Le Capitali – Il fondo di emergenza dell’UE avrà bisogno di 5 miliardi di euro

Photo by EP/European Union 2019 [EP/European Union 2019]

Le Capitali vi porta le ultime notizie da tutta Europa, attraverso i reportage sul campo del Network EURACTIV. Potete iscrivervi alla newsletter qui.

Prima di iniziare a leggere l’edizione di oggi delle Capitali, date un’occhiata all’articolo “ La discriminazione LGBTI (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transgender e Intersex – NdR) è ancora forte in Europa, avverte l’organo per i diritti dell’UE ” di Beatriz Rios.
Ricordiamo che tutti in EURACTIV desiderano continuare a fornire contenuti di alta qualità che coprano quanto accade nella UE in modo chiaro e imparziale, nonostante l’attuale crisi sia stata pesantemente colpita. Poiché noi di EURACTIV crediamo fermamente che i nostri lettori non debbano accedere ai contenuti attraverso un paywall, vi chiediamo di considerare la possibilità di dare un contributo. Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante sotto.


Per rimanere aggiornati su tutto ciò che riguarda il coronavirus in tutte le capitali, cliccate il link seguente EURACTIV’s comprehensive overview, che viene regolarmente aggiornato con l’aiuto della nostra rete di uffici e media partner.


ISTITUZIONI EUROPEE

La riserva strategica dell’UE avrà bisogno di 5 miliardi di euro per affrontare realisticamente il cambiamento climatico e le pandemie, ha dichiarato a EURACTIV.com Nicolae Ștefănuță, membro della Commissione Ambiente e Salute Pubblica del Parlamento Europeo.

“Nessuno di noi, per quanto ricco sia, sarà davvero in grado di affrontare una catastrofe climatica o un evento pandemico”, ha detto.

(Sarantis Michalopoulos Read more )

 

Le notizie di oggi da Le Capitali:

PARIGI

La controversia dei vaccini in Francia. Il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato giovedì (14 maggio) che la prossima settimana incontrerà i funzionari della Sanofi per chiarire la controversia sul vaccino COVID-19. All’inizio di questa settimana, l’amministratore delegato della Sanofi Paul Hudson aveva ipotizzato – con sgomento di francesi ed europei – che se il gigante farmaceutico francese fosse stato in grado di sviluppare con successo un vaccino COVID-19, gli Stati Uniti avrebbero potuto ottenere una prima spedizione di questo vaccino prima del resto del mondo. I funzionari dell’azienda, nel frattempo, hanno denunciato la dichiarazione, dando la colpa a un malinteso.

Read more.

///

BERLINO

Un altro pacchetto di aiuti anti-coronavirus. Il Bundestag tedesco ha raggiunto un accordo giovedì (14 maggio) su un altro pacchetto di aiuti per il coronavirus, che il Bundesrat dovrebbe approvare venerdì. Il pacchetto include ulteriori finanziamenti per aumentare i test, fornire più dispositivi di protezione personale per gli operatori sanitari, così come più soldi per coloro che sono stati costretti a lavorare a tempo ridotto. La crisi sanitaria del Paese porterà quest’anno a un calo delle entrate fiscali di 98,6 miliardi di euro, ma il ministro delle finanze tedesco Olaf Scholz non pensa al risparmio.

(Sarah Lawton | EURACTIV.de)

EURACTIV Germany’s Philipp Grüll reportage completo.

///

BRUXELLES

Riaprire presto i confini? Il Belgio intende riaprire le frontiere ai turisti entro il 15 giugno, ma ciò dipenderà in gran parte dalle decisioni dei paesi vicini, secondo il ministro degli interni belga Pieter De Crem.

Alexandra Brzozowski Read more

Per approfondire: La Commissione propone la graduale abolizione delle frontiere, per salvare l’estate europea

///

LONDRA

Gove piange per i diritti dei cittadini britannici. Il Regno Unito afferma che l’UE rischia di violare i termini dell’accordo di Brexit non sostenendo i diritti degli espatriati britannici.

Benjamin Fox Read more

///

VIENNA

L’opposizione critica il Cancelliere Kurz per aver tenuto l’evento di blocco. Quando mercoledì (13 maggio) il cancelliere Sebastian Kurz ha visitato un villaggio nel lontano ovest dell’Austria, era stato seguito da una folla di abitanti del villaggio, molti dei quali non avevano rispettato la regola della distanza sociale obbligatoria di un metro. Sebbene Kurz abbia chiesto loro di stare più distanti, le immagini di lui che organizzava un evento durante l’isolamento hanno fatto infuriare l’opposizione.

Philipp Grüll Read more

Per approfondire: L’UE denuncia l’Austria

///

HELSINKI

Le mascherine in tessuto offrono solo il 20-40% di protezione. Mentre i filtri in poliestere possono rimuovere circa il 90% delle goccioline nell’aria, il livello di protezione offerto dalle mascherine facciali in tessuto si colloca tra il 20% e il 40%, secondo un nuovo studio pubblicato giovedì (14 maggio) dal VTT Technical Research Centre of Finland.

EURACTIV’s Pekka Vänttinen Read more.

SUD EUROPA

ROMA

Grido di protesta delle piattaforme digitali. Un nuovo provvedimento governativo per sgravare il settore turistico italiano prevede un contributo fino a 500 euro a famiglia per le spese di alloggio in hotel e bed and breakfast sul territorio nazionale.

Tuttavia, Airbnb e Booking.com hanno messo in guardia contro una potenziale discriminazione nei confronti delle piattaforme online, in quanto il decreto sembra escludere da questo provvedimento l’utilizzo di tali servizi digitali.

(Gerardo Fortuna | EURACTIV.com)

///

ATENE

Aegean, Air France reintroduce gradualmente i voli. Aegean Airlines inizierà ad aumentare gradualmente i voli nazionali a partire dal 18 maggio ha detto il Giovedi, mentre riprenderà gli itinerari di base all’estero interrotti a causa della pandemia di coronavirus.

A partire dalla fine di maggio, la compagnia aerea inizierà il collegamento con i principali hub europei – Monaco, Zurigo, Francoforte e Ginevra – con un numero limitato di voli, e aumenterà il numero di voli verso Bruxelles, l’unica destinazione estera che non ha cancellato durante il blocco. Air France rilancerà gradualmente anche i voli per la Grecia il 23 maggio.

Read more  su  Athens-Macedonian News Agency. (Sarantis Michalopoulos, EURACTIV.com)

///

MADRID

Oltre 50.000 operatori sanitari infettati da COVID-19. Il numero di operatori sanitari spagnoli che sono risultati positivi al COVID-19 ha raggiunto i 50.088 giovedì (14 maggio), di cui 1.228 nuovi casi sono stati segnalati nelle ultime 24 ore, secondo  gli ultimi dati pubblicati  dalle autorità sanitarie spagnole. L’ultimo dato mostra un aumento significativo del numero di infezioni segnalate tra il personale sanitario. A titolo di confronto, il Paese registra oggi un totale di 229.540 casi confermati.

In altre notizie, l’ultima analisi della “sieroprevalenza” in tutta la Spagna mostra che nessuna comunità o regione spagnola è completamente protetta dall’immunità del gregge, il che significa che tale indicatore non potrebbe essere utilizzato come riferimento per le prossime fasi di revoca delle misure di blocco, ha detto il direttore del Centro di coordinamento degli allarmi e delle emergenze sanitarie, Fernando Simón, giovedì (14 maggio). Secondo l’ultimo studio solo il 5% della popolazione spagnola ha gli anticorpi contro il coronavirus.

Simón  (EUROEFE)

///

LISBONA

Fiducia ristabilita. Il primo ministro portoghese António Costa ha pubblicamente riaffermato la sua fiducia nel Ministro delle Finanze Mário Centeno dopo che è stato effettuato un trasferimento di 850 milioni di euro finalizzato alla ricapitalizzazione di una banca, nonostante il premier avesse dichiarato che non sarebbe stato effettuato fino a quando non fossero state note le conclusioni di una verifica.

(Pedro Morais Fonseca, Lusa.pt)

GRUPPO DI VISEGRAD

VARSAVIA

Si torna a scuola? Non è ancora chiaro se gli studenti polacchi torneranno alle normali lezioni per quest’anno scolastico, tanto più che gli orientamenti del governo sulla riapertura delle scuole sembrano essere contrastanti.

EURACTIV Poland’s Anna Wolska ci spiega perché

///

BUDAPEST

Lo stato di emergenza potrà terminare entro la fine di giugno. Il governo ungherese spera di poter porre fine allo “stato di pericolo” entro la fine di giugno, ha dichiarato giovedì (14 maggio) il ministro dell’ufficio del primo ministro Gergely Gulyas. Mentre le restrizioni ai movimenti sono state allentate in tutto il paese, ad eccezione di Budapest e della contea circostante, le restrizioni saranno allentate per la contea, dato che il governo non ha ancora deciso su Budapest.

In altre notizie, il governo ha anche discusso la sentenza della Corte costituzionale tedesca secondo cui il paese non è vincolato dalla sentenza della Corte di giustizia europea (CGCE) sull’acquisto di obbligazioni della BCE: “Non pensiamo che questa decisione della Corte sia una vittoria del centro sugli europei occidentali”. Ma ogni Stato sovrano che ha aderito come Stato sovrano può sentirsi un vincitore”, ha detto Gulyas

Read more

///

BRATISLAVA 

L’ombudsman non riesce a ottenere il sostegno del Parlamento. Dopo che la difensore civico slovacca, Mária Patakyová, ha presentato la sua relazione annuale dell’Ufficio del difensore pubblico dei diritti davanti al parlamento del paese, solo 34 deputati hanno votato a favore della mozione per il riconoscimento formale della relazione, mentre 50 hanno votato contro e 46 si sono astenuti.

EURACTIV Slovakia’s Zuzana Gabrižová Read more

///

PRAGA

I diritti dei lavoratori stranieri sul tavolo della CGUE (Corte di Giustizia dell’Unione Europea). I deputati cechi Martina Dlabajová (RE) e Tomáš Zdechovský (PPE) hanno accolto con favore l’esito della causa intentata dalla Commissione europea dinanzi alla Corte di giustizia europea contro l’Austria per il suo sistema di assegni familiari. Secondo la Commissione, il sistema austriaco, che si basa sull’indicizzazione delle prestazioni per i figli dei lavoratori stranieri, si traduce in meno soldi per quelli dei paesi più poveri, è discriminatorio e contravviene al diritto comunitario.

(Ondřej Plevák | EURACTIV.cz)

NEWS DAI BALCANI

SOFIA

Che fatica rispettare il distanziamento sociale. Secondo uno studio condotto dall’agenzia di ricerche sociali e di mercato Afis, quasi il 60% dei bulgari dichiara di osservare solo una parte delle misure per la distanza fisica o di non osservarle affatto, nonostante gli appelli all’allontanamento sociale volontario.

EURACTIV Bulgaria’s Krassen Nikolov Read more.

///

BUCAREST

Limitazioni illegali? Mentre i giudici hanno confermato che lo “stato di allerta” del governo, che inizierà venerdì (15 maggio), può essere applicato solo dal parlamento, inviando il disegno di legge in parlamento troppo tardi, il governo sembra aver fatto un pasticcio nella transizione dallo “stato di emergenza” allo “stato di allerta” – non può entrare in vigore prima di lunedì (18 maggio), nonostante lo stato di emergenza sia già terminato giovedì (14 maggio). Per evitare la completa eliminazione delle restrizioni, il Comitato nazionale per le situazioni di emergenza ha dichiarato lo “stato di allerta”, per la prima volta in Romania.

Read more

///

LUBIANA 

La Slovenia dichiara la fine dell’epidemia. Il governo sloveno ha dichiarato la fine ufficiale dell’epidemia di coronavirus giovedì 14 maggio, diventando il primo paese europeo a farlo, dopo che le autorità hanno confermato meno di sette nuovi casi di coronavirus al giorno nelle ultime due settimane.

Read more

In altre notizie, il governo sloveno ha deciso di sospendere temporaneamente i dazi doganali e l’IVA sui dispositivi di protezione individuale importati, come guanti e maschere. Il governo ha inoltre dichiarato che invierà aiuti all’Italia sotto forma di disinfettanti per un valore di circa 92.000 euro.

(Zoran Radosavljević | EURACTIV.com)

///

ZAGABRIA

Pacchetto di aiuti per i sopravvissuti al terremoto. Il governo croato ha annunciato un pacchetto finanziario per le persone che hanno perso la casa a causa del terremoto di Zagabria, che ha scosso la città il 22 marzo scorso e ha causato gravi danni materiali. Verrà pagato un massimo di 70 HRK70 (circa 10 euro) per metro quadrato, in modo che i cittadini che non hanno altri alloggi nel raggio di 20 chilometri dalla proprietà danneggiata possano pagare l’affitto.

EURACTIV Croatia’s Tea Trubić Macan Read more

///

BELGRADO 

Una nuova miniera per fornire carbone per i prossimi 60 anni, dice il presidente. La miniera di Kolabura è il cuore del sistema energetico del Paese e una nuova miniera a cielo aperto fornirà carbone per i prossimi 60 anni, ha detto giovedì (14 maggio) il presidente serbo Aleksandar Vucic. “Quasi 500 euro saranno investiti in questa miniera, che garantirà circa 60 anni di approvvigionamento di carbone dalla miniera, fino alla sua ulteriore espansione”, ha detto il presidente dopo una visita, aggiungendo che si prevede di produrre tra i 13 e i 13,5 milioni di tonnellate di carbone all’anno.

In altre notizie, Vucic ha detto giovedì (14 maggio) che non aveva fretta di tenere le elezioni. Ha anche detto che ogni anno i suoi oppositori politici lo accusano di voler riconoscere l’indipendenza del Kosovo, osservando che al momento non si stanno tenendo colloqui sul Kosovo.

EURACTIV Serbia Read more

***

[Edited by Alexandra Brzozowski, Daniel Eck, Benjamin Fox]