Le Capitali – I paesi baltici si impegnano a sostenere la Polonia per l’attivazione dell’articolo 4 della NATO

Nella foto: da sinistra il presidente estone Alar Karis, il presidente lituano Gitanas Nauseda e il presidente lettone Egils Levits, a Vilnius, 15 novembre 2021. [EPA-EFE/ROBERTAS DACKUS/LITHUANIAN PRESIDENTIAL OFFICE]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata a Riciclaggio e recupero degli imballaggi: l’UE punta a chiudere il ciclo di Dave Keating, tradotto da Daniele Lettig

Vedi anche Dall’Ue oltre un miliardo per la decarbonizzazione: tra i progetti finanziati c’è anche la giganfactory Enel di Catania di Valentina Iorio


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

Buongiorno dai Baltici.

Dopo le consultazioni congiunte tra i presidenti di Estonia, Lettonia e Lituania e un incontro virtuale con il presidente polacco Andrzej Duda, i tre stati baltici hanno detto che sosterrebbero Varsavia o l’altri paesi se dovessero invocare l’articolo 4. Per saperne di più.

Dalla redazione: ma davvero la Cina non ha mai iniziato una “singola guerra o conflitto”?
Nel vertice virtuale di tre ore e mezza tra il presidente americano Joe Biden e il suo omologo cinese, Xi Jinping, due delle osservazioni di Xi meritano di essere analizzate: “Dalla fondazione della Repubblica Popolare, la Cina non ha mai iniziato una sola guerra o conflitto, e non ha mai preso un centimetro di terra da altri paesi”. Ma che dire della guerra di confine combattuta tra Cina e Vietnam all’inizio del 1979? Per saperne di più.


EUROPA OCCIDENTALE

VIENNA

Salisburgo si prepara al triage, mentre i posti letto in terapia intensiva sono quasi al limite della propria capacità. Il direttore degli ospedali di Salisburgo – uno delle nove regioni dell’Austria – ha nominato un team di triage che deciderà chi riceve il trattamento nelle unità di terapia intensiva, dato che il tasso di occupazione nella regione è quasi al massimo della capacità. Per saperne di più.

///

PARIGI

Il governo francese lancia un piano d’azione nazionale per combattere la prostituzione infantile. L’esecutivo ha annunciato un investimento di 14 milioni di euro per combattere il problema della prostituzione infantile, che colpisce fino a 10.000 giovani in Francia.  Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

I parlamentari britannici stanno per essere banditi dall’avere un secondo lavoro come consulenti pagati, mentre il governo conservatore del primo ministro Boris Johnson continua a lottare con le conseguenze di uno scandalo di lobby. Per saperne di più.

///

DUBLINO

L’Irlanda reintroduce le restrizioni COVID dopo che diverse settimana prima averle revocate. In mezzo a una nuova impennata di casi di COVID-19, il governo irlandese reintrodurrà diverse restrizioni questa settimana.  Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

Le regioni italiane del nord, Liguria, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, e la regione meridionale della Calabria chiedono al governo di imporre un blocco per i non vaccinati. Questo segue l’esempio dell’Austria, che ha ordinato la chiusura per i cittadini non vaccinati da lunedì (15 novembre). Per saperne di più.

///

ATENE

Mitsotakis dichiara una politica di immigrazione “forte ma giusta” nonostante le accuse di respingimenti. Il primo ministro Kyriakos Mitsotakis ha detto in un’intervista al programma Good Morning Britain di ITV che “negli ultimi tre anni abbiamo accettato più di 50.000 richieste di asilo, quindi nessuno ha il diritto di accusare la Grecia di non rispettare i diritti umani”. Per saperne di più.

///

MADRID

La Spagna rivede al rialzo la soglia di tutti gli indicatori COVID-19. Il ministero della salute spagnolo e le autorità sanitarie regionali del paese hanno deciso martedì (16 novembre) di rivedere al rialzo le soglie di tutti gli indicatori COVID-19, data una sostanziale riduzione del numero di pazienti affetti da coronavirus ricoverati negli ospedali o trattati in unità di terapia intensiva (ICU), riferisce EFE, partner di EURACTIV. Per saperne di più.

