fine di questo decennio la predita potrebbe essere di un importo analogo.

In altre notizie, gli ambasciatori del gruppo decisionale informale Quint – che comprende Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Stati Uniti – e il capo della delegazione dell’UE in Serbia, in un incontro con la premier Ana Brnabic hanno espresso la loro preoccupazione sullo stato dei media, ha detto mercoledì l’ambasciatore degli Stati Uniti in Serbia Anthony Godfrey.

(betabriefing and EURACTIV.rs)

///

SARAJEVO | PECHINO

La Cina dona macchinari all’esercito della Bosnia-Erzegovina, l’UE invia attrezzature ospedaliere. Il ministero della Difesa nazionale cinese ha donato alla Bosnia-Erzegovina 15 macchine e veicoli di ingegneria, tra cui sei nuovissimi camion militari, due cisterne con semirimorchi, due camion con una gru di carico, tre terne e un bulldozer, e li ha consegnati mercoledì alla caserma Rajlovac vicino a Sarajevo. Nel frattempo, l’UE ha donato due ventilatori all’ospedale generale di Sarajevo.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

PRISTINA

L’obiettivo degli Stati Uniti è un accordo Serbia-Kosovo incentrato sul riconoscimento reciproco. Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha scritto in una lettera al presidente serbo Aleksandar Vučić che Washington è “impegnata nella nostra partnership di lunga data”.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

***

[A cura di Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Paula Kenny, Zoran Radosavljevic, Benjamin Fox, Josie Le Blond]