Al via Youth4Climate: la voce dei giovani e dei grandi leader sull’ambiente

Una studentessa con il viso dipinto con una parte del globo mentre partecipa a una protesta contro il cambiamento climatico organizzata da "Youth Strike 4 Climate", a Parliament Square nel centro di Londra, in Gran Bretagna, il 15 febbraio 2019. EPA-EFE/FACUNDO ARRIZABALAGA

Il Ministero dell’Ambiente, in collaborazione con l’Ufficio dell’Inviata Speciale delle Nazioni Unite per i Giovani e il programma Connect4Climate della Banca Mondiale, lancia un ambizioso programma di incontri virtuali e interattivi rivolti ai giovani di tutto il mondo, in vista dell’evento speciale “Youth4Climate: Driving Ambition” e della Pre-Cop26, che si svolgeranno entrambi a Milano nell’autunno 2021 e che, per la prima volta, consentiranno ai giovani di dare un contributo alle negoziazioni.

In considerazione del periodo eccezionale, imposto dall’emergenza Covid-19, è stato preparato un programma di incontri virtuali. L’obiettivo è dare voce ai giovani e peso al loro ruolo nella lotta al cambiamento climatico. 

Il programma prevede una serie di webinar, dal titolo “Youth4Climate Live Series: Driving Momentum Towards Pre-COP and COP26” ed è articolato in un incontro al mese, da giugno a febbraio. 

Tanti i temi in agenda: dalla ripresa verde e sostenibile, all’adattamento, dalla resilienza e azione locale a innovazione e impresa. Ogni incontro sarà ospitato su una piattaforma interattiva, attraverso cui i giovani partecipanti potranno condividere informazioni, porre domande e presentare proposte.

Due sono le novità: in primo luogo ogni incontro sarà moderato da giovani e in secondo luogo tutti coloro che saranno connessi potranno prendere parte alla discussione.

Oggi (26 giugno) alle ore 16 l’evento di lancio per presentare la serie di eventi virtuali #Youth4Climate. I moderatori sono Salina Abraham (funzionario senior del Global Landscapes Forum (GLF), Presidente uscente dell’International Forestry Students’ Association ed ex coordinatrice dell’iniziativa Giovani nei Paesaggi) e Ahmed Badr (Scrittore, artista multimediale, imprenditore sociale, Fondatore di Narratio ed ex rifugiato iracheno che lavora all’intersezione tra la creatività, lo spostamento e l’emancipazione giovanile). 

Ci saranno poi i messaggi video preregistrati del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, del Presidente della COP26 Alok Sharma e del Segretario Esecutivo dell’UNFCCC Patricia Espinosa. 

Poi tre giovani leader ambientaliste: Marie-Claire Graf (Focal point di YOUNGO e sostenitrice dei giovani per lo sviluppo sostenibile e l’azione per il clima), Elizabeth Wathuti (attivista del Kenya per ambiente e clima del Kenya, quarta vincitrice del Wangari Maathai Scholarship Award e fondatrice di Green Generation Initiative, organizzazione no-profit che aiuta i giovani ad amare la natura e ad essere consapevoli dell’ambiente) e Selina Neirok Leem (attivista ambientale, Isole Marshall).