Le Capitali – Il Finns Party, per l’ennesima volta, chiede l’uscita dall’Eurozona

La coalizione pentapartito al governo del Paese guidato dal Primo Ministro Sanna Marin (SDP) dovrebbe iniziare immediatamente i preparativi per l'uscita della Finlandia dalla zona euro, secondo Jussi Halla-Aho, presidente del Partito populista finlandese, fortemente contrario all'UE e attualmente all'opposizione. [EPA-EFE/STEPHANIE LECOCQ]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV . Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi delle Capitali, date un’occhiata all’articolo exclusive op-ed del vicepresidente esecutivo per il Green Deal della Commissione Frans Timmermans e del direttore esecutivo dell’Agenzia Internazionale per l’Energia, Fatih Birol.

Potete anche leggere i due articoli Il Parlamento rifiuta le scuse per i funzionari greci sospesi di Sarantis Michalopoulos e quello di Alexandra Brzozowski su Il ritiro degli Stati Uniti dall’accordo “Open Skies” coglie di sorpresa gli alleati europei

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.
Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.


Ora che molti paesi europei hanno iniziato a revocare le restrizioni e ad aprire le frontiere, assicuratevi di essere aggiornati sulla panoramica sull’Europa di EURACTIV, regolarmente aggiornata con l’aiuto della nostra rete di uffici e media partner.
Inoltre, consultate le pagine di aggiornamento dei paesi del Network, come, ad esempio, quelle di FranciaRomania.

 

HELSINKI

Il Finns Party (il partito dei finlandesi NdR) vuole l’uscita dall’Eurozona. Il governo guidato dal Primo Ministro Sanna Marin (SDP) dovrebbe iniziare immediatamente i preparativi per l’uscita della Finlandia dalla zona euro, secondo Jussi Halla-Aho,  presidente del Partito populista finlandese, molto critico sull’UE e attualmente all’opposizione.

EURACTIV’s Pekka Vänttinen tutta la storia.

ISTITUZIONI EUROPEE

Richiamo europeo per le mascherine difettose. “Circa 1,5 milioni di mascherine,  già distribuite, non sono adatte all’uso. I test realizzati dai laboratori di quattro Stati membri hanno dato esito negativo”, secondo una e-mail interna del Comitato di sicurezza sanitaria dell’UE (CSS),

EURACTIV Alexandra Brzozowski  read more.

Oggi da Le Capitali:

BERLINO / VIENNA

Lufthansa beneficerà di un piano di salvataggio governativo da 9 miliardi di euro. La compagnia aerea tedesca Lufthansa riceverà 9 miliardi di euro sotto forma di aiuti di Stato dopo lunghe trattative con il governo tedesco. In cambio, il governo acquisirà il 20% delle azioni della compagnia e nominerà due membri del Consiglio di vigilanza della compagnia

EURACTIV Germany’s Sarah Lawton read more

(Sarah Lawton | EURACTIV.de)

Nel frattempo, Austrian Airlines risparmierà 300 milioni di euro. Mentre sono ancora in corso le trattative per un possibile piano di salvataggio tra l’Austrian Airlines (AUA), di proprietà della Lufthansa, ed il governo austriaco, l’AUA ha già annunciato che risparmierà 300 milioni di euro, riducendo gli stipendi del personale. I rappresentanti dei lavoratori hanno accettato i tagli giovedì (21 maggio).

“Queste misure ci permettono di non licenziare alcun dipendente nonostante la crisi”, ha scritto il COO (Direttore Operativo NdT) di AUA, Jens Ritter in una dichiarazione

(Philipp Grüll | EURACTIV.de)

///

PARIGI

Incentivo per le auto a combustione interna. Un nuovo programma di incentivi all’acquisto di veicoli per aiutare il settore automobilistico sarà annunciato dal governo francese già lunedì prossimo (25 maggio). Ma l’annuncio è destinato a suscitare polemiche.

EURACTIV France: per approfondire.

///

BRUSSELS

L’UE critica il Sistema sanitario belga. Il Belgio deve affrontare la carenza strutturale di operatori sanitari e la “fondamentale” capacità di garantire un’adeguata fornitura di prodotti e servizi medici essenziali, ha dichiarato la Commissione europea

Alexandra Brzozowski  read more.

///

LONDRA

Retromarcia di Johnson sulla sovrattassa per la salute. Il governo di Boris Johnson, a sorpresa, ha fatto retromarcia, eliminando la tassa che i migranti extracomunitari devono pagare per utilizzare il servizio sanitario nazionale (NHS) se già lavorano per il NHS o come operatori sanitari. La mossa è arrivata appena un giorno dopo che Johnson ha difeso con fermezza la tassa, che raccoglie circa 900 milioni di sterline all’anno, in seguito alle richieste del leader laburista Sir Keir Starmer.

Benjamin Fox read more.

SUD EUROPA

ROMA

I conti non tornano. L’Italia ha registrato 47.000 morti in più a marzo e aprile di quest’anno rispetto al 2019, ha dichiarato giovedì (21 maggio) l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale INPS. A titolo di confronto, il numero dei decessi legati al COVID-19 ufficialmente riconosciuti dal Dipartimento della Protezione Civile è di circa 28.000 unità, la maggior parte dei quali nel nord dell’Italia, secondo uno studio dell’INPS “Analisi della mortalità nell’epidemia COVID-19”

EURACTIV Italy’s Valentina Iorio:  l’analisi della discrepanza.

///

LISBONA

“L’opposizione dei ‘frugal four’ deve essere superata”. Il Primo Ministro portoghese ha affermato che è essenziale ”superare la resistenza” di 4 dei 27 Stati membri dell’UE che stanno cercando di fermare il progresso dell’UE, avvertendo che o tutti i paesi usciranno dalla crisi attuale o nessuno ci riuscirà. Commentando il piano franco-tedesco per creare un fondo europeo di recupero di 500 miliardi di euro basato su sussidi, il Primo Ministro Costa lo ha considerato un’ottima proposta ma ha avvertito che non affronta alcuni aspetti importanti.

(Pedro Morais Fonseca | Lusa.pt)

///

ATENE

Aiuti di stato senza voce in capitolo? La compagnia di bandiera Aegean ha chiesto aiuti di Stato al governo greco per far fronte alle implicazioni economiche della pandemia da COVID-19, ma non vuole che gli aiuti siano legati all’assunzione di una partecipazione azionaria o gestionale nella compagnia da parte dello Stato greco.

Sarantis Michalopoulos Read more

GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

Sondaggi pre-elettorali. A un mese dalle previste elezioni presidenziali (28 giugno), il presidente in carica Andrzej Duda è in testa con il 39% delle preferenze, secondo l’ultimo sondaggio condotto da Kantar.

Sebbene Duda stia perdendo leggermente rispetto ai precedenti sondaggi, nei quali aveva superato il 40%, non ha nulla di cui preoccuparsi visto che il sindaco liberale di Varsavia, Rafał Trzaskowski e il centrista Szymon Hołownia sono ancora molto più indietro, rispettivamente al 18% e al 15%.

(Łukasz Gadzała | EURACTIV.pl)

///

BUDAPEST

L’Ungheria accetta la sentenza della Corte di giustizia delle Comunità europee. Sebbene il governo ungherese non sia d’accordo con la sentenza della scorsa settimana della Corte di giustizia europea secondo la quale trattenere migranti e richiedenti asilo in una zona di transito equivale alla detenzione,  è vincolato alla decisione della Corte e non ha altra scelta se non quella di chiudere queste zone, ha dichiarato il Minister of the Prime Minister’s Office (Ministro della Presidenza del Consiglio dei Ministri NdT), Gergely Gulyás.

Gulyás ha detto che i 280 detenuti nelle zone di transito sono stati trasferiti in un centro di accoglienza per richiedenti asilo. Ha aggiunto che il governo intende introdurre una legge che preveda che coloro che cercano di chiedere asilo in Ungheria possano farlo solo presso le delegazioni ungheresi all’estero.

(Vlagyiszlav Makszimov | EURACTIV.com)

///

PRAGA

Un passo avanti e uno indietro sulle energie rinnovabili. La Cecenia rischia di perdere i finanziamenti dell’UE per le nuove fonti di energia rinnovabile se non adotterà un approccio più attivo, ha detto giovedì (21 maggio) il rappresentante della Modern Energy Union.

Il sostegno alle energie rinnovabili, la ristrutturazione degli edifici e la mobilità pulita sono i punti principali del progetto di piano europeo di “ripresa verde” per rilanciare l’economia dopo la pandemia del coronavirus, ha dichiarato. Secondo l’Associazione, il governo ceco ha fatto passi insufficienti e alcuni di essi mettono a rischio l’adozione di misure realmente “green”

(Ondřej Plevák | EURACTIV.cz)

///

DAI BALCANI

ZAGABRIA

Accordi per due linee di credito dalla Banca Mondiale. Il governo croato ha deciso di stilare due accordi di prestito con la Banca Mondiale, uno del valore di 200 milioni di euro per la ricostruzione post-terremoto e una più forte risposta COVID-19, e un altro del valore di 275,9 milioni di euro per una più ampia risposta alla crisi e per il sostegno alla ripresa economica.

Read more

In altre notizie, il governo ha annunciato il sostegno al programma economico da 500 miliardi di euro proposto lunedì (18 maggio) dal presidente francese Emmanuel Macron e dalla cancelliera tedesca Angela Merkel, (Jutarnji List reportage quotidiano). Il governo ha proposto che la sovvenzioni ottenute dal fondo possano essere utilizzate per aiutare i settori del turismo e dei trasporti, mentre il paese si prepara ad aprire le frontiere ai cittadini slovacchi, cechi, ungheresi e austriaci a partire dal 29 maggio, ha dichiarato il ministro del turismo Gari Cappelli in un articolo sull’edizione di mercoledi 20.05.2020.

(Karla Junicic, EURACTIV.hr)

///

SOFIA

Airbnb e Booking insieme per affrontare la concorrenza… dallo stato. La Bulgaria collaborerà con alcune società private per creare “Riscopri la Bulgaria”, una piattaforma  per le prenotazioni turistiche, lo hanno annunciato in un comunicato congiunto i ministeri dell’economia, dell’agricoltura e del turismo giovedì (21 maggio)

EURACTIV Bulgaria’s Krassen Nikolov   ha analizzato le offerte della piattaforma online, Tanto più che la maggior parte delle vacanze in Bulgaria sono attualmente prenotate via telefono o via web tramite Booking.com e Airbnb.

///

LUBIANA 

Il sistema di assicurazione sanitaria statale è in difficoltà. La cassa malattia ZZZS, che gestisce l’assicurazione sanitaria obbligatoria, prevede di registrare quest’anno una perdita di 129 milioni di euro a causa del COVID-19. Il fondo vuole che la perdita venga coperta dal bilancio dello Stato, attraverso un intervento di bilancio o una legge provvisoria, altrimenti c’è il rischio che il pagamento dei servizi sanitari possa essere sospeso da dicembre.

In altre notizie, l’Alta Corte di Celje ha respinto il ricorso del PM Janez Janša contro il pagamento di 6.000 euro di risarcimento alla giornalista di RTV Slovenia, Evgenija Carl, per un tweet offensivo del marzo 2016. Janša, allora leader dell’opposizione SDS (PPE), scrisse in un post su Twitter  che “su alcune pagine di FB, i bordelli offrono servizi a basso costo ad opera delle prostitute in pensione Evgenija C. e Mojca PŠ. Una per 30 euro, l’altra per 35 euro”.

Il tribunale ha ritenuto che si trattasse di un “grossolano e personalmente offensivo attacco alla querelante che… non poteva che paralizzarne il legittimo lavoro giornalistico”

(Zoran Radosavljević | EURACTIV.com)

///

BELGRADO 

Il Ministero acquista 2,5 tonnellate di filo spinato per recintare i centri per immigrati. Il ministero della Difesa serbo sta acquistando quasi 2,5 tonnellate di filo spinato per la costruzione di recinzioni intorno ai centri di accoglienza per i migranti e ai centri di accoglienza per i richiedenti asilo, secondo la procedura di appalto pubblico elencato sul sito web del ministero, la ha riportato Radio Free Europe (RFE) mercoledì (20 maggio).

Read more, much more

///

In altre notizie, La compagnia di bandiera serba Air Serbia ha iniziato a riprendere gradualmente i voli commerciali dall’aeroporto Nikola Tesla di Belgrado a partire dal 21 maggio. I voli per Zurigo e Francoforte saranno i primi, mentre i voli per Londra, Amsterdam e Parigi riprenderanno presto, mentre proseguono i collegamenti regionali.

Air Serbia aveva già detto che avrebbe rispettato tutte le procedure anti-pandemia “prima, durante e dopo i voli”, compreso l’obbligo di indossare le mascherine facciali.

Read more.

***

[Edited by Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Benjamin Fox]