Le Capitali – L’UE valuta l’efficacia della terza dose

FOTO: Shutterstock / Andreas Prott

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Ricordiamo che EURACTIV desidera continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi abbia colpito pesantemente il settore editoriale. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i lettori non debbano accedere a contenuti esclusivamente a pagamento, la nostra informazione è e rimarrà gratuita, vi chiediamo però di considerare la possibilità di dare un contributo.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto.


Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi de Le Capitali, date un’occhiata a Conferenza sul Futuro dell’Europa: timori per la scarsa copertura mediatica. Ma Bruxelles rassicura i partecipanti di Eleonora Vasques

Leggi anche Libria, Draghi: il popolo si esprima con elezioni libere e credibili di Alessandro Follis


Le notizie dall’Europa che vale la pena leggere. Benvenuti su le Capitali di EURACTIV.


Le notizie di oggi dalle Capitali:

Buongiorno da Roma.

La direzione della Commissione europea sta discutendo con gli scienziati per quanto tempo una terza dose sia efficace nel proteggere dal COVID-19, ha appreso EURACTIV.com. L’Italia medita di accorciare la validità del pass COVID, mentre la Grecia considera un passo simile anche senza una decisione congiunta dell’UE.
 
Nel frattempo, circolano voci di una quarta dose se persistono alti tassi di cittadini non vaccinati. Per saperne di più


EUROPA OCCIDENTALE

BERLINO
Di fronte alla crescente quantità di disinformazione per attirare possibili rifugiati verso la Bielorussia in quello che i leader hanno definito un “attacco ibrido” da parte del regime di Lukashenko, il ministero degli esteri tedesco ha ora aggiornato la sua iniziativa informativa multilingue. Per saperne di più.

///

PARIGI

La Francia onora le vittime degli attacchi terroristici del 2015. Sei anni dopo gli attacchi terroristici di Parigi nella quale hanno perso la vita 130 persone e ferito più di 350, una giornata di commemorazione è stata organizzata sabato a Parigi e Saint-Denis. Il sindaco di Parigi Anne Hidalgo e il primo ministro Jean Castex hanno deposto corone di fiori davanti ai caffè parigini e hanno reso omaggio allo Stade de France e al Bataclan.

Nel primo pomeriggio, la vicepresidente degli Stati Uniti Kamala Harris ha deposto fiori davanti al bar Le Carillon. Il processo per gli accusati degli attacchi del 13 novembre 2015, i più letali della storia della Francia, è in corso. (Clara Bauer-Babef | EURACTIV.fr)

///

VIENNA

L’Austria introduce il lockdown per i non vaccinati. I non vaccinati dell’Austria, circa il 25% della popolazione, sono stati messi in un vero e proprio lockdown da lunedì. Ma secondo gli esperti, presto saranno necessarie ulteriori misure per combattere l’aumento dei tassi di infezione.  Per saperne di più. 


NORD EUROPA E PAESI BALTICI

TALLINN

La Russia potrebbe ratificare l’accordo di confine del 2014 con l’Estonia. Dopo un incontro tra i ministeri degli esteri estone e russo, i funzionari del ministero degli esteri estone hanno detto che la Russia potrebbe ratificare finalmente l’accordo di confine del 2014, riferisce l’agenzia di stampa ERR News. Non ci sono state ancora dichiarazioni ufficiali da entrambe le parti. Per saperne di più.


REGNO UNITO E IRLANDA

LONDRA

Johnson difende il testo della COP26. Il primo ministro Boris Johnson ha discusso il risultato del vertice sul clima COP26 ospitato dal Regno Unito a Glasgow, insistendo sul fatto che l’accordo finale è la “campana a morto” per il carbone. Per saperne di più.

///

DUBLINO

L’Irlanda non esclude restrizioni perché i casi di COVID-19 in aumento sono “estremamente” preoccupanti. Non si possono escludere ulteriori restrizioni, ha detto il Taoiseach irlandese Micheál Martin, notando che è “estremamente preoccupato” per l’aumento dei casi di COVID-19 nel paese.  Per saperne di più.


EUROPA MERIDIONALE

MADRID

Il leader dell’opposizione catalana ed ex ministro della salute della Spagna, Salvador Illa ha trascorso un paio di giorni a Bruxelles la scorsa settimana, dove ha incontrato il vicepresidente Josep Borrell e i commissari Stella Kyriakides e Nicholas Schmit, tra gli altri. Prima di tornare a Barcellona ha tenuto un’intervista esclusiva con EURACTIV. Per saperne di più.

