Le Capitali – Austria, l’ex vice-cancelliere Strache condannato per corruzione

La corte ha stabilito che i 12.000 euro che il partito di Strache, la formazione populista di destra, FPÖ ha ricevuto tra il 2016 e il 2017 dal proprietario di un ospedale privato erano un atto di corruzione. [EPA-EFE/CHRISTIAN BRUNA]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Mattarella al Seminario federalista di Ventotene di Antonio Argenziano, EURACTIV Italia.

Leggete anche l’opinione Il significato del Manifesto di Ventotene per l’Italia e per l’Europa di Roberto Castaldi, EURACTIV Italia.


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali: 

VIENNA

L’ex leader del Partito populista della Libertà (FPÖ) e vice-cancelliere nel primo governo di Sebastian Kurz, Heinz-Christian Strache, è stato condannato a una pena detentiva di 15 mesi, sospesa con la condizionale, per uno scandalo su alcune donazioni al partito.

(Oliver Noyan |  EURACTIV.de)

///

ISTITUZIONI DELL’UE

Un funzionario talebano: l’UE dovrebbe sostenere la ricostruzione dell’Afghanistan. Gli Stati membri dell’UE dovrebbero far parte del gruppo di paesi che aiuteranno la ripresa dell’Afghanistan, ha affermato il portavoce dei talebani Suhail Shaheen in un’intervista.

(EURACTIV.com)

///

BERLINO

Il primo dibattito elettorale tedesco mostra le divisioni sulla politica di protezione del clima. A sole quattro settimane dalle elezioni tedesche, i tre candidati principali si sono incontrati domenica 30 agosto per discutere del futuro della più grande economia europea. Mentre la questione più controversa nel dibattito è stata la politica climatica, un argomento che è stato quasi completamente assente: l’UE.

(Oliver Noyan |  EURACTIV.de)

In altre notizie, la Germania cerca la cooperazione con i vicini dell’Afghanistan per aumentare gli sforzi di evacuazione. “L’impegno della Germania non si esaurisce con la conclusione della missione di evacuazione militare”, ha affermato il ministro degli Esteri Heiko Maas in vista del suo viaggio in Turchia, Uzbekistan, Tagikistan, Pakistan e Qatar con cui spera di raggiungere accordi per incanalare il personale locale e i richiedenti asilo in loro paesi in modo che possano essere trasportati in Germania.

(Nikolaus J. Kurmayer | EURACTIV.de)

///

PARIGI

La Francia non lascerà l’Iraq in caso di ritiro Usa. La Francia non lascerebbe l’Iraq in caso di ritiro americano, ha detto domenica sera a TF1 il presidente francese Emmanuel Macron dalla città di Erbil, capitale della regione autonoma del Kurdistan iracheno.

(Anne Damiani |  EURACTIV.fr)


REGNO UNITO E IRLANDA

 

LONDRA

Abbiamo bisogno di un giorno di festa (nazionale). I lavoratori in Inghilterra e Galles dovrebbero avere altri quattro giorni di festa all’anno per allinearsi alla media dell’UE, ha proposto il congresso sindacale (TUC).
Il TUC dice che gli attuali otto giorni festivi all’anno sono un numero “avaro” e chiede un dibattito pubblico sulla questione. I lavoratori in Scozia e Irlanda del Nord hanno nove e dieci giorni festivi all’anno, comunque al di sotto della media UE di 12,8. Il governo si è rifiutato di farsi coinvolgere sulla questione, anche se ha subito pressioni per creare un giorno festivo per onorare il lavoro degli operatori sanitari durante la pandemia di COVID-19.

(Benjamin Fox | EURACTIV.com)


PAESI NORDICI E BALTICI

 

HELSINIKI | BERLINO

Le forze di difesa finlandesi e tedesche testano la cooperazione tra aerei con equipaggio e senza equipaggio. Le amministrazioni della difesa finlandese e tedesca stanno lavorando insieme sulla cooperazione di sistemi e piattaforme d’arma con e senza equipaggio in varie situazioni. I primi test e dimostrazioni di volo effettuati dalle forze armate dei due Paesi si sono svolti nella Lapponia finlandese a fine agosto.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)

///

TALLINN

L’Estonia elegge il nuovo presidente. Lunedì l’Estonia eleggerà un nuovo presidente che succederà a Kersti Kaljulaid, in carica da cinque anni. I candidati alla presidenza sono selezionati dai partiti politici presenti nel parlamento di 101 seggi, chiamato Riigikogu.

(Pekka Vanttinen |  EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

 

ROMA

Mattarella: non accogliere gli afgani va contro i valori dell’UE. Le dichiarazioni rilasciate da alcuni politici dell’UE che esprimono grande solidarietà agli afgani che perdono le loro libertà e diritti, ma dicono che devono rimanere lì, “non sono all’altezza dei valori dell’UE”, ha affermato domenica il presidente italiano Sergio Mattarella nell’80° anniversario del Manifesto di Ventotene.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

ATENE

Il primo ministro greco medita un rimpasto di governo mentre la rabbia cresce. Il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis dovrebbe annunciare un rimpasto di governo lunedì, tra la crescente rabbia pubblica per gli incendi che hanno distrutto centinaia di migliaia di ettari e proprietà all’inizio di questo mese.

(Sarantis Michalopoulos |  EURACTIV.com)

///

MADRID

Il Giappone non rileva rischi per la salute nelle dosi di vaccino Moderna ritirate dalla Spagna. Il Giappone non ha registrato per il momento alcun problema di salute nei pazienti vaccinati con il lotto di dosi del vaccino Moderna nel quale in Spagna era stata rilevata una contaminazione, secondo fonti del ministero della salute giapponese citate dal partner di EURACTIV, EFE.

(EFE)


GRUPPO DI VISEGRAD

 

PRAGA

Il governo ceco discuterà la somministrazione di iniezioni di richiamo ai gruppi vulnerabili. Lunedì il governo ceco discuterà l’approvazione dei vaccini di richiamo a determinati gruppi della popolazione, compresi gli adulti sopra i 65 anni, i cittadini a rischio e i lavoratori essenziali. Questi gruppi target potrebbero iniziare a ricevere i richiami entro la metà di settembre, ha detto domenica il ministro della Sanità Adam Vojtěch in un’intervista per Prima TV.

(Ondřej Plevák |  EURACTIV.cz)

///

VARSAVIA | MINSK

Attivisti tagliano la recinzione al confine polacco-bielorusso per protestare contro la politica del governo. La polizia e le guardie di frontiera hanno arrestato 13 persone – 12 cittadini polacchi e un olandese – al confine polacco-bielorusso a Usnarz Górny, che hanno tentato di distruggere un recinto di filo spinato in costruzione contro l’ingresso nel paese di migranti dalla Bielorussia.

(Mateusz Kucharczyk |  EURACTIV.pl)

///

BUDAPEST

La capitale guidata dall’opposizione pone il veto al campionato mondiale di atletica leggera per ritorsione contro l’insediamento dell’università cinese. Il consiglio comunale di Budapest esaminerà mercoledì il ritiro del consenso della capitale per l’organizzazione del Campionato mondiale di atletica leggera, poiché il sindaco dell’opposizione Gergely Karácsony ha affermato che il governo di Orbán ha rotto l’accordo sul piano per la Città degli studenti decidendo di procedere invece con i piani per creare a Budapest un campus universitario cinese.

(Vlagyiszlav Makszimov |  EURACTIV.com with Telex)

///

BRATISLAVA

Il capo della polizia slovacca accusato di abuso di potere e intralcio alla giustizia.Il capo della polizia slovacco Peter Kovařík è accusato di abuso di potere da parte di un pubblico ufficiale e di ostacolo alla giustizia, il che lo rende il terzo capo della polizia consecutivo ad finire sotto inchiesta.

(Lucia Yar |  EURACTIV.sk)


NOTIZIE DAI BALCANI

 

SARAJEVO | ANKARA

Erdogan, padrino della figlia del leader del partito bosniaco SDA. Prima della parte ufficiale della sua visita in Bosnia ed Erzegovina, il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan è arrivato al matrimonio della figlia di Bakir Izetbegović, il leader del più grande partito bosniaco SDA.
Mentre Izetbegović è stato precedentemente ospite al matrimonio del leader turco, Erdoğan è stato anche il padrino della figlia del leader bosniaco durante il matrimonio.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

SOFIA

La crisi politica in Bulgaria porterà quest’anno alle terze elezioni parlamentari.La Bulgaria terrà le sue terze elezioni parlamentari in un solo anno, poiché il parlamento sarà sciolto a metà settembre e il presidente programmerà il voto anticipato a fine ottobre o inizio novembre. Allo stesso tempo, nel Paese si terranno anche le elezioni presidenziali, nelle quali l’attuale presidente Rumen Radev sarà il favorito assoluto.

(Krassen Nikolov |  EURACTIV.bg)

///

BUCAREST

La Romania promuove la campagna di vaccinazione lenta in vista del nuovo anno scolastico. Con il nuovo anno scolastico che inizierà tra sole due settimane e il paese alle prese con uno dei tassi di vaccinazione più bassi d’Europa, il governo sta pianificando di aprire centri di vaccinazione nei campus universitari e inviare squadre di vaccinazione mobili per somministrare il vaccino sia agli insegnanti che agli studenti, così come alle loro famiglie.

(Bogdan Neagu |  EURACTIV.ro)

///

ZAGABRIA

La Croazia accoglie 19 cittadini afgani. La Croazia deciderà nei colloqui con i partner se ricevere più afgani, ha dichiarato domenica il ministro degli Affari esteri ed europei Gordan Grlić Radman quando diciannove cittadini afgani, che hanno lavorato come personale di supporto per la delegazione dell’UE a Kabul, sono arrivati all’aeroporto di Zagabria.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

BELGRADO

La Camera di Commercio serba apre un ufficio in Israele. Un ufficio della Camera di commercio serba ha iniziato ad operare a Gerusalemme, con l’obiettivo primario di rafforzare i legami bilaterali nei settori degli affari, del commercio e della scienza, ha annunciato la camera nel fine settimana.

(betabriefing and EURACTIV.rs)

///

SKOPJE | ATENE

Dendias visiterà Skopje e valuterà l’attuazione dell’accordo di Prespa. Il ministro degli Esteri greco Nikos Dendias visiterà la Macedonia del Nord alla fine del mese; durante la visita si valuterà l’attuazione degli obblighi dell’accordo di Prespa e si discuterà del sostegno di Atene all’integrazione europea del Paese, ha annunciato il ministro degli Esteri macedone Bujar Osmani, come ha riferito SkopjeDiem.
Osmani ha anche sottolineato che è stato istituito un gruppo di lavoro presso il ministero degli Esteri per monitorare l’attuazione dell’accordo di Prespa, di cui fa parte un coordinatore. Gli obblighi del paese vengono ora monitorati su base settimanale.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

PODGORICA | ANKARA

La Turchia tra i primi 10 investitori del Montenegro. La Turchia comprende molto bene come ci sia un deficit di stabilità nei Balcani occidentali e quindi insiste su una politica di apertura della NATO e dell’UE per questa regione, ha detto sabato a Podgorica il presidente montenegrino Milo Đukanović dopo aver ricevuto il suo omologo turco, Recep Tayyip Erdoğan, il primo capo di stato turco a visitare il Montenegro.
“Ho informato l’ospite su quale sia la realtà della vita politica in Montenegro e l’ho informato che il Montenegro è un paese stabile”, ha anche detto Đukanović, ricordando che nel 1879 è stata aperta la prima ambasciata turca nella capitale montenegrina di Cetinje e che nel 1885 si tenne una celebrazione per celebrare la Giornata dell’Impero Ottomano.
Erdoğan, da parte sua, ha affermato che la Turchia è tra i primi 10 paesi che stanno considerando investimenti in Montenegro, ed espresso la speranza che il paese diventi presto uno stato membro dell’UE. Il presidente turco ha anche ribadito il sostegno di Ankara alla candidatura del Montenegro alla NATO.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)


Agenda:

  • Germania: il ministro degli Esteri Heiko Maas in visita nei paesi confinanti con l’Afghanistan Uzbekistan, Pakistan e Tagikistan per parlare dei profughi afgani.
  • Polonia: il governo polacco discuterà i preparativi sanitari per il nuovo anno scolastico.
  • Estonia: Parlamento in seduta straordinaria per eleggere il nuovo presidente del Paese.
  • Croazia: il primo ministro Andrej Plenković in visita nella contea di Sisak-Moslavina per presiedere una riunione della task force che si occupa delle conseguenze del terremoto del 29 dicembre 2020.
  • Serbia: il primo ministro Ana Brnabić incontra il nuovo capo della Missione del Fondo monetario internazionale in Serbia, Yulia Ustyugova.

***

[A cura di Alexandra Brzozowski, Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Zoran Radosavljevic, Josie Le Blond]