Le Capitali – I medici slovacchi potrebbero perdere la licenza per aver diffuso fake news riguardo al Covid-19

"È inaccettabile che un medico metta in dubbio l'esistenza del COVID-19, sostenga che i vaccini siano una frode o raccomandi farmaci che non sono indicati come trattamento della malattia", ha detto lunedì l'agenzia governativa.  [Shutterstock/A Kisel]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui. Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Covid, nuova stretta per Natale. Dai Paesi Bassi alla Grecia: così l’Europa cerca di contenere il virus di Valentina Iorio.

Leggi anche È tempo di alzare la voce sulla Conferenza sul Futuro dell’Europa, di Jesus Cordero e Joaquim Candel, JEF Spagna.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

Buongiorno da Bratislava.

L’autorità di sorveglianza sanitaria della Slovacchia ha iniziato a indagare su un gruppo di medici di alto profilo per aver diffuso pericolose fake news relative al Covid-19 che potrebbero portare alla perdita delle loro licenze mediche. Per saperne di più.

 


PRESIDENZA UE

I membri del Consiglio dell’Ue concordano sulla resilienza delle infrastrutture critiche. È stata approvata una posizione negoziale su un progetto di direttiva sulla resilienza delle entità critiche.  La direttiva mira a ridurre la vulnerabilità e ad aumentare la resilienza delle infrastrutture e dei sistemi critici in nove settori, dall’energia alla salute.  Per saperne di più.


EUROPA OCCIDENTALE 

BERLINO

La nomina di Joachim Nagel a capo della Bundesbank, la banca centrale nazionale, assicurerà la “continuità” e la “stabilità” della politica fiscale della Germania, ha detto lunedì il ministro delle finanze Christian Lindner. Per saperne di più.

///

VIENNA

L’Austria estende il lockdown per i non vaccinati. Il parlamento austriaco ha prolungato la chiusura per i non vaccinati di altri dieci giorni, secondo l’ufficio stampa del parlamento. Le misure sono state efficaci finora, hanno detto i funzionari. Per saperne di più.

///

PARIGI

L’autorità sanitaria francese dà il via libera alla vaccinazione Covid-19 per i bambini. L’autorità sanitaria nazionale francese ha dato il via libera all’estensione della vaccinazione Covid-19 a tutti i bambini dai 5 agli 11 anni, secondo il suo parere pubblicato lunedì. Questo può essere fatto “non appena la formulazione pediatrica del vaccino Comirnaty® di Pfizer sarà disponibile”, ha aggiunto. Per saperne di più.


NORD EUROPA E PAESI BALTICI

HELSINKI

Le donne finlandesi potrebbero presto ricevere incentivi fiscali per l’acquisto di auto elettriche. Per raggiungere la neutralità del carbonio con tutti i mezzi possibili, il ministero dell’ambiente sta esaminando la possibilità di dare degli incentivi fiscali per le donne per l’acquisto di auto elettriche. Per saperne di più.

///

STOCCOLMA

La variante Omicron preoccupa il governo svedese. Mentre il primo ministro Magdalena Andersson ha invitato gli svedesi a prepararsi a nuove restrizioni perché la situazione nel paese sta “peggiorando”, il mediatore parlamentare ha detto che ulteriori restrizioni minaccerebbero i diritti dei non vaccinati. Per saperne di più.

///

VILNIUS

Lituania pronta a fornire armi letali all’Ucraina, ha riferito il ministro. La Lituania è pronta a fornire armi letali all’Ucraina, ha detto il ministro della difesa Arvydas Anušauskas tra i timori di un’aggressione russa.  Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

DUBLINO 

Coprifuoco alle 20 per bar, ristoranti e caffè. L’ultima serie di restrizioni contro il Covid-19 volte a frenare la diffusione della variante Omicron sono entrate in vigore in Irlanda, a partire da lunedì. Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE

LISBONA

Più di 1.400 passeggeri e 38 compagnie aeree sono stati multati negli aeroporti portoghesi in 19 giorni per non aver rispettato le misure contro il Covid-19, ha detto lunedì a Lusa il Ministero dell’Interno. Per saperne di più.

///

ROMA | BERLINO

Draghi e Scholz d’accordo sui piani nazionali di ripresa, non sulla riforma del Patto di stabilità. Il primo ministro Mario Draghi e il nuovo cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno accolto con favore i piani nazionali di recupero e resilienza come strategia coordinata Ue per salvare gli stati membri dagli effetti della pandemia, in occasione della prima visita ufficiale di Scholz a Roma. Tuttavia, rimane poco chiaro se sono sulla stessa linea politica per quanto riguarda le regole fiscali, in particolare quando si tratta di riformare il Patto di stabilità. Per saperne di più.