Le autorità cubane ripristinano i permessi di lavoro per due dei cinque giornalisti dell’EFE. Le autorità cubane domenica hanno ripristinato i permessi di lavoro di due dei cinque giornalisti del team dell’Agencia Efe, che avevano avuto i loro accrediti e permessi stampa revocati. Per saperne di più.

///

ATENE

Rapporto della stampa: L’intelligence greca controlla gli anti-vaxers e gli attivisti per i diritti dei rifugiati. L’ufficio del primo ministro avrebbe incaricato i servizi segreti nazionali (EYP) di monitorare i cittadini che si oppongono alle misure anti-pandemiche e gli operatori sanitari che sono stati sospesi ma stanno protestando, secondo il giornale Efimerida ton Sintakton (Efsyn). L’EYP ha anche preso di mira le persone attivamente impegnate nella situazione dei rifugiati, ha riferito il giornale. Per saperne di più.

Il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli chiede chiarimenti agli Stati Uniti dopo che a un deputato greco è stato negato il visto. Il presidente del Parlamento europeo David Sassoli ha chiesto una “chiara spiegazione” all’ambasciatore americano a Bruxelles sul perché un deputato greco di sinistra si è visto negare il visto per andare negli Stati Uniti, ha appreso EURACTIV. Per saperne di più.


GRUPPO DI VISEGRAD

PRAGA
I Democratici Civici (ODS, ECR) hanno chiesto al governo ceco uscente di inviare agenti di polizia in Polonia e di aiutare il suo vicino nell’attuale crisi migratoria ai confini tra Polonia e Bielorussia. Per saperne di più.

///

WARSAW

Polonia, Lituania e Lettonia stanno ragionando sull’opportunità dell’attivazione dell’articolo 4 della NATO. Varsavia sta discutendo con la Lituania e la Lettonia se chiedere consultazioni ai sensi dell’articolo 4 della NATO per discutere la crisi al confine polacco-bielorusso, ha detto domenica il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki. Per saperne di più.

///

BUDAPEST

Orbán, non sfiduciato, rimane alla guida di Fidesz. Al 29° Congresso di Fidesz, domenica, il premier Viktor Orbán è stato confermato alla guida del partito di governo per altri due anni, ha riferito Telex, promettendo che gli ultimi tre decenni sono stati solo un “riscaldamento”. Per saperne di più.

///

BRATISLAVA

La Slovacchia si imbarca nella riforma fiscale imposta da Bruxelles. Il ministro delle finanze Igor Matovič ha presentato domenica la prima parte della riforma fiscale incentrata sulle famiglie. La grande riforma fa parte del piano di risanamento finanziato dall’UE di Bratislava, secondo la dichiarazione programmatica del governo. Per saperne di più.


NOTIZIE DAI BALCANI

SOFIA

“Il Cambiamento Continua”, una nuova forza politica anti-corruzione in Bulgaria, è il leader a sorpresa dopo le elezioni parlamentari e presidenziali di domenica in Bulgaria, mentre il presidente del paese Rumen Radev è ben piazzato per la rielezione, avendo ottenuto il 48,5% al primo turno. Per saperne di più.

///

BUCHAREST

Le importazioni di gas rumene aumentano del 60%. La Romania ha importato più di 2,06 milioni di tonnellate di gas naturale equivalente al petrolio, nei primi nove mesi dell’anno, con un aumento del 59,3% rispetto allo stesso periodo del 2020. La produzione locale è stata di 5,4 milioni di tonnellate nel periodo analizzato, un aumento dell’1,2% rispetto ai primi nove mesi dell’anno scorso, hanno mostrato i dati dell’istituto di statistica.

La Romania è uno dei principali produttori di gas dell’UE, ma ha ancora bisogno di importazioni di gas russo per coprire il suo consumo, soprattutto nella stagione fredda. (Bogdan Neagu | EURACTIV.ro)

///

ZAGABRIA

Fitch assegna alla Croazia il rating di credito più alto della storia. L’agenzia Fitch Ratings ha aumentato il rating della Croazia di una tacca, da ‘BBB-‘ a ‘BBB’, citando un outlook positivo. Questo è il miglior rating nella storia della Croazia. Per saperne di più.

///

LJUBLJANA

I reparti di terapia intensiva sloveni traboccano a causa dell’aumento dei casi. Le unità di terapia intensiva negli ospedali sloveni sono piene di pazienti affetti da COVID-19, mentre il paese è alle prese con la peggiore ondata della pandemia. Per saperne di più.

///

BALCANI OCCIDENTALI

I ministri dell’UE si incontrano per discutere su come migliorare la cooperazione nei Balcani occidentali. I ministri degli esteri dell’UE si incontreranno lunedì a Bruxelles per discutere “su come l’Unione dovrebbe impegnarsi in attività con i Balcani occidentali”, ha detto un alto funzionario UE ai giornalisti a Bruxelles. Per saperne di più.

