Le Capitali – Erdogan vuole avere un ruolo nella politica bulgara

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdoğan [EPA-EFE/STEPHANIE LECOCQ]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Facebook di nuovo nel mirino dell’Antitrust: indagini in Ue e nel Regno Unito di Valentina Iorio, EURACTIV Italia.

Leggete anche l’opinione Centrale di Krško in Slovenia: tempo di agire per il governo italiano di Fabio Masini, EURACTIV Italia.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

 

SOFIA | SKOPJE | TIRANA

Il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan ha ricevuto domenica 6 giugno una delegazione del Movimento per i diritti e le libertà (DPS), che rappresenta la minoranza turca in Bulgaria. La visita della delegazione era guidata dal leader del DPS Mustafa Karadayi e comprendeva l’eurodeputato Ilhan Kyuchuk. MRF ha tre eurodeputati, parte del gruppo Renew Europe del Parlamento europeo.
Erdoğan ha anche incontrato il primo ministro della Macedonia del Nord Zoran Zaev e il primo ministro dell’Albania Edi Rama.

(Krassen Nikolov e Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.bg e EURACTIV.hr)

///

BERLINO

La vittoria dei conservatori alle elezioni regionali in Sassonia-Anhalt rafforza le speranze di Laschet. I conservatori della cancelliera Angela Merkel hanno ottenuto una clamorosa vittoria alle elezioni statali in Sassonia-Anhalt, nella Germania orientale, rafforzando la posizione di Armin Laschet, che spera di succederle alle elezioni nazionali di settembre.

(EURACTIV.com with Reuters)

///

PARIGI

La Francia sostiene il salario minimo e la parità retributiva come priorità del Consiglio Ue. Il ministro francese dell’UE Clément Beaune ha rilasciato un’intervista a Le Monde in cui illustra le priorità del paese quando prenderà la presidenza di turno del Consiglio dell’UE, nella prima metà del 2022.
“I temi su cui speriamo di fare progressi, su cui stiamo già lavorando con la presidenza portoghese, saranno la direttiva in fase di negoziazione sui salari minimi, la parità di retribuzione tra donne e uomini o la questione dei lavoratori delle piattaforme”, ha affermato Beaune. Il ministro francese ha anche affermato di voler continuare a combattere le frodi legate ai lavoratori distaccati e al “capitalismo responsabile”.

(Anne Damiani | EURACTIV.fr)

///

BRUXELLES

Il Belgio prende in considerazione un’ulteriore revoca delle restrizioni. Il comitato consultivo belga valuterà alla fine della settimana l’ulteriore revoca delle restrizioni durante l’estate, secondo il ministro-presidente fiammingo Jan Jambon (N-VA). Gli incontri sia pubblici che privati sono attualmente limitati a quattro persone. “Penso che il limite possa essere allentato per luglio, un po’ di più ad agosto, e poi le restrizioni potrebbero essere revocate a settembre”, ha detto Jambon a VRT. “Naturalmente, a condizione che non compaiano varianti e che i numeri rimangano buoni”.

(Alexandra Brzozowski |  EURACTIV.com)

///

VIENNA

Kurz partecipa al Forum economico internazionale di San Pietroburgo. Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha partecipato al Forum economico di San Pietroburgo: era l’unico leader dell’UE presente, mentre crescono le tensioni tra la Russia e l’UE. Kurz ha difeso le sanzioni dell’UE contro la Bielorussia, ma si è astenuto da critiche dirette al presidente russo Vladimir Putin.

(Oliver Noyan |  EURACTIV.de)


REGNO UNITO E IRLANDA

DUBLINO

Il leader del DUP conferma la partecipazione del partito alla riunione dei ministri. Il leader del DUP Edward Poots ha confermato la partecipazione del suo partito alla riunione del Consiglio ministeriale nord-sud del 18 giugno. La sua conferma arriva dopo settimane di incertezza sulla posizione del DUP seguite alla sua elezione alla leadership, secondo quanto riportato dall’Irish Times.
Poots ha incontrato il primo ministro irlandese Micheal Martin per una discussione di un’ora che Martin ha descritto come “uno scambio di opinioni aperto”, in cui si è parlato anche del protocollo per l’Irlanda del Nord. “Credo che ci siano questioni importanti che dobbiamo discutere sulla base del fatto che ci sarà un serio tentativo di affrontare il Protocollo per l’Irlanda del Nord. Credo che dovremmo cercare di normalizzare di nuovo le relazioni”, ha detto Poots.

(Paula Kenny |  EURACTIV.com)


PAESI NORDICI E BALTICI

HELSINKI | TALLINN

Il Primo Ministro estone incontra l’ambasciatore della Finlandia per le restrizioni di viaggio. Le continue restrizioni ai viaggi imposte dalla Finlandia stanno causando tensioni tra i due paesi confinanti attraverso il Golfo di Finlandia, e hanno spinto il primo ministro estone Kaja Kallas a tenere dei colloqui, venerdì, con l’ambasciatore della Finlandia.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

Il governatore della Banca d’Italia chiede la revisione del Patto di stabilità.Occorre rivedere il Patto di stabilità dell’Unione europea prima della fine della sua sospensione, e trovare una “visione armoniosa e di lungo periodo tra i Paesi”, anche se occorre “essere molto attenti ai rischi di inflazione”, ha detto domenica in un intervento pubblico al festival dell’Economia di Trento il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

SPAGNA

La Spagna accetterà anche i viaggiatori negativi ai test antigenici, più rapidi ed economici. La Spagna consentirà ai viaggiatori di entrare nel paese a partire da lunedì se sono stati vaccinati contro il COVID-19, presentano un test PCR negativo o dimostrano di aver eseguito il test antigienico rapido.

(euroefe.es)


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

Un esponente di Diritto e Giustizia critica il leader dell’opposizione bielorussa. Il politico polacco Ryszard Terlecki, un membro di spicco del partito al governo Diritto e Giustizia (PiS), ha detto alla leader dell’opposizione bielorussa Sviatlana Tsikhanousskaya di “cercare aiuto a Mosca”.

(Mateusz Kucharczyk |  EURACTIV.pl)

///

PRAGA

Un’altra disputa ceco-polacca. Le organizzazioni ambientaliste ceche chiedono l’immediato stop alla costruzione di una torre di avvistamento sulla cima del Králický Sněžník, una montagna situata al confine tra Repubblica Ceca e Polonia. Dicono che la torre, in costruzione dall’autunno 2020, viola le regole sui permessi di costruzione e rappresenta una minaccia per la fauna selvatica.

(Aneta Zachová |  EURACTIV.cz)

///

BRATISLAVA

Funzionari slovacchi hanno detto che Nord Stream 2 non influenzerà la fornitura di gas attraverso l’Ucraina. Il presidente del consiglio di amministrazione del monopolista statale russo del gas naturale Gazprom, Alexei Miller, ha confermato che la Slovacchia ha una posizione stabile nei piani strategici di Gazprom, durante l’incontro al 24° Forum economico internazionale di San Pietroburgo (SPIEF) con il ministro dell’Economia slovacco Richard Sulík e il ministro degli Esteri Ivan Korčok.

(Irena Jenčová |  EURACTIV.sk)

///

BUDAPEST

In migliaia protestano ancora contro l’università cinese di Budapest, Pechino si dice ‘sconcertata’. Migliaia di persone hanno protestato a lungo contro il partito Fidesz del primo ministro ungherese Viktor Orbán e la sua decisione di costruire un campus dell’Università cinese Fudan a Budapest, in una grande manifestazione antigovernativa.

(Vlagyiszlav Makszimov |  EURACTIV.com with Telex)


NOTIZIE DAI BALCANI

LUBIANA

La Slovenia modifica il codice penale e ridefinisce il consenso sessuale. Il Parlamento sloveno ha approvato degli emendamenti al codice penale che ridefiniscono il consenso sessuale in linea con il concetto “solo sì significa sì”, un cambiamento profondo rispetto all’attuale sistema in cui lo stupro era penalmente considerato tale solo se comportava coercizione fisica o gravi minacce.

(Sebastijan R. Maček |  sta.si)

///

ZAGABRIA

L’indice online degli impieghi vacanti mostra una maggiore domanda di lavoro.L’indice online dei posti vacanti (OVI) della Croazia per maggio 2021 è molte volte più alto rispetto a quello di maggio 2020, e il confronto con maggio 2019 mostra che la domanda di lavoro è superiore di circa l’1% rispetto ai livelli pre-pandemia, ha annunciato l’Istituto di economia di Zagabria (EIZ).

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

BELGRADO

La Serbia avvia la produzione del vaccino russo. L’Istituto Torlak di Belgrado per la virologia ha lanciato ufficialmente venerdì la produzione del vaccino russo Sputnik V, rendendo la Serbia il primo stato in Europa a produrre il vaccino russo.

(EURACTIV.rs)

///

PODGORICA

Il Montenegro apre le sue frontiere all’UE e ai cittadini israeliani. Il Montenegro ha aperto sabato le sue frontiere ai cittadini dell’UE e israeliani, che potranno entrare nel paese senza dover soddisfare i requisiti relativi al COVID-19.

(betabriefing e EURACTIV.rs)

///

TIRANA

L’Albania revoca tutte le restrizioni per i turisti stranieri. Il governo albanese ha revocato tutte le restrizioni relative alla pandemia per i turisti stranieri che visitano il paese, secondo quanto riportato da exit.al.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)


AGENDA

  • Lussemburgo: il vice primo ministro e ministro della Difesa lussemburghese François Bausch interverrà all’evento di lancio del World Climate and Security Report 2021.
  • Germania: Il ministro degli Esteri Heiko Maas interviene all’apertura della Conferenza degli ambasciatori a Berlino.
  • Repubblica Ceca: la leader dell’opposizione bielorussa Svetlana Tikhanovskaya visiterà il paese per incontrare il primo ministro Andrej Babiš, il presidente Miloš Zeman e altri importanti politici cechi.
  • Bulgaria: Il ministero degli Esteri darà informazioni sul voto all’estero per le prossime elezioni anticipate.
  • Slovenia: il commissario europeo Margaritis Schinas, vicepresidente della Commissione europea per la Promozione dello stile di vita europeo, si recherà in visita in Slovenia per incontrare il primo ministro Janez Janša, il ministro degli interni Aleš Hojs e il presidente Borut Pahor.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Paula Kenny, Josie Le Blond]