///

MADRID

La Spagna corre contro il tempo per approvare la riforma del lavoro concordata con Bruxelles. A sole due settimane dalla scadenza, il governo spagnolo sta correndo per trovare un accordo con i principali sindacati e la più grande associazione di datori di lavoro sulla controversa riforma del mercato del lavoro, come concordato con la Commissione europea, ha riferito il partner EFE di EURACTIV.  Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

PRAGA

Ong verdi: Il piano strategico della Pac ceca deve cambiare. Le Ong verdi ceche chiedono al nuovo governo di rivedere la bozza del piano strategico nazionale per l’agricoltura da presentare alla Commissione europea nel quadro della riforma della politica agricola comune (Pac). Per saperne di più.

///

VARSAVIA

Il Triangolo di Lublino incontra il suo primo vertice dei leader. Il presidente Andrzej Duda ha incontrato i suoi omologhi Volodymyr Zelenskyi e Gitanas Nausėda al primo vertice dei leader del Triangolo di Lublino, una nuova alleanza economica, culturale e politica tra Polonia, Ucraina e Lituania, nota come L3. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

Il divieto imposto dal parlamento bulgaro sull’aumento dei prezzi dell’elettricità e del riscaldamento potrebbe portare a sanzioni europee sulla Bulgaria. Per saperne di più.

Interconnettore di gas Bulgaria-Grecia: una “questione di mesi”. È “questione di mesi” il completamento del collegamento del gas tra Grecia e Bulgaria, hanno annunciato i primi ministri dei due paesi Kiril Petkov e Kyriakos Mitsotakis, che hanno tenuto una riunione in Consiglio dei ministri lunedì. Per saperne di più.

///

TIRANA

Manifestanti a Tirana protestano contro l’iniziativa Open Balkan, bruciando la bandiera serba. Alcune centinaia di manifestanti si sono riuniti lunedì sera sul viale principale di Tirana e hanno dato fuoco a una bandiera serba per protestare contro l’iniziativa Open Balkan nel giorno in cui i tre leader coinvolti si sono incontrati in Albania. Per saperne di più.

I residenti protestano contro il campo d’aviazione della Nato che sarà costruito sulla loro terra. I residenti di Morave e Kucova in Albania hanno protestato contro i piani di espansione di un campo d’aviazione della Nato sulla loro terra, sostenendo che la compensazione offerta dal governo è molto al di sotto del tasso di mercato. Per saperne di più.

///

BUCAREST

La società civile critica il bilancio romeno. Il governo rumeno ha adottato lunedì la sua proposta per il bilancio del prossimo anno, e il parlamento prevede di adottarlo prima della pausa natalizia, ma la procedura rapida è stata criticata dalla società civile. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

La carenza di manodopera qualificata è ancora un problema in Croazia. Il ministro del lavoro Josip Aladrović ha dichiarato che il principale argomento discusso dal Consiglio economico e sociale (Gsv) è stato il mercato del lavoro e la carenza di manodopera qualificata, notando che si prevedono maggiori scosse dal lato della domanda. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA | LUBIANA 

La Slovenia ratifica l’accordo sulla costruzione di un ponte al valico di frontiera. Il governo sloveno ha ratificato un accordo con la Croazia sulla costruzione di un nuovo ponte stradale vicino al valico di frontiera Kaštel-Dragonja, del valore di 1,3 milioni di euro. L’accordo è stato firmato dal ministro croato del mare, dei trasporti e delle infrastrutture, Oleg Butković, e dal ministro sloveno delle infrastrutture, Jernej Vrtovec, il 16 aprile scorso.

La ricostruzione del vecchio ponte dovrebbe aumentare la sicurezza e il flusso del traffico tra la contea croata dell’Istria e il litorale sloveno. Butković ha detto alla cerimonia della firma che questo è un buon esempio di come ricostruire altri ponti fluviali lungo il confine croato-sloveno. (Sebastijan R. Maček | sta.si).

///

BELGRADO

Sondaggio: Il partito progressista di Vucic risulta al 57% nei sondaggi, mentre l’opposizione si trova al 12%. Se la prossima settimana si tenessero le elezioni nazionali in Serbia, il Partito progressista serbo (Sns) al potere, guidato dal presidente Aleksandar Vučić, otterrebbe il 57% dei voti, mentre il 12% dell’elettorato sosterrebbe una coalizione di opposizione unita composta dal Partito della libertà e della giustizia, dal Partito popolare, dal Partito democratico e dal Movimento dei cittadini liberi, secondo un sondaggio dell’agenzia Faktor Plus pubblicato lunedì.

Il sondaggio ha mostrato che il partner di coalizione dei progressisti, il Partito socialista della Serbia, una nuova alleanza dei Verdi e la coalizione di destra Nada (Speranza) avrebbero superato la soglia elettorale del 3%, rispettivamente con il 9,3%, 7% e 4,3% dei voti. Il Partito radicale serbo ultranazionalista otterrebbe l’1,4% dei voti.

Circa il 50% degli intervistati andrebbe alle urne, e il 33% ha detto che non voterà. Alla domanda sulle proteste in corso in Serbia, il 46% degli intervistati le ha descritte come ambientali, il 32% le ha ritenute politiche e il 7% crede che siano una “rivolta popolare generale”. Il sondaggio è stato condotto dal 10 al 16 dicembre su un campione di 1.200 cittadini. (EURACTIV.rs | betabriefing.com).

///

SARAJEVO

Lo stipendio medio raggiunge in Bosnia ed Erzegovina è di circa 500 euro. Il salario medio netto pagato in Bosnia ed Erzegovina nel mese di ottobre ammontava a 1.007 marchi convertibili della Bosnia ed Erzegovina, equivalenti a 500 euro, il 2% più alto rispetto al dicembre dello scorso anno.

Il salario lordo medio in Bosnia-Erzegovina nell’ottobre del 2021 ammontava a 1.552 marchi della Bosnia-Erzegovina (776 euro) ed era più alto dell’1,7% rispetto al dicembre dell’anno scorso. (Željko Trkanjec | EURACTIV.hr).

///

SKOPJE

Mitsotakis a favore dell’inizio dei colloqui con la Macedonia del Nord e l’Albania. Atene è favorevole ad avviare formalmente i colloqui con la Macedonia del Nord e l’Albania per l’ingresso nell’Ue il più presto possibile, a condizione che soddisfino i criteri di adesione, ha detto il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis durante la sua visita a Sofia, riferisce AP.  Per saperne di più.


AGENDA

  • UE: Il premier rumeno Nicolae Ciuca a Bruxelles, incontrerà il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, il vicepresidente Frans Timmermans, il commissario al commercio Valdis Dombrovskis e il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg.
  • Germania: Il cancelliere Scholz tiene una conferenza stampa dopo i colloqui con i leader regionali sulle restrizioni anti Covid-19.
  • Lussemburgo: giudici della Corte di giustizia europea su casi congiunti riguardanti la lotta contro la corruzione e lo stato di diritto in Romania, sulle misure restrittive contro l’Iran e la protezione contro gli effetti dell’applicazione extraterritoriale della legislazione adottata dagli Stati Uniti e norme comuni sulla compensazione e l’assistenza ai passeggeri in caso di cancellazione o di lunghi ritardi dei voli.
  • Danimarca: Il Parlamento decide se espellere l’ex ministro Inger Stojberg, dopo la condanna.
  • Spagna: Il primo ministro Pedro Sánchez incontra i rappresentanti delle 17 regioni mercoledì per concordare nuove misure per contenere la diffusione della sesta ondata COVID-19 / Il Senato vota la legge di bilancio.
  • Ungheria: I ministri degli esteri dei quattro paesi di Visegrad parteciperanno alla riunione Visegrad + Turchia a Budapest. La migrazione e la pandemia COVID-19 sono in cima all’agenda.
  • Romania: Il primo ministro Nicolae Ciuca continua la sua visita ufficiale a Bruxelles, con incontri con il presidente della Commissione Ursula von der Leyen, i vicepresidenti esecutivi Frans Timmermans, Margrethe Vestager, Valdis Dombrovskis e il commissario ai Trasporti Adina Valean.
  • Croazia: Il primo ministro Andrej Plenković presiede una riunione tra i ministri del governo e i rappresentanti delle associazioni dei prefetti di contea, dei sindaci e dei capi comunali. Il commissario per l’allargamento Olivér Várhelyi pronuncia il discorso di apertura del vertice “Open Balkan”.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor]