Le Capitali – Gli esperti smorzano le speranze sul futuro nucleare dell’Europa centrale

Mentre la Repubblica Ceca cerca di decarbonizzare la sua economia, vede l'energia nucleare come la spina dorsale del suo futuro mix energetico. [Shutterstock / Kletr]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo L’Ue vuole rafforzare la sicurezza di smartphone, tablet e dispositivi wireless di Valentina Iorio, EURACTIV.it.

Leggete anche Legge europea sui dati, una valutazione d’impatto chiarisce gli aspetti più controversi di Luca Bertuzzi, EURACTIV.com.

Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.

Le notizie di oggi dalle Capitali:

PRAGA

Mentre la Repubblica Ceca cerca di decarbonizzare la sua economia, vede l’energia nucleare come la spina dorsale del suo futuro mix energetico. Il governo ceco prevede di costruire una nuova centrale nucleare che dovrebbe essere operativa nel 2036. Tuttavia, gli esperti avvertono di ritardi e costi elevati, già osservati in Slovacchia o Ungheria. Per saperne di più.

///

BERLINO

Rompendo con la tradizione, i membri del partito conservatore tedesco eleggeranno il nuovo leader. Le scarse speranze di rimanere al potere del partito conservatore CDU l’hanno portato a rifocalizzarsi sulla riorganizzazione interna. Rompendo con la tradizione, tutti i membri del partito potranno avere voce in capitolo nell’elezione di un nuovo leader del partito per la prima volta. Per saperne di più.

///

PARIGI

Le donne francesi guadagnano ancora il 16,5% in meno degli uomini. Mercoledì (3 novembre) segna il giorno in cui le donne francesi inizieranno a lavorare gratuitamente fino alla fine dell’anno, mentre i loro colleghi maschi continueranno a ricevere la paga piena. Questo perché le donne guadagnano ancora il 16,5% in meno degli uomini, secondo Les Glorieuses, una newsletter pubblicata dall’economista francese Rebecca Amsellem. Per saperne di più.

///

VIENNA

Un terzo degli austriaci teme attacchi terroristici. Il 34% degli austriaci ritiene che vi sia un alto rischio che il paese possa essere colpito da un altro attacco terroristico un anno dopo l’attacco islamista che ha scosso Vienna, secondo un sondaggio condotto dal Market Institut. Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Mascherine obbligatorie per i parlamentari. Ai parlamentari è stato detto che devono indossare mascherine in Parlamento dopo un recente picco di casi COVID-19 lì. La scorsa settimana, l’uso della mascherina è stato reso obbligatorio per tutti gli altri lavoratori negli edifici del Parlamento. Per saperne di più.

///

DUBLINO

L’Irlanda si unisce ai firmatari del Global Methane Pledge. L’Irlanda si unirà ai quasi 90 paesi che hanno firmato un’iniziativa guidata dagli Stati Uniti e dall’UE per ridurre le emissioni di metano del 30% dei livelli del 2020 entro il 2030. Leggi di più.


NORD EUROPA E PAESI BALTICI

TALLINN

L’Estonia vuole legami più stretti con altri stati baltici e nordici. Il governo estone ha approvato una proposta per rafforzare le relazioni con i paesi nordici e baltici, il che significa che ci sono progressi, almeno sulla carta, verso un blocco nord europeo più coerente. Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

Il governo italiano valuta l’estensione dello stato di emergenza alla prima metà del 2022. In un’intervista alla TV nazionale Rai3, il ministro della Salute Roberto Speranza ha aperto alla possibilità di estendere l’attuale stato di emergenza che è stato introdotto per la prima volta il 31 gennaio 2020 e che dovrebbe scadere il 31 dicembre. Per saperne di più.

///

MADRID

I partner della coalizione spagnola raggiungono il consenso sulla riforma del lavoro. Martedì (2 novembre), il primo ministro Pedro Sánchez, il ministro dell’Economia Nadia Calviño e il ministro del Lavoro Yolanda Díaz hanno annunciato che l’esecutivo ha raggiunto un patto per abrogare la controversa legge sul lavoro del 2012 approvata dall’ex primo ministro di centrodestra Mariano Rajoy, ha riferito il partner di EURACTIV EFE. Per saperne di più.

///

LISBONA

Il presidente portoghese ascolterà i consiglieri prima della decisione di sciogliere il parlamento. Sarà essenziale ascoltare le opinioni dei consiglieri di stato sullo scioglimento del parlamento, ha affermato martedì il presidente Marcelo Rebelo de Sousa, sottolineando che la data delle elezioni sarà annunciata in seguito. Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

BRATISLAVA | BUDAPEST

L’Ungheria acquista la quota del colosso elettrico slovacco dal miliardario ceco. Il miliardario ceco Daniel Křetínský prevede di vendere la sua quota di minoranza nel secondo più grande produttore di energia elettrica slovacco al più grande fornitore di energia elettrica dell’Ungheria, MVM, secondo quanto riportato da Telex. Per saperne di più.

///

VARSAVIA

La morte di una donna incinta scatena nuove proteste contro la legge sull’aborto. Le proteste si sono svolte in tutto il paese lunedì di Ognissanti dopo la morte di una donna di 30 anni morta in un ospedale di Pszczyna mentre era incinta di 22 settimane. Ai medici è stato detto di attendere la rimozione del feto fino a quando il cuore del bambino non avesse smesso di battere, ma la donna è morta per shock settico. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

Esercito bulgaro inviato a guardia del confine con la Turchia e la Grecia. L’esercito bulgaro si è unito alla guardia di frontiera con la Turchia e la Grecia per aiutare la polizia con l’aumento delle pressioni migratorie. Per saperne di più.

