Barnier: “Pronto a impegnarmi nella politica francese”

epa08902657 Il capo della Task Force della Commissione europea per le relazioni con il Regno Unito, Michel Barnier, tiene una conferenza stampa sui negoziati della Brexit a Bruxelles, in Belgio, il 24 dicembre 2020. EPA-EFE/FRANCISCO SECO / POOL

Dopo essere stato il capo negoziatore dell’Unione europea per la Brexit, Michel Barnier ha detto di volersi dedicare, nei prossimi anni, al servizio della Francia.

“Userò le mie energie per lavorare per il mio Paese”, ha detto il politico, proveniente dal centro-destra francese, alla radio Franceinfo quando gli è stato chiesto dei suoi piani, aggiungendo che la Francia ha bisogno di “unità, solidarietà e giustizia”.

“Sono un patriota e un europeo. Non ho mai smesso di essere coinvolto nel dibattito politico francese. Vedrò dove posso essere utile”, ha aggiunto.

Dopo aver contribuito alla chiusura dell’accordo che ha portato all’uscita del Regno Unito dall’Ue, il sessantonovenne Barnier si sente allora pronto a tornare ad impegnarsi nella vita politica dell’Esagono.

Voglio “portare il mio contributo alla mia famiglia politica, che deve essere ricostruita e al dibattito politico francese”, ha precisato durante l’intervista.

Dopo gli scandali e la crisi politica che i hanno riguardati, Les Républicains, il principale partito del centro-destra francese non ha ancora un leader definito da quando sono stati sconfitti da Emmanuel Macron nel 2017.

Chissà che Barnier non possa diventare, tra qualche mese, uno dei principali antagonisti di Macron, in vista delle elezioni presidenziali nella primavera 2022.