Eurovision al via, per la prima volta senza il festival

Un pannello raffigurante il logo del 65° Concorso annuale dell'Eurovision Song Contest (ESC), in mostra a Rotterdam. L'evento è stato annullato a causa della pandemia di coronavirus. [EPA-EFE/SANDER KONING]

Madrid (EuroEFE) .- A pochi giorni dalla data in cui si sarebbe tenuta la finale di Eurovision 2020, inizia una settimana ricca di programmi e iniziative che commemoreranno lo spirito del più famoso festival mondiale della canzone di fronte alla prima edizione dello stesso che, nei suoi 65 anni di storia, è stata cancellata.

Era lo scorso marzo quando, “con grande rammarico”, l’Unione europea della radiodiffusione (UER) ha comunicato la sua decisione di non tenere l’evento a causa dell’incertezza creata dall’espansione del COVID-19 e dalle restrizioni adottate da numerosi governi dei 41 paesi partecipanti.

In ogni caso, non viene meno lo spirito Eurovision che, con i suoi obiettivi fissati sull’edizione del 2021, ha pensato ad alternative “online” che alleviano l’attesa e placano la sete di contenuti dei milioni di follower che il festival ha in tutto il mondo. “Europe Shine A Light” sarà il programma speciale più importante di tutti e si svolgerà sabato 16 maggio, giorno in cui il vincitore dell’edizione LXV sarebbe stato reso noto a Rotterdam (Paesi Bassi).

Organizzato dall’UER insieme alle stazioni NPO, NOS e AVROTROS, il programma ricorderà le 41 canzoni dei concorrenti del 2020 e presenterà gli artisti della storia dell’evento in diretta dalle loro case, come Gali Atari (Israele, 1979), Måns Zelmerlöw (Svezia , 2015), Marija Šerifovic (Serbia, 2007), Netta (Israele, 2018) e la più recente di tutte, Duncan Laurence (Paesi Bassi, 2019). La Rotterdam Philharmonic Orchestra avrà a sua volta il suo momento in una notte che consentirà agli “eurofan” di unire le loro voci a Johnny Logan per esibirsi nella sua canzone vincitrice del 1980, “What is another year?”.

Prima di sabato ci saranno più contenuti. Pertanto, in sostituzione delle semifinali, il canale ufficiale dell’Eurovision Song Contest su YouTube trasmetterà due speciali intitolati “Eurovision Song Celebration” a partire dalle 21:00.

Martedì darà risalto alle canzoni dei paesi che avrebbero partecipato al primo turno ad eliminazione diretta, insieme a Paesi Bassi, Germania e Italia. Giovedì faranno lo stesso con quelli della seconda semifinale, oltre a Spagna, Francia e Regno Unito.

Tra i nuovi programmi rilevanti da trasmettere in televisione e su Internet c’è lo speciale di giovedì in Svezia, “Sveriges 12: a”, in cui il vincitore del 2020 sarà proclamato secondo le scelte di questo paese, uno dei più presi dal festival. Un altro paese tra quelli che seguiranno questo modello nei prossimi giorni sarà la Germania, che sabato trasmetterà la sua finale sabato con solo i 10 concorrenti precedentemente votati.

Gli “Eurofan” spagnoli ed italiani dovranno seguire questi contenuti speciali attraverso i canali Internet di RTVE. Ad esempio, da oggi fino a venerdì 15 maggio continua la Maratona #SC con la quale godersi le galassie complete del 2015, 2016, 2017, 2018 e 2019. Lo stesso lunedì viene presentato il formato “La mia vita nell’archivio”, che esaminerà la vita personale e professionale del primo vincitore spagnolo del festival, Massiel, attraverso materiale audiovisivo conservato dall’Archivio della televisione spagnola.