///

BUCAREST

Stati Uniti e Romania costruiranno una centrale nucleare. Gli Stati Uniti e la Romania martedì (2 novembre) hanno annunciato l’intenzione di costruire un piccolo impianto di reattore modulare (SMR) “primo nel suo genere” in Romania. La diffusione della tecnologia SMR contribuirà in modo essenziale a un settore energetico decarbonizzato e al raggiungimento delle emissioni zero, ha affermato la Casa Bianca. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

Il ministro della Difesa croato vuole rimuovere il presidente dall’incarico. Alla domanda se fosse ora che il presidente Zoran Milanović venisse rimosso dall’incarico, il ministro della Difesa Mario Banožić (HDZ-PPE) ha dichiarato: “Certo che lo è. Lo è già da tempo, guardate la sua condotta. Raggiungereste una conclusione diversa dalla mia?”. Per saperne di più.

///

La Croazia è ora la destinazione turistica dei vaccini più popolare tra i russi. La Croazia è diventata la destinazione più popolare dell’UE per i russi che partecipano a tour di vaccinazione contro il COVID-19, con circa 60 in arrivo ogni settimana, ha detto martedì il quotidiano Večernji List. Per saperne di più.

///

BELGRADO

Vucic: La Republika Srpska sta onorando l’accordo di Dayton. Il presidente serbo Aleksandar Vučić ha dichiarato martedì (2 novembre) di non aver ancora letto il rapporto dell’Alto rappresentante per la Bosnia ed Erzegovina Christian Schmidt preparato per il Consiglio di sicurezza dell’ONU, ma che gli sembrava che le principali accuse fossero contro la Republika Srpska , anche se la Republika Srpska stava onorando gli accordi di Dayton. Per saperne di più.

///

SARAJEVO

Il Consiglio di sicurezza dell’Onu rinvia la discussione sulla Bosnia-Erzegovina a causa di Russia e Cina. La sessione del Consiglio di sicurezza dell’Onu sulla situazione in Bosnia-Erzegovina, inizialmente fissata per martedì (2 novembre), è stata rinviata a data non confermata, secondo fonti non ufficiali. Per saperne di più.

///

La Bosnia-Erzegovina raggiunge un accordo per l’acquisizione di gas dal fornitore di gas naturale serbo. La Bosnia-Erzegovina (BiH) ha raggiunto un accordo per acquisire gas dal fornitore di gas naturale serbo in modo che la Federazione della Bosnia-Erzegovina, un’entità croata e bosniaca, non rimanga senza fornitura fino a quando non verrà riparata la parte del gasdotto che si è rotta in Bulgaria.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

SKOPJE

Il vicepremier della Macedonia del Nord potrebbe diventare il nuovo premier. Il vice primo ministro Nikola Dimitrov potrebbe sostituire Zoran Zaev come capo del governo dopo che Zaev ha annunciato che si sarebbe dimesso alla luce della sconfitta del suo partito alle elezioni locali, riporta la Frankfurter Allgemeine Zeitung.

Il documento riporta che questa è una delle tre opzioni: le altre due sono che Zaev rinunci alla sua promessa di dimettersi, o che venga creata una nuova maggioranza di governo guidata da VMRO-DPMNE con Hristijan Mickoski come primo ministro.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

TIRANA

L’eurodeputato chiede all’Albania di smettere di uccidere i cani di strada. L’eurodeputato tedesco Martin Buschmann ha lanciato l’allarme per “l’uccisione di massa di cani di strada in Albania”. Per saperne di più.

///

L’iniziativa Open Balkan potrebbe andare avanti senza la Macedonia del Nord. Il primo ministro albanese Edi Rama e il presidente serbo Aleksander Vucic hanno confermato che si incontreranno a Belgrado mercoledì (3 novembre) per discutere dell’iniziativa Open Balkan, paragonata a un mini-Schengen balcanico.

L’iniziativa includeva la Macedonia del Nord, ma in seguito alle dimissioni del primo ministro Zoran Zaev, non è chiaro se avrebbe continuato a essere coinvolta. Rama ha confermato che l’incontro sarebbe andato avanti e che un altro funzionario avrebbe rappresentato la Macedonia del Nord.

Il Montenegro, il Kosovo e la Bosnia-Erzegovina si sono rifiutati di unirsi per timore che l’iniziativa mettesse a rischio le loro aspirazioni ad entrare nell’Unione europea. (EURACTIV.com)


AGENDA:

  • Ue: il commissario europeo all’agricoltura Janusz Wojciechowski incontra il segretario all’agricoltura americano Tom Vilsack a Bruxelles / Le delegazioni del Parlamento europeo di INTA, ITRE, AIDA, SEDE plus EPP e Renew Europe sono a Washington per incontri con i legislatori statunitensi
  • Germania: il ministro della Salute e il direttore dell’RKI tengono una conferenza stampa sul ricchiamo del vaccino Covid.
  • Francia: il presidente Emmanuel Macron dà il suo ultimo addio ad Angela Merkel ospitandola a Beaune.
  • Danimarca: il Segretario generale della NATO Stoltenberg si rivolge al Consiglio nordico.
  • Svezia: i socialdemocratici tengono il congresso per scegliere il successore del primo ministro uscente Lofven (fino al 7 novembre).
  • Portogallo: il presidente conclude le consultazioni necessarie prima di indire elezioni anticipate / La commissaria europea Věra Jourová incontra Brad Smith, presidente di Microsoft, a Lisbona in occasione del Web Summit.
  • Croazia: parlamentari discuteranno la revisione del bilancio statale per quest’anno e una mozione di sfiducia al ministro delle Finanze Zdravko Marić, proposta da 34 parlamentari dell’opposizione.

***
[A cura di Sarantis Michalopoulos, Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor]