Germania, i conservatori vincono le elezioni regionali in Sassonia-Anhalt

Armin Laschet, candidato cancelliere per la Cdu. [EPA-EFE/MARCEL KUSCH / POOL]

La Cdu della cancelliera uscente Angela Merkel ha vinto le elezioni in Sassonia-Anhalt, dove l’estrema destra dell’Afd appariva un’avversaria molto accreditata. Questo risultato rilancia le ambizioni di Armin Laschet, il candidato conservatore alla cancelleria.

Secondo gli exit poll per le elezioni in Sassonia-Anhalt trasmessi dalla televisione pubblica Mdr, la Cdu si posizionava in cima alle preferenze con il 36%, un guadagno di oltre 6 punti rispetto all’elezione precedente, mentre l’estrema destra di Alternativa per la Germania (AfD) faceva registrare il 22,5%, leggermente in ribasso rispetto all’ultima tornata.

Armin Laschet, il cui inizio di campagna elettorale non è stato estremamente convincente, si era trovato ad affrontare la richiesta di rivolgersi a quella fetta di elettori più di destra e disillusi dai continui compromessi della gestione Merkel.

Il premier della Sassonia-Anhalt Reiner Haseloff, anche lui esponente della Cdu, ha festeggiato il risultato degli exit poll, sottolineando che “la maggioranza dei nostri cittadini non vogliono essere associati con l’AfD, una cosa di cui sono grato”.

I conservatori hanno festeggiato questa vittoria, interpretandola anche come un segno positivo in vista delle elezioni federali di settembre. I risultati sono stati invece deludenti per diversi altri partiti, tra cui i Verdi, che sono molto vicini ai conservatori nei sondaggi nazionali ma non hanno superato la singola cifra alle elezioni regionali.

“Avremmo certamente voluto fare meglio”, ha detto la candidata cancelliera Annalena Baerbock. La Germania orientale, meno urbanizzata, non è solitamente un terreno favorevole per il suo partito, perché è maggiormente dipendente dalle industrie altamente inquinanti che i Verdi vorrebbero gradualmente dismettere.

Secondo Baerbock, i conservatori hanno beneficiato dei voti di chi voleva semplicemente impedire la presa di potere dell’estrema destra, che in alcuni sondaggi pre-elezioni era data a meno di un punto percentuale di distanza.

I socialdemocratici, partner di minoranza nella coalizione al governo, non sono riusciti ad andare oltre l’8% e non hanno capitalizzato la popolarità di Olaf Scholz, ministro delle finanze e candidato cancelliere.

Secondo Haseloff, formare il governo del Land potrebbe essere difficile. Il suo alleato, Siegfried Borgwardt, ha detto che non saranno fatte alleanze con l’estrema destra di AfD, né con la sinistra Linke.