Le Capitali – Francia e Grecia fanno il primo passo verso una forza UE interna alla NATO

Francia e Grecia hanno firmato uno storico accordo militare che fornisce assistenza reciproca in caso di attacco di una parte da parte di un paese terzo, anche se quest'ultimo appartiene alla NATO. [PHOTO: EPA-EFE/LUDOVIC MARIN]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Dagli scaffali vuoti alla crisi della benzina: Regno Unito in panne dopo la Brexit di Valentina Iorio, EURACTIV Italia.

Leggete anche Ue-Usa, i microchip al centro del Consiglio su commercio e tecnologia di Alessandro Follis, EURACTIV Italia.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.

Le notizie di oggi dalle Capitali:

PARIGI/ATENE

Francia e Grecia hanno firmato uno storico accordo militare che fornisce assistenza reciproca in caso di attacco di una parte da parte di un paese terzo, anche se quest’ultimo appartiene alla NATO. Politici e analisti hanno parlato con EURACTIV, sottolineando cosa questo significhi per l’autonomia strategica dell’Europa. Per saperne di più.

///

PRESIDENZA UE

I ministri della ricerca dell’UE adottano delle risoluzioni sull’approccio globale alla ricerca e all’innovazione. I ministri dell’UE responsabili della ricerca hanno adottato martedì 28 settembre alcune risoluzioni per un approccio globale alla ricerca e all’innovazione, il cui obiettivo è rafforzare la resilienza e la competitività dell’UE, ha affermato il ministro sloveno dell’Istruzione, della scienza e dello sport dopo aver presieduto una sessione del Comitato per la competitività del Consiglio. Per saperne di più. 

///

BERLINO

L’elettorato dei socialdemocratici tedeschi (SPD) rifiuta la potenziale collaborazione con i democristiani (CDU-CSU) e preferisce un governo progressista che guardi al futuro piuttosto che un ritorno al passato guidato dall’austerità, ha dichiarato a EURACTIV il legislatore dell’UE e alto funzionario SPD Udo Bullmann in un’intervista. Per saperne di più.

Conservatori tedeschi impazienti di proiettare un’immagine di coesione interna. La storica sconfitta dei conservatori della CDU/CSU ha portato il partito al secondo posto, dietro l’SPD di Olaf Scholz. In calo del 9% rispetto al 2017, molti membri del partito hanno perso il loro seggio nel Bundestag. Il gruppo ora si trova a dover eleggere un leader per la propria fazione parlamentare tra grosse difficoltà interne. Per saperne di più.

I giovani dei Verdi si oppongono allo scenario “Giamaica”. L’associazione giovanile dei Verdi si è dichiarata fortemente contraria a governare insieme ai conservatori e ai liberali in una coalizione “Giamaica”, riducendo così le speranze dei conservatori, che speravano di poter comunque formare una coalizione di governo. Per saperne di più.

///

PARIGI

Il laboratorio francese Sanofi interrompe lo sviluppo del suo vaccino mRNA. Sanofi sta abbandonando i piani per sviluppare il suo vaccino mRNA COVID-19 nonostante i risultati positivi nelle fasi 1 e 2 a causa del dominio di Pfizer/BioNTech e Moderna nel mercato, ha annunciato martedì la società farmaceutica francese. Per saperne di più.

///

VIENNA

​​L’Austria riceve la prima tranche dal Fondo di ripresa dell’UE. L’Austria ha ricevuto martedì la sua prima parte dei fondi UE per la ripresa del valore di 450 milioni di euro su un totale di 3,5 miliardi di euro per finanziare progetti volti alla digitalizzazione dell’industria e alla protezione del clima. Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

DUBLINO

Il ministro della Difesa irlandese inizia la revisione delle accuse di abusi sessuali nell’esercito. Il ministro della Difesa irlandese Simon Coveney ha incontrato alcuni ex funzionari militardi martedì dopo che un documentario andato in onda all’inizio di questo mese ha descritto decenni di molestie sessuali, aggressioni e bullismo nei confronti di membri femminili delle forze di difesa. Per saperne di più.


PAESI BALTICI

HELSINKI

L’intelligence finlandese indica la Russia e la Cina come principali sospettate di spionaggio. La Finlandia è “un obiettivo continuo di spionaggio informatico sponsorizzato dagli Stati stranieri”, con Cina e Russia tra i principali sospetti, secondo la Panoramica sulla sicurezza nazionale pubblicata dal Servizio di sicurezza e intelligence finlandese (Supo). Per saperne di più.