///

Le priorità dell’UE nei Balcani occidentali si riflettono pienamente nel rapporto della Commissione. “Le priorità dell’UE nei Balcani occidentali si riflettono pienamente nei rapporti, che hanno lo scopo di incoraggiare la regione ad attuare diversi processi di riforma”, ha detto la portavoce della Commissione europea Ana Pisonero a EURACTIV Serbia e BETA quando le è stato chiesto di commentare le osservazioni che i rapporti di quest’anno sui paesi candidati sono stati attenuati nel contesto dello stato di diritto. Per saperne di più.

///

SARAJEVO

Diplomatico americano: Lo status e l’indipendenza di Brčko devono essere rispettati. Le due entità della BiH e tutte le strutture di governo devono rispettare lo status e l’autonomia di Brčko, ha dichiarato il diplomatico americano Clint Williamson, capo del Tribunale arbitrale internazionale per lo status del distretto di Brčko, aggiungendo che le minacce di guerra devono cessare. Per saperne di più.

///

SKOPJE

VMRO-DPMNE è pro-europeo, dice il leader del partito. Non c’è nessun dilemma sulle priorità strategiche del paese: consolidamento economico, adesione all’UE e integrazione regionale, ha dichiarato in un’intervista Hristijan Mickoski, il leader del più grande partito di opposizione VMRO-DPMNE al quotidiano croato Večernji list. Per saperne di più.

///

PODGORICA

Il Montenegro vieta i concerti e le celebrazioni di Capodanno. Il Montenegro vieterà i concerti e le celebrazioni per l’ultimo dell’anno come parte delle nuove misure COVID che entreranno in vigore lunedì, le quali vieteranno anche le feste di matrimonio e costringeranno i locali notturni a chiudere. Ristoranti e bar, tuttavia, saranno autorizzati a rimanere aperti fino a mezzanotte. Per saperne di più.

///

Ministro delle finanze montenegrino: lo stato non ha bisogno di ulteriori prestiti. Milojko Spajić, ministro delle finanze e della previdenza sociale ha ribadito che lo stato non ha bisogno di ulteriori prestiti. “Abbiamo menzionato l’opzione di lasciare all’interno della legge di bilancio di prendere in prestito fino a 500 milioni di euro, ma non abbiamo bisogno di prendere in prestito per il prossimo anno”, ha detto Spajic. (Željko Trkanjec | EURACTIV.hr)

///

PRISTINA

I risultati preliminari mostrano la sconfitta del partito di governo nelle elezioni nazionali. I risultati preliminari del secondo turno delle elezioni comunali in Kosovo mostrano una sconfitta del partito di governo Vetevendosje, soprattutto nelle zone chiave come Prishtina. Per saperne di più.

///

TIRANA

Commissione europea: L’economia albanese si sta riprendendo più velocemente del previsto. L’economia albanese potrebbe crescere del 6,9% entro la fine dell’anno, il 2,9% in più del previsto, come dichiarato dalla Commissione europea giovedì (11 novembre).  Per saperne di più.


AGENDA:

  • UE: I ministri degli Esteri dell’UE si incontrano per discutere di sanzioni alla Bielorussia, bussola strategica, vicinato dell’UE / Il capo della NATO Jens Stoltenberg ospita il ministro ucraino Dmytro Kuleba / I ministri dell’Agricoltura dell’UE si incontrano / La presidente della BCE Christine Lagarde interviene al Parlamento europeo.
  • Germania: Il vaccino Covid diventa obbligatorio per entrare in bar, cinema, parrucchieri.
  • Austria: L’Austria inizia le chiusure per i non vaccinati.
  • Belgio: Il Collegio d’Europa ospita una conferenza sul futuro dell’Europa con un gruppo di ministri di sei paesi dei Balcani occidentali.
  • Lussemburgo: Il commissario Didier Reynders discute lo stato di diritto con il parlamento lussemburghese.
  • Croazia: Il presidente Zoran Milanović incontra Papa Francesco, mentre il presidente del Parlamento Gordan Jandroković incontra il suo omologo slovacco Boris Kollar.
  • Serbia: Il ministro degli Esteri Nikola Selakovic si reca in Belgio, dove incontrerà i funzionari dell’Unione europea e parteciperà alla riunione ministeriale del Processo di cooperazione dell’Europa sudorientale.

***
[A cura di Sarantis Michalopoulos, Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Benjamin Fox, Zoran Radosavljevic, Alice Taylor]