Le Capitali – Eurovision fa crescere la tensione tra Bulgaria e Macedonia del Nord

L'Eurovision Song Contest ha ulteriormente accresciuto le tensioni tra Bulgaria e Macedonia del Nord. [Poster ufficiale dell'Eurovision di Vasil Garvanliev]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Eurojust rafforza la lotta alla criminalità, al riciclaggio e alle truffe legate al Covid-19 di Valentina Iorio, EURACTIV Italia.

Leggete anche l’opinione Europa: quel salto federale che Münchau non osa chiedere di Fabio Masini, EURACTIV Italia.


Le notizie di oggi dalle Capitali: 

SOFIA | SKOPJE

Eurovision accende la tensione tra Sofia e Skopje. L’Eurovision Song Contest ha fatto ulteriormente crescere le tensioni tra Bulgaria e Macedonia del Nord. Sofia ha espresso “sconcerto” per la campagna di odio che si sta svolgendo in Macedonia del Nord contro Vasil Garvanliev, concorrente del paese all’Eurovision 2021. Dopo aver annunciato pubblicamente la sua origine e cittadinanza bulgara, Garvanliev è diventato infatti l’obiettivo di una campagna fatta di violenti attacchi, e potrebbe essere estromesso dalla competizione da un comitato istituito all’interno della Radiotelevisione macedone, MRTV.

(Krassen Nikolov |  EURACTIV.bg)

///

PRESIDENZA UE

Il Portogallo “farà di tutto” per garantire l’avvio del passaporto sanitario entro giugno. La presidenza portoghese dell’UE “farà tutto il possibile” per garantire che il processo legislativo per l’attuazione di un certificato sanitario digitale per le persone vaccinate contro il COVID-19 sia completato entro giugno, ha affermato il Segretario di Stato per gli affari europei.

(André Curvelo Campos |  Lusa.pt)

///

BERLINO

Blinken mette in guardia la Germania sul gasdotto Nord Stream 2. Il segretario di Stato statunitense Antony Blinken ha detto martedì che il gasdotto Nord Stream 2, in costruzione tra la Russia e la Germania, è contrario agli interessi dell’Unione europea e potrebbe minare la situazione in Ucraina.

(EURACTIV.com with Reuters)

///

PARIGI

Un’associazione francese presenta una causa contro il governo per aver “favorito” l’app anti-COVID. L’associazione francese Anticor ha sporto denuncia contro il governo davanti al tribunale istituito per i casi di cattiva condotta ministeriale, accusandolo di non aver pubblicato un bando di gara, procedura obbligatoria per appalti pubblici di forniture e servizi superiori a 139.000 euro. Visto che il costo di esecuzione dell’applicazione è stimato tra i 200.000 e i 300.000 euro al mese, l’associazione ritiene che la gara d’appalto fosse obbligatoria per “garantire la trasparenza (…) nell’uso del denaro pubblico”. Il fallimento del governo in questa materia avrebbe un “impatto sulla vita democratica, ma anche sui conti pubblici”, ha aggiunto l’associazione.

(Magdalena Pistorius | EURACTIV.fr)

///

BRUXELLES

Il comitato di consultazione discute un nuovo lockdown. Mentre i governi del Belgio hanno rinviato l’allentamento delle misure la scorsa settimana, mercoledì una riunione anticipata del Comitato consultivo del paese esaminerà misure più restrittive. La riunione è stata anticipata )era prevista venerdì) a causa di un tasso di infezione in rapido aumento. È improbabile che il paese venga nuovamente bloccato come nella primavera di un anno fa, ma le opzioni suggerite dagli esperti sanitari includono un’estensione delle vacanze scolastiche pasquali, l’obbligo del click-and-collect per i negozi non essenziali, una limitazione delle professioni di contatto e una riduzione dei contatti sociali.

(Alexandra Brzozowski |  EURACTIV.com)

///

LUSSEMBURGO

Il Lussemburgo utilizzerà il denaro dell’UE per diventare più digitale. Il Lussemburgo vuole utilizzare i fondi dell’UE per modernizzare il proprio settore sanitario e riqualificare i lavoratori per far loro acquisire maggiori competenze digitali, come parte di una serie di misure per aiutare il paese a riprendersi dalla crisi causata dalla pandemia. Il Granducato dovrebbe ottenere circa 93,53 milioni di euro da Bruxelles nei prossimi tre anni nell’ambito del pano Next Generation EU.

(Anne Damiani | EURACTIV.fr)


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Johnson ammette che sono stati commessi errori nella gestione della pandemia.In una conferenza stampa martedì, a un anno dall’introduzione del primo lockdown, il primo ministro Boris Johnson ha ammesso di aver commesso molti errori nella gestione della pandemia.

(Benjamin Fox |  EURACTIV.com)

///

DUBLINO

Il governo irlandese approva il disegno di legge sull’azione per il clima. Il governo irlandese ha approvato un ambizioso disegno di legge sull’azione per il clima, che mira a mettere l’Irlanda sulla via delle emissioni zero entro il 2050 e ridurre le emissioni di gas serra del 51% entro 10 anni.

(Paula Kenny |  EURACTIV.com)


PAESI NORDICI E BALTICI

STOCCOLMA

Il governo svedese rimedia alla scappatoia fiscale per i pensionati. Il governo svedese dei Socialdemocratici e dei Verdi ha annunciato lunedì di voler sciogliere l’accordo che ha consentito ai pensionati svedesi di beneficiare di esenzioni fiscali sia in Svezia che in Portogallo attraverso una scappatoia legale.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

L’Italia ridurrà gradualmente i sostegni economici contro la crisi dovuta al COVID-19 entro la fine dell’anno. Le misure di sostegno all’economia italiana colpita dalla crisi del COVID-19 saranno progressivamente ridotte entro la fine del 2021, ha annunciato martedì il ministro dell’Economia italiano, Daniele Franco, durante un dibattito online di Bloomberg con il suo omologo britannico Rishi Sunak. “La scorsa settimana abbiamo varato misure per 1,5 punti percentuali di PIL e nelle prossime settimane andremo in questa direzione”, ha detto Franco, aggiungendo che si aspetta “di terminare con le misure a sostegno dell’economia verso la fine dell’anno” e sottolineando che sarà una “uscita graduale”. “Dopo Pasqua, la situazione migliorerà gradualmente e andrà verso la normalità a maggio e giugno, grazie anche alle condizioni climatiche”, ha aggiunto il ministro. Per quanto riguarda l’economia, dopo che il PIL è sceso nel primo trimestre dell’anno, Franco ha detto di aspettarsi una ripresa nel secondo trimestre, e un aumento nel terzo e nel quarto.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

LISBONA

Il presidente portoghese afferma che il processo di vaccinazione dell’UE “non è andato bene”. Il programma di vaccinazione europeo contro il COVID-19 “non è andato bene”, ha detto il presidente portoghese Marcelo Rebelo de Sousa, aggiungendo che l’UE non può essere “una massa di egoismo”.

(nês Escobar de Lima e João Godinho |  Lusa.pt)

///

ATENE | NICOSIA

Grecia e Cipro disapprovano le “troppe carote” contenute nel progetto di dichiarazione dell’UE sulla Turchia. La dichiarazione comune dell’UE sulla Turchia attualmente in discussione in vista del vertice dell’UE del 25-26 marzo “non riflette” l’approccio equilibrato del recente rapporto sul futuro delle relazioni UE-Turchia di Josep Borrell, hanno affermato Atene e Nicosia.

(Sarantis Michalopoulos |  EURACTIV.com)

///

MADRID

L’ex capo del FMI Rato deve affrontare nuove accuse di frode. L’ex amministratore delegato del Fondo monetario internazionale, Rodrigo Rato, martedì è stato accusato dai pubblici ministeri dell’anticorruzione spagnoli di frode fiscale, corruzione e falsificazione di documenti.

(Fernando Heller |  euroefe.es)


GRUPPO DI VISEGRAD

BUDAPEST

Eurodeputata dell’opposizione ungherese “orgogliosa” di essere stata presa di mira dalle sanzioni cinesi. L’eurodeputata dell’opposizione ungherese Katalin Cseh si dice orgogliosa ma sorpresa che la Cina possa averla bandita dal suo territorio lunedì, ha detto a Telex.

(Vlagyiszlav Makszimov |  EURACTIV.com with Telex)

///

VARSAVIA

Le autorità bielorusse arrestano il capo sindacale dei polacchi. Andzelika Borys, presidente dell’Unione dei polacchi in Bielorussia, è stato arrestato nella città di Grodno. L’Unione dei polacchi in Bielorussia è stata bandita dalle autorità bielorusse nel 2005, ma ciononostante continua la sua attività. “Il nostro console è andato nel luogo di detenzione e, ovviamente, interverremo”, ha detto il primo ministro Mateusz Morawiecki.

(Alexandra Brzozowski, EURACTIV.com)

///

BRATISLAVA

La presidente slovacca invita il primo ministro Matovič a dimettersi. La presidente slovacca Zuzana Čaputová ha invitatomartedì, in una dichiarazione trasmessa in diretta televisiva, il primo ministro Igor Matovič a dimettersi in modo che la ricostruzione del governo possa iniziare sotto la guida di un nuovo leader.

(Marián Koreň |  EURACTIV.sk)

///

PRAGA

Gli scarsi ordini di vaccini fanno ritardare la campagna vaccinale. Secondo un documento visionato dal media partner di EURACTIV.cz, Hospodářské noviny, i produttori di vaccini consegneranno più dosi ai paesi dell’UE che ne hanno ordinato quantità maggiori, lasciando Bulgaria, Croazia, Slovacchia, Lettonia, Repubblica Ceca ed Estonia incapaci di vaccinare la metà delle loro popolazioni entro giugno.

(Aneta Zachová |  EURACTIV.cz)


NOTIZIE DAI BALCANI

BUCAREST

Le vacanze scolastiche primaverili estese a cinque settimane. Vista la crescita della curva dei contagi, il ministro rumeno dell’Istruzione Sorin Cimpeanu ha proposto di estendere le vacanze scolastiche primaverili a cinque settimane, attaccando le due settimane di interruzione intorno alla Pasqua cattolica e ortodossa inizialmente proposte dalle autorità per quest’anno scolastico. Dopo settimane di didattica online e nonostante le preoccupazioni dei genitori, in Romania le scuole avevano riaperto a febbraio.

(Bogdan Neagu | EURACTIV.ro)

///

ZAGABRIA | SARAJEVO

L’HDZ croato afferma che la campagna elettorale è stata finanziata con fondi propri, donazioni e soldi del partito. “Respingo assolutamente e con forza le affermazioni del settimanale Nacional secondo cui il signor Zdravko Mamić ha in qualche modo compensato il mio stipendio o le mie spese private durante la campagna presidenziale. Sono affermazioni e bugie assolutamente false”, ha scritto martedì su Facebook e Twitter l’ex presidente croata dell’HDZ, Kolinda Grabar-Kitarović. Mamić, ex presidente del club calcistico della Dinamo Zagabria, è fuggito in Bosnia ed Erzegovina (dove ha ottenuto la cittadinanza), dopo essere stato condannato in Croazia a sei anni e mezzo di prigione per aver sottratto più di 100 milioni di kune (circa 15 milioni di euro) al club.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

BELGRADO

La camera di commercio serba lancia la piattaforma digitale per l’economia circolare. La Camera di commercio serba ha lanciato martedì la piattaforma digitale CE HUB per l’economia circolare, destinata allo scambio di informazioni, conoscenze e attività economiche serbe attive nel processo di transizione verso un’economia verde. Lo scopo della piattaforma è supportare l’economia nella modernizzazione dei processi di produzione, nella creazione di modelli di business sostenibili e nell’assicurare l’armonizzazione tra un’economia circolare e la decarbonizzazione. La piattaforma mira anche a sostenere il dialogo costante tra i rappresentanti delle imprese e del governo della Green Alliance.

(EURACTIV.rs | betabriefing.com)

///

SARAJEVO

La Bosnia-Erzegovina registra un nuovo picco di casi di COVID-19 e di morti. Nelle ultime 24 ore, 1.719 delle 5.200 persone che sono state testate per il coronavirus sono risultate positive al test, mentre nelle ultime 24 ore sono state segnalate ben 67 morti legate al COVID-19, portando il bilancio totale delle vittime del paese. a 6.005, hanno riferito martedì le autorità sanitarie della Bosnia ed Erzegovina. La BiH si aspetta questa settimana la consegna di 23.400 vaccini attraverso il sistema COVAX per iniziare la sua campagna di vaccinazione di massa.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

PRISTINA

Gli ambasciatori di Quint esortano i partiti politici del Kosovo a riconoscere i risultati delle elezioni. I partiti politici rappresentati nell’assemblea del Kosovo devono svolgere un ruolo responsabile nel riconoscere i risultati delle elezioni parlamentari tenutesi il 14 febbraio, hanno scritto in una dichiarazione congiunta rilasciata martedì gli ambasciatori del gruppo decisionale informale Quint – che comprende Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Stati Uniti.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Paula Kenny, Benjamin Fox]