///

LISBONA

Costa: Nuovo stato di emergenza non necessario. Il primo ministro portoghese António Costa ha detto martedì che non c’è bisogno di un nuovo stato di emergenza per controllare il Covid, aggiungendo che il governo non esiterà ad adottare misure più restrittive per contenere il virus nonostante lo scioglimento del parlamento.  Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

BUDAPEST

Un emendamento appena adottato legalizza la creazione di indirizzi fittizi e potrebbe scatenare il “turismo degli elettori” nelle elezioni parlamentari del prossimo anno, secondo una dichiarazione di martedì dell’Unione Ungherese per le Libertà Civili (TASZ), e secondo il think tank Telex, media partner di EURACTIV. Per saperne di più.

///

PRAGA

I diritti umani sono a rischio, avverte un esperto di migrazione. Con il nuovo patto sulla migrazione e l’asilo, la politica migratoria dell’UE sta diventando sempre più severa, ha detto Marta Górczyńska, avvocato dei diritti umani del Migration Research Hub. Per saperne di più.

///

VARSAVIA

La polizia polacca usa cannoni ad acqua e gas lacrimogeni contro i migranti; nove poliziotti feriti. A Kuźnica, le autorità polacche hanno usato cannoni ad acqua e gas lacrimogeni contro i migranti che tentavano di attraversare il confine. La polizia polacca ha detto che nove agenti sono stati feriti, e uno è stato colpito alla testa con una pietra.


La commissaria per i diritti umani del Consiglio d’Europa, Dunja Mijatović, ha incontrato le ONG che lavorano con i migranti a Michałowice, vicino al confine. Le è stato negato l’accesso alla zona di confine. “È incredibile: i giornalisti riferiscono da zone di guerra e gli viene negato l’accesso. Questo non è accettabile”, ha aggiunto la commissaria.

(Piotr Maciej Kaczyński | EURACTIV.pl)

///

BRATISLAVA

Il governo slovacco finalmente agisce mentre gli ospedali sono sull’orlo del collasso. Dopo settimane di esitazione, il governo slovacco discuterà giovedì misure più severe per i non vaccinati, mentre gli ospedali, ora a corto di letti dotati di ventilatori, hanno ricevuto l’ordine di posticipare alcune procedure programmate dal ministro della salute. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA | SKOPJE

La Macedonia del Nord ha grandi speranze che i vincitori delle elezioni bulgare “Cambiamento continua” contribuiranno a togliere il veto sui negoziati di Skopje con l’UE. Allo stesso tempo, le autorità della Macedonia del Nord hanno annunciato il nome del loro ministro degli esteri bulgaro – Daniel Lorer di “Cambiamento continua”. Questo prima ancora che i negoziati per formare un governo in Bulgaria siano iniziati. Per saperne di più.

///

BUCHAREST

La crescita economica in Romania rallenta. La crescita del Pil della Romania è rallentata allo 0,3% nel terzo trimestre rispetto al trimestre precedente. Questo suggerisce che gli ultimi mesi dell’anno saranno influenzati dagli effetti della quarta ondata pandemica. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

Il tasso d’inflazione annuale della Croazia raggiunge il livello più alto da febbraio 2013. I prezzi al consumo nel mese di ottobre sono aumentati del 3,8% su base annua, raggiungendo un livello record da febbraio 2013, ha riferito l’Ufficio Statale di Statistica (DZS). Per saperne di più.

///

ZAGABRIA | BELGRADO

Zagabria e Belgrado dovrebbero condividere la responsabilità per le persone scomparse. Il capo del Consiglio nazionale serbo Milorad Pupovac ha dichiarato che tutti dovrebbero vivere il futuro dei loro figli invece del passato dei loro padri, e che la questione dei dispersi e dei responsabili dei crimini di guerra è un tema comune per il quale Zagabria e Belgrado dovrebbero assumersi la loro parte di responsabilità.

Pupovac era a Vukovar con una delegazione di associazioni serbe croate per rendere omaggio a tutti i residenti di Vukovar uccisi o scomparsi dal 1991. “Il mio sogno è che questa città non sia divisa, né nel ricordo né nella commemorazione. Quello che sto facendo ha lo scopo di mettere fine alle divisioni”, ha detto. (Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

LUBIANA

La Slovenia non può raggiungere gli obiettivi climatici senza il nucleare. Il più alto funzionario dell’energia sloveno ha riconosciuto che il paese non sarà in grado di raggiungere i suoi obiettivi climatici senza l’energia nucleare, rendendo necessario un nuovo reattore nella sua unica centrale nucleare. Per saperne di più.

///

BELGRADO

Il premier serbo: I rapporti che etichettano Grenell e Palmer come lobbisti serbi sono falsi. Il primo ministro serbo Ana Brnabić ha respinto martedì (16 novembre) le affermazioni secondo le quali i diplomatici americani Richard Grenell e Matthew Palmer sono lobbisti per la Serbia come “una bugia brutale e vergognosa”. Per saperne di più.

///

SARAJEVO

Dodik Derek Chollet, alto funzionario degli Stati Uniti, ha ricominciato gli incontri con la presidenza tripartita. Il consigliere del Dipartimento di Stato americano ha incontrato martedì il membro serbo della presidenza tripartita della BiH, Milorad Dodik – un evento raro, visto che Dodik ha evitato gli incontri con la presidenza da dopo l’estate. Per saperne di più.

///

SKOPJE

La Macedonia del Nord completa la fase di integrazione nella NATO. Venti mesi dopo essere diventato membro dell’alleanza militare nordatlantica, la Macedonia del Nord ha completato la fase di integrazione delle sue forze armate nelle strutture di comando e di forza della NATO con una dichiarazione congiunta firmata a Skopje sulla conclusione positiva del processo.  (Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

PODGORICA

Esperto: il petrolio risolverà tutti i problemi finanziari montenegrini entro il 2024. Il petrolio è l’unica risorsa che può risolvere tutti i problemi finanziari del Montenegro entro il 2024, secondo Vladimir Popović, un esperto canadese e consulente in geofisica e ricerca sul petrolio di origine montenegrina. Per saperne di più.

///

PRISTINA

La corte d’appello del Kosovo conferma la condanna del criminale di guerra serbo. Una corte d’appello del Kosovo ha confermato la condanna in carcere dell’ex combattente serbo Zoran Djokic per il suo coinvolgimento negli attacchi contro i civili di etnia albanese a Peja nel 1999. Per saperne di più.

///

TIRANA

Rapporto: in Albania manca un mercato plurale per l’elettricità sul mercato dell’energia. La mancanza in Albania di un mercato per l’elettricità e la mancanza di pluralità nel mercato dell’energia è stata evidenziata in un recente rapporto del Segretariato della Comunità dell’Energia pubblicato questa settimana. Per saperne di più.


AGENDA:

  • UE: Il presidente del Consiglio europeo Michel tiene una videoconferenza con i leader di Austria, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Lettonia e Slovenia / La Commissione europea si pronuncia sull’estensione degli aiuti di Stato francesi alle imprese per compensare le perdite di Covid / Il CEO di Google Sundar Pichai tiene colloqui online con la commissaria Margrethe Vestager / European Business Summit a Bruxelles.
  • Germania: La Banca centrale europea pubblica il rapporto biennale sulla stabilità finanziaria.
  • Francia: La ministra dell’industria Agnès Pannier-Runacher, sarà ascoltata dalla delegazione del Senato per i diritti delle donne nel quadro di una missione di esperti sulla parità economica e professionale.
  • Belgio: Il primo ministro Alexander De Croo partecipa alla riunione del comitato di crisi Covid-19.
  • Regno Unito: Il primo ministro Boris Johnson appare davanti ai capi del comitato parlamentare ristretto.
  • Spagna: Il vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans a Madrid per il Forum UE sull’aria pulita.
  • Grecia: I greci commemorano la rivolta del Politecnico di Atene e marciano verso l’ambasciata USA.
  • Croazia: Il procuratore capo dello Stato tiene una conferenza stampa.

***
[A cura di Sarantis Michalopoulos, Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor]