Le Capitali – Babiš e Orban escludono i giornalisti internazionali che li hanno criticati

In vista delle elezioni parlamentari di ottobre, il premier ceco ha intensificato la sua retorica anti-UE in stile Orbán, mentre la sua famiglia politica liberale a Bruxelles rimane in silenzio. [EPA-EFE/MARTIN DIVISEK]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Immigrazione illegale, l’Ue vuole bloccare finanziamenti e visti per i Paesi che incoraggiano le partenze di Valentina Iorio, EURACTIV Italia.

Leggete anche L’inquinamento dell’aria causato dalle industrie costa all’Europa centinaia di milioni all’anno di Daniele Lettig, EURACTIV Italia.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.

Le notizie di oggi dalle Capitali:

PRAGA

Babiš e Orban stilano una lista nera dei giornalisti internazionali critici. I giornalisti cechi e stranieri che hanno criticato il primo ministro ceco Andrej Babiš e il suo omologo ungherese Viktor Orbán sono stati esclusi dalla conferenza stampa congiunta tenuta dai due leader mercoledì in Cechia. Per saperne di più.

///

ISTITUZIONI UE

L’UE rinvia i colloqui commerciali con l’Australia a causa delle ricadute dell’accordo sui sottomarini. Il ministro del Commercio australiano Dan Tehan ha dichiarato venerdì che i colloqui con l’Unione europea su un accordo commerciale sono stati rinviati, mentre si intensifica la lite sulla decisione di Canberra di annullare un accordo da 40 miliardi di dollari con la Francia. Per saperne di più.

///


VIENNA

Comunisti austriaci coinvolti in polemiche per degli elogi al regime di Lukashenko. Il Partito comunista austriaco si è trovato sotto notevole pressione dopo che uno dei suoi parlamentari è apparso sulla televisione di stato bielorussa elogiando il regime di Lukashenko. Il partito è attualmente in trattative di coalizione a Graz a seguito di una vittoria a sorpresa alle elezioni comunali. Per saperne di più.

///

BERLINO

I partiti tedeschi si accontentano di un lungo weekend di negoziati di coalizione. Di fronte ad un panorama frammentato dopo le elezioni del 26 settembre, i partiti tedeschi hanno fissato più date durante il fine settimana in cui squadre di 10-15 politici di alto livello terranno negoziati per formare una coalizione. Per saperne di più.

///

PARIGI

La Francia rimborserà le consultazioni con gli psicologi dal 2022. Il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato una serie di misure “storiche” in una conferenza sulla salute mentale e la psichiatria martedì (28 settembre). Comprendono il rimborso delle sedute con gli psicologi soggetti a prescrizione medica. Lo racconta EURACTIV Francia.

Sarkozy probabilmente eviterà il carcere nonostante la nuova condanna. Giovedì 30 settembre un tribunale di Parigi ha condannato l’ex presidente francese Nicolas Sarkozy a una pena detentiva di un anno dopo essere stato riconosciuto colpevole di finanziamento illegale della campagna elettorale per la sua fallita rielezione del 2012. Per saperne di più.

Dopo “Mercron”: cosa potrebbero significare le elezioni tedesche per il tandem franco-tedesco. Con la fine dell’era di Angela Merkel, sia il rapporto franco-tedesco che il ruolo del tandem Merkel-Macron nell’UE sono di fronte a un bivio. Per il momento, la Francia sembra trattenere il respiro. Per saperne di più.

///

BERNA

Il Parlamento autorizza l’erogazione del Contributo svizzero alla coesione. I due rami del parlamento hanno approvato giovedì l’esborso del contributo di coesione svizzero all’UE per un valore di 1,3 miliardi di franchi. I fondi andranno a sostenere lo sviluppo degli Stati membri dell’Europa orientale. Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Caos nel Regno Unito: pompe prosciugate, medicine interrotte e timori per l’abbattimento dei maiali. Più di duemila distributori di benzina britannici erano ancora all’asciutto giovedì 30 settembre a causa di una carenza di camionisti, che sta anche portando a un’interruzione delle consegne di medicinali alle farmacie. Intanto, gli agricoltori hanno avvisato che una scarsità di macellai potrebbe portare a un massiccio abbattimento di maiali. Per saperne di più.

///

DUBLINO

Schema di certificazione UE COVID esteso ai cittadini irlandesi nell’Irlanda del Nord.I titolari di passaporto irlandese che risiedono e sono stati vaccinati nell’Irlanda del Nord possono richiedere il certificato digitale COVID dell’UE da giovedì. Ciò consente loro di viaggiare più liberamente in tutta l’UE. Per saperne di più.


PAESI BALTICI

HELSINKI

La Finlandia punta alla possibile adesione alla NATO. La Finlandia, uno stretto alleato della NATO, terrà d’occhio lo sviluppo dell’alleanza, tenendo presente la possibilità di aderirvi, ha detto il presidente Sauli Niinistö a un seminario dell’Istituto finlandese per gli affari internazionali. Ha aggiunto che il Paese potrebbe plasmare l’UE affinché diventi un attore globale più potente in termini di difesa e sicurezza. Per saperne di più.

///

STOCCOLMA

La ministra delle finanze succede a Lofven e diventa il primo primo ministro donna svedese. Magdalena Andersson è stata eletta alla guida dei socialdemocratici, succedendo al primo ministro uscente Stefan Löfven e diventando la prima donna politica a guidare il governo e il Paese. Tutti i 26 distretti del partito hanno appoggiato la sua candidatura mercoledì 29 settembre.

Tuttavia, conquistare la popolazione al di là della sua base potrebbe essere più complesso: le elezioni generali del prossimo settembre avranno probabilmente risultati imprevedibili, e l’economista potrebbe aver bisogno del sostegno di altri partiti per rimanere in carica. (Pekka Vänttinen | EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE
ROMA

L’ex sindaco italiano pro-migrazione ottiene una dura condanna per “favoreggiamento dell’immigrazione illegale”. Mimmo Lucano, l’ex sindaco di Riace, città del sud Italia divenuta simbolo di integrazione, è stato condannato a 13 anni e due mesi di carcere per “irregolarità” nella gestione dei richiedenti asilo e per favoreggiamento all’immigrazione clandestina. La condanna è stata quasi il doppio dei sette anni iniziali richiesti dai pubblici ministeri. Per saperne di più.

///

MADRID

La giustizia spagnola chiede all’Italia di estradare “immediatamente” Puigdemont. Pablo Llarena, il giudice incaricato del “caso proces” relativo a un presunto referendum illegittimo tenutosi in Catalogna nel 2017, ha inviato giovedì una lettera alla corte d’appello di Sassari avvertendo la magistratura italiana che il mandato d’arresto europeo (MAE) contro L’ex presidente della Catalogna Carles Puigdemont è ancora valido. Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

Il commissario Johansson non è riuscito a convincere la Polonia sui respingimenti. Il commissario europeo per gli affari interni Ylva Johansson ha incontrato il ministro dell’Interno Mariusz Kamiński a Varsavia per discutere della situazione al confine orientale della Polonia e dell’UE con la Bielorussia. Per saperne di più.

///

BRATISLAVA

Il governo slovacco approva la riforma ospedaliera finanziata dal piano di risanamento. La misura mira a garantire una maggiore competenza e specializzazione degli ospedali ridefinendo i ruoli e lo status degli ospedali in base alle cure che forniscono ai pazienti. È una “riforma chiave, ed è fantastico che possiamo sostenerla con un miliardo di euro dal piano di rilancio”, ha affermato il primo ministro Eduard Heger (OĽaNO), aggiungendo che le risorse sarebbero utilizzate per costruire nuovi ospedali e rinnovare quelli esistenti . Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI
SOFIA

Il partito dell’ex premier Borissov nomina il rettore dell’Università di Sofia alla presidenza. Il Rettore dell’Università di Sofia, il Prof. Anastas Gerdjikov, è stato nominato candidato presidenziale per il Comitato di iniziativa indipendente. Il partito dell’ex premier Boyko Borissov, GERB, lo sosterrà. Per saperne di più.

///

BUCAREST

La Romania registra un numero elevato di casi di COVID-19. Le autorità sanitarie rumene hanno segnalato giovedì oltre 12.000 nuove infezioni da COVID-19, il numero più alto di casi giornalieri dall’inizio della pandemia. Nel frattempo, il governo discute di allentare alcune restrizioni per i vaccinati per accedere a ristoranti, palestre o teatri anche se il tasso di incidenza aumenta. (Bogdan Neagu | EURACTIV.ro)

///

ZAGABRIA

Un’azienda cinese richiede costi aggiuntivi per il ponte di Peljesac. Sei mesi prima del completamento dei lavori sul ponte di Pelješac e sulle strade di accesso, gli appaltatori hanno richiesto più fondi all’investitore Hrvatske Ceste (strade croate), secondo quanto riportato da Jutarnji list, partner di EURACTIV. Per saperne di più.

///

LUBIANA

La Corte costituzionale slovena contrasta l’inasprimento delle misure legate al pass sanitario. La Corte Costituzionale ha sospeso un decreto del governo in base al quale i dipendenti della pubblica amministrazione dovrebbero o essere vaccinati o guariti dal virus per tornare al lavoro dal 1 ottobre. Alti funzionari del governo hanno già accusato i giudici di essere complici di future morti legate al COVID-19. Per saperne di più.

///

BELGRADO

Kosovo e Serbia stemperano le tensioni attraverso un accordo mediato dall’UE. Dopo dieci giorni di tensioni tra Kosovo e Serbia che hanno suscitato preoccupazioni per un rinnovato conflitto nella regione, è stato mediato un accordo temporaneo per ridurre l’escalation della situazione, ha annunciato giovedì Miroslav Lajčák, rappresentante speciale dell’UE per il dialogo Belgrado-Pristina. Leggi la storia completa.

Von der Leyen: La Serbia ha un futuro migliore nell’UE, ma c’è ancora molto lavoro da fare. “La Serbia ha un futuro migliore nell’UE. Ci aspetta molto lavoro, dobbiamo superare la pandemia e dobbiamo favorire la ripresa economica”, ha affermato, aggiungendo che sono necessari investimenti strategici per garantire una ripresa sostenibile. (EURACTIV.rs | betabriefing.com)

///

TIRANA

L’Albania ospita la prima conferenza marittima grazie a miliardi di investimenti dell’UE. La prima conferenza marittima dell’Albania è iniziata a Tirana giovedì 29 settembre, in coincidenza con la Giornata mondiale del mare. All’evento hanno partecipato vari attori del governo e dell’industria e l’ambasciatore dell’Unione Europea in Albania, Luigi Soreca. Per saperne di più.

///

SARAJEVO

Von der Leyen apre un nuovo ponte a Svilaj tra Croazia e BiH. La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, il primo ministro croato Andrej Plenković e il primo ministro della Bosnia-Erzegovina Zoran Tegeltija hanno tagliato il nastro che segna ufficialmente l’apertura al traffico del ponte Svilaj. Per saperne di più.

///

SKOPJE | ATENE

Il primo ministro greco non è d’accordo con il veto bulgaro. Il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis ha dichiarato giovedì in una conferenza stampa di non essere d’accordo con il veto bulgaro all’adesione della Macedonia del Nord all’UE e che l’ammissione dei Balcani nell’UE dovrebbe essere accelerata. Per saperne di più.


AGENDA:

  • Germania: Celebrazione del compleanno dell’ex ministro-presidente bavarese Edmund Stoiber a Monaco di Baviera. Il capo della CSU Markus Söder e il cancelliere fallito della CDU Armin Laschet dovrebbero partecipare / Nel fine settimana si terranno i primi colloqui di coalizione / La cancelliera tedesca Merkel, il leader libico Mohamed al-Menfi rilasciano un comunicato congiunto.
  • Francia: il primo ministro Jean Castex ospiterà questo pomeriggio all’Hôtel de Matignon un comitato interministeriale sull’Europa.
  • Spagna: 4° anniversario del referendum sull’indipendenza “illegale” della Catalogna.
  • Croazia: la commissione parlamentare per l’uguaglianza di genere si riunisce per discutere il tema “C’è discriminazione basata sul sesso quando si decide sull’affidamento dei genitori?”
  • Grecia: il FM greco Nikos Dendias incontrerà il suo omologo ungherese Péter Szijjártó per firmare un memorandum di cooperazione tra le accademie diplomatiche dei due Paesi.
  • Ungheria: visita dei deputati per discutere dello stato di diritto e tenere una conferenza stampa.
  • Slovenia: il vaccino COVID diventa obbligatorio per i dipendenti pubblici.

***

[A cura di Alexandra Brzozowski, Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Zoran Radosavljevic]