///

VILNIUS

I socialdemocratici lituani guidano i sondaggi. Il Lietuvos Socialdemokratų Partija (Partito socialdemocratico lituano, LSDP) di centrosinistra avrebbe migliorato la propria posizione rispetto alla pesante sconfitta elettorale dello scorso anno, quando il partito ha ricevuto il 9,6% dei voti a quasi il 30% se le elezioni si fossero svolte oggi, secondo l’ultimo sondaggio per Lietuvos Rytas. Per saperne di più.

Un’altra notizia: La Lituania vuole che l’UE legalizzi i respingimenti dei migranti. La Lituania ha proposto di modificare le attuali regole sulla migrazione dell’UE per legalizzare i respingimenti di migranti irregolari quando viene dichiarata una situazione di emergenza in un Paese, secondo quanto riportato martedì dal Baltic News Service.

“In tali situazioni in cui c’è una situazione estrema e i migranti illegali vengono utilizzati come strumento per fare pressione sui Paesi, i Paesi hanno il diritto di prendere  decisioni come quelle che abbiamo preso nella nostra legge nazionale, cioè per prevenire l’ingresso illegale ”, ha dichiarato il ministro degli Interni lituano Agnė Bilotaitė.

“Sì, questa misura dovrebbe essere legalizzata ma, voglio sottolineare, solo in una situazione estrema”, ha aggiunto il ministro quando le è stato chiesto se intendesse i respingimenti dei migranti alla frontiera. (LRT.lt/en)


EUROPA MERIDIONALE

ATENE

Il governo greco incentiverà le piccole e medie imprese (PMI) duramente colpite dalla pandemia a fondersi per ottenere i finanziamenti del Recovery Fund, ha dichiarato il ministro delle finanze greco Christos Staikouras a EURACTIV Grecia in un’intervista esclusiva.

///

ROMA

‘Blah, blah, blah’ – i giovani attivisti per il clima chiamano in causa i governi per la loro inazione sul clima. “Ricostruiremo meglio. Bla, bla, bla. Economia verde. Bla bla bla. Net-zero entro il 2050. Bla, bla, bla. Questo è tutto ciò che sentiamo dai nostri cosiddetti leader. Parole che suonano fantastiche, ma che finora non hanno portato all’azione. Le nostre speranze e ambizioni affogano nelle loro vuote promesse”, ha detto Greta Thunberg durante le sessioni di apertura dell’evento Youth4Climate a Milano. Il governo italiano ha ospitato l’evento, che ha accolto 400 giovani attivisti per il clima in vista del summit sul clima COP26 che si terrà a fine ottobre a Glasgow. Per saperne di più.

///

MADRID

Il governo spagnolo approva l’aumento del salario minimo. Il governo spagnolo ha approvato martedì un aumento del salario minimo a 965 euro al mese. Ciò è in linea con le raccomandazioni formulate dalla Commissione europea per ridurre le differenze salariali in tutto il blocco. Per saperne di più.

///

LISBONA

“Impensabili” possibili crisi politiche sulla negoziazione del bilancio statale. Non esiste uno scenario di crisi politica a seguito di un possibile rifiuto del bilancio statale, ha detto ai giornalisti martedì il primo ministro António Costa. La risposta è arrivata dopo le domande sul fatto che l’attuale situazione politica potrebbe rendere più difficile per forze politiche come PCP, PEV e Blocco di sinistra rendere praticabile la proposta di bilancio statale per il 2022. Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

PRAGA

Mentre il primo ministro ceco Andrej Babiš (ANO, Renew) sta intensificando la sua retorica anti-UE in vista delle elezioni di ottobre, la leadership di Renew Europe chiude un occhio sul suo comportamento. Per saperne di più.

///

VARSAVIA

Il governo Morawiecki considera di infragere il principio della “cooperazione leale”. Mentre continua lo stallo tra il governo polacco e la Commissione europea sull’approvazione dei piani di ripresa polacchi, il governo di Mateusz Morawiecki cha segnalato che tutte le opzioni di ritorsione contro l’inazione della Commissione sono sul tavolo. Per saperne di più.

///

BUDAPEST

L’Ungheria si scaglia contro l’Ucraina per il gas russo. Il ministro degli Esteri Péter Szijjártó ha convocato martedì l’ambasciatore ucraino a Budapest per la decisione di Kiev di rivolgersi alla Commissione europea per l’accordo sul gas russo-ungherese, ha riferito Telex. Per saperne di più.

///

BRATISLAVA

Presidente Caputova: la Slovacchia ha bisogno di stabilità e leadership. La Slovacchia è un “Paese ferito” che ha un disperato bisogno di stabilità e di una leadership chiara, ha affermato martedì la presidente Zuzana Čaputová in un discorso alla nazione. Ha aggiunto che “la Slovacchia ha bisogno di una pace basata sulla verità e sulla giustizia, ma anche su competenza e solidarietà”. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

Candidato presidenziale bulgaro accusato di spionaggio russo. Il partito “Russofili per la rinascita della Patria” ha nominato il presidente del partito Nikolay Malinov, accusato di spionaggio per la Russia, come candidato presidenziale. Per saperne di più.

///

BUCAREST

I giorni del primo ministro Citu potrebbero essere contati. Pochi giorni dopo essere stato eletto presidente del più grande partito di centrodestra in Romania, il primo ministro Florin Citu è dovuto fuggire da una conferenza stampa, visibilmente turbato dalle domande poste dai giornalisti sugli alleati del suo partito PNL (PPE). Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

I membri della Carta USA-Adriatico vogliono migliorare l’interoperabilità delle forze armate. “Cerchiamo di aumentare la sicurezza nella regione attraverso una stretta cooperazione, incontri e partecipazione a esercitazioni. In questo, riceviamo molta assistenza dal Comando europeo degli Stati Uniti che, organizzando esercitazioni per i membri A5, aumenta l’interoperabilità, rafforza le forze armate degli Stati membri e in definitiva rafforza e stabilizza l’intera regione”, ha affermato il capo del generale Personale delle forze armate croate, l’ammiraglio Robert Hranj. Lo ha affermato durante una conferenza dei capi di stato maggiore delle forze armate degli Stati membri della Carta USA-Adriatico (A5) che si è tenuta a Podstrana. (Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

BELGRADO

Ministro della difesa serbo: L’esercito non è entrato in un luogo in cui non dovrebbe essere. L’esercito serbo “non ha violato territori in cui non dovrebbe essere”, ha detto martedì il ministro della Difesa Nebojsa Stefanović, aggiungendo che il presidente Aleksandar Vučić ha dato l’ordine di aumentare l’allerta delle unità dell’esercito serbo che si trovano nella zona di sicurezza lungo il confine con Kosovo. Per saperne di più.

In altre notizie, Mosca sta monitorando con preoccupazione le crescenti tensioni in Kosovo “che sono state provocate dalle azioni irresponsabili delle autorità kosovare”, ha detto la portavoce del ministro degli Esteri russo Maria Zaharova. “Oggi è diventato ovvio che gli eventi stanno andando di male in peggio”, ha detto Zaharova in una dichiarazione scritta pubblicata sul sito web del ministero degli Esteri russo.

Zaharova ha affermato che le azioni degli strateghi di Pristina non sono state oggetto di critiche né da Bruxelles né da Washington. “Sottolineiamo ancora una volta che le forze della NATO per il Kosovo e Metohija e la missione dell’UE hanno i mandati necessari per prevenire l’illegalità e quindi hanno la piena responsabilità di proteggere i civili, preservare la pace e la sicurezza”, ha affermato Zaharova.

La portavoce russa ha anche affermato che è giunto il momento di esercitare “una pressione energica sull’amministrazione di Pristina affinché ritiri le forze di polizia dal nord del Kosovo e impedisca che la situazione diventi un conflitto aperto”. (EURACTIV.rs | betabriefing.com)


AGENDA:

  • UE: i ministri dell’industria europea discutono degli obiettivi europei per le emissioni di carbonio.
  • Francia: Corte dei diritti dell’UE ascolta la richiesta di rimpatrio di donne francesi e bambini che si trovano nei campi siriani.
  • Lussemburgo: la Corte di giustizia si pronuncia sugli accordi UE-Marocco che consentono le esportazioni dal Sahara occidentale.
  • Svezia: quasi tutte le restrizioni relative al Covid-19 saranno revocate.
  • Cechia: il primo ministro ungherese Victor Orbán visita il Paese per sostenere il suo omologo ceco Andrej Babiš in vista delle elezioni di ottobre.
  • Ungheria: una delegazione del Parlamento europeo sullo stato di diritto svolgerà una missione conoscitiva a Budapest dal 29 settembre al 1 ottobre.
  • Croazia: il ministro della Difesa Mario Banožić e il capo di stato maggiore delle forze armate, l’ammiraglio Robert Hranj, parteciperanno all’apertura dell’Adriatic Sea Defense & Aerospace Exhibition and Conference-ASDA 2021.
  • Kosovo: i principali negoziatori nel dialogo tecnico tra Belgrado e Pristina, Petar Petković e Besnik Bislimi, discuteranno della crisi nel Kosovo settentrionale. Ai colloqui parteciperà il vice segretario aggiunto per le questioni europee ed eurasiatiche Gabriel Escobar. La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen incontra i funzionari del Kosovo, del Montenegro e della Serbia nell’ambito del tour dei Balcani occidentali.

***

[A cura di Alexandra Brzozowski, Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Zoran Radosavljevic]