Le Capitali – I paesi di Visegrad pronti ad accogliere i rifugiati dall’Ucraina

Secondo la Commissaria europea per gli Affari interni Ylva Johansson, i paesi dell'UE stanno già ospitando oltre 300.000 rifugiati ucraini. [EPA-EFE/Darek Delmanowicz]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo della rete di EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita. Vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto.

Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

PRAGA | VARSAVIA | BRATISLAVA | BUDAPEST

I paesi di Visegrad, noti per aver avuto una rigida politica sull’immigrazione e un approccio a zero ricollocazione dei rifugiati a seguito dell’improvviso afflusso di rifugiati in Europa dopo la guerra siriana, hanno aperto le porte a centinaia di migliaia di persone in fuga dall’Ucraina. Per saperne di più.

///

ISTITUZIONI UE

Gli Stati membri restano indietro nell’esperimento di democrazia partecipativa dell’UE. Con l’avvicinarsi della fine della Conferenza sul futuro dell’Unione Europea durata quasi un anno, 23 Stati membri su 27 non sono riusciti a finalizzare le loro raccomandazioni finali, mettendo in discussione la loro dedizione all’iniziativa. Per saperne di più.

///

BERLINO

L’Ucraina innesca un’inversione di marcia nella politica estera della Germania.Con la guerra della Russia in Ucraina che rappresenta un “punto di svolta”, la Germania ha modificato la sua posizione sui principali argomenti esteri e della difesa, che vanno dalle consegne di armi, alla spesa per la difesa, alle sanzioni e alla diplomazia. Per saperne di più.

///

PARIGI

La Francia proporrà l’attivazione di una legge di emergenza per accogliere i rifugiati ucraini. La Francia, attualmente alla guida della presidenza del Consiglio dell’UE, proporrà di attivare la direttiva “protezione temporanea” per far fronte ai milioni di rifugiati ucraini che l’UE si aspetta nelle prossime settimane, ha annunciato domenica il ministro dell’Interno Gérald Darmanin. Per saperne di più.

///

VIENNA

Vienna si è offerta di ospitare i colloqui di pace Ucraina-Russia. Il cancelliere austriaco Karl Nehammer ha proposto che Vienna ospiti i colloqui per porre fine alla guerra in Ucraina. Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Truss sostiene i volontari britannici che combattono per l’Ucraina.La ministra degli Esteri Liz Truss ha espresso il suo sostegno ai volontari britannici che intendono recarsi in Ucraina per difendere il paese dall’invasione russa in corso. Per saperne di più.

///

DUBLINO

I membri del governo irlandese chiedono l’espulsione dell’ambasciatore russo. Gli appelli dei componenti del governo per l’espulsione dell’ambasciatore russo in Irlanda Yury Anatoliyevich Filatov stanno aumentando in seguito all’invasione russa dell’Ucraina. Per saperne di più.


NORD EUROPA E PAESI BALTICI

HELSINKI | STOCCOLMA

La possibile campagna di adesione alla NATO prende slancio. In Finlandia e Svezia, l’aggressione russa in Ucraina sta mettendo il vento nelle vele di coloro che sono favorevoli all’adesione alla NATO. Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE

LA VALLETTA

Malta ha chiesto di interrompere la vendita di passaporti a ricchi russi legati al Cremlino. Al governo maltese è stato chiesto da sei organizzazioni della società civile di interrompere la vendita di passaporti a ricchi russi che hanno “beneficiato della corruzione di Putin”, in seguito all’invasione illegale dell’Ucraina da parte di Mosca. Per saperne di più.

///

ROMA

L’Italia accoglie i primi profughi dall’Ucraina. I primi profughi in fuga dall’Ucraina sono arrivati nel nord Italia durante il fine settimana, ha riferito domenica l’agenzia di stampa ANSA. Per saperne di più.

///

ATENE

La Grecia infuriata contro la Russia dopo che dieci greci sono morti a causa delle bombe in Ucraina. La tensione tra Atene e Mosca è divampata dopo che dieci espatriati greci sono stati uccisi durante un bombardamento delle forze russe a Sartana, un villaggio nell’oblast di Donetsk, nell’Ucraina orientale. Per saperne di più.

///

MADRID

Spagna: va presa in considerazione l’azione penale contro Putin. Un procedimento penale contro il presidente russo Vladimir Putin a causa dell'”atto di guerra” della Russia in Ucraina non dovrebbe essere escluso, ha affermato la ministra della Difesa spagnolo Margarita Robles. Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

I diplomatici polacchi rimangono nell’Ucraina in guerra. L’ambasciata polacca a Kiev rimane aperta mentre la Russia continua l’invasione dell’Ucraina. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

Il governo bulgaro ha contestato gli aiuti militari all’Ucraina. L’annuncio che la Bulgaria invierà aiuti umanitari e logistici militari all’Ucraina ha creato un serio battibecco all’interno del governo. Per saperne di più.

///

SOFIA | ATENE

La Bulgaria avvia i colloqui con la Grecia per un progetto nucleare congiunto. La Bulgaria ha avviato colloqui con Atene sulla costruzione di una nuova centrale nucleare sul territorio bulgaro che sarà utilizzata dalla Grecia con un contratto a lungo termine di 20 anni. Lo ha annunciato domenica il vice primo ministro e ministro delle finanze Asen Vassilev. Per saperne di più.

///

BUCAREST | CHISINAU

Migliaia di rifugiati sono entrati in Romania e Moldavia. Più di 56.000 cittadini ucraini sono entrati in Romania entro le 16 di domenica, mentre 70.000 sono entrati in Moldavia. Secondo il ministro dell’Interno Lucian Bode, la metà di coloro che erano entrati in Romania sono già usciti dal paese. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

La Croazia prevede di accogliere fino a 17.000 rifugiati ucraini. La Croazia può attualmente accogliere 3.500 persone dall’Ucraina e si sta pianificando di ospitarne fino a 17.000, ha detto sabato Davor Spevec della direzione della protezione civile a Slavonski Brod. Per saperne di più.
///

LUBIANA

Janša ottiene la sospensione della pena per aver insultato due giornalisti su Twitter. Il primo ministro Janez Janša è stato giudicato colpevole in un nuovo processo per aver insultato due giornalisti dell’emittente pubblica TV Slovenija, che ha definito “prostitute” in un tweet del 2016. Con una sentenza che non è ancora definitiva, il tribunale distrettuale di Celje ha deciso per Janša una pena di tre mesi, che per il momento è sospesa. Per saperne di più.

///

BELGRADO

La Serbia contro le sanzioni alla Russia sanziona, ma accetterà profughi e invierà aiuti all’Ucraina. La Serbia ritiene che sia sbagliato violare l’integrità territoriale di qualsiasi paese, inclusa l’Ucraina, ha affermato sabato il ministro degli Esteri Nikola Selaković. Il giorno prima, il presidente Aleksandar Vučić ha detto che la Serbia ha rifiutato di introdurre sanzioni contro la Russia. Per saperne di più.

///

SARAJEVO

Funzionari della Bosnia-Erzegovina hanno detto che è necessario un dispiegamento della NATO nel paese. “Abbiamo sentito da funzionari tedeschi che è necessario schierare le forze della NATO in Bosnia ed Erzegovina”, ha detto a N1 il deputato statale Damir Arnaut sabato dopo la sua visita in Germania. Arnaut, insieme ai parlamentari dell’entità della Federazione della Bosnia-Erzegovina (croata e bosniaca), Sabina Ćudić ed Elmedin Konakovic, e il primo ministro del cantone di Sarajevo, Edin Forto, sono stati a Berlino negli ultimi tre giorni, dove hanno incontrato parlamentari e eurodeputati tedeschi , così come i membri della diaspora della BiH. (Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

SKOPJE

La Macedonia del Nord bandisce le compagnie aeree russe dal suo spazio aereo.Le compagnie aeree russe sono state bandite dallo spazio aereo della Macedonia del Nord, ha deciso il governo nella sessione di domenica. Il paese si unisce ai paesi membri dell’UE che hanno già introdotto tali divieti. Per saperne di più.

///

PRISTINA | BELGRADO

La Serbia si scaglia contro il Kosovo per gli sforzi logistici della polizia nel nord. L’ufficio serbo per il Kosovo si è scagliato contro Pristina che starebbe “destabilizzando la regione” dopo che la polizia del Kosovo ha annunciato che aumenterà le proprie capacità logistiche nel villaggio di confine di Bërnjak. Per saperne di più.

///

TIRANA

Il parlamento albanese voterà sulle sanzioni russe mentre cresce la paura della destabilizzazione. Il parlamento albanese voterà un pacchetto di sanzioni ad ampio raggio contro la Russia e i cittadini russi, mentre il capo della diplomazia dell’UE Josep Borrell ha parlato delle preoccupazioni dell’UE per la guerra che si sta diffondendo nella regione. Per saperne di più.

Il pane potrebbe essere scarseggiare in Albania nel mezzo della guerra Ucraina-Russia. Il prezzo del grano è destinato a salire in Albania a causa delle sanzioni imposte alla Russia, quando le riserve sono già ai minimi, secondo il presidente dell’Associazione dei trasformatori di farina, Adi Haxhiymeri. Per saperne di più.


AGENDA

  • UE: I ministri della difesa dell’UE si incontrano virtualmente per discutere i dettagli del Fondo europeo per la pace e il sostegno all’Ucraina / I ministri dell’energia dell’UE tengono una riunione di emergenza sul gas europeo / Il commissario Didier Reynders presenta la relazione annuale sui prodotti non alimentari pericolosi.
  • Svizzera: si riunisce il Consiglio Onu per i diritti umani.
  • Francia: terminano le norme anti Covid che obbligavano l’utilizzo di mascherine nei luoghi pubblici al chiuso.
  • Slovacchia: inizio del nuovo processo contro la presunta mente dietro l’omicidio del giornalista Jan Kuciak.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor]