Le Capitali – In piena crisi da COVID-19, sale alle stelle il consumo di alcol in Finlandia

Sebbene l'aumento della vendita di alcolici in Finlandia non rappresenti una buona notizia per la salute pubblica, potrebbe comunque essere visto come piccolo premio di consolazione per uno stato alle prese con un deficit di budget. [Shutterstock/ Dragunborn]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi delle Capitali, date un’occhiata all’articolo “Von der Leyen unveils details of EU’s upcoming COVID-19 recovery plan” di Beatriz Rios.
Ricordiamo a tutti che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante i problemi causati dalla crisi in corso. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i nostri lettori non debbano accedere ai contenuti attraverso un paywall, vi chiediamo di considerare la possibilità di dare un contributo. Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.


Per rimanere aggiornati su tutto ciò che riguarda il coronavirus in tutte le capitali, cliccate il link seguente Crisi COVID-19 la situazione oggi, che viene regolarmente aggiornato con l’aiuto della nostra rete di uffici e media partner.


ISTITUZIONI EUROPEE
Si profila un’azione legale contro i “voucher-gate” nell’UE. La Commissione europea ha annunciato mercoledì (13 maggio) di voler ribadire di far rispettare le norme sui diritti dei passeggeri e che un’azione legale contro coloro che non le rispettano è una possibilità più che reale.
Read more.
L’UE dovrebbe sostenere lo status di osservatore dell’OMS di Taiwan per condividere l’esperienza di COVID-19 – lettera aperta.
Leggi la lettera aperta  open letter obtained by EURACTIV.

 

News di oggi da Le Capitali:

HELSINKI. 
Le statistiche rivelano che le vendite di alcolici in Finlandia sono aumentate del 23% in aprile rispetto all’anno precedente. Il monopolio nazionale finlandese della vendita al dettaglio di bevande alcoliche, Alko, ha visto le vendite di vino rosé aumentare del 40%, mentre le vendite di vino rosso e bianco hanno visto un aumento rispettivamente del 35% e del 28%.
EURACTIV’s Pekka Vänttinen  story.

///

BERLINO
Merkel risponde alle domande sulla pandemia, l’attacco informatico russo. La cancelliera tedesca Angela Merkel ha parlato ieri (13 maggio) davanti al Bundestag in un dibattito parlamentare simile alle interrogazioni del Primo Ministro nel Regno Unito, ribadendo la necessità di usare cautela per chi esce in pubblico e di una possibile seconda ondata di coronavirus.
“I fatti di base non sono cambiati. Non ci sono ancora farmaci né vaccini”, ha detto il cancelliere. Il virus continua ad essere un “pericolo per tutti e per tutto”, ha aggiunto. Ma cosa aveva da dire la Merkel sulla Russia?
EURACTIV Germany’s Sarah Lawton Read more.
///
Intanto: il ministro degli Interni Horst Seehofer ha annunciato ieri (13 maggio) che da sabato (16 maggio) intende riaprire gradualmente i confini del Paese, il che significa che l’ingresso da paesi terzi continuerà ad essere limitato fino al 15 giugno. Mentre i controlli di frontiera con il Lussemburgo termineranno sabato, quelli con la Francia, la Svizzera e l’Austria saranno allentati fino al 15 giugno, in base ad un accordo raggiunto con ciascuno di questi paesi.  Per quanto riguarda la riapertura delle frontiere con la Danimarca, il governo tedesco e quello danese stanno ancora negoziando la data.
Dal canto suo, l’Austria ridurrà i controlli alle frontiere a semplici controlli casuali già da venerdì (15 maggio). Il cancelliere Sebastian Kurz non ha risposto alla domanda di un giornalista a proposito del confine italiano, ed ha aggiunto che l’Austria ha avuto “contatti molto intensi” con i suoi vicini orientali sulla questione.
(Sarah LawtonPhilipp Grüll| EURACTIV.de)

///

PARIGI
L’edificio del Parlamento europeo a Strasburgo ora è enorme laboratorio. Mentre il Parlamento europeo continua le sue sessioni in parte online e in parte in presenza a Bruxelles, la vecchia sede di Strasburgo è stata trasformata in un centro di test per il coronavirus.
EURACTIV France reports.

///

LONDRA
La questione delle morti nelle Case di cura fa scintille. Il primo ministro Boris Johnson si è trovato sotto tiro mercoledì (13 maggio) dopo che il leader laburista Keir Starmer lo ha chiamato a rispondere di 10.000 morti “inspiegabili” avvenute nelle case di cura il mese scorso.
EURACTIV’s Benjamin Fox has the story.

///

BRUXELLES
Belgio: luce verde per la prossima fase di deconfinamento. Come previsto nella strategia di allentamento delle restrizioni anti-coronavirus, il Consiglio di Sicurezza Nazionale del Belgio ha dato il via libera a una serie di nuovi provvedimenti a partire da lunedì prossimo (18 maggio), tra cui la riapertura di scuole, parrucchieri e anche alcune attività sociali nel tentativo di risollevare l’economia.
Alexandra Brzozowski has the details.


SUD EUROPA

ROMA
Lacrime di gioia. Il Governo ha emesso un nuovo atteso pacchetto di stimoli per 55 miliardi di euro, che comprenderà misure come un reddito di emergenza per le famiglie in difficoltà, nonché tagli fiscali per le imprese per un totale di 4 miliardi di euro. Nella conferenza stampa, il ministro dell’Agricoltura italiano Teresa Bellanova si è commossa fino alle lacrime quando ha annunciato l’accordo raggiunto sulla regolarizzazione dei lavoratori immigrati clandestini, aggiungendo che lo Stato sarà ora più forte del “caporalato”, una parola italiana per le condizioni di sfruttamento dei migranti che lavorano nelle aziende agricole.
Il sistema sanitario nazionale riceverà 3,25 miliardi di euro in più, il che significa che il numero di posti letto in terapia intensiva aumenterà del 115%, passando da 5.179 a oltre 11.000. Mentre 1,15 miliardi di euro saranno destinati al sostegno del settore agroalimentare, altri 1,45 miliardi di euro saranno destinati all’istruzione per garantire il ritorno a scuola a settembre.
(Gerardo Fortuna | EURACTIV.com)

///

MADRID
La risposta della Commissione europea alla questione del turismo è stata accolta molto positivamente. Secondo l’eurodeputato Renew José Ramón Bauzá, gli ultimi mesi di crisi senza precedenti che hanno profondamente influenzato il settore del turismo hanno finalmente convinto le istituzioni UE della rilevanza del settore. Pur accogliendo con favore la risposta della Commissione al problema, si è chiesto perché questo settore, che rappresenta oltre il 10% del PIL dell’intera UE, sia stato ignorato per così tanto tempo.

Leggi l’OPINIONE.

Read: Commission proposes gradual lifting of borders, in bid to save Europe’s summer
(EUROEFE)

///

ATENE
La Grecia guarda gli accordi intergovernativi. Atene ha accolto con favore le proposte della Commissione per il turismo, ma ha ancora le sue riserve, soprattutto per quanto riguarda la mancanza dei passaporti sanitari e dei test prima del viaggio. I media greci riportano che ora ci si concentrerà sugli accordi bilaterali con i Paesi che hanno trattato con successo la minacca da Covid-19.
Atene vuole raggiungere la Bulgaria, l’Austria, Israele e Cipro, nonché la Danimarca, la Norvegia, la Repubblica Ceca e l’Australia.
(Sarantis Michalopoulos | EURACTIV.com)


GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA
Terza fase delle misure di allentamento del lockdown. Il primo ministro Mateusz Morawiecki ha annunciato i dettagli della terza fase di allentamento delle restrizioni anti-coronavirus del paese. A partire dalla prossima settimana, i parrucchieri, i saloni di bellezza e i ristoranti ricominceranno a funzionare normalmente, analogamente alle lezioni pratiche insegnate nelle scuole secondarie, nelle scuole professionali, nelle scuole tecniche, così come le attività extracurricolari nei centri comunitari, ha confermato il ministro dell’Istruzione nazionale, Dariusz Piontkowski.
(Łukasz Gadzała | EURACTIV.pl)

///

BUDAPEST
Allarme arresti. Due uomini sono stati arrestati negli ultimi due giorni, in quanto sospettati di “creare allarmismo” dopo aver condiviso sui social media posizioni critiche nei confronti del governo. Anche se non sono state mosse accuse formali, i politici dell’opposizione sono preoccupati che questi arresti rappresentino un tentativo del governo di intimidire le voci che criticano l’azione del governo, approfittando dalla controversa legge d’emergenze anti-coronavirus.
(Vlagyiszlav Makszimov | EURACTIV.com) Read the full story.

///

PRAGA
Il bilancio della Difesa è al sicuro. Il governo ceco non ha intenzione di tagliare le spese per la difesa a causa dell’impatto economico causato dalla pandemia da COVID-19, ha dichiarato ieri (13 maggio) il primo ministro Andrej Babiš alla televisione ceca. Dopo aver acquistato quasi 50.000 giubbotti antiproiettile, il ministero della difesa è attualmente in trattative per il più grande acquisto mai effettuato – nuovi mezzi corazzati per un valore di 1,9 miliardi di euro per sostituire quelli vecchi dell’era sovietica.
(Ondřej Plevák | EURACTIV.cz)

///

BRATISLAVA 
Giudice costituzionale legato a Kočner si dimette. Il giudice della Corte costituzionale e deputato del Smer-SD, Mojmír Mamojka, si è dimesso dalle sue funzioni mercoledì (13 maggio) dopo che il presidente della Corte costituzionale, Ivan Fiačan, ha ricevuto informazioni dai servizi segreti sui suoi legami con Marián Kočner – l’uomo accusato dell’omicidio del giornalista Ján Kuciak. Il caso ha sollevato proteste contro le ipotesi di corruzione che due anni fa hanno fatto cadere il governo del primo ministro Robert Fico.
Sebbene l’esatta natura delle informazioni passate a Fiačan resti segreta, è stato riferito che due settimane prima che Kočner fosse preso in custodia per aver presumibilmente falsificato cambiali per un valore di quasi 70 milioni di euro, secondo il racconto di un testimone, aveva contattato Mamojka nella speranza di essere rilasciato dalla custodia.
(Zuzana Gabrižová | EURACTIV.sk)


NEWS DAI BALCANI

ZAGABRIA 
Discussione sul turismo e i trasporti. Il primo ministro croato Andrej Plenković ha dichiarato che lui e il suo governo hanno avviato una discussione sulle proposte della Commissione europea relative al turismo e ai trasporti. Secondo il premier, uno degli aspetti chiave della presidenza croata dell’UE è stato l’attenzione al turismo come settore economicamente rilevante per un gran numero di Stati membri.
EURACTIV Croatia’s Tea Trubić Macan has more.

///

LUBIANA 
Nessuna accesso facilitato al web per le persone con disabilità. Molti siti web in Slovenia non sono stati adattati all’utilizzo da parte di persone con disabilità. Ciò significa che durante la pandemia, molte persone disabili non solo sono state isolate dai contatti sociali, ma anche dalle informazioni di cui hanno bisogno per affrontare correttamente il coronavirus, ha detto Borut Sever del Consiglio nazionale delle organizzazioni di disabili della Slovenia ai leader del settore. vedi articolo su, Delo.
EURACTIV’s Zoran Radosavljević Read more.

///

SOFIA
Quarantena di 14 giorni per tutti gli arrivi fino al 15 giugno. Secondo la decisione presa mercoledì, lo stato di urgenza è stato declassato a “urgenza epidemiologica” e alcune misure sono state mitigate. Ad esempio, saranno consentiti i trapianti, e i parchi cittadini saranno aperti al pubblico. Tuttavia, rimarrà l’obbligo per tutti i passeggeri in arrivo dall’estero, indipendentemente dal fatto che siano bulgari o stranieri, di osservare una quarantena di 14 giorni dopo l’arrivo nel Paese.

///

BUCAREST
Ultimo giorno dello stato di emergenza. Giovedì (14 maggio) è l’ultimo giorno dello stato di emergenza, ma non è ancora chiaro cosa succederà a partire da venerdì, potrebbero  non esserci restrizioni di sorta. Il governo ha pianificato di sostituire lo stato di emergenza con lo stato di allerta, ma questo non può essere applicato prima del 18 maggio, per motivi procedurali, per cui la Romania potrebbe rimanere libera da restrizioni durante il fine settimana.
Bogdan Neagu  Read more.

///

BELGRADO 
200.000 persone hanno perso il lavoro durante la pandemia da COVID-19. Da quando è stato dichiarato lo stato di emergenza per combattere la pandemia da coronavirus, circa 200.000 persone hanno perso il lavoro in Serbia, il che corrisponde a circa l’8% delle persone impiegate a febbraio, compresi i lavoratori informali e i lavoratori autonomi, secondo una ricerca condotta dal SeConS Development Initiative Group, sostenuto dalla Fondazione Friedrich Ebert.
Read more.
///
In altre news, il concetto dei cosiddetti “Corridoi verdi” dovrebbe contribuire a rendere più efficienti i passaggi di frontiera per contrastare i lunghi tempi di attesa, ha dichiarato mercoledì (13 maggio) il ministro serbo per l’edilizia, i trasporti e le infrastrutture, Zorana Mihajlovic, ministro serbo per l’edilizia, i trasporti e le infrastrutture. Il concetto è stato progettato dagli Stati membri dell’Accordo di libero scambio dell’Europa centrale, dall’UE e dai Balcani occidentali..
Read more.

***
[Edited by Sarantis Michalopoulos, Daniel Eck, Benjamin Fox]