Le Capitali – Come una Germania guidata dai Verdi potrebbe scuotere l’Europa

Jürgen Trittin: "In stretta collaborazione con la Francia, i Verdi intendono promuovere la resilienza europea e sviluppare le capacità dell'Europa". [EPA-EFE/JENS SCHLUETER]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Covid, il G7 chiede una nuova indagine per capire l’origine del virus di Alessandro Follis, EURACTIV Italia.

Leggete anche l’opinione Covid e diritti dei consumatori: l’opinione del Centro Politiche Europee del Centro Politiche Europee.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

 

BERLINO

La possibilità che dopo le elezioni di settembre la Germania possa essere guidata da una cancelliera dei Verdi è guardata con cautela a livello europeo. In un’intervista con EURACTIV Germania l’ex ministro dell’Ambiente tedesco, Jürgen Trittin, ha spiegato l’approccio verde all’Europa.
“Molte cose cambieranno, l’Europa deve abituarsi a questo, non importa chi diventa cancelliere”, ha detto Trittin, indicando il “dolore fantasma” per il ritiro di Angela Merkel dopo 16 anni alla guida della più grande economia europea. Trittin ha ipotizzato quali cambiamenti potrebbero verificarsi a livello di politica estera e della posizione dell’UE nei confronti della Turchia e dell’Europa orientale, nonché la potenziale collaborazione con altri partiti tedeschi per formare rapidamente un governo.

In altre notizie, la Germania ha deciso di approvare una legge sulle filiere “umanitarie”. Il Parlamento tedesco venerdì voterà su una nuova legge sulle filiere produttive delle aziende che operano in paesi terzi, in quella che potrebbe essere “una svolta per l’applicazione dei diritti umani”, secondo il ministro del Lavoro tedesco Hubertus Heil. Sia l’industria che le organizzazioni della società civile non sono però soddisfatte della proposta.

(Oliver Noyan |  EURACTIV.de)

///

PRESIDENZA UE

Bruxelles promette una nuova legislazione dell’UE per i veicoli fuori uso nel 2022. La Commissione europea presenterà alla fine del 2022 una proposta per rimuovere i veicoli a fine vita più inquinanti dalle strade dell’UE, ha detto giovedì il commissario europeo per il Green Deal Frans Timmermans.

(Ivone Gravato |  EURACTIV.com with Lusa)

///

BRUXELLES

I fiamminghi sotto i 41 anni possono richiedere il vaccino Johnson & Johnson. Le persone della regione belga delle Fiandre di età inferiore ai 41 anni potranno presto optare per il vaccino monouso Johnson & Johnson, ha annunciato giovedì il ministro fiammingo del Welfare Wouter Beke dopo una riunione dei ministri della salute belgi. Altre regioni belghe ipotizzano un simile passo.

(Alexandra Brzozowski | EURACTIV.com)

///

PARIGI

La Francia vuole che la proposta di regolamento UE sulle batterie venga rafforzata. La Francia spinge perché la proposta della Commissione per un regolamento UE sulle batterie sostenibili venga rafforzata “per ottenere risultati rapidamente”, e vorrebbe anche che il programma di attuazione fosse anticipato di circa un anno, cioè al 2024, ha detto il ministero francese per la Transizione ecologica a EURACTIV Francia.

(Clara Bauer-Babef |  EURACTIV France)

///

VIENNA

I Verdi austriaci respingono l’attacco dell’ÖVP alla magistratura. Il ministro della Giustizia austriaco Alama Zadic, dei Verdi, ha respinto gli attacchi del partner della coalizione di governo, il partito conservatore ÖVP, alla magistratura e al procuratore capo del paese, alla luce dell’indagine per corruzione in corso sul cancelliere Sebastian Kurz.

(Oliver Noyan |  EURACTIV.de)


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Stati Uniti e Regno Unito firmano la Carta Atlantica in vista del vertice del G7. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il primo ministro britannico Boris Johnson hanno concordato giovedì un’ampia Carta atlantica in vista del vertice del G7 ospitato dalla Gran Bretagna.

(Benjamin Fox |  EURACTIV.com)

///

DUBLINO

L’autorità irlandese per la protezione dei dati interroga quattro importanti partiti politici. Il commissario per la protezione dei dati Helen Dixon sta effettuando un audit su quattro dei principali partiti politici irlandesi – Sinn Féin, Fianna Fáil, Fine Gael e Green Party – per le preoccupazioni sul loro utilizzo dei dati in passato, secondo quanto riportato dalla BBC.

(Paula Kenny |  EURACTIV.com)


EUROPA DEL NORD E PAESI BALTICI

HELSINKI

Il divario di ricchezza in Finlandia si sta ampliando. Un rapporto di Statistics Finland mostra che il divario di ricchezza nel paese è in costante e graduale aumento, con il 10% più ricco che ora possiede il 49,6% della ricchezza netta.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)

///

STOCCOLMA

La maggior parte degli svedesi non si opporrebbe a un’azione militare per combattere la violenza delle gang. Quasi l’80% degli svedesi non avrebbe obiezioni contro il dispiegamento di truppe delle forze armate per aiutare la polizia a sconfiggere l’aumento dei crimini violenti, mostra un nuovo sondaggio dell’Istituto SOM, un’organizzazione di ricerca indipendente presso l’Università di Göteborg.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

L’Italia indaga su Booking.com per una “colossale” evasione fiscale. La piattaforma di prenotazione online Booking.com è sospettata di una presunta evasione fiscale per un valore di oltre 153 milioni di euro, ha annunciato giovedì la Guardia di Finanza di Genova.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

MADRID

La capitale spagnola svela un piano da 3,9 miliardi di euro per rendere Madrid “il miglior posto dove vivere”. Il sindaco conservatore di Madrid, José Luis Martínez-Almeida, ha annunciato un piano ambizioso per rendere la capitale spagnola “la migliore città in cui vivere e lavorare nel 2030”, grazie a un investimento iniziale di 3,9 miliardi di euro di fondi Ue.

(EuroEFE)

///

LISBONA

Il Portogallo ha consegnato a Mosca i dati sui manifestanti anti-Putin. Le autorità della capitale portoghese hanno ammesso giovedì 10 giugno di aver consegnato i dati personali di tre organizzatori di una manifestazione anti-Cremlino all’ambasciata russa a Lisbona, una scelta che ha suscitato parecchia irritazione a Bruxelles.

(Georgi Gotev |  EURACTIV.com)


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

La Commissione UE: la Polonia non può mettere in discussione il primato del diritto comunitario. La Commissione europea ha chiesto alla Polonia di non mettere in discussione il primato del diritto dell’UE sulla legislazione nazionale, ha scritto il commissario alla Giustizia Didier Reynders in una lettera a Varsavia.

(Aleksandra Krzysztoszek |  EURACTIV.pl)

///

PRAGA

Il primo ministro ceco Babiš definisce il Parlamento europeo “inutile” rispondendo al dibattito sul suo conflitto di interessi. Il primo ministro ceco Andrej Babiš ha bollato il Parlamento europeo come “istituzione inutile” in risposta a una risoluzione che critica il suo conflitto di interessi, affermando che essa costituisce un’interferenza negli affari interni della Repubblica ceca.

(Ondřej Plevák |  EURACTIV.cz)

///

BUDAPEST

L’Ungheria valuta le disposizioni contro le persone LGBTQI in un disegno di legge sulla pedofilia. I partiti di governo hanno presentato diversi nuovi emendamenti al disegno di legge antipedofilia attualmente all’esame del Parlamento, che alcune Ong hanno denunciato come un attacco frontale alla libertà di espressione e ai diritti dei bambini, sulla scia del modello russo.

(Vlagyiszlav Makszimov |  EURACTIV.com with Telex)


NOTIZIE DAI BALCANI

BUCAREST

La Commissione Ue critica il piano di rilancio della Romania. La Commissione europea ha criticato più parti del piano di recupero e resilienza della Romania, principalmente a causa di costi ingiustificati o di informazioni mancanti sui progetti, secondo quanto riportato da HotNews, partner di EURACTIV.

(Bogdan Neagu |  EURACTIV.ro)

///

SOFIA

La procuratrice capo Ue: la nomina dei 6 procuratori bulgari mancanti “non è in discussione”. L’accordo con la Procura bulgara per la nomina di 10 procuratori europei delegati è ancora in vigore e la questione non è in discussione, ha affermato giovedì la nuova procuratrice capo dell’UE Laura Kövesi in visita al ministero della Giustizia bulgaro. Kövesi parlerà con la stampa venerdì.

(Krassen Nikolov |  EURACTIV.bg)

///

ZAGABRIA

La federazione calcistica croata spiega perché i giocatori non si sono inginocchiati. La federazione calcistica croata (HNS) ha spiegato in un comunicato il motivo per cui i giocatori della nazionale di calcio hanno scelto di non inginocchiarsi e inchinarsi prima dell’amichevole di domenica scorsa con il Belgio, ma si sono invece fermati per dimostrare il loro rispetto per la scelta dei calciatori belgi di inginocchiarsi a sostegno del movimento Black Lives Matter.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

SKOPJE

La Russia espelle un diplomatico macedone. “Il 10 giugno, il ministero degli Esteri russo ha invitato l’incaricato d’affari della Macedonia del Nord in Russia Olivera Čauševska-Dimovska pr consegnarle una nota che la dichiarava persona non grata”, secondo una dichiarazione rilasciata dal ministero degli Esteri russo.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

LUBIANA

Huawei pianifica di costruire un hub logistico per l’Europa centrale e sudorientale in Slovenia. La società tecnologica cinese Huawei prevede di creare un hub logistico regionale in Slovenia per servire 19 mercati dell’Europa centrale e sudorientale, il che richiederà la costruzione di nuovi magazzini adiacenti all’aeroporto Jože Pučnik di Lubiana.

(Sebastijan R. Maček |  sta.si)

///

PRISTINA

Il Kosovo continua a registrare un calo dei casi di COVID-19. Il numero di casi attivi di coronavirus in Kosovo è sceso a 733, con solo 11 dei 2.660 test condotti nelle 24 ore precedenti che sono risultati positivi, ha annunciato giovedì il ministero della salute. Secondo i dati della Johns Hopkins University, questo è il numero più basso di casi attivi registrati in Kosovo dal 24 giugno 2020.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)


AGENDA

  • Regno Unito: i leader del G7 iniziano un vertice di tre giorni in Cornovaglia con i cambiamenti climatici, l’economia, la pandemia di coronavirus e la geopolitica che saranno i principali punti di discussione.
  • Germania: i Verdi tedeschi iniziano il congresso del partito.
  • Grecia: il ministro degli Esteri Nikos Dendias incontrerà il suo omologo cipriota Nikos Christodoulidis per discutere degli ultimi sviluppi con la Turchia, in vista di un vertice cruciale dell’UE, la prossima settimana, in cui saranno decisi i prossimi passi dell’UE verso la Turchia.
  • Italia: L’istituto di statistica pubblicherà i dati sul mercato del lavoro per il primo trimestre dell’anno.
  • Spagna: il primo ministro socialista spagnolo, Pedro Sánchez, e il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, si incontrano lunedì a Bruxelles, a margine del vertice Nato. La Spagna si offrirà di ospitare il vertice Nato nel 2022, in occasione del 40° anniversario dell’adesione del Paese iberico all’alleanza.
  • Repubblica Ceca: il presidente della camera bassa del parlamento, Radek Vondráček, venerdì parteciperà a un vertice con i suoi tre omologhi dei paesi dell’alleanza V4 in Polonia.
  • Croazia: Il responsabile del Fondo per la ricostruzione dopo il terremoto, Damir Vanđelić, presenterà in una conferenza stampa le attività ei costi per la ricostruzione sostenuti fino ad oggi.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Paula Kenny, Josie Le Blond]