Le Capitali – Budapest firma un accordo con Gazprom, l’Ucraina si dice “delusa”

L'Ungheria ha firmato un contratto di acquisto di gas a lungo termine con la compagnia russa Gazprom [EPA-EFE/ANDREJ CUKIC]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Elezioni in Germania, le possibili coalizioni e le conseguenze per l’Europa di Roberto Castaldi, EURACTIV Italia.

Leggete anche Sicurezza informatica, l’Ue vittima degli attacchi di un gruppo legato al governo russo di Alessandro Follis e Molly Killeen, EURACTIV Italia.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.

Le notizie di oggi dalle Capitali:

BUDAPEST

L’Ungheria ha firmato un contratto di acquisto di gas di quindici anni con la russa Gazprom bypassando l’Ucraina. Questo ha fatto arrabbiare Kiev, che ha affermato che si rivolgerà alla Commissione europea per cercare una soluzione. Per saperne di più.

///

ISTITUZIONI UE

Il russo Navalny candidato al Premio Sacharov del Parlamento europeo. Il critico del Cremlino incarcerato dal governo russo Alexei Navalny è stato nominato lunedì per il premio annuale per i diritti umani del Parlamento europeo. I legislatori dell’Unione europea stanno cercando di mantenere viva l’attenzione pubblica sulla sua rete pro-democrazia, che è stata vietata in Russia. Per saperne di più.

///

BERLINO

I socialisti tedeschi tengono colloqui per formare una coalizione. “Teneremo colloqui di coalizione con i partiti, non sui giornali”, ha detto lunedì alla TV tedesca il candidato cancelliere socialdemocratico Olaf Scholz. Per la prima volta da decenni, il suo partito è riuscito a ottenere più voti della rivale di lunga data, l’Unione conservatrice CDU/CSU. Per saperne di più.

///

PARIGI

Il partito di destra francese Les Republicains sceglierà il candidato presidenziale. Il partito ha affermato che selezionerà il suo candidato per le elezioni presidenziali del 2022 indicendo un congresso. L’ha annunciato sabato il presidente del partito Christian Jacob. Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Il partito laburista britannico “più diviso che mai”. Il partito laburista, attualmente all’opposizione, sta affrontando ulteriori conflitti interni dopo che il portavoce dell’occupazione Andy McDonald si è dimesso martedì, accusando il leader del partito Keir Starmer di star rendendo i laburisti “più divisi che mai”. Per saperne di più.

///

DUBLINO

L’Irlanda cerca di uscire dal caos sulla tassazione delle società. Il vice primo ministro irlandese Leo Varadkar è sbarcato a Washington DC per una serie di colloqui sugli scammbi commerciali mentre cresce la pressione internazionale sull’aumento o meno dell’aliquota sulle aziende nel Paese. Per saperne di più.


PAESI BALTICI

HELSINKI

Bambini finlandesi nel campo profughi siriano hanno accesso a strutture di apprendimento a distanza. I bambini finlandesi nel campo profughi di al-Hol in Siria possono ora prendere parte all’apprendimento a distanza in finlandese attraverso i telefoni dei genitori. Per saperne di più.

///

STOCCOLMA

La casa automobilistica svedese Polestar ha intenzione di quotarsi in borsa. Il produttore di auto elettriche Polestar, controllato dalla svedese Volvo Cars e dal suo proprietario cinese Geely, ha dichiarato lunedì che prevede di quotarsi, con un debutto in borsa che potrebbe valutarlo intorno ai 20 miliardi di dollari (17 miliardi di euro). Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE
ROMA

Il guru dei social media di Salvini è indagato per spaccio di stupefacenti. Lunedì, la procura di Verona ha affermato di star indagando su Luca Morisi per la vendita e il possesso di “droghe liquide”. Morisi si era da poco dimesso dalla sua posizione di social media strategist della Lega. Per saperne di più.

///

MADRID

Il vulcano La Palma continua a vomitare lava e fumo dopo una breve pausa. Il vulcano Cumbre Vieja a La Palma nelle Isole Canarie stava ancora eruttando lava e fumo, ha detto l’Istituto di vulcanologia delle Isole Canarie (Involcan). C’era stata una breve pausa di attività lunedì mattina. Per saperne di più.

///

LISBONA

Il difensore civico portoghese chiede di regolarizzare i migranti. Lunedì il difensore civico ha lanciato un appello affinché il Portogallo regolarizzi la situazione degli immigrati che vivono nel Paese e che hanno casi pendenti presso i servizi di frontiera, noti come SEF. Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

PRAGA

La Cechia invierà 50 agenti di polizia a guardia del confine tra Ungheria e Serbia. Dopo i colloqui tra i primi ministri ceco e ungherese, lunedì il governo ha approvato il loro dispiegamento alla frontiera ungherese. Per saperne di più.

