Le Capitali – Alla ricerca dell’Europa sociale ‘messa in pratica’ al summit di Porto

Il primo ministro portoghese António Costa. [EPA-EFE/MARIO CRUZ]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata all’articolo Semestre portoghese Ue e Africa: le preoccupazioni di Lisbona per la base cinese nell’Atlantico di Andrea Bianchi, EURACTIV Italia.

Leggete anche l’opinione Il rilancio dell’Euratom per il Green Deal di Fabio Masini, EURACTIV Italia.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

 

LISBONA

Il primo ministro portoghese António Costa spera che il vertice sociale di Porto, che si apre oggi, diventi una pietra miliare nella storia dell’UE con il raggiungimento di un accordo generale sottoscritto dalle istituzioni europee e, per la prima volta, dalle parti sociali.
“Se al Social Summit riusciamo ad ottenere per la prima volta un compromesso in cui Consiglio e Commissione firmano un accordo con la Confederazione Europea dei Sindacati (CES), con Business Europe, con la confederazione delle piccole e medie imprese europee (PMI), con la confederazione delle società di servizi generali, sarà la prima volta nella storia dell’UE che c’è un accordo generale che riunisce tutte le parti sociali e le istituzioni europee”, ha detto Costa a Lusa.pt in un’intervista. Al primo vertice sociale, ha aggiunto Costa, i sindacati non erano nemmeno al tavolo, ma avevano tenuto una manifestazione fuori.

(Sarantis Michalopoulos |  EURACTIV.com)

///

PRESIDENZA UE

Il capo del Consiglio Ue si aspetta un “nuovo importante capitolo” nelle relazioni con l’India. Charles Michel, presidente del Consiglio europeo, ha dichiarato mercoledì di sperare che il vertice tra i leader dell’Ue e dell’India apra un “nuovo importante capitolo” tra Bruxelles e Nuova Delhi, nonostante il “drammatico scenario” della pandemia.

(Ana Matos Neves |  Lusa.pt)

///

BERLINO

La leader dei Verdi tedeschi Baerbock annuncia un cambiamento post-pacifista in politica estera. La candidata dei Verdi tedeschi alla cancelliera Annalena Baerbock ha detto giovedì che il suo paese deve essere più attivo in politica estera e assumersi maggiori responsabilità per la propria sicurezza: un segno che il partito si sta spostando dalla sua posizione di pacifismo radicale in una direzione più pragmatica.

(Alexandra Brzozowski |  EURACTIV.com)

///

VIENNA

Il Fondo di ripresa dell’UE creerà 25.000 posti di lavoro in Austria, afferma uno studio. Le misure che il governo austriaco intende attuare con i soldi del fondo di ripresa dell’UE creeranno 25.000 posti di lavoro aggiuntivi e aumenteranno il PIL austriaco dell’1,21%, ha stimato l’Istituto di studi avanzati di Vienna.

(Oliver Noyan |  EURACTIV.de)


REGNO UNITO E IRLANDA

DUBLINO

Il primo ministro irlandese: qualsiasi allontanamento dallo Stormont House Agreement è una “violazione della fiducia”. Un allontanamento unilaterale del Regno Unito dallo Stormont House Agreement, che tratta le questioni ereditate dai Troubles in Irlanda del Nord, sarebbe una “violazione della fiducia” tra i due paesi, ha detto il primo ministro irlandese Micheal Martin.

(Paula Kenny | EURACTIV.com)


PAESI NORDICI E BALTICI

HELSINKI

Un funzionario di Bruxelles ha fatto pressioni sul Parlamento finlandese per accettare il pacchetto di stimoli dell’UE. Poiché il Parlamento finlandese ha bisogno della maggioranza dei due terzi per approvare, mercoledì prossimo, il pacchetto di stimolo dell’UE del valore di 750 milioni di euro, un funzionario di Bruxelles avrebbe fatto pressioni sulla Finlandia per l’approvazione del piano, sostenendo che un suo eventuale rigetto si tradurrebbe in “un danno senza precedenti” alla reputazione del paese, hanno riferito la Finnish Broadcasting Company (YLE) e il quotidiano scandalistico Iltalehti.

(Pekka Vänttinen | EURACTIV.com)


EUROPA MERIDIONALE

ROMA

Peschereccio italiano attaccato da motovedetta libica in acque internazionali.Un peschereccio italiano è stato attaccato giovedì pomeriggio da una motovedetta della guardia costiera libica proveniente da Misurata mentre pescava in acque internazionali. La nave stava attraversando la zona, a 30-40 miglia dalla costa libica, quando la motovedetta della guardia costiera libica ha iniziato a sparare colpi di avvertimento, ferendo un capitano al braccio e alla testa. Le sue ferite sono state curate da un medico di una fregata della marina italiana. Secondo una fonte del governo italiano, il peschereccio, inizialmente imbarcato da altri militari libici, è stato successivamente rilasciato. La vicenda è stata definita “gravissima” e “inconcepibile” da esponenti dei partiti di governo della Lega Nord di destra e del Partito Democratico di centrosinistra.

(Daniele Lettig | EURACTIV.it)

///

MADRID

La Spagna guarda alla revisione delle tasse, del mercato del lavoro e delle pensioni. Il governo spagnolo vuole attuare una serie di misure straordinarie nei prossimi mesi per poter beneficiare dei finanziamenti dell’UE, comprese le modifiche alle leggi fiscali e le riforme del mercato del lavoro e del sistema pensionistico

(Daniel Eck |  EURACTIV.com)

///

NICOSIA

Cipro spinge per l’uguaglianza di genere al vertice di Porto. Cipro darà la priorità al ruolo delle donne nell’era post-COVID al vertice sociale dell’UE a Porto, secondo un documento non ufficiale visionato da EURACTIV.

(Sarantis Michalopoulos |  EURACTIV.com)


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

Il meccanismo disciplinare per i giudici della Polonia viola il diritto dell’UE. Il sistema disciplinare per i giudici recentemente adottato in Polonia è “contrario al diritto dell’UE” perché consente di avviare procedimenti disciplinari contro i giudici in base al contenuto delle loro decisioni, ha affermato l’avvocato generale della Corte europea Evgeni Tanchev in un parere pubblicato giovedì.

(Aleksandra Krzysztoszek |  EURACTIV.pl)

///

BRATISLAVA

Agricoltori slovacchi preoccupati per la mancanza di un piano per le sovvenzioni agricole. La più grande associazione agricola slovacca, la Camera slovacca dell’agricoltura e dell’alimentazione (SPKK), ha espresso preoccupazione per il fatto che il ministro dell’agricoltura Ján Mičovský (Partito del popolo ordinario – OĽaNO) potrebbe non essere riuscito a preparare un piano strategico nell’ambito della politica agricola comune (PAC), che deve essere presentato alla Commissione Europea entro la fine dell’anno.

(Marián Koreň |  EURACTIV.sk)

///

BUDAPEST

La capitale guidata dall’opposizione esclusa dai sostegni statali che compensano i fondi COVID-19. Budapest e tutti i distretti della capitale ungherese sono stati esclusi dai 64 milioni di euro di sostegno statale intesi ad alleviare la pressione sui bilanci causata dalla decisione del governo di sostenere le imprese alle prese con le difficoltà economiche indotte dalla pandemia dimezzando le tasse locali lo scorso dicembre.

(Vlagyiszlav Makszimov | EURACTIV.com)


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

Un grosso proprietario terriero illustra ai deputati i ‘grossi compleanni’ di Borissov. Mercoledì 5 maggio in Bulgaria è scoppiato un mega-scandalo durante una riunione della commissione parlamentare temporanea di controllo. Uno dei più grandi ‘baroni della terra’ del paese, Svetoslav Ilchovski, ha fatto rivelazioni sulle pressioni di tipo mafioso esercitate su di lui da persone del partito al governo GERB, guidato dall’ex primo ministro Boyko Borissov, e sulle somme che aveva dato loro per assicurarsi i suoi affari.

(Krassen NikolovEURACTIV.com)

///

LUBIANA

La centrale a carbone della Slovenia potrebbe chiudere prima del previsto. La Slovenia mira a eliminare gradualmente il carbone entro il 2033, secondo i piani attuali, ma l’unica centrale elettrica a carbone rimasta del paese, a Šoštanj, potrebbe essere costretta dall’aumento del prezzo dei tagliandi di emissione a chiudere anche prima.

(Sebastijan R. Maček |  STA)

///

ZAGABRIA

Il presidente croato attacca l’emittente pubblica HRT. Il presidente croato Zoran Milanović ha dichiarato che l’emittente pubblica croata HRT “ha ingannato” Zlata Đurđević, che aspira alla carica di presidente della Corte suprema, durante una trasmissione mercoledì sera, invitando un critico aperto del suo programma.

(Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

BELGRADO

L’UE approva l’attuazione della nuova metodologia nei colloqui di preadesione con la Serbia e il Montenegro. Gli Stati membri dell’UE hanno approvato l’attuazione della nuova metodologia rivista nei negoziati di preadesione con Serbia e Montenegro, ha annunciato giovedì il commissario europeo per l’allargamento Oliver Varhelyi.

(betabriefing and EURACTIV.rs)

///

SARAJEVO

Dichiarazione del G7 sui Balcani occidentali: il territorio della Bosnia-Erzegovina non sarà indebolito. Dopo il loro incontro a Londra, i leader del G7 hanno rilasciato una dichiarazione sui Balcani occidentali, affermando che “la speculazione ingiustificata sui cambiamenti dei confini lungo linee etniche non è una soluzione alle sfide affrontate dalla regione”.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)

///

PRISTINA

Il partito del PDK chiede il licenziamento del ministro degli Esteri Donika Gërvalla-Schwarz. Abelard Tahiri, il capo del gruppo parlamentare del PDK, ha chiesto giovedì il licenziamento del vice primo ministro e ministro degli esteri Gërvalla-Schwarz, a seguito di un acceso scambio nell’assemblea del Kosovo, ha riportato Prishtina Insight.

///

TIRANA

TİKA fornisce sostegno alle sementi alle famiglie albanesi bisognose. L’Agenzia turca di cooperazione e coordinamento (TİKA) ha fornito aiuti a 50 famiglie bisognose nel villaggio albanese di Vişne, vicino a Tirana, sotto forma di semi per mais, trifoglio, fagioli e fertilizzanti chimici. Alla cerimonia di consegna hanno partecipato la coordinatrice di Tirana del TİKA Emine Gizem Başkan, nonché rappresentanti e funzionari della Fondazione Alternativa del Futuro (ALSAR), che fornisce aiuti ai bambini orfani. Festime Şkreta, uno degli abitanti del villaggio, ha detto all’Agenzia Anadolu che la Turchia ha sempre sostenuto le famiglie bisognose del villaggio. “Chiediamo sempre aiuto. La Turchia è sempre stata al nostro fianco […] dal terremoto”, ha detto Şkreta.La Turchia sta lavorando per migliorare le relazioni con l’Albania. L’amicizia è stata rafforzata dopo che il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan ha aiutato il primo ministro albanese Edi Rama nella campagna elettorale.

(Zeljko Trkanjec |  EURACTIV.hr)


AGENDA

  • Francia: il presidente Emmanuel Macron incontrerà il segretario generale della Confederazione europea dei sindacati Luca Visentini e il presidente Laurent Berger.
  • Spagna: diverse regioni hanno iniziato a vaccinare i cittadini sotto i 60 anni con i vaccini Pfizer e Moderna.
  • Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria, Slovacchia: i ministri degli Esteri V4 si riuniranno venerdì a Varsavia per incontrare l’omologo giapponese Toshimitsu Motegi durante la sua visita di due giorni nella capitale polacca. Il ministro degli Esteri slovacco Ivan Korčok incontrerà Motegi bilateralmente per discutere della cooperazione tra i due paesi.
  • Croazia: il ministro degli Affari esteri ed europei Gordan Grlić Radman effettuerà una visita ufficiale in Montenegro, mentre il ministro del Mare, dei trasporti e delle infrastrutture Oleg Butković presenterà le riforme e gli investimenti nel settore dei trasporti che fanno parte del piano nazionale di ripresa e resilienza.
  • Serbia: il ministro per i diritti umani e delle minoranze Gordana Čomić, il capo della delegazione dell’UE in Serbia Sem Fabrizi e il capo dell’ufficio del Consiglio d’Europa a Belgrado, Tobias Flessenkemper, parteciperanno a una conferenza online per celebrare i dieci anni dalla Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione in cui è stata adottata la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica.

***

[A cura di Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Paula Kenny, Zoran Radosavljevic, Josie Le Blond]