EuropeAid: Invito globale a presentare proposte EIDHR 2020

Una colomba vola davanti alla bandiera dell'Unione Europea.

 EIDHR 2020 Global Call for Proposals

Scadenza: 20/11/2020

Budget: 10.000.000 Euro

L’Unione Europea (UE) è fondata sui principi di libertà, democrazia, rispetto dei diritti umani e dello stato di diritto. I diritti umani e la democrazia sono aree importanti della cooperazione dell’UE e le attività in questo settore sono sostenute da una serie di strumenti. Lo strumento europeo per la democrazia e i diritti umani (EIDHR) è uno di questi strumenti ed è stato istituito dal regolamento (UE) n. 235/2014 adottato dal Parlamento europeo e dal Consiglio l’11 marzo 2014 per il periodo 2014-2020, che istituisce uno strumento finanziario per la democrazia e i diritti umani nel mondo attraverso il sostegno alle iniziative della società civile.

Questo strumento è destinato a sostenere la società civile affinché diventi una forza efficace per la riforma politica e la difesa dei diritti umani. In questo modo, esso integra sia i programmi geografici che si concentrano sul rafforzamento delle istituzioni pubbliche sia altri programmi tematici, come il programma CSO-LA. L’EIDHR ha anche una portata globale, operando a livello nazionale e regionale.

A livello internazionale  sostiene le azioni svolte in paesi terzi al di fuori dell’Unione Europea, in tutto il mondo. L’EIDHR offre indipendenza d’azione, che è un elemento critico della cooperazione con le organizzazioni della società civile a livello nazionale, soprattutto nei settori sensibili della democrazia e dei diritti umani. Offre una grande flessibilità e una maggiore capacità di rispondere a circostanze mutevoli o di sostenere l’innovazione.

OBIETTIVI DEL PROGRAMMA E QUESTIONI PRIORITARIE

Lotti geografici

Al fine di invitare azioni pilota in diverse parti del mondo, mantenendo l’attenzione geografica e il massimo impatto a livello nazionale, questo invito a presentare proposte ha quattro lotti geografici:

Lotto 1 – Africa
Lotto 2 – Asia e Pacifico
Lotto 3 – America Latina e Caraibi
Lotto 4 – Allargamento e paesi vicini

L’obiettivo globale di questo invito a presentare proposte è quello di sostenere e potenziare la società civile nella protezione e nella promozione della democrazia, dei diritti umani e delle libertà fondamentali in tutto il mondo.

L’obiettivo specifico di questo invito a presentare proposte è quello di condurre un hub di risorse multi-paese, incentrato sulle dinamiche (restringimento, apertura) dello spazio civico, democratico e della società civile. Dovrebbe sostenere la società civile che lavora sui diritti umani e la democrazia e altri attori per guidare il cambiamento verso un maggiore rispetto delle libertà fondamentali, l’impegno civico e la governance democratica e per suscitare un processo di sviluppo più efficace a livello nazionale. Le dinamiche nella forma e nella portata dello spazio civico, democratico e della società civile possono includere la chiusura o la repressione, l’apertura e lo spostamento, così come modelli irregolari con concentrazioni in certi settori o segmenti di attori civici, o alternanze di restrizioni e apertura. I segnali di cambiamento possono includere cambiamenti legislativi, politiche ufficiali o di fatto, modelli di incidenti e prove di cambiamenti percepiti negli atteggiamenti pubblici, che hanno un impatto sull’esercizio della libertà di associazione, di riunione o di espressione pacifica, o sull’attivismo civico, la protesta, il dissenso o la contestazione politica. Le priorità di questo invito a presentare proposte sono:

  • Coinvolgere gli attori a lungo e medio termine delle dinamiche dello spazio civico secondo i contesti nazionali specifici;
  • Offrire programmi di sviluppo delle capacità, di messa in rete e di scambio per i difensori dei diritti umani e la relativa società civile (anche con altri soggetti interessati, se del caso) a livello nazionale e/o con una dimensione multinazionale o regionale;
  • Contrastare la criminalizzazione e la diffamazione degli attori civici e della società civile;
  • Sviluppare e sperimentare protocolli di risposta multi-stakeholder per un’azione tempestiva; mantenere contatti/reti con gli attori nazionali e internazionali per valutare le opportunità di un’azione significativa; coordinare o mobilitare misure a diversi livelli, a seconda dei casi;
  • Fornire un sostegno diretto (servizi e/o assistenza finanziaria) in caso di cambiamenti improvvisi o di segnali significativi di cambiamento;
  • Analizzare le tendenze e valutare le dinamiche dello spazio civico, democratico e della società civile.