///

VARSAVIA

Tre regioni polacche abbandonano la definizione di “zona franca LGBT”. Altre tre regioni hanno annullato le loro dichiarazioni anti-Lgbt dopo che la Commissione ha minacciato di non stanziare i fondi per il recupero. La Commissione europea valuterà come sono state riformulate le loro dichiarazioni prima di dare il via libera al sostegno economico. Per saperne di più.

///

BRATISLAVA

La paura dei vaccini degli slovacchi è più alta della solidarietà. Il basso tasso di vaccinazione in Slovacchia è principalmente dato dalla paura del vaccino, mostra un nuovo studio pubblicato dall’Accademia slovacca delle scienze. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI
BELGRADO

Gli ambasciatori di Quint chiedono una riduzione dell’escalation in Kosovo. Gli ambasciatori del gruppo decisionale informale Quint – che include Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Stati Uniti – hanno sollecitato una “de-escalation della crisi” nel Kosovo settentrionale. La richiesta è arrivata in un incontro lunedì con il presidente serbo Aleksandar Vučić a Belgrado. Per saperne di più.

///

SOFIA

Le imprese bulgare non possono ottenere rapidamente aiuti per le bollette dell’elettricità a causa della crisi politica. Il governo bulgaro ha deciso di versare 25 euro per MWh a tutte le aziende del Paese come compensazione per l’aumento dei prezzi dell’elettricità. Tuttavia, la crisi politica ha bloccato l’attuazione di questa decisione. Per saperne di più.

///

BUCAREST

La Commissione europea dà il via alla ripresa della Romania. Dopo mesi di negoziati, la Commissione europea ha finalmente approvato il piano di recupero e resilienza della Romania, pari a 29,2 miliardi di euro. Per saperne di più.

///

ZAGABRIA

Milanovic: la Croazia ha il controllo da Prevlaka a Savudrija per la prima volta nella storia. La Croazia ha attualmente un’autorità che si estende dalla penisola di Prevlaka alla baia di Savudrija nel nord, ha affermato il presidente Zoran Milanović a Spalato, sottolineando che il mantenimento dello status quo giustifica delle spese per la difesa pari a quelle pre-pandemiche. Per saperne di più.

///

LUBIANA

In Slovenia il tasso di vaccinazione rimane timido. La Slovenia ha tardato ad adottare i vaccini rispetto al resto dell’UE. La tendenza prevalente tra la popolazione continua ad essere quella di esitare a vaccinarsi, nonostante l’obbligo di pass sanitario ora chieda alle persone di essere vaccinate, guarite o testate per accedere a praticamente qualsiasi servizio. Per saperne di più.

///

SARAJEVO

I ministri serbo-bosniaci porranno fine al loro boicottaggio del Consiglio dei ministri della Bosnia-Erzegovina poiché non c’è altro modo per risolvere la questione di come pagare lo stipendio a migliaia di dipendenti dell’amministrazione statale, ha dichiarato lunedì il presidente del Consiglio dei ministri Zoran Tegeltija. Per saperne di più.

///

SKOPJE

OSCE e UNODC organizzano corsi sul contrasto al finanziamento del terrorismo. Un corso di formazione di tre giorni volto a rafforzare ulteriormente la capacità della Macedonia del Nord di contrastare il finanziamento del terrorismo è stato organizzato dal Dipartimento per le minacce transnazionali dell’OSCE e dall’Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine (UNODC), in cooperazione con la Missione OSCE a Skopje e con il sostegno finanziario degli Stati Uniti. Per saperne di più.


AGENDA:

  • Germania: si svolge a Francoforte il forum annuale della BCE sulle banche centrali.
  • Francia: il presidente Emmanuel Macron terrà un discorso per chiudere la conferenza nazionale sulla salute mentale e la psichiatria.
  • Spagna: Martedì il governo dichiarerà La Palma, nelle Isole Canarie, “zona disastrata”. L’esecutivo socialista approverà i finanziamenti di emergenza per aiutare a ricostruire case e proprietà.
  • Italia: si svolge a Milano il Summit dei giovani dell’ONU sui cambiamenti climatici, con l’intervento di Greta Thunberg, e l’incontro preparatorio Pre-COP26.
  • Polonia: l’ultima delle cinque regioni (Łódzkie) dovrebbe modificare la propria dichiarazione anti-LGBT.
  • Balcani: conferenza dei capi di stato maggiore delle forze armate degli Stati membri della Carta USA-Adriatico. I membri sono Stati Uniti, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Macedonia del Nord, Albania.

***

[A cura di Alexandra Brzozowski, Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Zoran Radosavljevic]